Pulizie domestiche: come organizzarle quando in casa ci sono degli animali

Scritto da nella categoria Notizie
Pulizie domestiche: come organizzarle quando in casa ci sono degli animali

Avere un animale domestico, in casa, è fonte di una grandissima gioia. Tuttavia, è necessario adottare qualche accortezza per pulire meglio le stanze e per igienizzarle, soprattutto se nell'abitazione ci vivono anche dei bambini. Ecco tutti gli accorgimenti da considerare.

I pavimenti

La prima cosa da fare è pulire i pavimenti di casa con una scopa elettrica o con un'aspirapolvere: in questo modo si eliminano i peli dell'animale ma anche eventuali parassiti con le loro uova, a patto di utilizzare un apparecchio che sia dotato di spazzole appositamente studiate per raccogliere i peli e di un filtro di ultima generazione come il filtro HEPA che - grazie alle fibre di vetro - raccoglie il 99% di particelle di sporco e microrganismi, spore comprese. Se si sceglie poi un modello dotato di filtro ai carboni attivi, questo tratterrà all'interno del serbatoio anche gli odori.

Dopo aver aspirato, si può procedere con il lavaggio dei pavimenti. Quali prodotti utilizzare? Le scelte sono molteplici. Si possono utilizzare prodotti naturali come l'olio di eucalipto, profumato ed efficace contro le macchie, oppure l'aceto bianco, diluendone un bicchiere in mezzo secchio d'acqua e aggiungendovi magari qualche goccia d'olio essenziale, per regalare alla miscela una profumazione migliore.

I tappeti

Oppure, si possono scegliere i detergenti chimici industriali, candeggina e amuchina su tutti. Entrambe in grado di sconfiggere lo sporco e la maggior parte dei microrganismi dannosi, vanno utilizzate diluite e solo dopo aver areato per bene l'ambiente. Da evitare è invece l'ammoniaca, che ha un odore simile a quello dell'urina e che può così spingere il cane, o il gatto, a marcare il territorio.

I peli

In una casa in cui vive un animale domestico, prima della polvere il vero "problema" è costituito dai peli. Come eliminarli? Su mobili e mensole è sufficiente un panno elettrostatico, mentre su divani, letti e poltrone funzionano bene le spatole adesive e i togli-pelo, che somigliano ad un grande rasoio ma - ovviamente - sono privi di lame. Esistono persino delle macchine, capaci di togliere il pelo dalle superfici imbottite in pochissimo tempo.

E se non si avesse nulla di tutto questo a disposizione? Si può optare per una soluzione d'emergenza: basta indossare un comune guanto di gomma per le pulizie, da passare sulle superficie inumidendolo spesso (si consiglia di tenere a portata di mano una ciotola c n qualche dito d'acqua).

Per contenere la perdita di peli del proprio animale, infine, è bene lavorare sul suo manto: spazzolandolo regolarmente con pettini a denti larghi o con una delle innovative spazzole sul mercato, che rimuovono anche il sotto-pelo, si riesce a contenere la perdita fino al 90%.

Tra i complementi di una casa più "intaccati" dagli amici a quattro zampe troviamo i tappeti. Per evitare che vengano utilizzati come lettiera, soprattutto dai cuccioli, è bene lavorare in maniera preventiva. E così pure per la loro pulizia. Un tappeto in acrilico e polipropilene è più facile da pulire, poiché non assorbe e spinge lo sporco in superficie (al contrario di lana, cotone e seta).

Esistono poi prodotti non nocivi, cosiddetti disabituanti, da spruzzare ogni 12 o 24 ore sulla sua superficie: pensati per scoraggi re il proprio cane o il proprio gatto dal fare i propri bisogni sul tappeto, in realtà non funzionano sempre.

La cuccia

Una grande attenzione, infine, va riservata alle cucce e alle ciotole. Se per il proprio amico a quattro zampe si sc glie di acquistare un cuscinone, è meglio che questo sia sfoderabile (così da poter essere periodicamente lavato in lavatrice) oppure in tessuto-non-tessuto, da pulire con un panno imbevuto in un detergente apposito.

Le ciotole, invece, sono sempre abbastanza semplici da pulire: che le si scelga in metallo oppure in plastica (le due tipologie più comuni), basta lavarle con un po' di aceto bianco o con acqua calda e sapone per i piatti. Ovviamente, prima di "restituirle" al proprio amico a quattro zampe bisognerà eliminare per bene tutti i residui di detergente, riservando una cura particolare ai modelli con dispenser, più propensi ad accumulare anche lo sporco.

Se per pulire in modo efficace i vostri ambienti domestici volete affidarvi ad un professionista, gli esperti di Impresa Carriero sono a disposizione. Utilizzeranno apparecchiature adeguate e i migliori prodotti, per restituire alla vostra casa un perfetto grado di igiene e di pulizia.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 9 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty