Cibo per cincillà 34 prezzi trovati (da € 3,92 a € 23,20)

Prodotto
ordinati per popolarità

Il miglior mangime per i Cincillà

Scegliere il miglior cibo per il proprio cincillà è una delle priorità di ogni persona che ne possiede uno, ma non tutti sanno ciò che è meglio per il loro animale domestico. I cincillà hanno un sistema digestivo molto speciale e sensibile che richiede di una dieta particolare. In natura i cincillà si nutrono di una grande quantità di piante ricche di fibre, mentre non sono in grado di assimilare i cibi ricchi di grasso o troppo pesanti. Per cui se nutrite il vostro cincillà con del cibo molto grasso rischierete di provocargli seri problemi di salute, come disturbi allo stomaco. Quindi la domanda è: quanto e come dovrebbe venire nutrito un cincillà?

Come introdurre nuovo cibo nella dieta del cincillà

L’introduzione di nuovo cibo nella dieta del vostro cincillà dovrebbe avvenire in maniera graduale. Per esempio, se state cambiando la marca dell’alimento che date al vostro animaletto, cominciate dandogli una combinazione fatta del 75% del vecchio prodotto con il 25% del nuovo prodotto e continuate così per alcuni giorni prima di cambiare le dosi al 50%. Continuate in questo modo finché non completate il cambio di alimento. L’introduzione di nuovi bocconcini dovrebbe avvenire poco alla volta. È utile osservare il vostro animale per vedere se l’introduzione della novità alimentare provoca cambi nel suo comportamento o benessere generale.

Additivi alimentari comuni che possono essere pericolosi

Dato che la maggior parte del mangime in commerciò viene miscelato e compattato in forma di pellet o altra forma, è possibile che contenga degli additivi che possono risultare nocivi per il vostro cincillà, specialmente se consumati in grandi quantità. I due principali imputati sono il mais e le uvette. Entrambi questi alimenti hanno un contenuto di zuccheri molto elevato, e dato che la dieta di un cincillà dovrebbe prevedere al massimo il 4% di zuccheri, mentre il mais e le uvette ne contengono oltre il 50%, potete capire facilmente perché sono così pericolosi per la salute del vostro animaletto domestico. È molto comune trovare tracce di mais nel mangime a forma di pellet mentre le uvette di solito si trovano più facilmente nel mangime sciolto.

Le sorprese e le insidie nel dar da mangiare ai cincillà

Dato che ai cincillà piace sgranocchiare è facile per noi padroni cadere nella tentazione di dargli molti materiali a base di legno e di corteccia come ad esempio un rametto a mo’ di spuntino. Bisogna però considerare che alcuni tipi di legno possono essere tossici per i cincillà. È importante controllare sempre che le cortecce ed i ramoscelli che si danno al proprio cincillà siano privi di pesticidi ed elementi chimici che potrebbero nuocere al vostro animaletto. Un’altra cosa importante da tenere sempre a mente è che premiarlo con bocconcini come le uvette dovrebbe sempre essere fatto con moderazione. Un’uvetta può sembrare un premio piccolo per il vostro cincillà ma in realtà è come dare una tazza di zucchero ad un essere umano. Quando state addestrando il vostro animale e gli date dei dolcetti come ricompensa è meglio dividere questi dolcetti in pezzettini molto piccoli in modo da non cadere nell’errore di dargliene troppi.

Perché il mio cincillà si mangia gli escrementi?

Per i cincillà è normale nutrirsi delle proprie feci. Questo comportamento si chiama coprofagia. Alcuni animali come i cincillà ed i conigli hanno questa abitudine perché è il loro modo istintivo di cercare di digerire ed assorbire tutti i nutrienti più importanti. Accade anche che i cuccioli si nutrano delle feci degli esemplari adulti. Si ritiene che questo comportamento sia dovuto alla volontà di immagazzinare nel proprio tratto digestivo anche quei batteri che sono buoni per la salute. Se avete dei dubbi consultate il vostro allevatore o il veterinario per discutere del comportamento del vostro cincillà.

5 consigli per dar da mangiare il vostro cincillà

  1. Quando scegliete il mangime in pellet meglio privilegiare quello privo di mais o che ne contiene solo una piccola percentuale.
  2. Quando scegliete mangimi sciolti, meglio privilegiare quelli con un’alta concentrazione di fibre e che non contengano zuccheri, come uvette o noci, o che ne contengano molto pochi. È noto che i cincillà selezionano solo le parti più saporite dei mangimi sciolti per cui è meglio dare loro solo un cucchiaino di mangime per volta, una o due volte al giorno, in modo da essere sicuri che il cincillà si mangi anche le parti meno saporite, ma più nutrienti, della miscela, prima di dargli dell’altro cibo.
  3. Assicuratevi che il vostro cincillà abbia a disposizione fieno fresco e secco in ogni momento. Una mistura di fieno composta da coda di topo, alfa-alfa ed altre erbe è la migliore opzione per il benessere del cincillà.
  4. Date al vostro cincillà uno zuccherino extra solo una volta ogni tanto.
  5. Prima di dare qualsiasi tipo di integratore, come le vitamine, al vostro animale da compagnia, dovreste consultare il vostro allevatore o il veterinario.

Le cose da ricordare

I cincillà devono essere nutriti solo con cibo preparato appositamente per loro e l’etichetta deve confermarlo, così ci assicuriamo di soddisfare i loro bisogni alimentari. Oltre al cibo abituale come i mangimi misti ed i mangimi in pellet, il vostro cincillà ha bisogno di una scorta di fieno fresco e di acqua fresca (non di rubinetto). Una dieta sana e bilanciata è tutto ciò di cui il vostro cincillà ha bisogno per essere felice ed in salute. Una dieta ben bilanciata può essere seguita solo se prima vi siete informati sulle necessità del vostro cincillà ed avete scelto il miglior alimento per il vostro piccolo amico.