Come abbassare la febbre nei gatti con i rimedi casalinghi

Scritto da nella categoria Gatti
Come abbassare la febbre nei gatti con i rimedi casalinghi

Se il vostro gatto non ha appetito ed è letargico allora probabilmente ha la febbre. Sia che si tratti di gatti o di esseri umani, la febbre è una normale risposta immunitaria che il corpo attua per poter guarire da qualsiasi malattia. Se le orecchie del vostro gatto, al tatto, sono calde, allora ci sono alte probabilità che abbia la febbre. Nei paragrafi seguenti, parleremo di alcuni rimedi casalinghi per ridurre la febbre del vostro gatto.

I sintomi della febbre nei gatti

I sintomi più comuni che indicano che un gatto ha la febbre comprendono debolezza fisica, inattività, letargia, scarso appetito, eccessiva perdita di pelo, brividi, respiro corto o troppo veloce, il ritrarsi dagli altri gatti, il fatto che non provveda adeguatamente alla sua pulizia, come invece è solito fare quotidianamente ecc... È opportuno osservare se sono presenti anche altri sintomi quali starnuti, tosse, vomito, gonfiore cutaneo e dissenteria. La temperatura rettale normale per i gatti è tra i 38.1°C ed i 39.4°C. Potete introdurre il termometro nel retto del vostro gatto e annotare la sua temperatura corporea. Se il valore è al di sopra della norma, allora ha indubbiamente la febbre.

Cosa fare quando il vostro gatto ha la febbre?

Per ridurre la febbre del vostro gatto, la stanza nella quale il vostro gatto si trova è molto importante per far sì che la febbre scenda e la sua temperatura ritorni presto alla normalità. È importante che sia un ambiente caldo ed asciutto della casa che non sia soggetto ad umidità, correnti d'aria fredda, eccessivo calore o frequenti variazioni di temperatura. È molto importante che il gatto sia il più possibile a suo agio, rilassato e tranquillo, in modo tale che possa guarire più in fretta.

La dieta gioca un ruolo importante nel processo di guarigione e nell'abbassamento della temperatura corporea: una scarsa nutrizione può peggiorare la situazione oltre al fatto che potrebbe anche essere la causa scatenante la malattia che affligge il gatto. Prestate particolare attenzione agli ingredienti presenti nel cibo del vostro gatto, e fate anche attenzione al fatto che quello che gli date da mangiare sia adatto al il suo peso, alla sua razza ed alla sua età.

Rimedi casalinghi per curare la febbre nei gatti

  • Mettere un asciugamano bagnato sul corpo del vostro gatto è particolarmente efficace per far abbassare la febbre. Basta tenere il gatto avvolto nell'asciugamano bagnato per 30-40 minuti, concentrandosi sulla zona delle ascelle, sull'addome e sull'inguine, e vedere se questo aiuta a far scendere la febbre. Basta ricordare che è necessario asciugare bene le parti del corpo che restano bagnate o comunque umide dopo questo trattamento.

  • La cosa migliore che potete fare quando il vostro gatto ha la febbre è mantenerlo idratato. Dategli molti liquidi, non solo per via orale, ma anche bagnando la sua pelle. Inoltre fategli un bagno con acqua fredda per ridurre la sua temperatura corporea ma assicuratevi di asciugarlo accuratamente ed il più in fretta possibile. Potete usare una siringa alimentare per gattini per dargli del Pedialyte. Incoraggiatelo a bere molta acqua, e se si rifiuta, preparategli un po' di brodo di pollo. Tenete la sua ciotola dell'acqua sempre a portata di mano, vicino al posto in cui il vostro gatto sta riposando così che non si senta troppo letargico per poter fare un viaggio relativamente lungo per bere un po' di acqua.

  • È stato dimostrato che la salvia e l'Echinacea sono erbe con capacità immunostimolanti molto efficaci per ridurre la febbre nei gatti. Il dosaggio raccomandato è una goccia per ogni chilo di peso del gatto somministrato due volte al giorno. Il Ferrum Phosphoricum 30C e la Belladonna 30C sono rimedi omeopatici per curare la febbre nei gatti, e li potete dare al vostro gatto ogni 1-2 ore.

Quando consultare un veterinario

Gatto dal veterinario

Se il vostro gatto non risponde a nessuno di questi rimedi casalinghi, e le sue condizioni continuano a peggiorare, allora è meglio ricorrere ad un aiuto professionale ed andare pertanto da un veterinario. Se non potete sostenere questo tipo di spese, donate il vostro gatto ad un centro apposito dove persone volenterose e disposte ad adottarlo si prenderanno cura di lui e lo faranno curare.

Questo articolo è solamente a scopo informativo, noi non abbiamo certamente l'autorità per poter prescrivere alcun trattamento medico o fare una qualsiasi diagnosi. Vi invitiamo pertanto a portare il vostro gatto da un veterinario se dovesse presentare qualche tipo di indisposizione o se fosse in qualche modo sofferente.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty