Si può vaccinare una cagnolina incinta?

Scritto da nella categoria Cani
Si può vaccinare una cagnolina incinta?

Se la tua cagnolina è incinta, la salute dei suoi cuccioli nelle prime settimane di vita dipenderà da lei, ciò significa che è importante vaccinare il cane prima di farlo accoppiare.

Tuttavia, se ti trovi di fronte a una gravidanza inaspettata o se hai adottato una cagnetta già incinta, le cose si complicano!

È rischioso per i cuccioli nascere da una mamma non vaccinata, ma è anche rischioso sotto certi punti di vista vaccinare una cagna in gravidanza. Ma c’è un modo per evitare i problemi? Come bisogna fare per garantire un’ottima salute alla mamma e ai cuccioli?

In questo articolo vedremo quali sono gli eventuali problemi che potrebbero presentarsi se si vaccinasse una cagna incinta, e come aggirarne alcuni. Continua a leggere per saperne di più.

Vaccini normali e cagne incinte

In Italia, di solito somministriamo ai cani un vaccino combinato che contiene protezione da tutte le malattie canine trasmissibili in un colpo solo. Il vaccino per la tosse canina deve essere fatto separatamente, tuttavia, perché non funziona se iniettato.

Vaccinare un cane adulto in salute è una procedura del tutto sicura, tranne quei rari casi in cui un cane si rivela allergico al vaccino o a uno dei suoi componenti. Se si verifica questa ipotesi, consigliamo di chiedere al veterinario di acquistare dei vaccini individuali per ogni condizione ed eliminare quello al quale il cane reagisce male.

Tuttavia, se una cagna è incinta, la vaccinazione diventa rischiosa, e potrebbe portare a un aborto spontaneo. I casi nel quale succede sono rari, ma non vanno sottovalutati.

Questo accade perché i vaccini che utilizziamo per i cani di solito sono vaccini vivi, che stimolano la risposta immunitaria del cane a produrre degli anticorpi che lavorino contro la condizione in questione, senza renderli davvero malati. Questo non costituisce un problema per un cane adulto in salute, ma per i cuccioli nell’utero sì, perché sono vulnerabili al componente vivo del vaccino.

Alternative ai vaccini standard

Se hai una cagna incinta che non è stata vaccinata, ti trovi davanti a un dilemma differente, con un elemento di rischio in qualsiasi opzione disponibile. Se la cagna non viene vaccinata, cresce il rischio che il cucciolo contragga una malattia trasmissibile prima di essere abbastanza grande da poter essere vaccinato. Se la cagna incinta viene vaccinata con dei vaccini normali, invece, c’è il rischio di perdere i cuccioli.

Tuttavia, c’è un’altra opzione, che consiste nel chiedere al veterinario di acquistare dei vaccini speciali adatti alle cagnoline incinte, vaccini nei quali non è presente alcun componente vivo. Questo tipo di vaccino costa di più di quelli normali, e ha anche altre limitazioni.

Quando nasce una cucciolata, i cuccioli ricevono un grado di protezione dall’immunità della loro mamma, che di solito svanisce intorno al compimento delle 8 settimane di età. Prima delle 8 settimane, l’efficacia di una qualsiasi vaccinazione data al cucciolo potrebbe essere compromessa dalla protezione ereditata dalla mamma, rendendo così il vaccino meno efficace o completamente inefficace.

È per questo che non si vaccinano i cuccioli sotto le 8 settimane di età.

Tuttavia, se fai il vaccino ad una cagna in gravidanza e il vaccino causa delle anomalie nel sistema immunitario, le anomalie di conseguenza vengono trasmesse anche ai cuccioli.

Ciò significa che quando raggiungono le 8 settimane di età, il livello di immunità ricevuto dalla mamma potrebbe essere ancora attivo, e potrebbe compromettere l’efficacia delle loro vaccinazioni.

Fare la scelta giusta

Non c’è una risposta facile quando si tratta di vaccinare o no una cagnolina incinta, ma considerare tutti i fattori e ponderare le eventualità potrebbe aiutarti a prendere una decisione.

Se la tua cagnetta ha fatto tutti i suoi vaccini in precedenza, è meglio posticipare la nuova vaccinazione fin dopo la nascita dei cuccioli. Questo perché la mamma avrà ancora un livello di protezione dai suoi precedenti vaccini.

Se la mamma non è mai stata vaccinata, invece, è meglio parlare con il tuo veterinario ed esaminare le opzioni e le alternative che può offrire al cane, e quali sono gli eventuali rischi.

Se scegli di vaccinare la tua cagna, potresti dover posticipare le vaccinazioni dei cuccioli per prevenire che questi ultimi vengano compromessi.

Se scegli di non vaccinare la tua cagnetta incinta, i cuccioli saranno in grado di avere le loro vaccinazioni nei tempi previsti; tuttavia, fino al momento del loro vaccino saranno molto vulnerabili, ciò significa che dovrai tenerli dentro casa e lontani dagli altri cani o da fonti di infezione.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 10 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty