Le 9 cause dell'aborto spontaneo nel cane

Scritto da nella categoria Cani
Le 9 cause dell'aborto spontaneo nel cane

Scegliere di accoppiare e far riprodurre il proprio cane non è di certo una decisione da prendere con leggerezza, ed oltre a riflettere attentamente su tale decisione, ci sono tantissime cose da fare e da pianificare per dare alla propria cagnolina ed ai suoi cuccioli tutto ciò di cui hanno bisogno.

Nonostante la maggior parte delle gravidanze nei cani avvengano normalmente e senza intoppi, possono comunque presentarsi dei problemi durante la gravidanza, ed in alcuni casi, quando la situazione è molto seria, tali problemi possono portare ad un aborto e pertanto alla morte dei cuccioli. Non si tratta di un qualcosa che può sempre essere predetto con largo anticipo, indipendentemente da quanto attenti e coscienziosi si possa essere, ci sono comunque una serie di fattori, alcuni dei quali possono essere previsti o evitati, che possono favorire o incrementare la probabilità che la propria cagnolina vada incontro ad un aborto.

In questo articolo, vedremo quali sono alcuni dei fattori più comuni che possono causare o favorire un aborto. Continuate a leggere per saperne di più.

L'età della mamma

Le cagnoline dovrebbero aver raggiunto la completa maturità riproduttiva, ma non avere un'età troppo avanzata se si vogliono avere maggiori probabilità che la gravidanza vada a buon fine e che i cuccioli nascano senza problemi, inoltre far riprodurre una cagnolina troppo giovane può portare ad una serie di problemi quali il fatto che la cagnolina non ha le dimensioni ideali per poter portare in grembo i cuccioli o le forze necessarie per affrontare senza problemi il parto ed anche nel caso tali gravidanze procedano e giungano al termine senza problemi di sorta, i cuccioli che verranno alla luce potrebbero essere pochi e molto piccoli.

Le potenziali mamme dovrebbero avere almeno due anni prima di essere fatte accoppiate (anche più vecchie nel caso si tratti di cagnoline appartenenti a razze di taglia grande e che pertanto crescono e si sviluppano più lentamente come il Terranova), poiché ci vuole tempo affinché un cane raggiunga la completa maturità fisica ed emotiva necessaria per affrontare una gravidanza e prendersi cura dei cuccioli. Inoltre, alcuni gravi problemi di salute come ad esempio la displasia dell'anca, non sono evidenti fin da subito, quando il cane è ancora un cucciolo, ma si manifestano quando il cane ha circa due anni, ed aspettare fino a che abbia raggiunto questa età prima di pensare all'accoppiamento ed alla riproduzione può aiutarvi a garantire che la cagnolina non trasmetta tali problemi di salute ai suoi cuccioli.

Anche far riprodurre dei cani in età già avanzata può avere delle implicazioni per quanto riguarda la probabilità di sopravvivenza ed il numero dei cuccioli, pertanto le future mamme dovrebbero aver completato la crescita ed aver raggiunto la completa maturità fisica e riproduttiva, ma non essere comunque troppo su di età per essere accoppiate.

Le condizioni di salute dei genitori

Sia il padre che la madre devono essere sani e godere di ottima salute per potersi accoppiare e riprodurre, una femmina che non è in ottime condizioni di salute pertanto sarà troppo debole per affrontare una gravidanza nel migliore dei modi e questo potrebbe incrementare il rischio di aborto e dell'insorgenza di altri problemi durante la gravidanza stessa.

Patologie ereditarie

La maggior parte dei cani di razza presenta alcune patologie o condizioni di salute ereditarie che si presentano con una certa frequenza all'interno del patrimonio genetico della razza, al punto da rappresentare un rischio per le popolazioni future, ed alcune di queste patologie possono portare ad un aborto spontaneo.

Se volete che la vostra cagnolina abbia dei cuccioli, la prima cosa che dovreste fare è capire quali sono le patologie ereditarie che possono rappresentare un rischio per la razza ed accertarvi che sia la madre che il padre abbiano fatto tutti i test del caso per valutare le loro effettive condizioni di salute prima di procedere con l'accoppiamento.

Difetti congeniti

Difetti congeniti possono insorgere in cani di qualsiasi razza, ma esattamente come le patologie ereditarie, alcune razze tendono ad essere più a rischio rispetto ad altre. Non fate mai riprodurre un maschio o una femmina che presentano un difetto congenito noto - anche se hanno affrontato questa condizione nel migliore dei modi o anche se tale difetto congenito è stato in qualche modo corretto - e cercate di capire se è possibile fare dei test clinici specifici per la razza a cui appartiene il vostro cane per identificare l'eventuale presenza di difetti congeniti prima dell'accoppiamento così da ridurre l'eventuale rischio di aborto che potrebbe essere favorito da tali difetti.

Malattie infettive trasmesse sessualmente

Le malattie infettive trasmesse sessualmente interessano sia i cani che l'uomo e la brucellosi è di gran lunga la più comune di queste malattie. La brucellosi di solito non presenta sintomi significativi o causa problemi ai cani che ne sono affetti, ma aumenta notevolmente la probabilità che la cagnolina vada incontro ad un aborto spontaneo dopo il concepimento.

Sia la potenziale futura mamma, che il potenziale futuro papà devono fare dei test per la brucellosi prima dell'accoppiamento, per prevenire un possibile aborto.

Altre infezioni che si possono presentare durante la gravidanza

Se una cagnolina incinta contrae altri tipi di infezione durante la gravidanza, potrebbero esserci delle conseguenze non solo per la salute della futura mamma, ma anche per quella dei suoi cuccioli. Infezioni batteriche, virali e micotiche sono tutte molto pericolose, ed anche se la vostra cagnolina contrae una di tali infezioni o ha un certo problema di salute, anche minore, mentre aspetta i suoi cuccioli ed apparentemente tutto ciò sembra non compromettere in alcun modo la gravidanza stessa, dovreste comunque chiedere al vostro veterinario di controllare di persona la situazione per accertarvi che mamma e cuccioli stiano effettivamente bene.

Assicuratevi che la cagnolina sia vaccinata ed in regola con i richiami dei vaccini così da essere certi di evitare l'insorgenza di alcune delle più gravi patologie che possono interessare un cane, inoltre dovreste tenere sempre sotto controllo le condizioni di salute della vostra cagnolina durante la gravidanza ed agire prontamente se vi sembra che ci sia qualche problema.

Squilibri ormonali

Gli squilibri ormonali durante la gravidanza possono compromettere la salute e le probabilità di sopravvivenza dei cuccioli oltre a portare ad aborti o nascite, anche premature, che non possono sempre essere previsti o identificati per tempo.

Stress

Alti livelli di stress possono contribuire direttamente all'aborto spontaneo, pertanto è importante tenere la futura mamma in un ambiente sicuro, dove possa sentirsi a suo agio, ed essere serena e tranquilla. Evitate di avere troppi visitatori o sconosciuti in giro per casa o comunque persone o animali che il vostro cane non conosce, e mettete la sua cuccia o il suo lettino in un posto tranquillo della casa.

Evitate alla vostra cagnolina, soprattutto durante la gravidanza, situazioni che possano innalzare i livelli di stress o che la possano turbare, oltre a cose o situazioni che la potrebbero spaventare, e cercate di attenervi il più possibile alla sua solita routine quotidiana.

Lesioni o traumi

Un incidente o un infortunio possono ovviamente danneggiare direttamente i cuccioli che stanno crescendo nella pancia della mamma, oltre a provocare stress e shock nella mamma stessa. Se la vostra cagnolina ha un incidente, anche se sembra stare bene, chiedete comunque al veterinario di visitarla e di assicurarsi che sia lei che i cuccioli stiano bene.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty