Cicli estrali anormali (o insoliti) nelle cagnoline

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani - 1 commento
Cicli estrali anormali (o insoliti) nelle cagnoline

Solitamente vale la regola generale che una femmina fertile e non sterilizzata va in calore circa due volte all'anno, ma non tutte le cagnoline hanno dei cicli estrali normali, e vanno in calore sempre e solo quando voi ve lo aspettate! Ci sono una serie di cicli estrali differenti e momenti anormali o insoliti in cui una femmina potrebbe entrare in calore, pertanto è buona cosa conoscere nel dettaglio il meccanismo dei cicli estrali così da essere certi che non ci sia nulla che non vada nella propria cagnolina.

Se avete accolto in casa una cagnolina di razza e la volete far riprodurre, dovrete conoscere molto bene il suo ciclo estrale e la sua frequenza in modo tale da sapere effettivamente quando la cagnolina è fertile ed è il momento di farla accoppiare con il maschio di vostra scelta in quanto si trova in piena fase di estro o quando è il momento di tenerla lontana dai cani di sesso maschile perché non volete che rimanga incinta!

Inoltre, se avete un cucciolo o un cane di sesso femminile che volete far sterilizzare, dovrete solitamente attendere il suo primo ciclo estrale e pertanto il fatto che la cagnolina abbia raggiunto la maturità sessuale prima di procedere con la sterilizzazione. Anche per le cagnoline adulte che non sono state sterilizzate da piccole dovrete conoscere con una certa accuratezza il loro ciclo estrale in modo tale che non vengano sterilizzate proprio in questo periodo.

Sterilizzare un cane in calore è particolarmente difficile nonché pericoloso e pertanto è meglio evitare di farlo se possibile, inoltre quasi sicuramente il vostro veterinario vi chiederà di prendere appuntamento per effettuare la sterilizzazione nel periodo che intercorre tra un ciclo estrale e l'altro, e non quando la cagnolina è in calore o si è in prossimità del suo ciclo estrale.

In questo articolo vedremo quali sono i più anomali ed insoliti cicli estrali che si possono presentare nelle femmine e come possono influire sulla capacità riproduttiva e sulla vostra capacità di monitorare e tenere sotto controllo i cicli estrali nella vostra cagnolina. Continuate a leggere per saperne di più.

Ciclo estrale silente

Prende il nome di "calore silente" il ciclo estrale che si manifesta nei tempi attesi, ma che presenta dei sintomi molto blandi o inesistenti, questo comporta il fatto che a voi ed a qualsiasi altra persona che ha una cagnolina non sterilizzata, potrebbe sfuggire il fatto che la propria cagnolina sia effettivamente in calore e di conseguenza ciò potrebbe portarvi a pensare che la cagnolina abbia saltato un ciclo.

Questo potrebbe causare dei problemi poiché in una situazione come questa non sapete effettivamente quando la cagnolina è fertile e quindi quando è possibile farla accoppiare, pertanto potreste perdere l'opportunità di effettuare l'accoppiamento se progettavate di farlo proprio in questo periodo e vi ritrovereste con un maschio riproduttore in attesa, oltre al fatto che l'accoppiamento potrebbe essere precluso anche per il fatto che la femmina in calore in questo periodo potrebbe accoppiarsi con successo con un altro maschio e dare alla luce cuccioli non voluti, solo per il fatto che voi non eravate adeguatamente vigili poiché non vi eravate accorti che era in calore.

In alcuni casi, potrebbero essere presenti i tipici segnali che annunciano che la femmina è in calore anche se potrebbero essere molto blandi, se sapete con certezza che il ciclo estrale della vostra cagnolina è prossimo allora, prestando la giusta attenzione, potreste notare questi blandi segnali. Tuttavia, il solo modo in cui è possibile sapere con certezza se la cagnolina ha avuto un ciclo estrale silente o ha saltato completamente un ciclo è rivolgersi al proprio veterinario chiedendogli di controllare i livelli ormonali della paziente.

Ciclo estrale assente

Un ciclo estrale assente è ovviamente quello che si verifica quando la cagnolina salta un ciclo estrale, e pertanto non entra in calore, quando in realtà è in quel periodo dell'anno in cui tale ciclo dovrebbe manifestarsi. Nelle femmine molto giovani che hanno meno di due anni di vita, o che sono anche un pochino più grandi nel caso di cani di taglia grande o gigante che, come si sa, impiegano più tempo per svilupparsi e maturare, come nel caso del mastino, l'assenza di cicli estrali non è un fatto poi così insolito in quanto ci potrebbero volere un paio di anni affinché i cicli estrali della cagnolina in questione di stabilizzino e si presentino con una certa regolarità.

Tuttavia, nelle femmine adulte che hanno raggiunto la completa maturità sessuale, l'assenza di cicli estrali può essere attribuibile ad una vasta gamma di fattori inclusi la malnutrizione, certi problemi fisici, lo stress ed alcuni problemi di salute che interessano le ghiandole ed i livelli ormonali come ad esempio l'ipotiroidismo.

Potreste anche non scoprire mai l'effettiva causa che ha portato la vostra cagnolina a saltare un ciclo estrale - sono cose che succedono a volte. Tuttavia, se una femmina che ha già compiuto i due anni di vita salta un ciclo estrale, non è generalmente un grosso problema, ma potrebbe comunque essere il caso di richiedere al proprio veterinario di visitare la cagnolina e valutare la presenza o meno di eventuali problemi di salute che potrebbero aver portato a saltare il ciclo estrale.

Ciclo estrale interrotto

Il ciclo estrale interrotto è una delle varianti di ciclo estrale più ambigue ed insolite che si possono presentare in un cane, una cagnolina presenta un ciclo estrale interrotto quando sembra entrare in calore normalmente nel periodo in cui il ciclo è previsto, mostrando tutti i tipici sintomi del ciclo, come la propensione all'accoppiamento, le perdite di sangue ed il gonfiore della vulva - effettivamente però la cagnolina non raggiunge la fase fertile dell'estro, bensì esce dall'estro con l'interruzione del ciclo.

La cagnolina entrerà in calore ancora successivamente - in un qualsiasi momento compreso tra 10 giorni e 10 settimane in seguito a questo evento - anche in questo caso mostrerà tutti i sintomi tipici del ciclo estrale ma questa volta verrà raggiunta la fase fertile dell'estro e pertanto la cagnolina potrebbe accoppiarsi con successo, cosa che nel ciclo precedente non era stato possibile poiché si era trattato di un ciclo interrotto.

Il ciclo estrale interrotto è più comune nelle cagnoline giovani e si verifica poiché queste cagnoline non sono ancora abbastanza mature per sostenere la produzione ed il carico di ormoni tipico di un normale ciclo estrale. La maggior parte delle cagnoline avrà solo uno o forse due cicli estrali interrotti - se mai tali cicli dovessero effettivamente presentarsi - in quanto poi, con il progredire dello sviluppo e con la crescita, saranno sufficientemente mature per poter sostenere un normale ciclo estrale.

Tuttavia, se la vostra cagnolina è un cane adulto che ha già raggiunto la completa maturità sessuale e presenta un ciclo estrale interrotto oppure se pur essendo giovane ha avuto una certa serie di cicli estrali interrotti, è il caso di parlarne con il proprio veterinario ed eseguire degli opportuni esami, se necessario.

Intervalli anomali tra un ciclo estrale e l'altro

Le cagnoline adulte che hanno già raggiunto la completa maturità sessuale entrano in calore circa due volte all'anno più o meno, ma questo può variare molto a seconda dei casi. Alcune cagnoline possono entrare in calore ogni 4 mesi ed altre ogni 8 o 9 mesi (o anche con intervalli di tempo più lunghi), ma una volta che una cagnolina ha raggiunto la completa maturità sessuale e la si può ritenere a tutti gli effetti un cane adulto, per quanto tempo possa intercorrere tra un ciclo estrale e l'altro, l'importante è che tali cicli si presentino con una certa regolarità e che siano abbastanza prevedibili.

Cani di piccola taglia tendono ad avere intervalli più brevi tra un ciclo estrale e l'altro, mentre cani di dimensioni maggiori presentano degli intervalli più lunghi tra un ciclo e l'altro - ma fintanto che tali intervalli non sono irregolari, la frequenza con cui si manifestano non è un problema. Tuttavia se intercorre un tempo compreso tra i 12 ed i 18 mesi tra un ciclo estrale e l'altro, o se il ciclo estrale si presenta ad intervalli irregolari e con una certa variabilità è il caso di informare il veterinario.

Cicli estrali troppo brevi o lunghi

La durata di un ciclo estrale può essere alquanto variabile, ma in media tale durata si aggira attorno alle tre settimane o ai 21 giorni. Se il ciclo estrale della vostra cagnolina dura solo un paio di giorni o continua per più di un mese, supponendo che la cagnolina abbia raggiunto la completa maturità sessuale, questo potrebbe essere indicativo di un problema che dovrebbe essere posto all'attenzione del veterinario.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 4.5 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

1 Commento

  1. Lucia tosti

    La mia cagnolina pitbul di 11 mesi e andata in calore a dicembre 25 ieri ho notato la vagIna gonfia e un po di sangue cosa che stamane no vedo e normale ciò

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty