Accoppiamento tra cani: preoccupazioni e procedure importanti

Scritto da nella categoria Cani
Accoppiamento tra cani: preoccupazioni e procedure importanti

Il tema dell’accoppiamento tra cani può sembrare qualcosa che sarebbe meglio lasciare che i cani gestiscano da soli. Tuttavia, ci sono cose che si dovrebbero comprendere circa il processo al fine di mantenere i vostri animali domestici sani e sicuri.

Preoccupazioni etiche

Se state pensando di far accoppiare il vostro cane, ci sono alcuni problemi fondamentali a cui dovete pensare.

Perché si vuole produrre una cucciolata? Se è solo per un guadagno monetario, questa non è una ragione sufficiente per andare fino in fondo. Se si tratta di produrre un cucciolo da tenere come un compagno per il vostro animale corrente, sarebbe molto più sicuro e meno costoso adottare semplicemente un altro animale domestico da un rifugio.

Sarete davvero in grado di trovare una casa per ogni potenziale cucciolo? Ci sono così tanti animali domestici seduti nei rifugi in questo momento che la produzione di un'altra cucciolata potrebbe semplicemente aggiungere numeri alla crisi.

I vostri cani sono sani abbastanza per riprodursi? Qualsiasi cane per l’accoppiamento dovrebbe fare un check-up di salute dal vostro veterinario. I cani che hanno condizioni mediche/fisiche in corso, difetti congeniti o problemi di temperamento non dovrebbero essere utilizzati per la riproduzione.

Età appropriata per l’accopiamento

Consideriamo ora l'età fertile corretta per il vostro animale. Le femmine possono avere il loro primo ciclo di calore a sei mesi di vita, ma questo non significa che siano pronte per la riproduzione. Allo stesso modo, un maschio di 4-6 mesi può essere fisicamente disposto e in grado di produrre una cucciolata, ma è ancora troppo giovane per usarlo come cane da monta. Nessun cane dovrebbe essere utilizzato per la riproduzione fino a quando non è fisicamente e mentalmente maturo. L’accoppiamento in giovane età può esaurire le risorse proprie di un cane, arrestare lo sviluppo e, in casi estremi, può provocare lesioni e/o morte.

Linee guida generali sulla maturità:

  • Cani di taglia piccola: tra i 12 e i 18 mesi circa
  • Cani di taglia media: tra i 15 e i 18 mesi circa
  • Cani di taglia grande: tra i 18 e i 24 mesi circa

In generale, è meglio ritirare una cagna dalla monta entro i cinque anni, anche se gli “stalloni” possono continuare fino a circa dieci anni, a seconda della loro fertilità.

Preparazione della cagna

Ancora più importante, dovreste osservare la vostra cagna per i segni di prontezza durante il suo ciclo di calore.

Idealmente, è una buona idea fare il bagno alla vostra cagna poco prima che entri in stagione, e far tagliare i peli della zona immediatamente circostante alla vulva per presentare un’entrata pulita e chiara. Per quanto riguarda l'alimentazione, è importante che la vostra cagna sia al peso desiderato per il suo formato. L'obesità presenta problemi durante il travaglio, e una cagna sottopeso parte già da un deficit quando deve condividere le proprie risorse con i cuccioli crescono.

Preparazione dello “stallone”

La sua preparazione è molto simile a quella la cagna, anche se il suo ruolo è molto più breve nella produzione della cucciolata. Il cane deve essere accuratamente lavato, e tutti i peli in eccesso accuratamente tagliati via dalla guaina sul suo pene. È possibile per un maschio passare un'infezione a una cagna, quindi avere cura di mantenere i genitali puliti e privi di detriti è essenziale. Lo stallone dovrebbe essere anche di buon peso e alimentato con una dieta ben bilanciata per mantenere la condizione fisica al massimo. Tuttavia, è saggio evitare di alimentarlo fino a dopo che l’accoppiamento ha avuto luogo, o potrebbe rigettare la sua cena.

La procedura di accoppiamento

La maggior parte delle coppie canine sono in grado di svolgere un accoppiamento sotto l'occhio vigile di un allevatore. Tuttavia, potrebbe essere necessario aiutare i cani per mettersi in posizione se uno o entrambi hanno difficoltà. Una cagna che è pronta per accoppiarsi consentirà al maschio di annusare e leccare la vulva mentre tiene la coda in su e fuori strada. Idealmente, il maschio quindi monterà la cagna da dietro e procederà a penetrare la vulva con il suo pene.

Il nodo

In pochi istanti, due ghiandole ai lati del pene inizieranno a gonfiarsi all'interno della vulva, producendo una risposta di bloccaggio dalla cagna che si traduce in un nodo. Durante il nodo, la maggioranza degli spermatozoi vengono rilasciati nel canale. Il maschio può scegliere di rimanere in cima alla cagna, o leggermente al suo fianco. Può anche girarsi, così i due sono rivolti in direzioni opposte. La cosa importante è evitare con calma che tirino da entrambe le parti così i genitali di entrambi i cani non si feriscano. Il nodo dura tipicamente da dieci a trenta minuti, poi il gonfiore si riduce e i cani possono separarsi.

Dopo l’accoppiamento

Subito dopo l'accoppiamento, è meglio chiudere la cagna nel suo trasportino per i prossimi trenta minuti per impedirle di urinare e di espellere una buona dose di seme del cane. Per quanto riguarda lo stallone, è necessario assicurarsi che il pene si sia completamente ritirato nella guaina. Non forzate che accada, basta tenerlo tranquillo e controllare di tanto in tanto.

Quanto spesso

Anche se non si può fare affidamento esclusivamente sull’accoppiamento a seconda del giorno della stagione della cagna, molti accoppiamenti di successo sono svolti nel corso del giorno nove, undici e tredici del ciclo. È necessario solo consentire un buon accoppiamento ogni giorno perché due cani sani e fertili producano una cucciolata. Fare più di così esaurisce il numero di spermatozoi del maschio e stanca entrambi gli animali. Inoltre, lo sperma può vivere e fecondare le uova per diversi giorni dopo un accoppiamento.

Metodo di accoppiamento alternativo

C’è un metodo alternativo per l’accoppiamento canino che ha molto successo nel produrre cucciolate. Si chiama inseminazione artificiale, e il vostro veterinario può eseguire questo compito per voi. Il veterinario raccoglierà un campione di sperma dallo stallone, e lo inietterà nella vulva della cagna utilizzando una siringa sterile. Questo metodo in sostanza elimina il rischio che uno dei cani sviluppi un’infezione delle vie urinarie o malattie veneree come la brucellosi canina.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty