Piante velenose da rimuovere nei maneggi

Scritto da nella categoria Cavalli
Piante velenose da rimuovere nei maneggi

L'estate è spesso vista come un buon periodo per i proprietari dei cavalli, in quanto possono portarli fuori a godere del sole e passeggiare per molte ore ogni giorno. Se solo fosse così facile! Allo stesso modo di assicurarsi che la stalla sia libera dagli escrementi, che il pascolo sia vario, che il recinto non sia danneggiato, un proprietario deve fare attenzione ad ogni zona del territorio in cui essi si spingono. Le zone di pascolo sono esposte alle erbacce così come i confini dei giardini. In Italia un gran numero di erbe e di alberi è estremamente pericoloso per i cavalli. Un proprietario deve essere consapevole a cosa fare attenzione, come rimuoverle e attento ad eventuali sintomi. Anche le aree del maneggio e quelle fuori dal recinto dovrebbero essere controllate per assicurarsi che i semi non si diffondano durante la stagione.

Erba di San Giacomo

L'erba di San Giacomo è un lento killer, e in molti casi vi accorgerete che il cavallo l'ha mangiata quando è troppo tardi. E' comune nei pascoli e cresce fino a 2 metri quando è in fiore. Si riconosce subito dai suoi fiori giallo brillante. Se un cavallo la ingerisce, questa inizierà a distruggere il fegato. Un cavallo intossicato perderà peso anche se mangia normalmente, soffrirà di eritema solare, diventerà cieco e potrebbe avere un collasso se non preso in tempo. L'unico modo di proteggere il vostro cavallo è rimuovere completamente la pianta dal vostro terreno. Toglietela dalla radice e bruciatela per non diffondere il polline. E' una pianta resistente e potrebbe crescere di nuovo diffondendosi in altri pascoli. Potete contattare il Ministero per l'ambiente che vi darà altri consigli per proteggere il vostro cavallo.

Equiseto

E' comune nei pascoli e prati in Italia. Al contrario di altre erbe, è tossica quando è ancora fresca e asciutta, per cui i pascoli e i campi da fieno devono essere controllati regolarmente. Se mangiata a lungo può causare danni al cuore e ai reni.

Ranuncolo

Comune in Italia, se per caso viene mangiata da un cavallo, causerà vesciche e ulcere alla bocca. Questo di solito impedisce al cavallo di mangiarne ancora, ma se non c'è altro disponibile potrebbe continuare a ingerirla fino a ridursi in fin di vita. Se compare nel vostro pascolo, assicuratevi che ci sia molta altra erba da mangiare, così che il cavallo ci possa mangiare intorno. Se sono troppe, cercate di rimuoverle per sicurezza.

Cicuta acquatica

Quest'erba è tossica per i vitelli, ma è anche velenosa per i cavalli. L'unica parte tossica della pianta sono le radici, contenenti cicuta. Anche se non è comune per i cavalli mangiare questa parte della pianta, potrebbe accadere. Se mangiata provoca convulsioni, coliche e pupille dilatate. Se il cavallo sopravvive le prime ore, si rimetterà entro pochi giorni.

Felce

Si trova in un certo numero di pascoli e brughiere ben drenati, questa felce può uccidere se mangiata ripetutamente per un lungo periodo di tempo. La maggior parte dei cavalli e pony tendono ad evitarla, ma in una stagione molto secca può tentare i cavalli per disperazione. I sintomi comprendono: perdita di peso, spasmi muscolari, perdita di equilibrio e, infine, convulsioni.

Senape selvatica

Non è una pianta sana alla quale esporre i cavalli per un lungo periodo di tempo. Cresce nel terreno argilloso durante i mesi estivi, dovrebbe essere rimosso dal pascolo per evitare che il cavallo ne mangi in grandi quantità . I sintomi possono includere : bava alla bocca, gonfiore, diarrea, e problemi di respirazione .

Tasso

Questo piccolo albero sempreverde è estremamente pericoloso per la maggior parte del bestiame , solo 200 grammi sono sufficienti ad uccidere un cavallo in 5 minuti. La corteccia e le foglie ( fresche o secche ) sono letali per un cavallo se mangiate. I I sintomi di un cavallo avvelenato sono: tremore, debolezza muscolare, battito cardiaco lento o irregolare e convulsioni. Gli alcaloidi nella pianta distruggono i muscoli del cuore e alla fine portano ad un attacco cardiaco. Se diagnosticato in fretta, i veterinari possono utilizzare atropina per stabilizzare il cuore e disintossicare il sistema dell'animale. Nessun animale deve essere messo al pascolo nei pressi di alberi di tasso.

Quercia

Anche se i cavalli amano mangiare foglie di quercia e ghiande, queste causano una serie di problemi di digestione che possono uccidere un cavallo debole. I sintomi inizieranno con una perdita di appetito, poi il veleno inizierà ad attaccare l'intestino causando costipazione, diarrea e coliche

Ligustro

Usato per creare siepi in giardino, non può essere digerito in modo sicuro da un cavallo. I sintomi di avvelenamento da ligustro sono: perdita di equilibrio, diarrea, convulsioni e paralisi. Da 4 a 48 ore dopo aver mangiato il ligustro, senza l'intervento del veterinario il cavallo morirà. Siepi di ligustro dovrebbero essere piantati fuori dalla portata dei cavalli, ed evitati nelle cavalcate se si sceglie di fermarsi per un mangiare un po' d'erba .

Digitale

Comune a molti giardini di campagna italiani, questo splendido fiore non si trova di solito in un pascolo. È noto però che può essere accidentalmente raccolto insieme al fieno. Controllate la qualità del fieno regolarmente, e parlate con il vostro produttore di fieno per assicurarvi che stia estirpando qualsiasi digitale trovata nei suoi campi. Se mangiato insieme al fieno, i sintomi comprendono diarrea, dolore addominale, convulsioni e insufficienza cardiaca.

Cicuta

Comune erbaccia trovato nei pascoli, è velenoso per tutte le forme di allevamento. Come l'erba di San Giacomo, contiene alcaloidi che possono causare paralisi respiratoria. Molti animali sono morti quando è stato accidentalmente mescolato al foraggio. La cicuta deve essere rimossa e bruciato se trovata in un campo durante la primavera .

Aconito

I proprietari dovrebbero conoscere il suo aspetto, nel caso in cui compaia nel vostro campo . Ha fiori blu violacei, con un piccolo cappuccio. Se ne trovate alcuni, state molto attenti nel rimuoverli perché sono velenosi anche per l'uomo.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 56 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty