Sterilizzazione precoce per i gattini - Pro e Contro

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Gatti
Sterilizzazione precoce per i gattini - Pro e Contro

Qualsiasi persona responsabile che ha accolto in casa propria un gatto lo avrà certamente fatto sterilizzare per evitare la nascita di gattini indesiderati. Le gattine vengono solitamente sterilizzate attorno ai quattro mesi, in quanto possono rimanere incinta già in questa giovane età. I gattini, invece, sono in genere castrati quando hanno circa sei mesi, poiché diventano sessualmente attivi solo quando sono leggermente più grandi rispetto alle femmine. Queste sono generalmente le età consigliate dai veterinari per sterilizzare qualsiasi gatto, ed è così che è stato fatto per molti anni, e che, molto spesso, viene ancora fatto.

Tuttavia, tutt'oggi, alcune persone raccomandano di sterilizzare i gattini ad un'età più precoce, talvolta anche a sole 8 settimane dalla nascita. Molte organizzazioni di re-homing ricorrono a questo tipo di sterilizzazione precoce per avere la certezza che i gattini da loro ospitati saranno effettivamente sterilizzati. Inoltre, alcuni allevatori di gatti di razza sterilizzano i propri gattini prima che vengano venduti, per essere certi che non vengano utilizzati per degli "allevamenti casalinghi" o altri allevamenti simili. Alcune persone però non concordano con questa pratica che comporta la sterilizzazione di gattini così giovani, oltre al fatto che alcuni veterinari sono riluttanti a farlo o si rifiutano proprio di farlo, in quanto sostengono non sia una cosa salutare per il gattino.

Quindi qual è la cosa migliore da fare? Quali sono i pro e i contro di una sterilizzazione precoce? Questo articolo si propone di rispondere al meglio a queste domande tenendo conto delle attuali informazioni che si hanno su questo argomento. Tuttavia, vi prego di notare che il sottoscritto non è un veterinario, e quando si tratta del benessere del proprio adorato micetto, è sempre meglio accettare i consigli di un esperto veterinario.

I vantaggi della sterilizzazione precoce

I vantaggi della sterilizzazione precoce per le organizzazioni di rescue e re-homing sono già stati menzionati sopra. La maggior parte di queste organizzazioni, tendenzialmente, trova una casa ad un gattino quando quest'ultimo ha solo 8 settimane, e pertanto, tali organizzazioni, hanno la necessità di ricorrere alla sterilizzazione precoce e di trovare in breve tempo una nuova casa ai gattini di cui si prendono cura per poter "liberare un po' di spazio" e potersi prendere cura del sempre più elevato numero di gattini senza casa presenti nelle loro liste d'attesa. Ogni anno nascono un elevato numero di gattini indesiderati, ed è veramente necessario assicurarsi che i gatti, in quanto animali che verranno accolti in una casa, siano sterilizzati. In passato, anche se le organizzazioni di rescue davano a tutti coloro che accoglievano in casa uno dei loro gattini dei voucher per effettuare in modo gratuito la sterilizzazione, tale operazione non è sempre stata fatta, oppure le gattine sono rimaste incinta molto prima che i loro nuovi "genitori" lo potessero ritenere possibile. L'unico modo per accertarsi che questi gattini vengano effettivamente sterilizzati, è effettuare tale operazione prima ancora che vengano accolti in casa dalle loro nuove famiglie.

Gli allevatori di gatti di razza dichiarano di avere un vero e proprio problema con le persone che acquistano gatti da loro, accogliendoli in casa come animali domestici, senza però sterilizzarli, nonostante la promessa di farlo al momento dell'acquisto. Ritengono infatti che tale comportamento sia dannoso per la razza e per il suo sviluppo. Pertanto, anche in questo caso, l'unico modo che gli allevatori hanno per essere certi che un gattino venga sterilizzato, è farlo loro stessi prima che il gattino vada a vivere nella sua nuova casa.

Gli svantaggi della sterilizzazione precoce

Tre gsttini

Le principali preoccupazioni riguardanti la sterilizzazione precoce hanno a che fare principalmente con la salute del gattino, sia durante l'operazione in sé sia durante la crescita. In molti hanno espresso i propri timori inerenti ai rischi che si possono correre nell'anestetizzare gattini molto piccoli, menzionando al contempo anche altri problemi quali ipotermia ed ipoglicemia. Oltre a varie preoccupazioni inerenti le possibili influenze che un'operazione di questo tipo potrebbe avere sul comportamento di un gattino, ed i potenziali problemi associati alla sua crescita ed al suo sviluppo. Alcune persone sono inoltre in apprensione a causa dei possibili problemi all'uretra nei gattini maschi, in particolare modo per quanto riguarda eventuali blocchi uretrali dovuti al ridotto diametro dell'uretra. Infine, vi sono anche timori associati a disturbi dovuti al possibile accumulo di stress da imputare al fatto che un gattino potrebbe essere vaccinato, sterilizzato ed accolto in una nuova casa in un lasso di tempo molto breve.

Recenti ricerche hanno dimostrato che la maggior parte di questi timori è infondata. Le tecniche chirurgiche ed anestetiche sono migliorate negli ultimi anni, ed i gattini molto giovani sembrano non correre rischi maggiori rispetto ai gattini più grandi. Infatti, alcuni studi hanno dimostrato che in realtà i gattini più giovani si riprendono ancor più velocemente rispetto ai gattini che hanno già 4 o 6 mesi, a seconda che siano femmine o maschi. Studi inerenti il comportamento, la crescita e lo sviluppo non hanno riscontrato la presenza di eventuali problemi attribuibili alla sterilizzazione, ed i timori inerenti al diametro dell'uretra si è visto essere completamente infondati. Per quanto riguarda lo stress, non ci sono dati scientifici disponibili, ma è possibile, e in generale i veterinari concordano con il fatto che tali procedure devono essere separate, se possibile, per minimizzare potenziali problemi, come la riduzione delle difese immunitarie o l'aumento di effetti collaterali, che potrebbero essere dovuti allo stress.

Quindi, quale è la cosa migliore da fare?

Nonostante non sia stata provata la concreta esistenza di svantaggi associati alla sterilizzazione precoce, molti veterinari continuano a consigliare di aspettare almeno fino ai quattro mesi di vita, e, se possibile, fino ai sei mesi per i gattini maschi. Il motivo di ciò è da attribuire al fatto che non vi è alcun concreto vantaggio nello sterilizzare precocemente un gattino se quest'ultimo è accudito da una persona responsabile, oltre al fatto che la ricerca scientifica e gli studi effettuati inerenti a questo argomento sono relativamente nuovi. Quindi è sempre meglio andare sul sicuro.

Per i gattini che sono stati soccorsi o per i gattini randagi, tuttavia, la sterilizzazione precoce comporta meno rischi rispetto agli svantaggi che sicuramente ci sarebbero se tali pratica non fosse affatto attuata, come la nascita di gattini indesiderati e problemi di salute che solitamente si possono verificare in gatti non sterilizzati. Quindi la maggior parte dei veterinari sono felici di sterilizzare questi gattini già alla loro ottava settimana di vita, a condizione che pesino almeno 1 kg, e, ovviamente, che i testicoli siano scesi, nei gattini maschi.

gattino gabbia

Gli allevatori di gatti di razza non si inseriscono in nessuna di queste categorie. Tuttavia alcuni rifugi non consentono di adottare gattini di razza e, pertanto di accoglierli in casa propria, a meno che non sia passata almeno una settimana dal completamento di tutte le vaccinazioni necessarie, il che di solito equivale a 12-13 settimane dalla nascita. Quindi gli allevatori che praticano la sterilizzazione precoce generalmente attuano questa pratica attorno alla quattordicesima settimana, il che non è moltissimo tempo prima rispetto all'età tradizionale in cui in genere viene fatta la sterilizzazione.

In ogni caso, è sempre consigliabile minimizzare lo stress a cui è sottoposto il gattino facendo intercorrere un certo lasso di tempo tra vaccinazioni, sterilizzazione ed homing. Le vaccinazioni dovrebbero essere fatte prima della sterilizzazione, per ridurre il rischio di infezioni durante l'operazione veterinaria.

In conclusione

La sterilizzazione precoce sembra essere sicura, e certamente ha dei vantaggi in certi casi, in particolar modo per gattini randagi o che sono stati soccorsi. Tuttavia, tutte le operazioni comportano dei rischi, e se qualcosa va storto, indubbiamente siamo tutti consapevoli del fatto che potrebbe essere più difficile per un gattino molto giovane far fronte e superare una situazione di questo tipo. Tanti veterinari pertanto preferiscono andare sul sicuro, mentre alcuni di loro si rifiutano tutt'ora di considerare anche solo lontanamente la sterilizzazione precoce come una possibile opzione. Il mio stesso veterinario sterilizza gattini che sono stati salvati e che hanno 8 settimane o più, ma mi ha comunque consigliato di aspettare che il mio gattino avesse compiuto almeno 6 mesi di vita prima di sterilizzarlo. Quindi, come raccomandato in precedenza in questo articolo, seguite i consigli del vostro veterinario ed agite di conseguenza. Ma soprattutto, assicuratevi che il vostro gatto alla fine venga sterilizzato, a qualsiasi età decidiate di farlo!

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 4 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty