Cosa ci dicono le orecchie di un cane sulle sue origini

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Cosa ci dicono le orecchie di un cane sulle sue origini

Razze e tipi di cani diversi hanno aspetti molto differenti, in termini di taglia, conformazione, colore, texture del pelo, posizione e forma della coda, struttura del muso, e più o meno qualsiasi altra cosa a cui si riesca a pensare. A volte può essere difficile da credere che tutte queste razze facciano parte della stessa specie, e in alcuni casi bisogna risalire a lungo la scala evolutiva per trovare un antenato e un legame in comune.

Poiché i cani hanno abitato per millenni praticamente ogni angolo del mondo, si sono evoluti attraverso il tempo per sopravvivere nel loro ambiente natale, e il modo in cui i cani provenienti da diverse parti del mondo e con diverse condizioni di vita si sono evoluti spiega alcune delle loro più comuni differenze fisiche.

Mentre alcuni tratti fisici dei cani dipendono dall'intervento dell'uomo nella forma dell'incrocio selettivo (ad esempio, l'aspetto di alcuni dei moderni bulldog inglesi è molto diverso da quello che aveva questa razza soltanto cento anni fa, prima che l'uomo cominciasse ad intervenire), la maggior parte dei tratti naturali dei cani è il risultato della loro evoluzione geografica.

Il clima e la geografia caratteristici del luogo di origine del tuo cane influiscono sul suo aspetto fisico in vari aspetti: dal colore e dalla texture del pelo alla forma e posizione della coda e tutto il resto. Tuttavia uno degli indicatori che rivelano di più il clima e le condizioni di origine di un cane sono le sue orecchie!

In questo articolo scopriremo cosa ci dicono sulle origini di un cane la forma, la posizione e l'aspetto delle sue orecchie, e perché si sono evoluti in un determinato modo. Continua a leggere per scoprire di più.

Cosa fanno le orecchie?

La risposta ovvia a questa domanda è che le orecchie vengono usate per ascoltare, e questo è certamente vero! Tuttavia le orecchie hanno anche altri ruoli, tra cui servire come superficie per lo scambio di temperatura, aiutare a proteggere la struttura interna delle orecchie dai detriti, e giudicare la direzione del vento.

Il luogo di provenienza del cane e il tipo di vita che faceva prima di essere addomesticato determinano i bisogni in risposta dei quali le orecchie si sono sviluppate in un modo piuttosto che in un altro; quindi ora vedremo come la forma delle orecchie ha aiutato i diversi cani nel corso dell'evoluzione.

Orecchie molto larghe e con le punte arrotondate

Orecchie larghe e a punta, come ad esempio quelle dell'insolito Cirneco dell'Etna e del Mastino di Ibiza, sono fatte apposta per vivere nei climi caldi e aridi. Se la superficie delle orecchie è estesa, tutti i piccoli capillari e vasi sanguinei delle orecchie si trovano in prossimità della superficie della pelle, fornendo un'efficace superficie per lo scambio di calore che aiuta il cane a raffreddarsi. Il pelo sulle orecchie è inoltre molto sottile e corto, persino più di quanto non lo sia tipicamente in queste razze sul resto del corpo: in questo modo protegge il cane dal sole senza riscaldarlo.

Inoltre la forma e la struttura delle orecchie formano una sorta di amplificatore per il canale uditivo, dando a queste razze un senso dell'udito molto affinato che può intercettare rumori molto deboli o distanti.

Orecchie flosce e pelose

Orecchie flosce

La maggior parte delle razze di spaniel ha orecchie larghe, flosce e con molto pelo lungo su di esse, come i lunghi riccioli del cocker spaniel. Questo tipo di struttura dell'orecchio ci dice molte cose sulla storia del cocker spaniel, utilizzato come razza da lavoro nel Regno Unito, tra cui il clima, la geografia e il tipo di attività per cui questa razza è nota.

Storicamente i cocker spaniel da lavoro erano impiegati per la caccia e il riporto nella campagna britannica, e spesso dovevano passare attraverso il fitto sottobosco e il terreno ruvido. Il fatto che le orecchie siano a penzoloni invece che erette aiuta a proteggere il canale uditivo da detriti come semi e ricci che altrimenti potrebbero entrare, e il pelo lungo e spesso aiuta a proteggere la parte esterna delle orecchie da graffi e ferite, e fa da canale di scolo per la pioggia.

In più, quando il cane corre, le orecchie sventolano dietro di lui, raffreddando così la vasta area di superficie dell'orecchio esterno e aiutando a mantenere la temperatura del cane stabile e a prevenire il surriscaldamento.

Orecchie piccole, a punta e pelose

Orecchie siberian husky

Le razze canine che hanno orecchie molto a punta, pelose e piccole rispetto alla propria stazza (come il siberian husky) provengono solitamente da zone climatiche che hanno temperature molto basse, ghiaccio e neve.

La ridotta dimensione delle orecchie significa che non rilasciano molto calore, e il pelo spesso e morbido fornisce isolamento, oltre a proteggere il canale uditivo da grandine, nevischio e detriti che potrebbero altrimenti causare mal d'orecchie e altri problemi.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 4.7 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty