Vomito acuto nei gatti: cause, test e soluzioni

Scritto da nella categoria Gatti
Vomito acuto nei gatti: cause, test e soluzioni

Il vomito acuto è l'insorgenza improvvisa del vomito. Può verificarsi una volta sola o continuare fino a quando il contenuto dello stomaco non viene completamente svuotato. Il vomito acuto è in contrasto con il vomito cronico che può continuamente a intermittenza per settimane o mesi.

Ci sono varie cause possibili del vomito acuto nei gatti, alcune benigne, altre pericolose per la vita. Sta a noi come padroni di animali valutare la situazione e in caso di qualunque dubbio, vedere un veterinario.

I gatti rigurgitano il loro cibo quando mangiano troppo velocemente o se hanno una condizione chiamata megaesofago, in cui l'esofago, un tubo muscolare che collega la gola allo stomaco, è troppo largo, e ciò impedisce al cibo di muoversi in discesa.

I cibi rigurgitati sono uguali a quando sono stati ingeriti, in confronto al cibo vomitato che ha una forma più simile a una salsiccia.

Gastrointestinale:

  • Blocco intestinale - Mangiare un osso cotto, o un non cibo come la lana (comportamento conosciuto come pica), palle di pelo, una grave infezione da tenia, torsione dell'intestino, intestino telescopico (intussuscezione), ernia ombelicale con conseguente intestino sporgente attraverso la parete addominale.

  • Gastroenterite - Infiammazione dello stomaco e degli intestini che potrebbe essere dovuta a infezione batterica, vermi intestinali e indiscrezione alimentare.

Cause alimentari del vomito acuto nei gatti:

  • Mangiare troppo velocemente.

  • Cambi improvvisi nella dieta - Molti gatti possono essere sensibili a nuovi cibi, se intendete cambiare il cibo dei vostri gatti, fatelo gradualmente in pochi giorni.

  • Intossicazione - Ci sono molte sostanze che sono tossiche per i gatti, la cui ingestione potrebbe accadere a causa di un'indiscrezione alimentare, avvelenamento deliberato, o quando un padrone ben intenzionato somministra dei farmaci o degli integratori non adatti ai gatti. Le tossine includono piante, farmaci, metalli, prodotti per la pulizia della casa, insetticidi, cioccolata.

  • Avvelenamento da cibo - Che potrebbe essere dovuto a un'indiscrezione alimentare o a un cibo andato a male o lasciato fuori troppo a lungo.

  • Infezioni o parassiti: Panleucopenia felina - Una grave infezione virale e molto infettiva che causa la distruzione dei globuli bianchi, le cellule del sistema immunitario responsabili della lotta contro l'infezione.

  • Parassiti intestinali - in particolare i nematodi, possono essere la causa di vomito acuto nelle infestazioni pesanti nei gattini.

  • Coccidiosi - Un'infezione protozoale causata da un parassita monocellulare. La maggior parte dei gatti adulti ha la coccidia senza segni di malattia, i gattini sotto i 6 mesi e i gatti immunocompromessi sono a rischio di sviluppare i sintomi.

Altre cause del vomito acuto:

  • Alcuni farmaci - Alcuni antibiotici e antidolorifici.

  • Colpo di calore.

  • Pancreatite - Infiammazione del pancreas che può avere diverse cause, incluse alcune infezioni virali, alti livelli di grasso nel sangue, toxoplasmosi, traumi, diete grasse e obesità.

  • Metrite acuta - Infiammazione del rivestimento dell'utero di una gatta che ha partorito di recente.

  • Ulcera allo stomaco - Possono svilupparsi nel tempo o velocemente a dipesa della causa sottostante che può includere alcuni farmaci come l'aspirina, ingestione di veleni, corticosteroidi, pancreatite.

  • Insufficienza renale acuta - Può essere dovuta a uno shock, avvelenamento, blocco urinario, infezione, alcuni farmaci, colpo di calore e traumi.

  • Lipidosi epatica - Una malattia grave e pericolosa per la vita che può verificarsi se un gatto smette di mangiare. Il fegato rompe il grasso da utilizzare come fonte di energia alternativa, tuttavia non è molto efficiente nel trattare il grasso, che si accumula, interferendo con la capacità del fegato di funzionare.

Ovviamente, il vomito è il segno dominante, altri sintomi possono includere:

Quasi tutti i gatti hanno il vomito occasionale di punto in bianco. Se è solo una volta, e il vostro gatto sembra stare bene, un approccio aspetta-e-vedi può essere tutto ciò che è necessario. I gatti che vomitano ripetutamente sono a rischio non solo a causa del vomito ma anche della disidratazione. I gattini sono particolarmente vulnerabili.

Dovreste portare il vostro gatto dal veterinario il prima possibile se accade una delle seguenti cose:

  • Se il vostro gatto ha vomitato molte volte.
  • Se il vostro gatto ha meno di 6 mesi.
  • Se il vostro gatto ha anche la diarrea.
  • Se il vostro gatto ha feci nere e catramose.
  • Se il vostro gatto non sta defecando affatto.
  • Se sospettate che abbia ingerito qualcosa di velenoso o farmaci che non avrebbe dovuto mangiare.
  • Se c'è del sangue nel vomito.
  • Se ha perso l'appetito.
  • Se siete preoccupati, fare qualcosa ed essere rassicurati è meglio che preoccuparsi.
  • Se il vostro gatto è dolorante.
  • Se il vostro gatto ha la febbre.
  • Se l'addome è gonfio o doloroso.
  • Se il vostro gatto è curvo su se stesso.
  • Se il vostro gatto è disidratato (I sintomi includono occhi infossati, gengive viscose o secche, letargia e una tensione aumentata della pelle.)

Il vostro veterinario eseguirà un esame medico completo del vostro gatto e vi chiederà una storia medica inclusi i cibi recenti e i farmaci che il vostro gatto ha consumato, se ha ingerito alcuni veleni o piante domestiche, se si è infilato in qualcosa in cui non avrebbe dovuto (come il bidone della spazzatura), l'inizio dei sintomi, qualsiasi malattia recente avuta dal vostro gatto, quanto spesso il gatto ha vomitato e se avete notato eventuali sintomi di accompagnamento. Se possibile, portate un campione del vomito del gatto così che il veterinario possa esaminarlo.

Dovrà fare dei test di base come:

Gatti dal veterinario

Profilo biochimico, emocromo e analisi urinaria. Con questi il veterinario può avere un quadro della salute generale del vostro gatto, valutare gli organi e cercare segni d'infezione o infiammazione, disidratazione e squilibri elettrolitici.

L'esame fisico, i segni di accompagnamento e la vostra storia possono aiutare il veterinario a circoscrivere una possibile causa. A seconda del suo indice di sospetto, può anche eseguire i seguenti test:

  • Radiografia o ultrasuoni per valutare gli organi, cercare segni di blocco, infiammazione, placenta mantenuta nelle gatte che hanno recentemente partorito e altre anomalie.

  • Esame fecale per cercare parassiti.

  • Endoscopia - Un lungo tubo di plastica con una telecamera viene inserito attraverso la bocca e nell'esofago perché il veterinario valuti l'esofago e lo stomaco. Durante questo esame possono essere prese delle biopsie.

Il trattamento dipende dalla causa sottostante che è al di là della portata di copertura di quest'articolo

  • Antibiotici per trattare infezioni batteriche.
  • Chirurgia per rimuovere oggetti estranei o blocchi.
  • Carbone attivo per aiutare ad assorbire delle tossine.
  • Farmaci antiparassitari per trattare i vermi intestinali.
  • Trattamento della causa sottostante alla pancreatite e alleviamento il dolore con degli analgesici.
  • Il supporto nutrizionale intensivo è necessario per i gatti che soffrono di lipidosi epatica, come anche la cura di supporto.
  • Le ulcere dello stomaco sono trattate con farmaci per ridurre l'acido dello stomaco e farmaci per formare un rivestimento protettivo sulla parete dello stomaco, evitando ulteriori danni all'ulcera, al vostro gatto verrà prescritta una dieta blanda fino a quando l'ulcera non sarà guarita.
  • Il colpo di calore è trattato abbattendo la temperatura corporea del gatto, terapia dell'ossigeno, iniezioni di cortisone per ridurre il gonfiore nella gola e un attento monitoraggio dei reni e del fegato.

Per il vomito transitorio o mite in cui non sono presenti altri sintomi, il veterinario può raccomandare il digiuno del gatto per 12-24 ore, ma offrendo comunque l'acqua, dandogli poi una dieta blanda di pollo e riso bollito per far riprendere lo stomaco.

Può anche essere fornita una cura di supporto che può includere liquidi per trattare la disidratazione e correggere gli squilibri elettrolitici, supporto nutrizionale e farmaci antiemetici per controllare il vomito.

Evitate di cambiare dieta troppo improvvisamente, se volete farlo, iniziate con l'aggiunta di una piccola quantità di cibo al suo cibo regolare, aumentando gradualmente il nuovo cibo mentre diminuisce il vecchio. Questo dovrebbe richiedere 5-7 giorni.

Non date al vostro gatto cibi umani, molti sono velenosi o troppo ricchi per i gatti.

Assicuratevi di avere un bidone in cui il vostro gatto non può infilarsi. Smaltite correttamente i cibi non mangiati.

Non date farmaci al vostro gatto (umani o veterinari) a meno che non ve l'abbia detto il vostro veterinario.

Se avete un gatto che vomita subito dopo aver mangiato, potrebbe essere perché mangia troppo velocemente, in questo caso, dovreste passare a diversi pasti più piccolo al giorno. In caso di vomito ripetuto, potrebbe avere un megaesofago, cosa su cui si deve indagare.

Non permettete mai al vostro gatto di mangiare ossa cotte.

Assicuratevi che tutte le piante di casa siano sicure per i gatti.

Assicuratevi che tutti i bouquet di fiori siano fuori dalla portata dei gatti. Se siete in dubbio, mettete i fiori in una stanza in cui il vostro gatto non può entrare. I gigli, in particolare, sono fiori comuni nei bouquet e letali per i gatti.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty