Storia delle razze di coniglio d'Angora da tutto il mondo dall'antichità sino ad oggi con immagini e descrizioni delle razze Angora

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Piccoli animali
Storia delle razze di coniglio d'Angora da tutto il mondo dall'antichità sino ad oggi con immagini e descrizioni delle razze Angora

La storia degli Angora inizia al tempo dei Romani, si pensa infatti che li allevassero e ne utilizzassero la lana almeno dal 100 A.C.

Gli Angora furono introdotti nell'Europa orientale indicativamente intorno al 500 - 600 D.C. probabilmente dai Romani. Le tribù che vivevano nelle fredde montagne carpatiche della Transilvania (tra la Romania e l'Ungheria) allevavano i conigli d'angora in cattività per la loro calda lana. Possedevano anche capre per la fibra di mohair ma la lana di coniglio d'angora era infinitamente più morbida, calda e leggera.

A proposito, i Romani furono presenti in quella regione per centinaia di anni, ad oggi vi sono ancora numerose testimonianze dell'occupazione romana in tutta Europa e un intero gruppo di persone chiamato Romanci che vive nel cantone montuoso dei Grigioni in Svizzera. La loro lingua, detta romancio, è ancora parlata ed è una delle 4 lingue riconosciute in Svizzera.)

I conigli d'angora furono chiamati Angola per oltre un millennio fino al 1800 in alcune località, "Angola" era infatti la parola usata dalle tribù romene per descrivere la lana di coniglio e significava "non ruvida".

Il coniglio d'angora è stato molto apprezzato sin dall'antichità grazie alla sua lana calda e leggera

La storia recentemente ha trovato traccia dei conigli d'angora nell'Inghilterra del 1500.

La storia del coniglio d'Angora

  • Nel 1500, la legge inglese vietava l’esportazione delle pregiate "lepri inglesi da seta ", come venivano chiamati i conigli d'angora al tempo in Inghilterra e le restrizioni sono durate per circa 200 anni.

  • Tuttavia, l'Inghilterra era la potenza mondiale dominante all'epoca avendo la supremazia sui mari, le navi mercantili inglesi navigarono in tutto il mondo conosciuto. Non è sbagliato pensare che le lepri inglesi da seta possano essere state esportate clandestinamente dall'Inghilterra e vendute in porti lontani dove la Corona probabilmente non le avrebbe mai scoperte, dopotutto queste erano navi mercantili che partivano con lo scopo di fare soldi.

  • I primi Angora arrivarono nel sud della Francia (Bordeaux) nel 1723. I marinai inglesi li importarono caricandone il prezzo in modo esorbitante raccontando che i conigli erano stati trasportati da Angora, una provincia dell'Asia Minore (Turchia), ora nota come Ankara.

  • Naturalmente, la Turchia potrebbe anche essere stata la patria degli Angora avendo subìto l'influenza romana ma è anche possibile, dato che gli inglesi avevano avuto Angora già da oltre 200 anni, che le nuove generazioni di marinai non avessero idea del fatto che stessero effettivamente portando in Francia la progenie delle lepri inglesi da seta che erano state esportate in Turchia fino a 200 anni prima; negli scali dei porti in Francia i marinai chiamavano i conigli semplicemente Angora e dalla Francia alcuni di questi Angora, allevati per molte generazioni nella lontana Ankara, furono successivamente reimportati in Inghilterra.

  • L'enciclopedia francese delle scienze sostiene che gli Angora ebbero il loro inizio in Europa (Francia) nel 1765, non si sa come abbiano potuto dimenticarsi così in fretta dei conigli che arrivarono nel 1723, probabilmente l'industria ufficiale della lana iniziò in Francia nel 1765.

  • Tuttavia, gli Angora che iniziarono a popolare la Germania non provenivano dalla Francia ma dall'Inghilterra intorno al 1777 quando Herr von Meyersbach li importò. Un prete, padre Charles Mayer, ebbe un ruolo determinante nel diffondere gli Angora in tutta la Germania e nell'insegnare agli agricoltori il modo migliore per prendersi cura sia dei conigli che della lana.

  • Il governo prussiano ha sponsorizzato premi per l'eccezionale produzione di lana d'angora nel 1780.

  • Gli Angora furono l'animale domestico dei reali di Francia. La regina di Francia, Maria Antonietta, custodiva i suoi Angora nel palazzo ma il 5 ottobre 1789 sia lei che i conigli incontrarono la stessa fine: i conigli di Maria Antonietta furono brutalmente distrutti e lei fu giustiziata.

  • Il fascino che gli Angora suscitarono nei francesi non si fermò qui, Napoleone, imperatore di Francia, avrebbe commissionato la creazione di macchine segrete che potevano filare grandi volumi di lana, macchine che furono scoperte dopo la prima guerra mondiale.

Chiunque abbia visto gli angora per la prima volta, ha potuto immediatamente riconoscere i vantaggi della filatura della loro lana che rende i capi leggeri ma straordinariamente caldi e con i conigli d'angora che arrivavano in piccole cassette (rispetto, ad esempio, a una capra mohair) e che potevano essere nutriti e curati facilmente, solamente due cose potevano accadere:

  1. Molte persone volevano gli Angora e la razza fu diffusa in Inghilterra, Francia, Germania, Europa e più tardi negli Stati Uniti.

  2. Un nuovo settore industriale nacque all'istante. Le anime più intraprendenti ora avevano la possibilità di creare un reddito per sé stesse o per chiunque avesse i mezzi per farlo creando molti posti di lavoro.

Fino al 1965, la Francia era leader mondiale nella produzione di lana grezza mentre ora la Cina produce il 95% della fornitura globale di lana.

La lana d'angora è calda, un 100% di lana d'angora è quasi fin troppo caldo e potrebbe non essere adatto per alcuni usi a causa della lassità del filato. A partire dal 1700, il filato di fibra d'angora è stato proposto sia come Angora al 100%, sia come misto assieme a lana di pecora e fibre di cotone.

Anche dalla metà alla fine del 1700, grazie alle risorse educative fornite da padre Mayer, gli allevatori hanno migliorato la loro crescita e produzione di lana castrando gli animali.

Tutte le immagini di Angora precedenti al 1880 mostrano un coniglio con pelo liscio e corto sulla testa e sui piedi. L'odierno Angora francese ricorda più da vicino l'Angora come appariva attraverso i secoli anche se forse con una pelliccia più stravagante a causa di anni di allevamento selettivo.

Galleria fotografica

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 5 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty