Pensate che il vostro cane sia bravo a giudicare le persone? Probabilmente avete ragione!

Scritto da nella categoria Cani
Pensate che il vostro cane sia bravo a giudicare le persone? Probabilmente avete ragione!

La maggior parte dei proprietari di cani ha un aneddoto su una persona che non piaceva al loro cane che poi si è dimostrata essere un pessimo amico o qualcuno con cui avete scoperto di non avere molto in comune o con cui non andate d'accordo regolarmente. D'altra parte, molti proprietari di cani si sono trovati anche nella situazione opposta, in cui il cane è corso da qualcuno che non vi piace molto o provate ad evitare e sembrava molto felice di vedere quella persona e riceverne le attenzioni!

È giusto pensare che molte delle nostre interpretazioni su cosa pensano i cani dei singoli individui e come si comportano in loro presenza siano dovute all'antropomorfismo o alle interpretazioni sbagliate. Tuttavia, i risultati di una ricerca recentemente pubblicati sulla rivista professionale Neuroscience and Biobehavioural Reviews indicano che in realtà i cani sono bravi a giudicare il carattere delle persone e agiscono di conseguenza.

Avete mai fatto qualcosa di nascosto con un cane come unico testimone o siete tornati in una stanza in cui il vostro cane è seduto con qualcuno e avete pensato che il cane sembra guardare l'altra persona con sospetto? La scienza dice che c'è qualcosa di vero!

In quest'articolo esamineremo i risultati dello studio sopra citato nei cani e la loro capacità di riconoscere i motivi e i comportamenti delle persone, e cosa significano i risultati per la nostra conoscenza sui cani e le loro relazioni con le persone. Continuate a leggere per saperne di più.

Risultati delle ricerche

Mentre i proprietari di cani hanno opinioni ferme su cosa sa il loro cane e quanto è in grado di scoprire sulle persone, è stato solo nei primi mesi di quest'anno, quando sono stati pubblicati i risultati dello studio citato, che l'abbiamo scoperto per certo!

Lo studio era progettato per testare le reazioni dei cani con gli estranei dopo aver assistito a certi comportamenti in una situazione sociale umana, in cui il cane era solo un osservatore non coinvolto.

Come parte dello studio, a un campione di proprietari di cani è stato chiesto di recitare uno scenario con due estranei/ricercatori mentre i cani erano nella stanza. Ai proprietari è stato chiesto di provare ad aprire un barattolo e fallire, mentre uno dei due estranei (ricercatore) si offriva di aiutare e dava una mano, mentre l'altro stava in piedi passivamente o rifiutava di aiutare quando gli veniva chiesto.

Dopo che l'interazione è stata completata, entrambi i ricercatori hanno offerto un premio al cane, per misurare l'impatto, se presente, che essere d'aiuto o meno aveva avuto sulla percezione del cane e la sua risposta agli "estranei".

Qui le cose si fanno interessanti, in particolare visto quanto sono perspicaci i cani quando si tratta di cibo quando i due ricercatori erano uno che aveva aiutato e uno che non era coinvolto, i cani accettavano contenti i premi da entrambi.

Qui sotto troverete il video dell'esperimento:

Però quando il premio era offerto da un ricercatore che aveva aiutato e uno che si era rifiutato, i cani accettavano il premio da quello che aveva aiutato e c'erano più probabilità che rifiutasse il premio dalla persona che non era stata d'aiuto!

Interpretare i risultati

Si può trarre un'ampia gamma di conclusioni con potenziali effetti di grande portata per la nostra comprensione dei cani e il loro modo di pensare dai risultati dello studio, con alcune limitazioni.

Primo, sapere che il cane accetterebbe un premio da un astante passivo con la stessa felicità con cui lo accetta da qualcuno che è stato d'aiuto, indica che i cani non vedono la passività come una brutta cosa- non penalizzeranno mentalmente le persone per non essere intervenute nella loro posizione di astanti e non giudicheranno le persone che stanno fuori dai piedi.

Tuttavia, la possibilità di rifiuto di un premio da una persona che è non è stata attivamente d'aiuto e non ha cooperato, e che ha rifiutato una richiesta diretta di aiuto (usando il linguaggio verbale e corporeo adatti per indicarlo) dice molto. I cani formano legami forti con i loro proprietari e guardano a loro per indicazioni e sicurezza e se una persona si mostra come qualcuno che si oppone a suddetto proprietario (rifiutando di aiutarlo o dicendolo attivamente), rendendo le cose più difficili o facendo qualcosa che al proprietario non piace, il cane risponde di conseguenza.

Se il rifiuto si ripropone quando la persona in questione non è il proprietario del cane e quindi, qualcuno a cui il cane è non è legato emotivamente e su cui non fa affidamento per il suo benessere è ancora da vedere.

Questo però fa più chiarezza per i proprietari, sapere che i cani si affidano molto ai loro segnali e che imparano osservando se qualcuno non vi piace, il vostro cane lo capirà. Se poi tornate in una stanza e il vostro cane guarda qualcuno con sospetto, potrebbe aver fatto qualcosa o forse ha solo visto le foto sulla mensola mentre il vostro cane voleva che stesse fermo e seduto!

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty