Come comportarti con tuo figlio in caso di smarrimento del vostro cane

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Come comportarti con tuo figlio in caso di smarrimento del vostro cane

Smarrire un cane è sempre stressante per il padrone, sia quando sta solo girovagando, sia ovviamente quando si perde o viene rubato, ma lo diventa ancora di più se questo cane viveva con dei bambini. I bimbi si affezionano moltissimo ai loro animali, in particolare se sono cani, quindi non sapere come gestire le loro emozioni può rendere questa situazione ancora più difficile.

Cosa dire al bambino, come coinvolgerlo nelle ricerche e come aiutarlo a superare questo momento dipendono da molti fattori, per esempio l'età di tuo figlio, e in questo articolo forniremo dei consigli su come comportarsi in questo momento così particolare.

Continua a leggere per saperne di più.

Cosa significa smarrire un cane

Quando smarrisci un cane, sei pieno di paura e incertezza, e forse è peggio perdere un cane che vederlo morire, dato che in questo caso è chiaro che cosa devi spiegare a tuo figlio e come aiutarlo a superare questo momento. L'incertezza, la preoccupazione e la sensazione di impotenza sono tutte sensazioni naturali in questo caso, e lo stesso vale per tuo figlio, insieme alla confusione, dato che si chiederà perché il cane sia andato via e se magari non si trovava bene con la vostra famiglia.

Cosa fare nei primi momenti

Quando ti rendi conto che il tuo cane non c'è più, e hai già controllato senza successo almeno due volte tutti i posti dove di solito si trova, segue un momento di panico. Questo però non è affatto produttivo, inoltre anche i tuoi figli ne risentiranno, per cui cerca di apparire calmo, rassicurante e con la situazione sotto controllo, anche se non fosse per nulla così!

Ovviamente tuo figlio potrebbe agitarsi molto, non controllare le emozioni, se non rimanere sconvolto, per cui sarebbe meglio indirizzare le sue energie nel cercare attivamente il cane e aiutarti nelle altre azioni necessarie al ritrovamento.

E' inoltre più saggio essere aperti con i bambini, pur trascurando i dettagli più preoccupanti per il momento, come per esempio la possibilità che qualcuno lo abbia rubato o che si sia ferito; non dirgli però che il cane tornerà presto o che certamente tornerà a casa, perché se ciò non dovesse succedere sarà difficile gestire la situazione successivamente.

E' molto importante usare la terminologia giusta: dire che il cane sta gironzolando potrebbe indurlo a credere che il cane abbia solo trovato qualcosa di interessante e che tornerà non appena avrà finito, ma anche dire che è scappato potrebbe far credere che con voi fosse infelice e che abbia deciso volontariamente di andarsene!

Non fare finta che il cane non sia sparito, e non mentire a tuo figlio dicendo che è andato a trovare un amico o a fare una passeggiata, perché potrebbe influenzare la fiducia che tuo figlio ripone in ciò che gli dici.

Il coinvolgimento del bambino

Se il tuo cane ha la tendenza a scappare come il Siberian Husky, probabilmente avrai già stabilito delle regole per evitare questa situazione, per esempio chiudere sempre le porte e tenere d'occhio il cane. E' possibile che tuo figlio abbia fatto qualcosa che ha poi portato allo smarrimento del cane, per esempio non chiudere bene il cancello o non controllare il cane quando aveva promesso il contrario.

Tuttavia non devi mai dare la colpa a tuo figlio, o fargli credere indirettamente che è così; il peso che comporta avere un cane e occuparsi di lui non deve ricadere su un bambino, e talvolta possiamo tutti commettere errori. Può essere d'aiuto spiegare ai tuoi figli che è nella natura dei cani girovagare da soli liberamente, in modo da aiutarlo a vedere le cose in modo meno drammatico.

Coinvolgere tuo figlio attivamente

Se coinvolgerai tuo figlio nelle ricerche attivamente lo farai sentire utile e impegnato. Il livello dipenderà dall'età del bambino e da quanto è responsabile.

Un bambino molto piccolo può venire con te in macchina mentre cerchi il cane, e gli puoi assegnare dei "compiti", come guardare dal suo finestrino per trovarlo. I bambini piccoli possono anche realizzare dei poster con la foto del cane e i vostri contatti per chi l'avesse visto. Anche se non serviranno puoi comunque far finta che siano stati utili!

I bambini più grandi che sanno usare internet possono aiutarti in modi diversi; è tuo compito pubblicare su siti o forum richieste di aiuto per trovare il vostro cane, ma lui può controllare periodicamente le risposte.

I bambini più grandi possono anche rispondere al telefono in caso qualcuno trovasse il cane e vi contattasse al numero indicato sul collare.

Se il tuo cane non ritorna

Per quanto duro possa sembrare, è possibile che il tuo cane non voglia e non faccia ritorno a casa. A un certo punto dovrai scegliere di interrompere le ricerche, quando non ci sarà nulla di nuovo da provare e quando diventerà inutile tentare ancora. Questo è molto difficile da accettare per un bambino, dato che penserà che stai abbandonando il vostro cane; spiegagli però che ci saranno i poster e gli annunci online e che continuerai comunque a cercarlo. Inoltre il microchip potrebbe in futuro servire a ritrovare il cane o dare utili indicazioni.

A un certo punto però, potresti avere il bisogno di spiegare al tuo bambino che non ci sono molte probabilità che il cane ritorni, e che è ora di accettare la situazione. Il non sapere cosa è successo al cane può stressare il tuo bambino per settimane o mesi dopo l'avvenuto, per cui sii pronto ad affrontare le sue paure.

Incoraggialo a svolgere attività che potrebbero aiutarlo a superare questo momento, come scrivere una lettera di addio o realizzare un quaderno per raccogliere tutti i bei ricordi con il suo cane, o qualsiasi cosa che possa aiutarlo a chiudere questo periodo e guardare avanti.

Infine, spiega chiaramente a tuo figlio che anche se prenderete un altro cane in futuro, il precedente sarà sempre benvenuto da voi e che avrà sempre una casa dove tornare se un giorno lo vorrà fare.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty