Cura dei porcellini d’India

Scritto da nella categoria Piccoli animali
Cura dei porcellini d’India

I porcellini d’India sono senza dubbio tra i migliori animali da compagnia per i bambini ed è facile imparare tutto quello che c’è da sapere su come prendersi cura di loro! Sono divertenti, da coccolare, carini, facili e molto economici da mantenere e hanno una speranza di vita di circa 4-7 anni.

Rispetto ad altri roditori non odorano sempre come ad esempio, i topi o ratti. Non graffiano o rosicchiano molto e i loro escrementi sono molto piccoli. La manutenzione dei loro spazi è semplice e veloce!

Se siete alla ricerca di un animale domestico adatto a bambini dai 5 anni in su o volete un animale domestico divertente per voi stessi allora una porcellino d’India può essere l’animale domestico per voi. Sono creature sociali che interagiscono con la gente, facendo rumori e gioendo per i premi che riceve.

Se posseduto e curato dalla più tenera età, i porcellini raramente mordono o graffiano le persone con cui che hanno familiarità. Sono timidi e calmi quando vengono curati e non sfrutteranno qualsiasi occasione per scappare. Al contrario, infatti, essi vogliono rimanere nelle loro gabbie e spesso non lasciano la loro gabbia anche se la porta viene lasciata aperta.

Scegliere di un porcellino d’India

Quando decidete di prendervi un porcellino d’India, trovare quello giusto può essere un po’ disorientante in un primo momento. Ci sono molti tipi di porcellini che possono sembrare piuttosto diversi tra loro. I porcellini d’India si trovano in tutto il mondo, alcuni hanno il pelo corto, alcuni hanno il pelo lungo, ci sono razze con il pelo ispido, ma tutti sono divertenti e dei cuccioli leali.

I porcellini “tartaruga” (Tortoiseshell Cavia) sono neri, bianchi e marroni. Il porcellino Agouti è di un colore grigio/cannella liscio. Mentre i porcellini di un solo colore sono chiamati ‘self’, nominati come “Self Blacks” (nero), “Self Chocolates” (cioccolato) e “Self Whites” (bianco).

Il colore del porcellino è una scelta personale, ma non fa alcuna differenza in quanto il porcellino ha bisogno di essere curato. La lunghezza del pelo significa che hanno alcuni trattamenti differenti, avrete bisogno qualche tempo per prendervi cura del loro pelo. Per esempio un porcellino di razza peruviana con il pelo lungo ha bisogno di essere spazzolato per mantenere il pelo libero da nodi e parassiti.

Se adottate per la prima volta un porcellino d’India si raccomanda una razza a pelo corto. Il pelo ispido o liscio non fa molta differenza, ma l’importante è assicurarsi che il pelo non cresca. Ciò significa che il lavaggio e spazzolatura sono ridotti al minimo e se avete bisogno di trattare il vostro porcellino per le pulci è possibile applicare facilmente un trattamento.

Un’altra considerazione per i principianti è quella di pianificare quale sesso di porcellino si andrà ad adottare. I porcellini sono completamente felice di vivere da soli, tuttavia se si desidera più di uno, assicuratevi che abbiano lo stesso sesso. Due o più femmine sono la scelta migliore se si vuole ridurre al minimo il rischio di scontri. Due sessi diversi porteranno quasi sicuramente scontri occasionali e i due maschi combatteranno per il territorio.

Quando vedete per la prima volta il porcellino che intendete acquistare è necessario controllare il suo stato di salute. I loro occhi devono essere puliti e luminosi, il naso, le orecchie e la bocca dovrebbero apparire puliti e senza ferite o macchie. Il loro pelo dovrebbe essere pulito e pieno, senza zone calve o irregolari che fanno sembrare che il porcellino sia stato “graffiato”. Accarezzate il pelo nel senso contrario a quello naturale e vedete se ci sono segni evidenti di pulci o acari. La loro pelle deve essere priva di qualsiasi macchia rossa o ferita.

Se vi siete innamorati di un porcellino, ma avete trovato uno dei problemi di salute riportati sopra, non dovreste rischiare! Molto spesso, in seguito, si presentano altri problemi se un porcellino è in cattiva salute. Ci sono trattamenti efficaci per rimuovere le pulci e le malattie della pelle se notate questi problemi una volta che avete già preso il porcellino.

La casetta dei porcellini d’India

I porcellini sono in grado di vivere in gabbie al coperto o all’aperto, dipende dal clima dell’ambiente in cui si vive. Il porcellino non deve stare troppo al freddo, infatti molte persone li tengono fuori durante il giorno, per poi riportarli dentro la notte.

Una normale e piccola gabbia per roditori può andare bene per il porcellino. È necessario fornire il maggior spazio possibile, acqua fresca e cibo a disposizione e metterlo da qualche parte con una adeguata ventilazione e lontano da forti rumori.

Anche se i porcellini non creano tanto disordine come gli altri animali di dimensioni simili, è necessario pulire la loro gabbia una volta una settimana e mantenere fresca la loro lettiera. Avere una gabbia ben pulita aiuta i porcellini a vivere una vita più felice e più sana.

L’alimentazione dei porcellini d’India

In natura le cavie brucano foglie, erba, semi e altro fogliame simile che riescono a trovare. In cattività a loro piace mangiare frutta fresca, erba, verdura e cereali. Fornite un mix di questi alimenti è il modo migliore per assicurarsi che il porcellino abbia sempre una buona gamma di sostanze nutritive.

Idealmente dovreste cercare di tenere un po’ di erba fresca in gabbia così che il vostro porcellino può mangiare quando preferisce. Inoltre, aggiungete una ciotola di avena e specifici mix di grano e cibo per porcellini per variare la sua dieta.

Se volete dare al vostro porcellino d’India po’ di frutta o verdura le opzioni migliori sono; mele, carote, mais, lattuga, sedano e pomodori. I porcellini hanno i loro propri gusti, quindi non stupitevi se ai porcellini piaceranno alcuni alimenti e altri non li toccheranno nemmeno. Fornite sempre cibo fresco, non date da mangiare loro i vostri avanzi, assicuratevi di lavare la frutta e la verdura abbastanza bene per rimuovere eventuali pesticidi.

I porcellini richiedono acqua disponibile in ogni momento, questa può essere facilmente fornita utilizzando una bottiglia d’acqua collegata a un lato della loro gabbia. Un’altra possibilità è quella di mettere una ciotola d’acqua nella loro gabbia, ma potreste trovare resti di lettiera e pezzetti di cibo nell’acqua.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 5 persone con una media di 4.6 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty