Allergie da puntura d'ape nel cane: cosa fare

Scritto da nella categoria Cani
Allergie da puntura d'ape nel cane: cosa fare

Le allergie nei cani sono relativamente comuni. Una piccola ma significativa percentuale della popolazione canina è sensibile ad un determinato elemento: può trattarsi di un ingrediente nel cibo, una sostanza diffusa nell'ambiente o addirittura di erba o polline. Le allergie possono essere talmente lievi da non manifestarsi attraverso alcun sintomo, oppure molto gravi e pericolose. Ma raramente causano una reazione grave, improvvisa e potenzialmente fatale.

Un'eccezione è rappresentata dalle punture d'ape: alcuni cani sono allergici alle punture d'ape esattamente come lo sono alcune persone. Per questi cani i sintomi sono molto più gravi del dolore e del gonfiore localizzati che possiamo osservare in cani o persone non particolarmente sensibili alla puntura di un'ape, e rappresentano una potenziale minaccia per la loro vita.

Generalmente, l'unico modo per scoprire se il vostro cane è allergico alle punture d'ape è che venga punto e abbia una brutta reazione (ciò richiederà l'intervento del veterinario). Ma sapere questo non vi servirà a niente nel momento in cui verrà punto per la prima volta e avrà una brutta reazione allergica!

Sia che sappiate già che il vostro cane è allergico alle punture d'ape, sia che non lo sappiate perché non è mai stato punto, sarebbe opportuno imparare a riconoscere una reazione allergica da puntura d'ape in un cane e sapere come comportarsi in caso di problemi.

In questo articolo approfondiremo il problema delle allergie da puntura d'ape nel cane, parleremo dei sintomi che una grave reazione allergica può provocare e di cosa fare se il vostro cane viene punto. Continuate a leggere per saperne di più.

Ulteriori informazioni sulle punture d'ape

Oggi le api sono molte di meno rispetto a qualche decina d'anni fa, tanto è vero che si sta tentando di proteggere gli esemplari rimanenti e farle aumentare di nuovo.

Le api sono grossi insetti che volano lentamente e tendono a ronzare intorno a noi e ai nostri cani, il che potrebbe infastidirli. Infatti, solitamente cercano di morderle e loro reagiscono pungendoli sul muso o all'interno della bocca.

Molto probabilmente questo provocherà dolore e gonfiore dell'area colpita, a prescindere dal fatto che il cane sia allergico o meno. Ma se il dolore e il gonfiore sono eccessivi, potrebbero impedirgli di respirare correttamente.

Non tutte le api hanno un pungiglione che produce veleno, perciò può succedere che un cane che in passato ha mangiato un'ape senza subire alcuna conseguenza, la prossima volta prenderà di mira il bersaglio sbagliato.

I sintomi di una puntura d'ape nel cane

Le parti del corpo in cui è più probabile che un cane venga punto sono il muso e l'interno della bocca. Ciò dimostra che le api pungono solo per difendersi!

Un cane che è stato punto probabilmente inizierà a guaire. Potrebbe anche grattarsi freneticamente il muso o strofinare la testa contro qualcosa per cercare di alleviare il dolore. Subito dopo comparirà il gonfiore: le dimensioni del gonfiore indicheranno la gravità del problema.

Il gonfiore potrebbe aumentare al punto tale da impedire al cane di respirare, comprimendo il suo apparato respiratorio, la gola e/o il naso. Ciò significa che non riceverà ossigeno a sufficienza. Questo tipo di reazione è molto grave e richiede immediate cure veterinarie.

Cosa fare se il vostro cane è stato punto

Ape - Cosa fare

Se siete presenti nel momento in cui il cane viene punto o riuscite a vedere il pungiglione e il sacco velenifero sulla sua pelle, potreste essere in grado di intervenire prontamente, rimuovendo quest'ultimo prima che il veleno sia iniettato. Ma non è detto che ci riusciate, perché il cane cercherà immediatamente di grattarsi il muso, rischiando di rompere il sacco velenifero e di iniettare il veleno nella pelle.

Se individuate il pungiglione, non provate a staccarlo, ma usate un oggetto piatto (ad esempio, una carta di credito) per rimuoverlo insieme al sacco velenifero ancora intatto. Successivamente, tenete d'occhio il vostro cane per qualche ora, nel caso in cui un po' di veleno fosse penetrato nell'organismo.

Le reazioni lievi e localizzate, che non compromettono la respirazione del cane, solitamente si attenuano nel giro di un paio d'ore. Ma è sempre meglio rivolgersi al proprio veterinario, che potrebbe consigliare un antistaminico o un trattamento topico per alleviare i sintomi.

Una grave reazione alla puntura d'ape potrebbe comportare un significativo gonfiore localizzato, difficoltà respiratorie (iperventilazione o scarsa ossigenazione) e altri seri problemi come crisi epilettiche, perdita di conoscenza e svenimenti. In questo caso dovete correre dal vostro veterinario, che probabilmente somministrerà adrenalina per contrastare la reazione dell'organismo alla puntura d'insetto.

Inoltre, il vostro veterinario potrebbe prescrivere una scorta di antistaminici, adrenalina o altri farmaci da tenere a portata di mano, nel caso in cui il cane venisse nuovamente punto da un'ape.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 5 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty