Il mio cane ha la displasia dell’anca, cosa dovrei fare?

Scritto da nella categoria Cani
Il mio cane ha la displasia dell’anca, cosa dovrei fare?

Purtroppo, qualunque cane può soffrire di displasia all’anca, anche se i cani di grossa taglia tendono a essere più colpiti da questa condizione dolorosa delle taglie più piccole. Si tratta di un disturbo che può essere trasmesso dai genitori canini alla prole, che è il motivo per cui è così importante per tutti i cani, maschi o femmine, essere controllati prima di essere utilizzati in un programma di allevamento. Una volta che a un cucciolo è stata diagnosticata la displasia dell'anca, la condizione dell’articolazione dell'anca colpita peggiora progressivamente e in genere si traduce in un cane che soffre di osteoartrite.

Se avete appena preso un cucciolo e il veterinario scopre che è affetto da displasia dell'anca, la cattiva notizia è che avrà questo disturbo per il resto della vita. Il motivo è che i suoi fianchi non si svilupperanno come dovrebbero e questo si traduce nel fatto che i fianchi non occuperanno bene le cavità delle articolazioni. Col passare del tempo, la condizione di tutte le articolazioni colpite peggiora progressivamente e il risultato finale è che soffrirà di una dolorosa osteoartrite e non c'è modo di scappare da questo.

Quindi, cosa puoi fare?

Una volta che il veterinario ha stabilito che i fianchi di un cucciolo non si stanno sviluppando come dovrebbero, cosa che fa eseguendo dei test e guardando come si muove un giovane cane quando cammina o corre. Il veterinario escluderà i motivi neurologici per cui un cucciolo potrebbe muoversi in modo strano. Si dovranno eseguire anche i raggi X dei fianchi di un cucciolo per determinare quanto male occupano le cavità e, idealmente, dovrebbero essere fatti due lotti di raggi X per stabilire quanto sia grave la situazione in realtà.

Se il veterinario trova un cucciolo che è già affetto da osteoartrosi anche in età molto giovane, non sarebbe in grado di sottoporsi a qualsiasi tipo d’intervento chirurgico per correggere il problema. Ma non tutto è perduto, perché ci sono molte cose che un proprietario può fare per aiutare il proprio animale domestico, una delle quali è rallentare il tasso di crescita. Con l'aiuto e la consulenza di un veterinario, i cuccioli che ne sono affetti possono essere messi a dieta per assicurarsi che crescano a un ritmo più lento. La ricerca ha dimostrato che permettere un ritmo veloce di crescita può peggiorare la situazione e quindi rallentandola, state effettivamente aiutando il vostro cucciolo. In breve, se viene diagnosticato che un cucciolo è affetto da displasia dell'anca, mantenendo un cucciolo o un cane magri così che ne possiate sentire le costole, è molto meglio per loro di quanto non lo sia portare troppo peso.

Integratori per le articolazioni

Di nuovo, con l’aiuto e il consiglio del vostro veterinario, è una buona idea anche aggiungere un integratore per le articolazioni al cibo del vostro cucciolo. C’è una scelta di ottimi integratori per le articolazioni creata appositamente per i cani che soffrono di displasia all’anca, ma è meglio consultare il vostro veterinario e dare al vostro cane i prodotti che vi raccomanda.

Il Nuoto

Un’altra ottima idea è far nuotare il vostro cane e farlo regolarmente. Idealmente, dovrebbe essere fatto almeno 5 volte alla settimana e dovreste assicurarvi che nuoti per almeno 30 minuti al giorno. Il nuoto aiuta a mantenere il tono muscolare bello e forte nelle zampe posteriori di cuccioli o cani, il che significa che saranno più capaci di supportare i loro fianchi indeboliti.

Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS/NSAIDS)

Mentre il cucciolo diventa grande, il veterinario potrebbe consigliarvi di somministrargli dei FANS che sono farmaci anti-infiammatori non steroidei e sono solitamente somministrati in dosi molto basse all’inizio. Tuttavia, se il disturbo peggiora e questa condizione causa molto dolore e disagio in un cane più vecchio, il veterinario potrebbe suggerire che al cane sia fatta una protesi totale dell’anca (PTA).

Protesi totale dell’anca

Questo tipo d’intervento comporta alcuni rischi. Se tutto va bene, un cane si riprende completamente e potrà muoversi liberamente senza sentire dolore di nuovo. Tuttavia, se le cose non vanno come nei piani, i risultati dell’operazione possono essere disastrosi.

Osteotomia del collo e della testa del femore (FHO)

Un’altra possibilità per un cane più grande con questo disturbo, è fare un altro tipo d’intervento conosciuto come osteotomia del collo e della testa del femore (FHO). Un veterinario rimuoverà la parte colpita dell’articolazione. La prognosi solitamente è molto buona e i cani continuano a condurre vite felici e comode senza sentire nessun dolore all’articolazione.

Agopuntura

L’agopuntura può aiutare ad alleviare il dolore e il disagio che un cane può sperimentare dopo che la displasia all’anca è stata diagnosticata e quando sta già soffrendo di osteoartrite. Può anche aiutare a rimandare qualunque intervento finché non diventa inevitabile.

Riabilitazione

Se il veterinario raccomanda che il vostro cucciolo o cane venga sottoposto a qualunque tipo d’intervento per avere una vita più confortevole, vi dirà anche che la riabilitazione è una parte necessaria del processo di guarigione. Sarebbe utile ingaggiare l’aiuto di un professionista certificato per iniziare, così potrete vedere e imparare quali tipi di esercizi farebbero del bene al vostro cane.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 4 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty