Come evitare i colpi di calore nei cani

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Come evitare i colpi di calore nei cani

Mentre l'estate diventa sempre più calda, ecco cosa dovrebbero sapere tutti i proprietari di cani sullo stress legato al caldo e il colpo di calore nei cani. 

L'estate è un ottimo momento per tutti i proprietari di cani. Le lunghe giornate calde comportano molte attività all'aria aperta come il nuoto, l'escursionismo e il gioco. 

È importante ricordare, tuttavia, che proprio come noi, i nostri amici a quattro zampe sono soggetti a scottature. Per questo motivo, prendere precauzioni in primavera ed estate è fondamentale.

Prestando attenzione al comportamento del tuo cane con l'arrivo del caldo e dell'estate, potrai evitare un colpo di calore. 

Quali sono le cause del colpo di calore?

L'organismo canino ha un funzionamento ottimale in un intervallo di temperatura molto ristretto - in genere dai 37 ai 38,8 gradi circa. Sopra i 42,7 gradi i sistemi dell'organismo diventeranno seriamente danneggiati. La temperatura del cane è strettamente controllata dall'ipotalamo, un'area del cervello. 

L'innalzamento della temperatura può essere causato da fattori endogeni (all'interno del corpo) o esogeni (dall'esterno).  La febbre si verifica quando l'ipotalamo innalza il livello di temperatura corporea a causa di infezioni o infiammazioni. 

Inizialmente si tratta di una risposta benefica, in quanto aumenta la capacità del sistema immunitario di combattere virus e batteri. Ma con la febbre, il tentativo di raffreddare il cane non sarà efficace, poiché è il cervello a controllare la temperatura corporea. 

Ciò indurrà il cane a tremare mentre il corpo proverà a riscaldarsi fino al nuovo punto di riferimento.  Tale processo è fastidioso e implica il consumo di grandi quantità di energia. È dunque sconsigliato cercare di raffreddare il cane in caso di febbre.

Il colpo di calore (ipertermia) è causato da fattori esterni quali un ambiente caldo o sforzo eccessivo durante le giornate calde. La temperatura regolata dal cervello è normale ma il cane non è in grado di raffreddarsi efficacemente e così la temperatura corporea tende ad aumentare.

I cani si raffreddano grazie a due meccanismi: evaporazione e conduzione. L'evaporazione del calore si verifica attraverso respiri pesanti.

La conduzione avviene quando il cane giace su una superficie fresca e il calore viene trasferito su di essa. I cani sudano molto minimamente e solo attraverso i loro cuscinetti, dunque non si tratta di un efficace metodo di raffreddamento.

Il colpo di calore procede attraverso tre fasi. Si inizia con lo stress dal caldo. Inizialmente, il cane respira pesantemente, cerca una superficie fresca e beve acqua per abbassare la temperatura corporea.

Se il cane non riesce a fare queste cose o non può farle efficacemente (come quando è intrappolato in una macchina calda), lo stress da calore si trasforma in sfinimento da calore.

Il respiro diventa molto più rapido, il battito cardiaco aumenta, le gengive diventano rosse e appiccicose e la temperatura corporea sarà probabilmente superiore ai 41 gradi.

Se non si risolve questa situazione, si verifica il colpo di calore. La temperatura corporea supererà i 42,7 gradi. Il cane inizierà a vomitare, avrà una diarrea abbondante, inizierà a starnutire e collasserà.

I cani maggiormente a rischio

colpo di calore: bulldog

Tutti i cani possono essere soggetti a colpi di calore, tuttavia alcuni tendono a sviluppare maggiori problemi. Razze brachicefaliche come Bulldogs, Boston Terrier e Boxer sono inclini a surriscaldarsi molto rapidamente. Ciò succede a causa di anomalie delle vie respiratorie come narici piccole, palati e tonsille lunghi e flosci e trachee ristrette e deboli.

Tuttavia, i Labrador e altre razze vulnerabili alla paralisi laringea, un'altra malattia ostruttiva delle vie aeree superiori, sono anch'essi sottoposti a un maggior rischio. Anche i cani con malattie cardiache possono esserne predisposti.

Un'altra considerazione è se un cane è abituato a stare al caldo. I cani che non sono abituati ad allenarsi e ad esercitarsi nella calda stagione possono andare rapidamente incontro a un colpo di calore. Specialmente se si tratta di cani sovrappeso o anziani.

Più comunemente, qualsiasi cane lasciato in una macchina non ventilata a temperature superiori a 18 gradi può soffrire di colpi di calore, soprattutto nel periodo primaverile ed estivo.

Sintomi

colpo di calore nei cane

Il colpo di calore non è immediato. I primi sintomi sono respiro affannoso ed irrequietezza. Successivamente debolezza e collasso, seguiti da vomito abbondante e diarrea (spesso sanguinante). Mentre il colpo di calore progredisce, il cane passerà dall'essere estremamente debole al non reagire più. In uno stadio più avanzato potrebbero verificarsi convulsioni. Punti e macchioline rosso -- violacee saranno visibili sulla pelle.

Se il colpo di calore non viene trattato, ogni sistema corporeo sarà coinvolto. Si verifica lo shock. Ciò implica un minor trasporto di ossigeno al tessuto, che porterà alla sindrome da disfunzione multiorgano (o MOFS in inglese).

Nei reni, i tubuli renali (responsabili della conservazione dell'acqua e degli elettroliti) vengono danneggiati. L'acqua, il glucosio e gli elettroliti sono persi anziché conservati. Il potassio non viene espulso. Alti livelli di potassio possono causare aritmie cardiache. Anche la capacità di coagulazione del sangue è gravemente compromessa.

Le proteine ​​della coagulazione sono prodotte nel fegato e funzionano nell'intervallo di temperatura normale del corpo. A oltre 42 gradi, le proteine vengono danneggiate e la coagulazione diventa difficile. Ciò conduce a lividi visibili sulla pelle chiamati petecchie. Quando questi si uniscono in grandi macchie, vengono chiamati ecchimosi.

Sono particolarmente visibili sulla pancia, dove il pelo è meno folto, sulle gengive, nel bianco dell'occhio (sclera) e all'interno del padiglione auricolare.

Lo shock causa anche un danno epatico. Il fegato è essenziale per molte funzioni. Due delle più importanti sono la produzione e la conservazione del glucosio, fonte di energia del corpo, e la produzione di fattori di coagulazione.

La maggior parte dei cani che soffrono di ictus dovuti al caldo avrà bassi livelli di glucosio nel sangue a causa di danni al fegato. Anche il tessuto cerebrale è coinvolto, dove i neuroni si gonfiano. Ciò può causare stordimento, convulsioni, coma e morte.

Le cellule che rivestono il tratto gastrointestinale iniziano a morire a causa dell'ipertermia. Una volta che queste cellule sono danneggiate, il rivestimento protettivo dell'intestino si indebolisce e si assottiglia, permettendo ai batteri di muoversi liberamente nel flusso sanguigno (traslocazione batterica). Ciò causa un "avvelenamento del sangue" o sepsi.

Ogni sistema del corpo avverte gli effetti del colpo di calore e la cura immediata è indispensabile per il recupero.

Trattamento

Il trattamento del colpo di calore deve essere rapido e aggressivo. Rinfresca immediatamente il tuo cane se sospetti un colpo di calore. 

Se hai a tua disposizione una pompa o una vasca da bagno, bagnare accuratamente il tuo cane con acqua fredda, in particolare le zampette e le zone dal pelo corto come lo stomaco (ciò aiuterà a dissipare il calore più rapidamente). 

Se sei all'aperto e vicino a un corso d'acqua, un tuffo veloce può aiutare a ridurre notevolmente la temperatura corporea.  Dopo il raffreddamento, porta il tuo cane dal veterinario.  Non aspettare di vedere se si hanno miglioramenti, il colpo di calore può essere mortale nel giro di poche ore!

Il colpo di calore genera uno shock e deve essere trattato rapidamente.  Inizialmente, per stabilizzare il cane, si cercherà di stimolarlo affinché dia segni di vita.

Se hai già rinfrescato il tuo cane a casa, la temperatura potrebbe essere inferiore del previsto, ma ciò non significa che il tuo cane non abbia avuto un colpo di calore.

Verrà posizionato un catetere endovenoso (IV) e verranno somministrati rapidamente fluidi freschi, in modo tale da facilitare il passaggio del flusso sanguigno verso tutte le parti del corpo e migliorare l'erogazione di ossigeno.  Ventilatori e acqua fredda saranno utilizzati per abbassare la temperatura corporea. 

L'ossigeno deve essere fornito tramite mascherine facciali o punte nasali. I trucioli di ghiaccio nella maschera di ossigeno possono raffreddare e inumidire l'aria per aumentare ulteriormente il raffreddamento.

Ulteriori trattamenti dovrebbero includere antibiotici ad ampio spettro per permettere di proteggersi dalla traslazione batterica e dalla sepsi, dal destrosio IV per mantenere normali livelli di zucchero nel sangue, mannitolo o soluzione ipertonica per ridurre l'edema cerebrale (gonfiore nel cervello) e ossigeno e fluidi IV continui. 

Il plasma congelato fresco può essere somministrato nei casi in cui le anomalie della coagulazione si siano già verificate. Il plasma può fornire fattori di coagulazione quando il fegato non può produrli da solo o quando viene messo fuori funzione dall'ipertermia. 

Prognosi

La prognosi è sempre controllata, in quanto l'ipertermia non curata conduce a diversi danni agli organi. Un'immediata e intensiva assistenza migliorerà la prognosi. Il ricovero può essere prolungato, spesso almeno dalle 48 alle 72 ore.

Durante questo periodo, bisogna controllare che si verifichino frequenti segni vitali e condurre esami del sangue, comprendendo test sui tempi di coagulazione e glicemia.

Evitare il colpo di calore

Quando il clima si riscalda, è importante far abituare lentamente e progressivamente il tuo compagno canino al cambiamento. Il calore e l'umidità svolgono entrambi un ruolo nel surriscaldamento corporeo, e anche nei giorni moderatamente caldi, se l'umidità è elevata, si può verificare l'ipertermia.

Pianifica esercizi e attività da svolgere nei momenti più freschi della giornata: al calar del sole e al mattino presto. Se il clima è moderatamente caldo, il cane necessita di trascorrere brevi periodi di tempo all'aperto per adattarsi. Ma non lasciare il tuo cane a giocare fuori al caldo se non è abituato.

Qualsiasi cane con anomalie delle vie aeree superiori o malattie cardiache dovrebbe trascorrere il minor tempo possibile all'aperto durante il periodo estivo.

Al primo segnale di ipertermia, il cane deve essere calmato e raffreddato in modo rapido con una pompa d'acqua o un bagno.

Ci si riferisce anche a razze brachicefaliche e cani con paralisi laringea e malattie cardiache.

Assicurati che quando il tuo cane è fuori a giocare abbia ombra e molta acqua fresca. Permettendogli di stare al fresco potresti incoraggiarlo a bere di più. Riempi frequentemente la ciotola e aggiungi dei cubetti di ghiaccio.

Una piscina per bambini riempita con acqua fredda è anch'essa ottima per i cani amanti dell'acqua. Se hai intenzione di visitare un parco per cani, scegline uno che abbia corsi d'acqua nelle vicinanze per nuotare e giocare.

Esiste una serie di dispositivi di raffreddamento che possono essere acquistati tra cui giubbotti, tappetini per dormire, cucce e collari.

Un consiglio da ricordare è che è molto meglio prevenire che curare!

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 15 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty