Problemi agli Occhi nei Gatti

Scritto da nella categoria Gatti
Problemi agli Occhi nei Gatti

Perché si dovrebbe andare presto dal veterinario

Lavorando in un ospedale per animali, abbiamo sempre consigliato ai clienti i cui i gatti mostravano di soffrire di un qualche tipo di problema agli occhi di farli visitare entro 24 ore. Le ragioni alla base di questo sono i rischi connessi con il ritardare problemi agli occhi potenzialmente aggravanti potrebbero portare alla cecità. Se il vostro gatto ha un problema agli occhi e non si vede alcun miglioramento entro 24 ore, fate visitare il vostro gatto da un veterinario; potreste salvargli la vita.

Le lacrime del gatto sono prodotte da ghiandole speciali che si trovano sulle palpebre. La loro funzione principale è lubrificare l'occhio e prevenire che i batteri causino infezioni. Solitamente le lacrime evaporano e l'eccesso viene rimosso da un sistema di drenaggio che lo porta al naso. Così, quando la lacrimazione è copiosa, molto probabilmente indica un problema.

Alcune cause di problemi agli occhi nei gatti:

Detriti esterni nell’occhio

Proprio come negli esseri umani, i corpi estranei entrano negli occhi dei gatti. Il fatto che gli occhi di un gatto siano così grandi li rende più inclini alle irritazioni. I corpi estranei comuni sono costituiti da polvere, erba, semi, capelli e sporcizia.

Quando un gatto ha corpo estraneo nell'occhio, potete aiutarlo lavando l’occhio con acqua fresca per circa 10 minuti. Se il problema persiste, si può usare un cotton-fioc per consentire ai detriti di aderire delicatamente al cotone. Tuttavia, consentite solo a un veterinario di rimuovere qualcosa di tagliente che penetra nell'occhio, ad esempio una spina. Nel caso l'occhio appaia ancora lacrimante e irritato e il gatto continua a toccarsi l'occhio, l'oggetto potrebbe non essere stato completamente rimosso o potrebbe essersi verificata un’abrasione corneale. In altre parole, la cornea può avere un graffio, o peggio un'ulcera, e sarà necessaria un’attenzione veterinaria.

Graffio corneale

Quando la superficie dell’occhio è graffiata, un gatto sentirà dolore, si strofinerà gli occhi, sbatterà le palpebre e non tollererà la luce. Tali graffi possono essere causati dallo sfregamento delle ciglia contro la cornea o da corpi estranei bloccati nell’occhio.

Se il graffio è lieve, di solito guarirà da solo entro 24 o 48 ore.

Se non si osservano miglioramenti entro ventiquattro ore, però, è di vitale importanza far controllare l’occhio a un veterinario prima che ne derivi un'ulcera corneale, complicando ulteriormente la prognosi. Un veterinario verserà del colorante nell'occhio per cercare graffi corneali. Non trattate mai un graffio della cornea con un collirio progettato per il trattamento della congiuntivite. Il cortisone che si trova in alcuni di questi prodotti può causare la cecità.

Protrusione della membrana nittitante

Se avete mai visto il vostro gatto svegliarsi improvvisamente potreste aver notato la presenza di una membrana biancastra che copre gli angoli interni dei suoi occhi.

Questa è chiamata membrana nittitante o terza palpebra e normalmente è raramente visibile. Tuttavia, se rimane sporgente anche quando il gatto è completamente sveglio, allora questo potrebbe indicare un problema. Le cause possono essere un'infezione, sanguinamento o un tumore dietro il bulbo oculare.

Quando la terza palpebra sporge in un solo occhio, sospettate un problema con quel particolare occhio. Se entrambi gli occhi sono coinvolti, allora potrebbe essere una malattia sistemica. Tali malattie possono essere la sindrome di Haw, che colpisce i gatti giovani, di solito sotto l'età di due anni, a seguito di una qualche forma di mal di stomaco. Questo disturbo si risolve in genere spontaneamente entro un paio di mesi.

Un'altra sindrome è quella di Horner, in cui il gatto presenta anche un occhio infossato a seguito di un infortunio al nervo del collo o di un’ infezione dell'orecchio medio.

Dotti lacrimali bloccati

Sospettate di questo disturbo quando l'occhio del gatto si sta lacerando, ma non vi è alcun rossore.

Questo blocco potrebbe essere congenito o verificarsi in gatti che sono soliti lottare e palpebre ferite. I condotti lacrimali possono anche essere bloccati da secrezioni spesse a causa di infezioni oculari croniche o sporco o semi.

Un dotto lacrimale ostruito viene diagnosticato da un veterinario colorando l'angolo interno degli occhi con un colorante speciale. Quando i condotti lacrimali funzionano correttamente, le lacrime in eccesso dovrebbero essere spinte verso la narice, per cui se il colorante non compare alla narice allora il condotto lacrimale è ostruito. I condotti bloccati possono richiedere l’intervento del veterinario per irrigarli e poi trattare la causa di base.

Le razze di gatti che hanno la faccia piatta come Persiani e gli Himalayani sono inclini alla lacrimazione eccessiva che macchia la loro pelliccia a causa delle loro strutture facciali e i condotti lacrimali stretti. La tetraciclina può aiutare ad alleviare la colorazione. In alcuni casi, un basso dosaggio tetraciclina può essere aggiunto a lungo termine al cibo umido del gatto. Chiedete al vostro veterinario per la linea d’azione migliore.

Congiuntivite

In questo caso gli occhi sono rossi a causa dell’infiammazione. La fuoriuscita può causare che il gatto si sfreghi il insistentemente l’occhio perché prude. La secrezione oculare di solito è chiara, quando è irritata da polvere o allergeni ed è purulenta vi è un’infezione batterica secondaria. In alcuni casi, le secrezioni si trasformano in crosta e sigillano le palpebre chiuse. Quando entrambi gli occhi sono coinvolti, il colpevole potrebbe essere un virus. Se l'infiammazione inizia in un occhio e poi progredisce all'altro, allora la causa può essere la clamidia o micoplasma.

Gli occhi sigillati e incrostati possono essere aperti mediante l'applicazione d’impacchi caldi. Anche una pomata oftalmica potrebbe essere utile.

I casi più gravi devono essere portati immediatamente dal veterinario per una terapia completa di antibiotici.

Congiuntivite neonatale

I gattini neonati di solito aprono gli occhi intorno decimo al dodicesimo giorno. Quando gli occhi appaiono chiusi da una crosta, però, si può sospettare un problema agli occhi. Un gattino affetto da congiuntivite avrà anche gli occhi che sembrano gonfiarsi.

Qualora un gattino soffra di questo disturbo, non si deve permettere che gli occhi restino sigillati, invece, si prega di consultare il proprio veterinario il più presto possibile per evitare potenziali danni agli occhi.

Cheratite

Mentre i sintomi della cheratite possono essere simili a quelli della congiuntivite, la principale caratteristica distintiva è che la cheratite provoca dolore mentre la congiuntivite provoca prurito.

Un gatto con cheratite strizzerà gli occhi, li strofinerà per il dolore, potrebbe mostrare eccesso di lacrime e la terza palpebra potrebbe sporgere.

La cheratite occorre spesso quando un'ulcera corneale non è trattata e causa un’infezione secondaria. Un'altra causa è il virus felino dell’herpes, che provoca un’infezione respiratoria con coinvolgimento oculare.

I persiani e siamesi sono inclini a sviluppare una forma di cheratite in cui compare una macchia marrone o nera sulla cornea (sequestro corneale). Tale macchia deve essere rimossa dal veterinario. I casi di cheratite non trattata possono progredire nella cecità parziale o totale.

Sclerosi nucleare nei gatti anziani

Con l’età gli occhi dei gatti possono sviluppare una tinta bluastra. Questo di solito non compromette la visione e quindi non è necessario nessun trattamento. Tuttavia, un punto che appare opaco può essere una cataratta che deve essere trattata.

Cataratta

Un punto opaco negli occhi del gatto che impedisce alla luce di raggiungere la retina. Questi sono più comuni nei cani che i gatti, ma possono richiedere attenzione se interferiscono con la visione.

Glaucoma

Questa condizione si verifica quando vi è un eccessivo accumulo di pressione nel bulbo oculare. Ci saranno lacrimazione, occhi strizzati e arrossamento della pupilla colpita che appare più grande dell'altra e al tatto sarà anche più dura quando viene premuta. Se non trattata l'occhio può sporgere e la retina può danneggiarsi. Tramite le letture della pressione degli occhi il vostro veterinario può diagnosticare il glaucoma. Il glaucoma è una condizione critica in cui la pressione intraoculare deve essere abbassata appena possibile per evitare complicazioni. Sarebbe meglio rimuovere gli occhi gravemente colpiti che hanno perso la visione.

Melanoma dell’iride

Se si nota una macchia nera nell'occhio del vostro gatto, fatela valutare al veterinario o fatevi inviare da un oculista specializzato.. In alcuni casi tali macchie sono melanomi maligni che possono richiedere l’enucleazione (rimozione dell'occhio).

Uveite

Mentre nel glaucoma quando l'occhio viene premuto risulta duro, con l’uveite è morbido. Il gatto manifesterà anche dolore con occhi strizzati, lacrimazione degli occhi, un po'di rossore e una pupilla piccola. Un trattamento immediato è necessario poiché può portare alla cecità.

Occhi infossati

I gatti che sono disidratati o hanno perso peso molto rapidamente possono mostrare gli occhi infossati. Altre cause sono il tetano, un infortunio al nervo del collo o un’infezione dell'orecchio medio.

Malattie della retina

I gatti iniziano ad avere difficoltà a vedere la notte. Potrebbero rifiutarsi di uscire o essere riluttanti a saltare e giocare in notturna. Potrebbero mantenere la testa in bassa affinché i baffi (vibrisse) possano essere utilizzati per rilevare gli oggetti vicini.

Una mancanza di taurina nella dieta può portare a malattie della retina. Ciò si verifica nei gatti che sono alimentati solo con il tonno o che sono vegetariani. Altre cause sono la toxoplasmosi, FIP (Peritonite felina infettiva), infezioni fungine, ecc. Il trattamento è subordinato all’identificazione della causa di base.

Gli occhi svolgono un ruolo fondamentale nella vita di un gatto. Questi concedono una grande visione per seguire e cacciare. Prestare particolare attenzione a un sintomo che suggerisce un problema agli occhi, può contribuire a preservare la visione del vostro gatto.

Attenzione: Quest’articolo non deve essere utilizzato come un sostituto per le cure veterinarie né deve essere utilizzato come strumento diagnostico. Consultate SEMPRE un veterinario se ritenete che il vostro gatto abbia un problema agli occhi per una diagnosi e un trattamento appropriati.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty