Le 11 malattie più comuni dei conigli

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Piccoli animali
Le 11 malattie più comuni dei conigli

Va bene, abbiamo capito: i conigli sono adorabili. Tutti li adorano, come si fa a non amarli? Sempre più persone li desiderano come animali domestici ma, come ogni animale, anche loro sono soggetti a una vasta gamma di patologie. Dal momento che un coniglio è per sempre, prima di adottarne uno è bene informarsi sui loro problemi più comuni, in modo tale da essere preparati.

Alcune patologie sono più frequenti di altre, pertanto è importante informarsi sui diversi sintomi in modo da prevenirle ed eventualmente curarle. Scopriamo dunque quali sono le malattie più frequenti nel coniglio.

Acari delle orecchie

Gli acari sono piccoli artropodi in grado di annidarsi nelle orecchie di persone e animali; si tratta di un problema molto frequente nei gatti, ma anche nei conigli. Questo fenomeno si presenta specialmente nelle razze con le orecchie cadenti, poiché sono più difficili da pulire e creano un habitat perfetto per questi parassiti.

Nel condotto uditivo, questi acari si nutrono di cerume e dei vari oli presenti, irritando la zona e provocando prurito e fastidio. Per cercare sollievo, i conigli scuotono la testa e si grattano di frequente, ma senza risultati. Questo problema si manifesta con la presenza di croste di colore scuro all'interno dell'orecchio.

Se non viene curato, questo disturbo può dare vita a problemi più gravi, come infezioni fungine o batteriche. Il lato positivo è che ci sono metodi facili per prevenire e curare gli acari dell'orecchio; c'è però anche un lato negativo: questi parassiti possono essere trasmessi al coniglio da altri conigli e persino da noi, se tocchiamo altri animali che ne sono affetti. Il veterinario è perfettamente in grado di riconoscere la presenza di acari nelle orecchie, ma è possibile che li notiate anche voi a occhio nudo.

Problemi ai denti

problemi dentali & dieta dei conigli

A differenza dei denti degli altri animali, i denti del coniglio crescono in continuazione; questo può essere un problema, poiché a volte può verificarsi una crescita eccessiva.

In natura, i conigli masticano il legno di diverse piante per mantenere la lunghezza ideale dei loro denti. A casa, però, potrebbero non avere piante a disposizione e, per evitare che il vostro coniglietto assaggi i vostri mobili, è bene che gli forniate dei prodotti appositi da rosicchiare.

Se il coniglio non rosicchia a sufficienza, può presentarsi una crescita eccessiva dei denti che, a sua volta, può provocare inappetenza e persino morte. Un'eccessiva crescita dei molari impedisce la corretta masticazione del cibo, mentre quella degli incisivi può ferire le guance, provocando un forte dolore e gravi danni alla bocca del nostro piccolo. Anche gli ascessi sono molto dolorosi, e vanno rimossi con un intervento chirurgico per impedire che l'infezione si diffonda.

Boli di pelo

I boli di pelo sono un problema molto comune tra gli animali. Il pelo può essere ingerito durante la toelettaturao durante i pasti e, dal momento che il corpo non riesce ad assimilarlo, tenta di eliminarlo; in questo modo, il pelo si unisce ai resti di cibo presenti nello stomaco, ostruendo il sistema gastrointestinale. A differenza dei gatti, i conigli non sono in grado di vomitare; i boli di pelo sono quindi molto più pericolosi per il coniglio.

Per prevenire la formazione di boli di belo è bene spazzolare regolarmente il proprio coniglio, fornirgli sempre acqua fresca da bere e una dieta equilibrata; è inoltre importante fargli fare movimento. Anche le compresse di enzimi digestivi possono essere di aiuto. L'ultimo rimedio per rimuovere i boli di pelo è l'intervento chirurgico.

Ascessi

L'ascesso è un accumulo di pus nei tessuti. Nonostante questo problema sia spesso associato alle patologie dentali, questo fenomeno può presentarsi anche in altre parti del corpo. È vero che le malattie dei denti provocano spesso ascessi nel coniglio, tuttavia anche altri organi possono essere colpiti da questo disturbo.

I batteri presenti negli ascessi non hanno bisogno di ossigeno, per questo motivo è difficile curare questa infezione.

Per curarli in genere si utilizza l'antibiotico, ma anche la rimozione chirurgica è un metodo efficace per eliminarli. Il veterinario somministrerà inoltre degli antidolorifici.

Quando si manifesta, questo problema va curato il prima possibile: l'ascesso è un'infezione molto seria, e non va sottovalutata.

Infezioni ai piedi

Questa patologia può impedire al coniglio di camminare normalmente e, in stato avanzato, di camminare totalmente. Si manifesta specialmente nei conigli in sovrappeso, che non fanno abbastanza movimento, oppure nei conigli che camminano spesso nella terra o in una lettiera particolarmente sporca, oppure su superfici ruvide.

Si tratta di un'infezione batterica che genera infiammazioni; è molto dolorosa e richiede cure specifiche tramite antibiotico e antidolorifico, con l'aggiunta di una dieta apposita e una corretta medicazione.

👉 Approfondimenti: perché il mio coniglio zoppica

Parassiti esterni

Oltre agli acari dell'orecchio, i conigli possono prendere altri parassiti; i più comuni sono pulci, acari e zecche. Abbiamo parlato in precedenza degli acari, ora concentriamoci quindi su pulci e zecche.

Questi parassiti possono essere trasmessi al vostro coniglio tramite altri animali. Alcuni pensano che sia impossibile che il coniglio li prenda, se vive in casa e non entra in contatto con altri animali; questo non è però corretto, in quanto noi stessi possiamo fare da tramite e portarli in casa attraverso i nostri vestiti.

Le pulci possono essere eliminate con trattamenti specifici, ma fate attenzione ai prodotti che scegliete: non tutti sono adatti ai conigli. Per quanto riguarda le zecche, invece, dovreste controllare il pelo del vostro coniglio ogni volta che lo fate correre in giardino: questi parassiti tendono ad annidarsi nell'erba. Quando esaminate il manto del coniglio verificate anche lo stato della pelle, in modo da assicurarvi che non ci siano morsi. È buona norma tenere in casa un apposito strumento per rimuovere le zecche, in modo da averlo a disposizione qualora il problema dovesse presentarsi.

Infezioni respiratorie

Infezioni respiratorie del coniglio

I conigli non prendono il raffreddore, ma sono comunque soggetti a diverse patologie respiratorie. Le allergie e le infezioni del tratto respiratorio superiore sono i problemi più frequenti, ed è inizialmente difficile accorgersi della loro esistenza.

I segnali e i sintomi di queste patologie sono affanno e starnuti, perdita di liquidi dal naso o dagli occhi, difficoltà respiratorie, respirazione affannosa o rumorosa. Se il vostro coniglietto presenta alcuni di questi sintomi, portatelo dal vostro veterinario di fiducia.

Testa inclinata

Anche questo è un problema molto grave per i conigli. Può essere causato da diversi fattori: da un'infezione all'orecchio così come da coccidiosi o pasteurellosi. Le ultime due patologie possono addirittura portare alla morte, se non vengono curate per tempo.

L'inclinazione della testa è abbastanza facile da notare: se il coniglio ne soffre, si muoverà e dormirà mantenendo una scorretta posizione della testa, e farà fatica a muoversi normalmente.

Se il vostro piccolo amico mostra alcuni di questi sintomi, recatevi dal vostro veterinario il prima possibile: potrebbe essere necessario sottoporre il coniglio ad un intervento.

Coccidiosi

Anche detta E. Cuniculi, questa patologia è molto difficile da curare. Si tratta di un parassita detto protozoo, che può infettare il corpo del vostro coniglio. Questa infezione può essere trasmessa tramite l'urina di altri animali.

I protozoi possono annidarsi nel corpo del coniglio, svegliandosi nel momento in cui il suo sistema immunitario si indebolisce per via di altre malattie. Quando questo accade, i parassiti si nutrono dei tessuti e degli organi interni dell'animale, danneggiandone anche il tessuto nervoso.

In caso di coccidiosi è fondamentale ricorrere a cure adeguate nel minor tempo possibile, in modo da riparare i danni agli organi interni. Non sempre, però, il coniglio si riprende: in questo caso, potrebbe rimanere con la testa inclinata per il resto della vita.

Stasi gastrointestinale / Ileo

La stasi gastrointestinale, detta anche ileo, è una patologia che colpisce l'apparato digerente del coniglio, rallentandone o impedendone i movimenti. In questo modo, il cibo non riesce a transitare normalmente e il coniglio smette di mangiare e di scaricarsi.

Dal momento che il metabolismo del coniglio deve essere in continuo movimento, questa patologia può essergli fatale: se non viene curato entro 72 ore, il coniglio potrebbe morire.

Pertanto, se notate che il vostro coniglio è inappetente o non fa i bisogni come di consueto, somministrategli un miscuglio di acqua e verdure tritate con una siringa e recatevi dal vostro veterinario più in fretta possibile.

Potete anche ascoltare lo stomaco del vostro coniglietto per qualche minuto; in condizioni normali, quando digerisce, il coniglio emette alcuni suoni. Se non udite niente, può darsi che l'apparato digerente sia in crisi, ed è fondamentale recarsi velocemente dal veterinario: il vostro piccolo amico potrebbe necessitare di un intervento, per tornare in salute.

Tumori dell'apparato riproduttivo

Il tumore dell'apparato riproduttivo femminile è molto frequente nei conigli. Anche i maschi possono ammalarsi, ma in genere sono meno soggetti delle femmine. Il modo migliore per prevenire questa patologia è la sterilizzazione del coniglio: consultate il vostro veterinario di fiducia per decidere come comportarvi.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 5 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty