La Top 7 degli oli essenziali da utilizzare con il proprio cane

Scritto da nella categoria Cani
La Top 7 degli oli essenziali da utilizzare con il proprio cane

Gli oli essenziali possono offrire una moltitudine di benefici e di vantaggi agli esseri umani, ma possono aiutare anche i nostri cani.

L'olfatto è uno dei sensi primordiali essenziali, infatti, esiste un collegamento diretto tra l'epitelio olfattivo del naso ed il bulbo e la corteccia olfattiva nel cervello che consente di discriminare i vari odori, che possono influenzare in diversi modi le nostre emozioni.

Gli odori piacevoli possono calmarci e rilassarci, ma avere anche altri benefici, mentre i cattivi odori possono avere un effetto completamente opposto. Anche i nostri amici animali usano, ovviamente, il senso dell'olfatto, che è incredibilmente sviluppato rispetto al nostro. Gli scienziati affermano infatti che il senso dell'olfatto di un animale è tra le 10000 e le 100000 volte più sviluppato rispetto a quello degli esseri umani.

cane_campo_lavanda

I cani possono rilevare la presenza di uno specifico odore presente all’interno di un mix di un trilione di altri odori, questo significa che se noi riusciamo a capire se al nostro caffè la mattina è stato aggiunto un cucchiaino di zucchero, un cane può rilevare la presenza di un cucchiaino di zucchero sciolto in 4 milioni di litri di acqua, ovvero circa 2 piscine olimpioniche. I nostri amici animali usano il loro senso dell'olfatto per ottenere ogni sorta di informazione, anche le più complesse, dall'ambiente che li circonda e tali informazioni servono loro per stabilire come devono reagire a certi stimoli a seconda delle diverse situazioni.

Nonostante l'aromaterapia può essere molto utile anche per gli animali, prima di ricorrere a questo tipo di terapia, è senza dubbio molto importante sapere come utilizzare correttamente gli oli essenziali così che non possano causare problemi ed avere sempre e comunque un benefico effetto terapeutico. Gli oli essenziali vengono assimilati dall'organismo mediate inalazione, ingestione o contatto diretto con la pelle. Entrano molto velocemente in circolo e vengono distribuiti ai vari tessuti. Come qualsiasi altra sostanza anche gli oli essenziali presentano una naturale affinità per degli organi in particolare, e chi ha le giuste conoscenze di aromaterapia può selezionare gli oli essenziali da utilizzare in base alle loro proprietà naturali puntando ad influire su un determinato tessuto specifico. È molto importante ricordare che anche quantità limitate di prodotto possono avere degli effetti considerevoli su organi e tessuti. Ad esempio, l'olio di lavanda agisce in genere a livello cerebrale ed ha un'azione calmante. Una piccolissima quantità di olio di lavanda può essere utilizzata per calmare un animale o comunque farlo rilassare e magari dormire, ad esempio quando si deve affrontare un viaggio.

È importante inoltre sapere che nonostante alcuni oli possono essere utilizzati senza problemi su cani e cavalli, possono rivelarsi in realtà molto pericolosi per gatti, conigli o uccelli semplicemente a causa delle dimensioni ridotte di questi animali. Se volete utilizzare questi oli su animali così piccoli consultate prima il vostro veterinario.

30 oli essenziali che NON devono essere utilizzati sugli animali

  • Anice (Pimpinella anisum)
  • Betulla (Betula)
  • Mandorla amara (Prunus dulcis)
  • Boldo (Peumus boldus)
  • Calamo aromatico (Acorus calamus)
  • Canfora (Cinnamomum camphora)
  • Cassia fistula (Cassia fistula)
  • Farinello comune (Chenopodium album)
  • Chiodi di garofano (Syzygium aromaticum)
  • Farinello dei muri (Chenopodium murale)
  • Barbaforte o Rafano (Armoracia rusticana)
  • Issopo (Hyssopus sp. ad essezione di Decumbens)
  • Ginepro (Juniperus sp. ad eccezione delle bacche di ginepro)
  • Artemisia (Artemisia vulgaris)
  • Senape indiana (Brassica juncea)
  • Origano (Origanum vulgare)
  • Menta poleggio Pennyroyal (Mentha pulegium)
  • Timo rosso o bianco
  • Ruta (Ruta graveolens)
  • Santolina (Santolina chamaecyparissus)
  • Sassofrasso (Sassafras albidum)
  • Santoreggia (Satureja)
  • Tanaceto (Tanacetum vulgare)
  • Olio di Tea Tree (Melaleuca alternifolia)
  • Terebinto (Pistacia terebinthus)
  • Cedro bianco (Thuja occidentalis)
  • Tè del Canada (Gaultheria procumbens)
  • Assenzio maggiore (Artemisia absinthium)
  • Achillea millefoglie (Achillea millefolium)

Ci sono alcuni oli essenziali che sono considerati sicuri e che si possono utilizzare anche sui cani se usati in quantità molto limitate, tuttavia, è importante introdurre nella vita del proprio cane queste sostanze a piccoli passi lasciando prima di tutto che si abitui al loro profumo così che anche voi possiate capire come quel particolare aroma potrebbe influenzare il suo comportamento.

Come scegliere gli oli essenziali migliori da utilizzare

lavanda

Oli essenziali di scarsa qualità potrebbe non avere alcun effetto o essere addirittura dannosi per la salute del proprio amico a quattro zampe. Questi particolari oli possono essere stati estratti da fonti molto povere, potrebbero contenere additivi, potrebbero non essere stati realizzati correttamente o essere vecchi e/o scaduti.

Ci sono alcuni segni particolari a cui dovreste prestare attenzione e che vi confermeranno che un determinato olio è effettivamente un olio di alta qualità puro al 100%.

  1. Quando fate acquisti online, accertativi che nella scheda del prodotto presente sul negozio online sia riportato il nome comune dell'olio ed il corrispettivo nome in latino. Se il nome latino non è presente, potrebbe trattarsi di un olio non essenziale al quale è stato semplicemente aggiunto un aroma anche artificiale per dargli lo stesso profumo dell'olio essenziale originale. Ad esempio, quando acquistate l'olio essenziale di menta piperita sulla pagina del prodotto o sull'etichetta riportata in figura dovrebbe essere presente una scritta del tipo: Olio di menta piperita, biologico, Mentha × piperita.

  2. Se l'olio che vi accingete ad acquistare ha un prezzo molto basso, è molto probabile che non si tratti di un olio di buona qualità in quanto un olio di questo tipo richiede una quantità sorprendente di materie prime per poter essere realizzato. La quantità di piante necessarie per produrre un olio essenziale può variare a seconda del tipo di pianta, ma tenete presente che per ottenere 500 gr di olio essenziale di lavanda servono più di 70 kg di fiori di lavanda, e per ottenere 500 gr di olio essenziale di menta piperita servono circa 120 kg di foglie di menta piperita.

  3. Poiché gli oli essenziali vengono ricavati dalle piante, acquistare un olio biologico è molto importante per evitare che il prodotto stesso sia stato contaminato dai pesticidi. Nonostante molti prodotti presentino, riportati sull'etichetta, la Certificazione ICEA (se realizzati in Italia, o la corrispettiva certificazione se realizzati in altri paesi dell'unione europea come ad esempio ECOCERT), dovreste optare per prodotti wildcrafted. Ciò significa che le piante utilizzare per realizzare quello specifico olio essenziale sono state raccolte direttamente in natura, in aree non inquinate, e non in apposite serre come in genere avviene per molti altri prodotti - il che implica ovviamente il fatto che non sono state trattate con pesticidi o altre sostanze chimiche.

  4. Sull’etichetta dovrebbe essere sempre riportato che l'olio essenziale in questione è puro al 100%. Se questo non è il caso, allora è probabile che si tratti di un olio che è stato modificato o al quale sono state aggiunte altre sostanze. Affinché un olio essenziale sia efficace deve essere puro al 100%.

  5. Potrete inoltre valutare la purezza dell'olio che avete acquistato anche a casa vostra. Per fare questo vi basterà mettere una goccia di olio su un foglio di carta bianca e lasciare asciugare. Se rimarrà un alone dovuto all'olio allora non si tratta di un olio essenziale puro al 100%. Ci sono comunque delle eccezioni (il sandalo, l'olio di patchouli e la camomilla) in quanto alcuni oli hanno una colorazione più intensa o sono più densi di altri e pertanto possono lasciare un lieve alone una volta asciutti, anche se toccando la carta in quel punto non dovrebbe comunque risultare unta se l'olio è puro.

Alcune nozioni base di aromaterapia

Olio di lavanda

Prima di utilizzare qualsiasi tipo di olio sul vostro cane, provate semplicemente a tenere in mano una bottiglia dell'olio che intendete utilizzare quando vi trovate nella medesima stanza assieme al vostro amico a quattro zampe. Lasciate che il cane si avvicini a questo nuovo oggetto che avete in mano, ma non lasciategli annusare direttamente la bottiglia in questa prima fase. Ricordatevi sempre che i cani sono animali che si fanno guidare molto dall'olfatto, e pertanto non è il caso che il vostro amico a quattro zampe diventi assuefatto dall'aroma dell'olio essenziale che intendete usare già da subito e così velocemente. Se il vostro cane sembra non avere problemi con l'aroma emanato dalla bottiglietta di olio che tenete in mano, allora potrete lasciargli annusare la bottiglietta.

Lasciate trascorrere un paio di giorni dopo questo primo tentativo e poi ripetete l'esperimento, se continuano a non esserci problemi potrete continuare e passare alla seconda fase della terapia. A questo punto potrete lasciare che l'aroma dell'olio si diffonda nell'ambiente, vi basterà mettere un paio di gocce di olio nell'apposito diffusore, non applicate però l'olio direttamente su oggetti presenti nella stanza o direttamente sul cane. L'idea di base è quella di aiutare il vostro cane a stare bene sfruttando l'aromaterapia, e non quella di fargli seguire quotidianamente una certa per cercare di risolvere un particolare problema.

Se il vostro amico a quattro zampe non sembra essere infastidito o irritato e se non mostra altre reazioni negative a questo tipo di terapia e volete passare ad un uso topico dell'olio in questione, potete iniziare a preparare una miscela realizzata aggiungendo una singola goccia di olio essenziale a 50 gocce di olio vettore (come l'olio di vinaccioli o l'olio d'oliva) che poi potrete applicare direttamente sulla nuca del cane.

I migliori oli essenziali che si possono utilizzare in tutta sicurezza sul proprio cane

I veterinari sono degli esperti nel diagnosticare determinate patologie e dovrebbero essere sempre consultati se il proprio animale domestico presenta dei sintomi gravi o persistenti, tuttavia, quando si riscontrano tali sintomi è possibile ricorrere fin da subito ai seguenti oli essenziali, in genere considerati sicuri se utilizzati comunque per un limitato periodo di tempo.

1. Olio di legno di cedro

Olio di legno di cedro

L'olio di legno di cedro, o più semplicemente l'olio di cedro, dal latino Cedrus atlantica o Cedrus deodara, è particolarmente noto per respingere ed uccidere certi parassiti come le pulci. Ha diverse proprietà benefiche, è un antisettico per i polmoni ed un espettorante per la tosse, come ad esempio la tosse dei canili. Stimola la circolazione sanguinea ed è ottimo per contrastare la rigidità muscolare, che tende a manifestarsi nei soggetti più anziani, l'artrite ed il mal di schiena. Può inoltre aiutare ad eliminare la forfora e la desquamazione della cute, supportare le funzioni renali ed essere usato come tonico dalle proprietà lenitive, oltre al fatto che è un ottimo calmante che può essere utilizzato su soggetti particolarmente aggressivi e nervosi, su soggetti timidi o schivi/timorosi, o su soggetti che necessitano di avere più fiducia in loro stessi, inclusi i cani che soffrono di ansia da separazione.

cedrus atlantica
10 Recensioni
Cedro Bio - Olio Essenziale Puro - 10 ml
16 disponibili
Cedro (cedrus atlantica) Ottenuto per: distillazione del legno. Nota: centro\base Chemotipo caratterizzante: himalacheni (55%). Proprietà: rigenerante, lipolitico, tonico linfatico, astringente, espettorante, antisettico, antidolorifico. Indicazioni generali: Favorisce il funzionamento del sistema urinario e delle vie respiratorie. Ha una connessione con reni e vescica: assunto per via orale o per ...

2. Olio di lavanda

Olio di lavanda

L'olio di lavanda, dal latino Lavandula angustifolia, è considerato uno degli oli essenziali più versatili, in grado di donare una sensazione di pace ed armonia e di avere un notevole effetto calmante sia sui cani che sull'uomo. Questo olio calmante agisce direttamente sul sistema nervoso centrale e può essere utilizzato, in modo alquanto efficace, solo per far sentire un cane al sicuro quando si trova in un determinato posto o ambiente. Può alleviare l'ansia dovuta alla possibilità di un viaggio in auto oltre a risolvere il problema della chinetosi e ad aiutare in caso di problemi quali allergie o insonnia. In uno studio del 2006 si è visto che utilizzare l'olio di lavanda su un cane quando si deve effettuare un viaggio limita il suo istinto naturale di muoversi e/o di abbaiare. L'autore di questo studio ha concluso che:

"I rimedi tradizionali utilizzati in caso di ansia e/o eccitazione dovute ad un possibile viaggio in auto possono essere particolarmente lunghi, costosi o associati a diversi effetti collaterali. L'aromaterapia effettuata diffondendo l’olio di lavanda nell'ambiente può essere un ottimo rimedio alternativo..."

Si tratta di un ottimo olio essenziale, sicuro e può essere utilizzato ogni qualvolta il proprio cane si trova ad affrontare una situazione alquanto stressante, come un viaggio dal veterinario o una vacanza con tutta la famiglia, ma anche durante l'addestramento per ridurre leggermente l'iperattività del cane stesso.

100% naturale e puro
70 Recensioni
Olio Essenziale Lavanda
Alta disponibilità
L'olio alla lavanda possiede un profumo fresco e rilassante, adatto a diversi usi. Prova poche gocce sul cuscino, aiuterà il sonno e rilasserà la mente. Gli olii essenziali Green Natural Ottenuti unicamente per distillazione in corrente di vapore o per spremitura, i nostri oli essenziali sono veri e propri concentrati della natura. Puri al 100%, racchiudono tutte le virtù, l'aroma e le proprietà ...

3. Olio di Lemongrass

Olio di Lemongrass

L'olio di Lemongrass è un noto repellente per gli insetti come le pulci, le zecche e le zanzare grazie al suo contenuto di citral e geraniolo. Può essere usato anche per uccidere le pulci. In un erogatore spray contenente acqua aggiungete 2-3 gocce di olio di Lemongrass, applicate la soluzione su tutto il mantello del vostro amico a quattro zampe e poi massaggiate delicatamente. Questo tipo di trattamento non solo terrà lontane pulci e zecche, ma migliorerà anche la salute della pelle del cane.

100% naturale e puro
70 Recensioni
Olio Essenziale Lavanda
Alta disponibilità
L'olio alla lavanda possiede un profumo fresco e rilassante, adatto a diversi usi. Prova poche gocce sul cuscino, aiuterà il sonno e rilasserà la mente. Gli olii essenziali Green Natural Ottenuti unicamente per distillazione in corrente di vapore o per spremitura, i nostri oli essenziali sono veri e propri concentrati della natura. Puri al 100%, racchiudono tutte le virtù, l'aroma e le proprietà ...

4. Olio di citronella

Olio di citronella

L'olio di citronella è anche un noto repellente per gli insetti. Evitate però di usare le candele alla citronella che vendono al supermercato perché contengono solo prodotti chimici. Quando pensate all'olio di citronella probabilmente nella vostra mente appare la tipica immagine di una candela accesa, che in un'umida serata estiva tiene lontane le zanzare, e che emana un profumo molto forte, ma se questo profumo è molto intenso per voi pensate a quanto possa essere intenso e fastidioso per il vostro amico a quattro zampe.

Però, quando usate un olio essenziale puro al 100% non solo questo prodotto non presenterà nessun grado di tossicità, ma se usato in piccole dosi emanerà un aroma molto lieve che però terrà comunque lontani gli insetti. Non solo è in grado di tenere lontane zecche e pulci, si è infatti visto che l'olio di citronella è anche un ottimo repellente per uno specifico tipo di zanzara nota con il nome di Aedes Aegypti il cui morso causa la Febbre Gialla. Potete usare l'olio di citronella esattamente come l'olio di Lemongrass: in un erogatore spray contenente acqua aggiungete 2-3 gocce di olio di citronella, applicate la soluzione su tutto il mantello del vostro amico a quattro zampe e poi massaggiate delicatamente.

cymbopogon flexuosus
11 Recensioni
Lemongrass Bio - Olio Essenziale Puro - 10 ml
7 disponibili
Lemongrass - cymbopogon flexuosus Ottenuto per: distillazione dell'erba. Nota: testa. Chemotipo caratterizzante: geraniale (45%), nerale (30%). Proprietà: antinfiammatorio, antisettico, antibatterico, tonico, febbrifugo, deodorante, insetticida, eccitante gastrico, galattogeno. Indicazioni generali 1) atonia gastrica, lentezza nella digestione. Per via interne cura l' atonia digestiva e ...

5. Olio di franchincenso

Olio di franchincenso

L'olio di franchincenso è meno efficace rispetto ad altri oli essenziali ed è considerato in genere un eccellente olio a tutto tondo. Può aiutare il vostro cane a rilassarsi e ad alleviare l'ansia, è inoltre usato anche nei pazienti oncologici in alcuni casi in quanto riduce la massa tumorale, le ulcere esterne e rafforza il sistema immunitario. Dato che sono stati condotti veramente pochi studi sull'utilizzo del franchincenso sugli animali, se il vostro cane ha il cancro, accertatevi prima di tutto di parlare con il vostro veterinario di questo particolare tipo di olio.

È molto importante evitare di fare affermazioni in campo medico che potrebbero risultare fuorvianti o poco veritiere, per questo è opportuno citare alcuni studi specifici che sono stati effettuati in merito al cancro nell'uomo dato che gli studi fatti su pazienti oncologici a quattro zampe e che coinvolgono gli oli essenziali sono veramente limitati. In uno studio (in inglese) dove il franchincenso estratto da Boswelia carteri è stato usato per trattare il cancro alla vescica nell'uomo, si è cercato di verificare se effettivamente questo tipo di olio poteva essere considerato un efficace agente antitumorale, i risultati hanno effettivamente confermato questa ipotesi. Una ricerca condotta dall’Università di Leicester ha dimostrato che il franchincenso può essere molto efficace nel trattare il cancro al seno, al cervello, al colon, allo stomaco ed al pancreas.

6. Olio di menta

Olio di menta

L'olio di menta, se usato seguendo accuratamente le indicazioni del veterinario, può aiutare il cane a perdere peso e ad affrontare problemi quali diarrea e coliche renali. È noto per aiutare a bilanciare il metabolismo ed a stimolare la vescica. Se usato per un periodo di tempo limitato ed in piccole dosi, può aiutare il cane a contrastare una vasta gamma di problemi gastrointestinali.

Menta Piperita - Olio Essenziale
37 Recensioni
Menta Piperita - Olio Essenziale
Alta disponibilità
Un olio essenziale fresco e rivitalizzante Olio essenziale estratto dalle sommità fiorite della pianta, con aroma forte, fresco e penetrante. Antistress: se inalato, ha un effetto rinfrescante e rigenerante sulla psiche. Viene efficacemente impiegato per favorire la concentrazione durante lo studio per esami, o per migliorare il rendimento in ufficio. L'olio essenziale di menta svolge inoltre ...

7. Olio di cardamomo

Olio di cardamomo

Il cardamomo è noto per favorire l'apparato digerente e respiratorio. In genere è un olio molto delicato e sicuro che può essere usato anche sui bambini, la maggior parte degli esperi inoltre lo considera sicuro anche per i cani. Favorisce l'equilibrio della flora intestinale, allevia l'indigestione ed attenua i disturbi di stomaco, oltre a supportare l’apparato respiratorio e favorire una migliore respirazione. Può migliorare l'umore di un cane ed alleviare la sensazione di ansia ed irrequietezza.

È eccellente sia per gli esseri umani che per i cani soprattutto per riprendere il controllo in situazioni in cui ci si sente sopraffatti dagli avvenimenti o dalla situazione, è inoltre ottimo per i cani che hanno una storia caratterizzata da diversi problemi attribuibili ad un’indole aggressiva. Se diffuso nell’ambiente l'olio di cardamomo può avere un effetto calmante ed aiutare il vostro amico a quattro zampe a rilassarsi.

elettaria cardamomum
5 Recensioni
Cardamomo - Olio Essenziale Puro - 5 ml
7 disponibili
Cardamomo - elettaria cardamomum Ottenuto per: distillazione del frutti. Nota: testa\cuore. Chemotipo caratterizzante: acetato di terpenyle (40%), 1,8-cineolo (30%). Proprietà: antinfiammatorio, antispasmodico, carminativo. Indicazioni generali Un ottimo digestivo e si rivela efficace per combattere il mal di stomaco, la cefalea da cattiva digestione, meteorismo, aerofagia, spasmi intestinali, ...

Dove si possono acquistare gli oli essenziali?

Come menzionato poco sopra, è importante scegliere oli essenziali puri al 100%, privi di adulteranti ed additivi. È preferibile inoltre optare sempre per oli essenziali biologicamente certificati.

Nella precedente lista, sotto ogni olio vi abbiamo consigliato un prodotto che secondo noi è molto valido!

Gli oli essenziali e la sicurezza dei nostri amici animali

Prima di iniziare ad utilizzare oli essenziali nell'ambiente in cui vivono i vostri animali domestici, consultate il vostro veterinario. È molto importante diluire sempre gli oli essenziali in un olio vettore prima di utilizzarli. La proporzione giusta in genere è 1 goccia di olio essenziale a fronte di 50 gocce di olio vettore. I gatti presentano una sensibilità maggiore nei confronti degli oli essenziali pertanto è sempre meglio non utilizzarli quando si ha un gatto in casa o comunque in loro presenza.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty