Le cinque più grandi somiglianze tra Cani e Gatti

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Le cinque più grandi somiglianze tra Cani e Gatti

Quando guardate una grande razza di cane attiva come il giapponese Akita accanto a un piccolo, simpatico gattino come il Munchkin, potreste anche pensare che i gatti e i cani hanno molto poco in comune! Mentre cani e gatti si differenziano per una grande varietà di cose, ad esempio le loro esigenze nutrizionali, nei comportamenti di caccia e nei rapporti con le persone, cani e gatti come animali domestici hanno una ragionevole quantità di cose in comune, che può rendere piuttosto difficile la scelta di quale specie sia il giusto animale domestico per voi se amate cani e gatti!

In questo articolo, vedremo cinque delle più grandi analogie e parallelismi tra il comportamento e le principali caratteristiche di cani e gatti, a dimostrazione che le nostre due specie preferite di animali domestici sono forse più simili di quanto si possa pensare! Continuate a leggere per saperne di più.

Cacciare e rovistare

In natura entrambi i cani e gatti si basano su una combinazione del cacciare e rovistare per trovare cibo, con entrambe le specie che sanno essere cacciatori efficaci delle rispettive forme di preda.

Mentre i cani tendono ad essere più opportunisti dei gatti riguardo al dove ottengono il loro cibo, mostrando poca voglia di lavorare per avere cibo se c’è qualcosa di prontamente disponibile per loro, entrambe le specie hanno un forte innato istinto da predatori, che spesso diventa evidente anche negli animali domestici.

Anche se il vostro gatto o cane non sia mai rimasto senza un pasto o non si sia mai dovuto preoccupare di nutrire se stesso, entrambe le specie mostrano un istinto di caccia, senza aver bisogno di alcun insegnamento, e praticamente qualsiasi razza di gatto sarà in grado di catturare per sé un topo se si mette in testa di farlo, mentre i cani spesso mettono gli occhi sulla preda più grande e più ambiziosa, specialmente quando agiscono in branco.

Affinità con le persone

Mentre noi spesso pensiamo che gli esseri umani abbiano addomesticato gatti e cani e li hanno trasformati negli animali domestici che possediamo oggi, in realtà, sono stati i gatti ed i cani stessi ad avviare le prime interazioni con gli esseri umani, muovendosi sempre più vicino agli insediamenti umani diversi millenni fa.

Ciò ha significato l’inizio di rapporto simbiotico dell’umanità con gli animali che noi oggi chiamiamo animali da compagnia; cani e gatti hanno tratto vantaggio dalla prossimità degli insediamenti umani, al fine di cercare e trovare cibo e stare al caldo, mentre gli esseri umani hanno ottenuto il vantaggio di avere i cani per spaventare le potenziali minacce e aiutarli nella caccia, e i gatti hanno contribuito a mantenere il numero di roditori e altri parassiti sotto controllo intorno alle abitazioni umane.

Territorialismo

Entrambi i cani e gatti mostrano istinti territoriali naturali, anche se il come questo si manifesta varia notevolmente tra le specie.

Mentre i cani sono animali naturalmente socievoli che costituiscono branchi in natura sia per la compagnia e che per aumentare le loro possibilità di successo nella caccia e di sopravvivenza generale, i gatti tendono ad essere dei solitari che non cercano la compagnia di altri a parte durante l’accoppiamento, e quando si prendono cura dei loro piccoli.

I gatti segnano e difendono quello che percepiscono come il proprio territorio, e nel frattempo evitano anche attivamente di attraversare i confini nella zona di un altro gatto se non assolutamente necessario, e anche i cani mostreranno tratti distintivi territoriali, inseguendo i cani sconosciuti che invadono il loro spazio.

Capacità di sopravvivere in natura

Se l’umanità venisse spazzata via domani, è sicuramente vero che un numero ragionevole di nostri gatti e cani domestici morirebbero per la mancanza di qualcuno che si prenda cura di loro e fornisca loro del cibo.

Ma se il vostro gatto o cane venisse lasciato libero nella natura, quando avrebbe abbastanza fame, la maggior parte degli animali di entrambe le specie sarebbe in definitiva in grado di cacciare in modo efficace e trovare cibo e prendersi cura di se stessi, senza bisogno del sostegno umano! Entrambi i cani e i gatti quando rimessi in libertà o lasciati soli da persone torneranno ad uno stato selvaggio in tempi relativamente brevi, e mostreranno un comportamento totalmente selvaggio nel giro di un paio di generazioni.

Affetto e legame

Il modo in cui il vostro gatto e il vostro cane vi mostrano affetto varia considerevolmente tra le specie, ma i gatti e i cani domestici entrambi amano la compagnia umana, e formano forti legami con i loro gestori regolari o proprietari. Mentre la base degli inizi di questa relazione è il cibo, arriva anche molto più in profondità di questo, e i cani e gatti non restano nei paraggi solo al fine di garantirsi il prossimo pasto!

Entrambi i cani e gatti domestici hanno bisogno di affetto, attenzione e tanto amore, anche se i cani necessitano di una sorveglianza più costante e sono meno in grado di divertirsi rispetto ai gatti quando vengono lasciati da soli.

I cani gravitano naturalmente verso la compagnia di altri cani, e godono dell’amicizia, dell’affetto e dei benefici reciproci della compagnia sia con i canini che con gli esseri umani. Mentre i gatti in natura tendono ad evitare la presenza di gatti estranei, i fratelli di cucciolata adulti e i cuccioli adulti di una mamma gatta spesso condividono un territorio e potenzialmente, stanno vicini, proprio come i gatti adulti all’interno di uno stesso ambiente domestico legheranno spesso l’uno con l’altro e si accoccoleranno insieme felicemente.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty