Tipi di rogna nei cani: capirne le differenze (e relative cure)

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Tipi di rogna nei cani: capirne le differenze (e relative cure)

La rogna è un tipo di malattia della pelle causata dall'infestazione di acari sulla pelle di un cane. Esistono due tipi diversi di rogna nei cani: rogna demodettica e rogna sarcoptica. Per evitare che il vostro cane contragga la rogna, è cruciale capire cosa sia, quali siano le sue cause, i diversi tipi di rogna nei cani e come curarla.

Di seguito troverete una guida sui diversi tipi di rogna nei cani, come capirne le differenze e come evitare che il vostro cucciolo la contragga.

Cos'è la rogna?

Mentre alcuni conoscono la parola rogna e ne hanno avuto a che fare ad un certo punto della loro vita, altri non comprendono i particolari processi in azione quando la rogna colpisce. La rogna rappresenta nei cani un tipo di patologia parassitaria della pelle che si manifesta quando c'è un alto numero di acari parassiti che si insinuano nei follicoli della pelle o del pelo di un cane.

Microscopici parassiti si trovano comunemente in piccola misura nel corpo di un cane, ma in quantità molto minore rispetto a quando si parla di rogna. Gli acari si trasmettono solitamente tra i cuccioli e le loro madri, così come da cane a cane in quartieri adiacenti. La presenza di un basso numero di acari può risultare normale, ma quando questi iniziano a diffondersi rapidamente ecco che entrerà in gioco la rogna. La rogna colpirà anche quando una nuova specie di acari infestanti si addentra nella pelle di un cane.

Tipi e cause di rogna nei cani

Esistono due tipi di rogna nei cani: la rogna demodettica e quella sarcoptica.

Rogna Demodettica

La rogna demodettica è un tipo di rogna che si verifica quando il sistema immunitario di un cane viene in qualche modo compromesso e risulta incapace di regolare gli acari. Come capita con noi, più suscettibili a contrarre malattie in presenza di un sistema immunitario compromesso, i cani affetti da rogna non riescono a rispondere ad un attacco potente da parte degli acari.

A causa del funzionamento inadeguato del sistema immunitario del cane, gli acari inizieranno a sovrappopolare la superficie della pelle, il che porta allo sviluppo di problemi cutanei nei cani. la maggior parte dei cani riesce a diventare immuni agli acari normali col passare del tempo, ma la rogna colpisce quando un cane non è in grado di contrattaccare acari che infestano la loro pelle e pelliccia.

Esistono due tipiche situazioni che portano alla rogna demodettica. La prima riguarda i cani più anziani che presentano un sistema immunitario debole a causa di un altro problema, quale squilibrio ormonale, cancro o cambiamento della resilienza a causa dell'invecchiamento.

La seconda coinvolge solitamente cuccioli che hanno meno di due anni, in quanto questi vengono al mondo con un sistema immunitario debole, che si rafforza e acquista immunità solo col tempo. La rogna demodettica non contagia né altri animali né persone.

Rogna Sarcoptica

La rogna sarcoptica è la seconda forma principale di tale malattia nei cani e un tipo di patologia che nasce dalla scabbia canina, che spesso di riferisce ad acari escavatori. La rogna sarcoptica deve il suo nome al Sarcoptes scabiei, altra denominazione della scabbia canina.

Molti cani contraggono la scabbia sarcoptica a causa di contatti con altri cani che ne sono già affetti, o perché si trovano in un'area infettata da un cane che ce l'ha. Gli acari escavatori si accoppieranno e, una volta fatto, gli acari femmina si addentreranno nella pelle del cane e deporranno le loro uova. Tipicamente, queste si schiudono dai due ai tre giorni dopo.

Ciò può risultare estremamente disagevole per il cane e quindi è essenziale identificarla in tempo. La rogna sarcoptica è altamente contagiosa sia per animali sia per noi, quindi è importante curarla il prima possibile, una volta diagnosticata. La causa più comune che provoca la rogna sarcoptica nei cani è l'esposizione ad animali infetti.

Gli acari escavatori si spostano rapidamente da animale ad animale, il che rende cruciale minimizzare l'esposizione dei cani. Parchi e tosatori per cani, cliniche veterinarie, cucce e rifugi per animali presentano tutti un alto tasso di esposizione alla rogna, a causa dello stretto contatto in cui sono i cani che li frequentano.

Sintomi di rogna nei cani

La rogna si manifesta in modi differenti in base al tipo contatto. Di seguito troverete una panoramica dei sintomi associati alla rogna demodettica e sarcoptica.

Sintomi della Rogna Demodettica:

  • Perdita di pelo
  • Zone prive di pelo
  • Alopecia
  • Placche
  • Rossore
  • Piaghe
  • Lesioni
  • Incrostazioni
  • Prurito

La rogna demodettica si presenta in due modalità: localizzata e generalizzata. La rogna demodettica localizzata colpisce una zona soltanto, mentre la rogna demodettica generalizzata si diffonde in tutto il corpo.

La rogna demodettica localizzata provocherà sintomi in una sola area, come un insieme di punti privi di pelo o rossore. La rogna demodettica localizzata appare spesso sotto forma di chiazza rossa priva di pelo. Questa chiazza potrebbe causare al cane prurito o disagio, ma non in alcuni casi. La chiazza potrebbe inoltre causare l'insorgenza di punti in rilievo, simili a brufoli.

La rogna demodettica generalizzata presenta sintomi e affligge tutto il corpo. La rogna demodettica generalizzata nei cani è sovente caratterizzata da un ammontare di pelo perso molto più alto e la pelle risulta molto irritata. La rogna demodettica generalizzata può inoltre provocare gonfiore dei cuscinetti delle zampe, febbre e infezioni batteriche.

Sintomi della Rogna Sarcoptica:

  • Piaghe
  • Incrostazioni
  • Rossore
  • Prurito
  • Perdita di pelo
  • Alopecia
  • Sfoghi cutanei
  • Insorgenza di croste nell'area infettata

I sintomi della rogna sarcoptica appaiono tipicamente una settimana dopo il contagio. Si formeranno piaghe dove gli acari hanno scavato la pelle del cane e in più il loro movimento dentro e fuori la stessa gli risulterà molto disagevole e irritante.

Per provare a combattere gli acari, i cani si gratteranno spesso le piaghe che si formano, il che le può aprire in due ed esporre a batteri e infezioni. Può inizialmente sembrare che la rogna sarcoptica sia localizzata in una sola aerea, come zampe, muso o orecchie, ma successivamente si diffonde velocemente in tutto il corpo del cane se non viene curata nell'immediato.

La rogna sarcoptica si identifica spesso notando un prurito eccessivo nel cane. Dopo che il cane inizia a grattarsi, sulla superficie cutanea si creano protuberanze piccole e rigide, e ciò indica la presenza di acari escavatori.

Quando il cane si gratta in corrispondenza delle protuberanze spuntate, queste inizieranno a incrostarsi. Tali piaghe possono diffondersi su tutta la superficie del corpo e portare a infezioni secondarie se non vengono curate prontamente.

Come viene diagnosticata la rogna?

La diagnosi della rogna si fa sempre allo stesso modo: con un completo esame fisico da parte del veterinario. Se il vostro veterinario sospetta che il vostro cane sia affetto da rogna, spesse volte richiede di prelevare dei residui di pelle. Una volta fatto, questi vengono esaminati al microscopio.

Per ottenere i residui cutanei, il vostro veterinario usa uno scalpello per spellare la superficie della pelle. Tale processo permette al veterinario di controllare se i follicoli siano abitati da acari. È comune che i cani presentino una chiazza di pelle un po' irritata a seguito della raschiatura. Malgrado ciò, spesse volte l'irritazione scompare pochi giorni dopo.

Quando il veterinario sospetta la presenza di rogna, spesso preleva residui di pelle da diverse parti del corpo per comprendere meglio la gravità e il tipo di rogna di cui il cane è affetto. Quando il veterinario esamina i residui cutanei al microscopio, sarà in grado di identificare se vi sono acari vivi. In seconda del veterinario, potrebbero inoltre essere richiesti campioni di sangue e feci.

Opzioni di cura della rogna

Come per i sintomi, le opzioni di cura variano in base alla gravità e al tipo di rogna. Di seguito troverete le opzioni di cura più spesso raccomandate per la rogna demodettica e sarcoptica.

Opzioni di cura per la rogna demodettica

La rogna demodettica si cura spesse volte con trattamenti topici dell'area infettata. Il perossido di benzoile e il rotenone sono due dei trattamenti più comuni per curare la rogna demodettica. Nonostante ciò, questi non sono abbastanza completi per curare quella generalizzata.

In presenza di rogna demodettica, un'altra opzione è rappresentata dall'Amitraz. La sicurezza dell'Amitraz ha provocato controversie tra gli amanti dei cani, quindi assicuratevi di parlare col vostro veterinario per avere la conferma sia la cura giusta per il vostro cane. Se il vostro cane sviluppa un'infezione secondaria a causa della rogna demodettica, vengono solitamente prescritti degli antibiotici in aggiunta per curarla.

Potrebbero essere prescritti altri medicinali come l'ivermectina. Per alcuni casi di rogna demodettica localizzata con sintomi relativamente lievi, il vostro veterinario potrebbe consigliarvi di lasciarla guarire da sola. È importante consultare un veterinario per determinare il migliore percorso di cura per il vostro cane.

Opzioni di cura per la rogna sarcoptica

La rogna sarcoptica richiede una cura molto diversa da quella per la rogna demodettica, a causa della sua estrema contagiosità. Per curare la rogna sarcoptica, è essenziale identificare la fonte degli acari escavatori per assicurarsi che tutti gli animali entrati in contatto con l'animale infetto vengano curati il prima possibile.

Per la cura della rogna sarcoptica, si è soliti rasare la pelliccia in modo che le croste siano più vicine alla superficie e possano essere medicate lavandole con uno shampoo trattato. Tale shampoo è anti-seborroico e anti-parassitario.

Una volta fatto il bagno e scomparsi sia le croste sia l'irritazione, bisogna lavare il cane con polisolfuro di calcio. Questo processo dev'essere ripetuto tre/quattro volte, due volte a settimana per sbarazzarsi completamente degli acari escavatori e interromper il loro ciclo vitale.

Se il cane contrae una qualsiasi infezione secondaria, vengono prescritti degli antibiotici. Per impedire che il vostro cane contragga nuovamente gli acari tramite contatto, assicuratevi di disinfettare la sua cuccia. Gli acari escavatori non hanno una vita lunga se si separano dal loro portatore, quindi eliminare qualsiasi esposizione agli acari dagli ambienti frequentati dal vostro cane è cruciale per curare efficacemente la rogna sarcoptica.

Gli acari escavatori possono infettare la pelle umana ma non possono riprodursi su di essa, il che rende persino più importante liberare il vostro cane e la vostra casa da tali parassiti nel modo più rapido ed efficiente.

I due tipi di rogna esterna

Sebbene la rogna demodettica e quella sarcoptica siano i tipi più comuni di rogna canina, ne esistono due altre forme, meno comuni: Cheyletiellosi e gli acari delle orecchie. La Cheyletiellosi viene inoltre chiamata "forfora che cammina", nomignolo affibbiato per l'aspetto dell'acaro Cheyletiella yasguri, che è visibile ad occhio nudo e si può osservare muoversi sulla superficie cutanea del cane.

Tali acari sono estremamente contagiosi, rendendoli facilmente trasmissibili sia tra persone sia tra cani. La Cheyletiellosi si cura solitamente con trattamenti topici, come bagni di polisolfuro di calcio e Amitraz. Questo processo si ripete dalle sei alle otto settimane. Un'altra cura che si è dimostrata efficace contro la Cheyletiellosi è l'ivermectina, che può essere assunta per via orale o tramite iniezione.

Così come per la rogna sarcoptica, a causa della natura altamente contagiosa della Cheyletiellosi, è importante disinfettare tutte le cucce e liberare velocemente la vostra casa da questi acari per evitare un'ulteriore esposizione.

L'altro tipo di rogna riguarda gli acari delle orecchie, che vengono classificati come rogna visto come riescono ad infettare la parte esterna dell'orecchio. Gli acari delle orecchie derivano da un'infestazione di otodectes cynotis. Gli acari otodectes cynotis sono molto contagiosi e possono essere trasmessi da un animale all'altro, anche se non alle persone.

La cura degli acari inizia con la rimozione dell'ammasso di secrezioni presente all'interno dell'orecchio. Le secrezioni creano una barriera che impediscono la completa efficacia di un medicinale, perciò è essenziale rimuoverle prima di iniziare il trattamento. Il veterinario spesso prescrivono medicinali per curare gli acari delle orecchie; uno dei più comuni risulta essere il Tresaderm, applicato all'interno delle orecchie del cane.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 4 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty