I gatti e i roditori possono vivere insieme tranquillamente?

Scritto da nella categoria Gatti
I gatti e i roditori possono vivere insieme tranquillamente?

Se sei un amante degli animali, probabilmente ti immagini di avere una casa piena di animali di ogni tipo, in armonia fra loro. Ma non è tutto rose e fiori...

Quando si ha un gatto in casa, si tende quasi subito ad escludere la possibilità di poter tenere anche dei piccoli roditori come i criceti, o i porcellini d'india per non mettere a rischio la loro sicurezza. Ma tanti possessori di gatti hanno trovato il modo di far convivere i due animali nella stessa casa, senza nessun problema.

In questo articolo, studieremo le varie difficoltà che si potrebbero incontrare tenendo un gatto e un roditore nella stressa casa, e come superarle. Continua a leggere per saperne di più.

Le difficoltà

Il problema più grande quando si tratta di tenere insieme in casa roditori e gatti, è che si sa che questi ultimi sono degli esperti cacciatori, che identificano immediatamente l'altro animale come preda. Il tuo gatto probabilmente neanche avrà bisogno di vederlo, gli basterà sentirne l'odore in casa, o anche addosso a te. Di conseguenza, il gatto si guarderà intorno continuamente e cercherà in ogni modo di arrivarci!

Che tipo di roditore?

La reazione del tuo gatto all'altro animale dipende da una serie di fattori, tra cui la sua personalità e i suoi impulsi da predatore. Ma dipende anche da che tipo di animale scegli di prendere.

I topi e i criceti, ad esempio, sono molto piccoli e quasi sempre riescono a scappare da un gatto, mentre i cosiddetti “ratti da compagnia” di solito sono più grandi e potrebbero avere più difficoltà.

Animali come i chinchilla, i degù e i furetti sono cacciatori carnivori, le quali personalità sono notevolmente diverse da quelle dei loro simili più piccoli.

Animali più grandi in gabbia

Di solito è più facile tenere in casa con i gatti degli animali più grandi in gabbia come ad esempio i furetti, i conigli domestici o i chinchilla, piuttosto che i loro simili più piccoli. Semplicemente perché la dimensione dell'altro animale potrebbe non farlo identificare al gatto come preda. Tuttavia, non bisogna dare mai nulla per scontato – tanti gatti riescono a cacciare con successo i conigli selvatici. Quindi dipende tutto dal tuo gatto!

Inoltre, mentre gli animali più piccoli possono spesso essere tenuti nella loro gabbia in una stanza nella quale il gatto non può entrare, gli animali più grandi hanno bisogno di spazi più grandi, quindi si potrebbero trovare a condividere una stanza o uno spazio con il gatto.

Animali più piccoli in gabbia

Come abbiamo già detto, gli animali piccoli in gabbia come ad esempio il gerbillo, i topi e i criceti sono prede naturali per i gatti, e a meno che il tuo gatto non abbia una personalità fuori dal normale, è praticamente impossibile tenere questi animaletti fuori dalla gabbia con un gatto in giro senza che rischino grosso.

Proprio per questo, tenere animaletti del genere in una stanza dove i gatti non possono entrare e assicurarsi che la stanza sia “a prova di gatto” così che il piccolo possa stare tranquillamente fuori dalla gabbia è la soluzione migliore.

I ratti sono a metà strada tra i roditori da gabbia piccoli e quelli grandi. Di solito, in ambienti selvatici, i gatti catturano molti ratti. Il ratto da compagnia, invece, è molto più grande e molto più sicuro di sé, quindi se non si comporta da preda, il tuo gatto non lo vedrà come tale.

Comunque sia, bisogna sempre pensarci bene e non lasciare nulla al caso!

Farli conoscere

Gli animali più piccoli, come abbiamo già detto, è meglio tenerli in gabbia e in stanze separate. Ma per quanto riguarda gli animali più grandi, sarebbe una buona idea provare a farli conoscere e vedere come va. Più giovane è il tuo gatto, meglio è, perché potrebbe imparare a non vedere l'altro animale come una preda. Ma non dimenticare che anche alcuni mustelide possono essere delle piccole pesti, come ad esempio i furetti. Quindi bisogna stare attenti ad eventuali scontri tra i due che potrebbero portare a incidenti spiacevoli.

Prima di tutto, fai abituare il tuo gatto all'odore, alla vista e alla presenza di altri animali facendoli stare nella stessa stanza – ma attento a non far entrare il gatto nella gabbia! Osserva le interazioni tra i due nel corso delle settimane, poi potrai decidere se provare a farli convivere o no.

La sicurezza prima di tutto

Anche se sei sicuro al 100% che il gatto non può entrare nella gabbia dell'altro animale o attaccarlo, anche semplicemente sentirsi minacciato non fa bene al piccolo roditore. Cerca di evitare che questo accada così che l'animale possa vivere una vita tranquilla e felice.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty