Cereali e carboidrati per i gatti: tutto quello che devi sapere

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Gatti
Cereali e carboidrati per i gatti: tutto quello che devi sapere

Esistono moltissime diete ad uso umano che vengono adattate e ritenute utili per i nostri gatti, soprattutto quelle che contengono un basso livello di carboidrati, che non prevedono l'assunzione di cereali, cibi crudi, ricchi di antiossidanti.

Le diete umane possono apportare dei benefici ma non necessariamente, poiché i nostri gatti hanno esigenze dietetiche molto diverse rispetto a noi umani. Il loro organismo tratta in modo differente gli alimenti e i nutrienti, per questo motivo non possiamo quindi applicare le stesse regole che sono valide per noi con i nostri gatti e non possiamo aspettarci buoni risultati per la loro salute. Con la recente diffusione e l'aumento della popolarità degli alimenti per gatti senza cereali, è importante capire cosa differenzia i cereali dai carboidrati e il ruolo che svolgono nella dieta felina.

Onnivori, carnivori e biologia

Sia i canini che i felini sono membri dell'ordine dei carnivori, sono animali che hanno denti e artigli adatti più comunemente per la caccia e il consumo di altri animali. Come carnivori, i gatti fanno affidamento sulle proteine​​animali per soddisfare determinate esigenze nutrizionali. Infatti in natura, i gatti fanno affidamento sulla carne come fonte primaria e talvolta unica, di energia e sostanze nutritive, anche i gatti domestici preferiscono seguire una dieta che include alti livelli di proteine ​​animali.

Nonostante il nome, non tutti gli animali classificati nei carnivori sono puri carnivori. Cani, orsi, puzzole, procioni e altri animali sono onnivori o carnivori facoltativi oppure se vogliamo "adattativi" a seconda dell'animale in questione. Nel tempo, sia i cani che i gatti si sono sviluppati per essere molto efficienti nel digerire oltre l'80% dei nutrienti dalla maggior parte delle fonti vegetali compresi cereali e altre verdure.

La differenza tra cereali e carboidrati

Tutti i cereali contengono carboidrati, ma in realtà i due termini non sono commutabili poiché ci sono alimenti per gatti a basso contenuto di carboidrati che contengono cereali e alcuni che non ne contengono affatto, mentre ci sono alimenti per gatti senza cereali a basso contenuto di carboidrati e alcuni che non sono affatto limitati.

Un recente studio sugli alimenti secchi per gatti ha analizzato i livelli di carboidrati presenti in 42 alimenti contenenti cereali e 35 alimenti senza cereali. Mentre il livello medio di carboidrati negli alimenti senza cereali risulta inferiore rispetto agli alimenti per gatti contenenti cereali, la tendenza non era universale poiché esistono alimenti privi di cereali con livelli simili o persino più alti di carboidrati rispetto ad alcuni alimenti per gatti contenenti cereali.

I gatti hanno bisogno dei cereali?

Mentre i gatti hanno assolutamente bisogno di proteine ​​animali per sopravvivere, lo stesso non possiamo dire per i cereali o i carboidrati in generale. I cereali non hanno dimostrato di essere un problema per i gatti, ma non abbiamo ancora prove effettive che i cereali siano una migliore fonte di energia o di nutrienti rispetto alle proteine ​​animali.

I gatti hanno bisogno di carboidrati?

La logica vorrebbe che un vero carnivoro come il gatto abbia un forte preferenza per una dieta prevalentemente carnivora, recenti studi non hanno saputo confermare questa tendenza.

Tramite uno studio (in inglese) alcuni scienziati hanno voluto dimostrare l'inclinazione alimentare dei gatti. I gatti oggetto dello studio in questione avevano a disposizione tre alimenti differenti tra cui scegliere tra cui alimenti ad alto contenuto di carboidrati, alimenti ad alto contenuto proteico e alimenti a contenuto proteico equilibrato. Nonostante ciò i gatti continuavano ad assumere il 43 percento delle loro calorie dai carboidrati rispetto al solo 30 percento dalle proteine.

In un altro studio, i ricercatori hanno stabilito che i gatti alimentati con una dieta ad alto contenuto di carboidrati tendevano a ridurne il consumo per limitare l'assunzione di carboidrati, che aveva anche l'effetto di limitare l'assunzione di proteine ​​e grassi.

Un potenziale fattore che potrebbe influenzare i risultati di questi studi è l'appetibilità, che è praticamente impossibile da controllare. I gatti possono trovare un particolare gusto per un determinato cibo per gatti che influenza il loro appetito e tale appetibilità potrebbe non avere alcuna correlazione con la presenza o l'assenza di carboidrati.

Perché includere i carboidrati in una dieta felina?

La corretta alimentazione del gatto

La fisiologia dei gatti richiede proteine ​​animali per sopravvivere, ma i carboidrati sono spesso incorporati negli alimenti per due motivi: costo e appetibilità. Per molte aziende produttrici quasi tutti i cereali o i carboidrati risultano più economici da utilizzare rispetto alla carne, per noi che amiamo i nostri gatti il costo del loro cibo è un fattore importante da considerare. I carboidrati salutari come spinaci, carote, asparagi, yucca e altri possono essere un'ottima fonte di energia per i nostri felini, possono contenere sostanze nutritive che risultano essere anche molto appetibili. L'obiettivo è garantire che il tuo gatto assuma il giusto mix complessivo di nutrienti, proteine ​​e grassi e creare così un mix gustoso che mangerà con gusto.

Le diete prive di cereali riducono le reazioni allergiche?

Mentre le allergie possono causare significativi problemi di salute nei gatti, le allergie alimentari sono molto meno comuni di quanto credano molti proprietari di gatti. Quando esistono allergie alimentari, ingredienti animali come uova, pesce, latte e pollo hanno molte più probabilità di innescare reazioni rispetto ai cereali. Parlane con il tuo veterinario di fiducia, in questo modo potrai identificare eventuali alimenti che potrebbero scatenare una reazione allergica nel tuo gatto e in questo modo potrai selezionare gli alimenti privi di questi ingredienti.

Concentrati sui nutrienti, non sugli ingredienti

Sebbene non vi siano ricerche che indichino che i cereali siano dannosi per i gatti, sappiamo che i cereali non sono un componente richiesta all'interno di una dieta felina equilibrata. Come carnivori i gatti possono ottenere tutti i nutrienti di cui hanno bisogno da una dieta priva di cereali. Quando si considera qualsiasi alimento, bisogna osservare l'equilibrio complessivo di proteine ​​e sostanze nutritive piuttosto che preoccuparsi eccessivamente della presenza o della mancanza di qualsiasi ingrediente specifico. Finché ci saranno delle buone basi nutrizionali, il tuo gatto convertirà quel cibo nell'energia di cui ha bisogno per rimanere felice e in salute nel tempo.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 8 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty