Quali sono le migliori proteine digeribili per i gatti

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Gatti
Quali sono le migliori proteine digeribili per i gatti

I gatti hanno bisogno di una dieta ricca di proteine ​​per avere una vita sana, ma il consumo di grandi quantità ​​può essere difficile per i gatti con stomaci sensibili. Non aiuta che le proteine ​​presenti in molti alimenti commerciali per gatti siano di bassa qualità e difficili da digerire. Per prevenire questi problemi, ci viene spesso detto di dare loro da mangiare solo le proteine ​​"di alta qualità" o "digeribili".

Il cibo per gatti che contiene una singola proteina, come il pollo, è più digeribile dei pasti formati da prodotti a base di carne, come "farina di carne" o "sottoprodotti della carne". Questo perché vengono conservati più aminoacidi. Inoltre, le proteine ​​animali contengono più aminoacidi di cui i gatti hanno bisogno (arginina, taurina e lisina) rispetto alle proteine ​​di origine vegetale.

Se date da mangiare le proteine ​​digeribili al vostro gatto, questo porterà dei cambiamenti in positivo alle sue abitudini intestinali e alla sua salute generale. Molte malattie croniche sono causate o aggravate da una dieta povera di proteine ​​o povera di proteine ​​di alta qualità.

Migliore fonte di proteine ​​per gatti

I gatti sono carnivori, devono mangiare proteine ​​animali per sopravvivere. La maggior parte degli specialisti concorda sul fatto che una dieta a base di carne, combinata con piccole quantità di amido e proteine ​​a base vegetale, sia la dieta più sana per un gatto.

Le proteine ​​animali hanno una "disponibilità biologica" maggiore rispetto alle proteine ​​di origine vegetale. La carne animale può fornire più aminoacidi, vitamine e minerali di cui il gatto ha bisogno, quindi è considerata una fonte di cibo più "completa".

Gli aminoacidi (taurina, arginina e acido arachidonico) non si trovano nelle proteine ​​di origine vegetale. Inoltre, i gatti non sono in grado di convertire il beta-carotene che si trova nelle piante in vitamina A. Devono necessariamente assumere la vitamina A già presente nelle proteine ​​animali.

Questo non vuol dire che qualsiasi pezzo di carne andrà bene. La "digeribilità" è importante tanto quanto la "disponibilità biologica". Il vostro gatto deve essere in grado di digerire le proteine ​​o le vitamine e i sali minerali, altrimenti gli aminoacidi andranno sprecati.

Perché la digeribilità delle proteine ​​è importante?

Le proteine ​​alimentari possono essere utili ai gatti solo se assorbite e digerite in modo efficace. Ecco perché, in quanto proprietari di gatti, ci viene spesso consigliato di acquistare alimenti che contengano forme di proteine ​​"digeribili" o "di alta qualità".

Se il vostro gatto non è in grado di digerire le proteine ​​che assume, potrebbe avere una carenza di nutrienti essenziali. Come già accennato, la carenza di arginina può svilupparsi nel giro di poche ore se il gatto non ha assorbito abbastanza di questo amminoacido vitale. Per favorire un buono stato di salute, dovreste optare per alimenti per animali domestici con una digeribilità della sostanza secca di almeno l'80%.

Sfortunatamente, questo è più facile a dirsi che a farsi. Le aziende produttrici di alimenti per animali non sono obbligate a stampare le informazioni sulla digeribilità sull'etichetta, anche se avranno condotto dei test sulla digeribilità durante lo sviluppo del prodotto, quindi dovrebbero avere queste informazioni già disponibili. Se scavate a fondo, potreste trovare la percentuale di digeribilità sul sito web del produttore.

Inoltre, potete dare un'occhiata all'elenco degli ingredienti per avere un'idea di quanto digeribile sarà il cibo. Ecco i punteggi di digeribilità per i seguenti ingredienti per alimenti per gatti:

  • Albume d'uovo cotto - 98% (quasi perfetto in termini di digeribilità)
  • Muscolo (pollo, coniglio, tacchino) - 92%
  • Organi (rene, fegato, cuore) - 90%
  • Pesce - 75%
  • Soia - 75% (anche se alcuni studi recenti suggeriscono che la lavorazione della soia in un modo diverso potrebbe renderla più digeribile per i gatti)
  • Mais - 54%

Le proteine ​​di origine animale sono più digeribili delle proteine ​​di origine vegetale. Tuttavia, non è sufficiente dare da mangiare al vostro gatto un uovo cotto o un pezzo di muscolo.

Bilanciate i macronutrienti (grassi, carboidrati, proteine) nella dieta per garantirgli una buona salute dell'apparato digerente. È difficile per i gatti digerire i carboidrati.

Cosa influenza la digestione delle proteine nei gatti?

Se volete che il vostro gatto digerisca le proteine ​​in modo efficace, dovreste considerare i seguenti fattori:

  • La "qualità" della carne nel cibo per gatti che avete scelto, in particolare il modo in cui la carne è stata lavorata.

  • Il numero di carni utilizzate in una sola confezione di cibo per gatti. Troppa varietà può essere negativa per lo stomaco sensibile di un gatto.

  • Il contenuto proteico del pasto, insieme all'equilibrio di altri macronutrienti. Se la carne nel cibo del vostro gatto imita quella che sarebbe la sua preda naturale. Potrebbe catturare questo tipo di preda nella vita reale?

  • La salute generale dell'intestino del vostro gatto. Questa può essere influenzato da altri ingredienti dietetici, come fibre e pre / probiotici.

  • L'età e lo stato di salute del vostro gatto. I felini hanno esigenze proteiche diverse nel corso della loro vita.

Quali sono i segni di cattiva digestione nei gatti?

Se il vostro gatto usa la sua lettiera una volta ogni due giorni e la sua cacca è ragionevolmente solida, questo indica un buono stato di salute dell'apparato digerente.

D'altra parte, se il vostro gatto sta faticando a digerire i pasti, noterete probabilmente alcuni dei seguenti sintomi:

  • Feci più grandi del normale
  • La cacca fa più cattivo odore del solito
  • Feci morbide
  • Fa la cacca più di una volta al giorno
  • Flatulenza e gonfiore
  • Pelo opaco
  • Letargia
  • Riluttanza a mangiare
  • Perdita di peso
  • Diarrea

Se questi sintomi persistono per più di un giorno o due, sarà necessario introdurre un cibo per gatti più digeribile. Se i sintomi come la diarrea e il vomito persistono per oltre 24 ore, dovreste contattare il veterinario.

Quali tipi di alimenti per gatti contengono proteine ​​di alta qualità?

miglior cibo per gatti

La maggior parte dei siti web su animali domestici vi consiglierà di nutrire il vostro gatto con proteine ​​di alta qualità perché più facili da digerire. Ma cosa si intende per proteine ​​di alta qualità?

Parti di carne proveniente da muscoli o organi sono considerate proteine ​​di alta qualità. Questi dovrebbero essere elencati per primi nell'elenco degli ingredienti.

Cercate le etichette che contengono "pollo", "agnello", "coniglio", "cuore di maiale", "fegato di maiale" e così via, in cima all'elenco degli ingredienti, al contrario di "farina di carne" o "sottoprodotti". Gli studi hanno dimostrato che i muscoli e gli organi sono forme altamente digeribili di proteine ​​per i gatti.

Il consumo di una singola proteina non lavorata, a differenza della "farina di carne" o "farina di sottoprodotti di carne", aiuta i gatti ad assorbire più amminoacidi come la lisina e forse anche più vitamina A, D ed E.

Quindi, cercate sempre cibo per gatti che contenga carne o organi da un'unica fonte identificabile nella parte superiore dell'elenco degli ingredienti.

Il "pasto di carne" è digeribile per il mio gatto?

Se leggete "farina di carne" scritto sull'etichetta degli ingredienti, significa che la proteina è stata lavorata. Questo implica il riscaldamento della carne animale ad una temperatura molto elevata per rimuovere l'umidità in eccesso e il grasso, creando così una forma concentrata di proteine.

In un certo senso, ciò è positivo, perché rende il prodotto più economico e facile da trasportare. Tuttavia si ritiene che il "pasto" non sia digeribile come la carne non trattata.

Secondo l'OUP, il processo di rendering può danneggiare l'integrità della lisina.

Le prove sono scarse, quindi non siamo sicuri che il processo di lavorazione abbia un impatto negativo su altri aminoacidi, ma alcuni scienziati ritengono che molti altri aminoacidi ne risentiranno ugualmente.

Inoltre, la "farina di carne e ossa" dovrebbe essere evitata perché alti livelli di ossa possono impedire l'assorbimento degli aminoacidi.

L'altro problema con il "pasto a base di carne" è che non specifica da quale animale provenga la carne. "Farina di carne" potrebbe contenere la carne di molti mammiferi diversi (non solo polli, bovini, ovini, suini e capre).

Sebbene la varietà possa sembrare una cosa positiva dal punto di vista nutrizionale, la ricerca indica che nutrire il vostro gatto con troppe proteine ​​diverse può causare problemi digestivi.

Se volete essere sicuri della provenienza delle proteine ​​animali, cercate sempre le etichette in cui è specificata la carne, ad esempio "farina di pollo" o "farina di agnello".

I "prodotti derivati ​​dalla carne" sono sicuri per il mio gatto?

Non sapete quale animale sta mangiando il vostro gatto. Se ha uno stomaco sensibile e quindi ha una reazione a un determinato cibo, sarà impossibile sapere cosa ha causato la reazione.

Secondo la FEDIAF, i "sottoprodotti" comprendono, a titolo esemplificativo, polmoni, milza, reni, cervello, fegati, sangue, ossa, tessuto adiposo a bassa temperatura parzialmente sgrassato e stomaco e intestino liberati dal loro contenuto. Nel caso del pollame, include anche teste, zampe e viscere.

Alcuni sostengono che in "sottoprodotti della carne" siano presenti pellicce/peli di animali, materia fecale, materie plastiche e altri ingredienti sgradevoli, perché sarebbe troppo costoso o dispendioso in termini di tempo per i produttori rimuovere queste parti.

Al momento, ci sono poche prove che suggeriscono che i sottoprodotti non siano realmente sicuri per i gatti. Se i "sottoprodotti della carne" non sono digeribili come le proteine ​​di qualità superiore, probabilmente è in parte perché devono essere resi sicuri per essere consumati dai gatti. È meglio, in ogni caso, evitare questi ingredienti.

Quale tipo di carne è meglio per i gatti?

La carne intera, non processata, è più digeribile della "farina di carne" o dei "sottoprodotti", ma quale carne animale offre la migliore fonte di proteine ​​per i gatti?

Alcuni specialisti affermano che nutrire un gatto con un animale che potrebbe ragionevolmente catturare in natura è l'approccio più utile e sensato. Questi includerebbero:

  • Pollo
  • Tacchino
  • Coniglio
  • Pesce (con moderazione)

Secondo diversi studi, i pesci possono contenere alti livelli di arsenico, quindi dovrebbero essere consumati solo una o due volte a settimana.

L'agnello è comunemente usato nel cibo per gatti. Diversi studi, tra cui questo dell'NCBI, hanno dimostrato che l'agnello non viene digerito bene tanto quanto altre carni.

Gli aminoacidi cisteina, lisina e treonina vengono assorbiti in modo meno efficiente dal "pasto di agnello", forse perché la lana non è adeguatamente separata dalle proteine.

Il manzo è comunemente usato nel cibo per gatti perché è una forma economica di proteine. Quando un gatto ha un'intolleranza alimentare o un'allergia alimentare, i veterinari spesso suggeriscono di eliminare per prima la carne bovina. Molti alimenti per gatti ipoallergenici non contengono, infatti, proprio la carne bovina.

Cibo umido o secco?

La digeribilità è spesso maggiore nei cibi umidi rispetto a quelli secchi. Questo perché il cibo umido attraversa meno fasi di lavorazione, quindi gli aminoacidi dovrebbero essere più intatti.

Il cibo secco (contenente un "pasto a base di carne") ha subito una "doppia lavorazione", una prima volta mentre la carne veniva lavorata e una seconda quando la miscela è stata trasformata in crocchette. Come già accennato, le alte temperature di lavorazione possono degradare la lisina e forse anche altri aminoacidi.

Se volete aumentare l'apporto proteico del vostro gatto, potreste chiedervi se è meglio nutrire il vostro gatto con cibo umido o cibo secco (come le crocchette). Se si confrontano due pacchetti, probabilmente sembrerà che il cibo secco abbia più proteine ​​di quelle umide. Tuttavia, questo è abbastanza fuorviante perché non è possibile confrontare direttamente le due etichette senza fare alcuni calcoli extra.

La FEDIAF ha dimostrato come confrontare il contenuto proteico di cibi umidi e secchi su una base di "alimentazione secca". Gli alimenti umidi contengono più proteine ​​degli alimenti secchi.

Questo non vuol dire che il cibo secco vada del tutto scartato. Le crocchette possono aiutare a mantenere sani i denti del gatto e aggiungono varietà alla sua dieta. La maggior parte dei veterinari consiglierebbe di dargli una combinazione di cibo umido e secco per far sì che resti in salute.

Il cibo per gatti crudo (BARF) è più digeribile?

Alimentazione BARF per gatti

Se la carne non lavorata è migliore per i gatti rispetto al "pasto a base di carne", ciò significa che una dieta cruda sarebbe ottimale? I gatti selvatici seguono questo tipo di dieta, quindi sembrerebbe l'opzione più naturale per sfamare il vostro animale domestico.

Secondo Sage, una dieta a base di carne cruda è altamente digeribile per i gatti. Molti proprietari affermano anche che la cacca del loro gatto è meno maleodorante seguendo una dieta del genere. Sebbene il cibo crudo sia digeribile per i gatti, ci sono alcuni pericoli da tenere presente:

Le diete a base di carne cruda sono state collegate a carenze di grassi (grassi totali e acidi grassi essenziali)

Il rischio di infezioni batteriche aumenta.

Se avete intenzione di nutrire il vostro gatto con una dieta di questo tipo, scegliete un produttore conosciuto di alimenti per animali domestici. I pasti con carne cruda devono essere bilanciati dal punto di vista nutrizionale e preparati in modo sicuro, quindi selezionate un venditore di cui vi fidate ciecamente.

Non dovreste preparare una dieta a base di carne cruda da soli in quanto potrebbe essere carente di nutrienti essenziali.

Di quante proteine ​​hanno bisogno i gatti?

Il fabbisogno proteico cambia nel corso della loro vita. Ecco le quantità raccomandate di proteine ​​grezze:

  • Cucciolo: 10 g
  • Gatto adulto: 12,5 g
  • Gatto che allatta: 41 g

La FEDIAF ha fissato il livello minimo di proteine ​​grezze al 26% per qualsiasi alimento per gatti etichettato come "completo".

La maggior parte dei veterinari considera un alimento per gatti "di alta qualità" se presenta il 40-50% di proteine: è più simile alla quantità di proteine ​​che un gatto selvatico consumerebbe.

In precedenza si credeva che i gatti più anziani (di oltre 10 anni) non dovessero assumere proteine ​​perché i loro corpi hanno difficoltà a digerirle.

È ormai noto che i gatti più anziani ne hanno invece bisogno, ma devono assumerle in una forma molto digeribile in modo che i loro corpi possano tollerarle.

Approfondimento: Come stabilire di quanto cibo ha bisogno il vostro gatto

Proteine ​​di origine vegetale VS proteine ​​della carne

I gatti richiedono 11 aminoacidi essenziali e diverse altre vitamine e sali minerali per sopravvivere. Le proteine ​​vegetali possono fornire alcuni, ma non tutti, di questi aminoacidi, vitamine e sali minerali.

Per essere precisi, i seguenti aminoacidi, vitamine e sali minerali possono essere ottenuti solo da carne animale o integratori sintetici:

  • Vitamina A. I gatti non possono convertire il beta-carotene in vitamine.
  • Acido arachidonico. I gatti non possono convertire l'acido linoleico in acido arachidonico
  • Taurina
  • Arginina

Molti alimenti per gatti contengono piccole quantità di proteine ​​e carboidrati di origine vegetale. Se cucinati correttamente, questi sono considerati sani, con moderazione.

I gatti possono seguire una dieta vegetariana o vegana?

La maggior parte degli specialisti direbbe che una dieta vegetariana o vegana è inaccettabile per i gatti.

Tuttavia, un piccolo numero di veterinari, scienziati e produttori di alimenti per animali domestici è a favore della dieta vegetariana per i gatti domestici.

Secondo MDPI, nutrire i nostri gatti con una dieta a base di frutta e verdura potrebbe avere senso per molte ragioni:

I gatti hanno bisogno di nutrienti e non di "proteine" in sé. Sono in grado di produrre sinteticamente gli aminoacidi, vitamine e sali minerali presenti solo nella carne e aggiungerli alle proteine ​​vegetali. La taurina sintetica viene aggiunta alla maggior parte degli alimenti per gatti a base di carne per garantire il rispetto dei requisiti FEDIAF.

La tecnologia alimentare sta avanzando rapidamente. Sebbene gli alimenti vegetariani per animali domestici siano costosi, si ritiene che diventeranno molto più convenienti rispetto ai tradizionali alimenti per animali a base di carne nel lungo termine.

Le diete vegetariane, quando non ben ideate, possano causare problemi di salute ai gatti, tra cui la cecità e l'insufficienza cardiaca, ma studi dimostrano che una dieta vegetariana gestita in modo responsabile (ovvero con alimenti per gatti appositamente formulati che si attengono alle linee guida nutrizionali della FEDIAF) non è meno salutare di una dieta convenzionale.

Le proteine ​​di origine vegetale possono essere digeribili se preparate correttamente.

Dovreste prendere in considerazione una dieta vegetariana per il vostro gatto se siete disposto ad acquistare alimenti per gatti vegetariani "completi, equilibrati dal punto di vista nutrizionale" e controllare il pH dell'urina del tuo gatto su base semi-regolare.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 4 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty