Il Gatto e il suo istinto da predatore

Scritto da nella categoria Gatti
Il Gatto e il suo istinto da predatore

L’istinto da caccia è insito nei gatti e nei cani, ma mentre i cani possono essere addestrati a tenerlo a freno (così da poter vivere tranquillamente insieme a un gatto, o da poter seguire gli ordini del padrone), lo stesso non vale per i gatti.

Anche per quei gatti che non vanno a caccia o che non mostrano un particolare interesse quando si tratta di acchiappare i giocattoli quando si gioca, se la razza umana dovesse scomparire domani lasciando i gatti a nutrirsi da soli, anche il gatto più pigro e sedentario ricorderà in fretta i suoi istinti e sarà in grado di andare a caccia con successo.

Imparare a capire l’istinto da cacciatore che caratterizza il gatto è utile per chiunque ne abbia uno in casa. In questo articolo esamineremo la storia dell’evoluzione dell’istinto da cacciatore che caratterizza i felini di tutto il mondo. Continua a leggere per saperne di più.

L’Istinto da caccia è un tratto evolutivo

Gatto predatore con la preda (coniglio)

La natura innata di un gatto è caratterizzata dal suo essere predatore, è proprio per questo che persino i gatti più pigri e più anziani saranno convinti a rincorrere un giocattolino o saranno in grado di prendersi cura di loro stessi se dovessero trovarsi in un ambiente selvatico.

Le mamme insegnano ai loro cuccioli ad andare a caccia sin da piccoli, anche se la madre non è mai andata a caccia e non è particolarmente interessata a rincorrere ed acchiappare le cose – si impegnerà comunque affinché i cuccioli diventino dei predatori in grado di cacciare.

Vedrai il loro istinto al lavoro quando il gatto è intento a osservare qualcosa; fermo immobile, in attesa o quando scuote il sederino per prepararsi al salto e all’attacco!

I Gatti domestici hanno un istinto da predatore

Istinto predatore del gatto domestico

Anche se i nostri gatti domestici vengono nutriti e non sanno neanche cosa vuol dire saltare un pasto, alcuni di loro vanno comunque a caccia anche se non ne hanno bisogno. Se questo è il caso del tuo gatto, noterai che si diverte a cacciare ma non sarà per niente interessato a mangiare ciò che ha catturato. Insomma, ha dato sfogo al suo istinto, e basta!

Approfondimento: Perché alcuni gatti cacciano ma non uccidono?

Il Gatto porta “Il Pane” a casa

Nelle famiglie di gatti selvatici, la mamma porta la preda ai suoi cuccioli per nutrirli e per insegnare loro come cacciare. Quando i cuccioli iniziano a crescere, la mamma inizia a portare la preda ancora viva per insegnare ai figli come ucciderla e per rinforzare il loro istinto innato da predatore.

Quando un gatto cattura qualcosa, ne è orgoglioso, e vuole che gli altri gatti (o le persone) di casa lo sappiano e lo apprezzino. Per il tuo gatto portarti la preda è un grande orgoglio, perché rappresenta quello che qualsiasi mamma-gatto farebbe.

Se il tuo gatto ti porta spesso dei “regalini”, è un modo per mostrarti riconoscenza e rispetto, e vuol dire anche che si preoccupano per te. Temono che tu non sappia cacciare e, di conseguenza, nutrirti. È, quindi, un modo per incoraggiarti ad andare a caccia e per farti sapere che nel caso tu non ci riesca, loro sono lì per te, pronti ad aiutarti!

Proprio per questo è controproducente e sbagliato rimproverare il tuo gattino se ti porta le sue prede – loro penseranno che non hanno fatto abbastanza e che la prossima volta dovranno dare di più!

Il gioco rinforza l’istinto da predatore?

Il gioco rafforza l'istinto predatorio del gatto

La maggior parte dei giochi che piacciono ai gatti stimolano il loro istinto in quanto consistono nella corsa e nella cattura di qualcosa. Pensi, quindi, che questo rinforzi il loro istinto primordiale, ma in realtà non è così.

Se permetti al tuo gatto di “cacciare” giocando in casa con lui, potresti soddisfare il suo bisogno di manifestare l’istinto e non avrà bisogno di farlo da sé.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 5 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty