5 Semplici Regole per l’Alimentazione del tuo Cucciolo

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
5 Semplici Regole per l’Alimentazione del tuo Cucciolo

C'è molto a cui pensare quando porti il nuovo cucciolo a casa, specialmente per quanto riguarda l'alimentazione.

In questo articolo elencheremo 5 semplici regole per l'alimentazione del tuo cucciolo, così puoi godertelo in tutta libertà invece che preoccuparti se sta mangiando bene o no.

Le domande più frequenti sono: quanto spesso, cosa, e quando devono mangiare. Diamo un'occhiata.

Regola 1: Poco e spesso

I cuccioli hanno lo stomaco piccolo, ma l'appetito è grande. Dopotutto, dovranno pur crescere. Per dargli abbastanza cibo da soddisfare il fabbisogno giornaliero senza infastidire lo stomaco, il cibo deve essere razionato.

L'allevatore del tuo cucciolo, al momento dell'adozione, ti dirà quanto spesso mangiava e ti darà altri consigli.

La regola generale comunque detta che i cuccioli devono mangiare quattro pasti al giorno fino all'età di tre mesi. Tre pasti al giorno fino ai sei mesi, e dai sei mesi in poi due pasti al giorno.

Regola 2: Scegli bene i croccantini

La maggior parte dei neo padroni scelgono di dare al cucciolo i croccantini. E di solito è una buona idea. I cuccioli crescono bene anche mangiando il cibo crudo, ma prima di intraprendere quel percorso bisogna documentarsi bene. I croccantini più economici sono più invitanti per il portafoglio, ma potrebbe non valerne la pena. La maggior parte delle marche che costano meno riempiono l'alimento di ingredienti di cui il tuo cucciolo non ha bisogno. In poche parole non lo saziano abbastanza, quindi finiresti per dargliene di più.

Regola 3: Non farlo mangiare troppo

Al giorno d'oggi, sappiamo che i cuccioli devono essere tenuti in forma. Crescere troppo in fretta o ingrassare troppo potrebbe portare a problemi di salute.

Se dai al tuo cucciolo troppo – o troppo poco – cibo, non lo capisci dalla bilancia, ma toccandolo e osservandolo. Dovresti sentire, ma non vedere le costole del cucciolo. Quando è in piedi, dovrebbe esserci una “pendenza” ben definita dal pancino all'inguine. I produttori di cibo raccomandano sui pacchetti le quantità giornaliere ideali, ma dovrai aggiustarle a seconda delle esigenze del tuo cucciolo. Se vedi che il cucciolo ha fame a fine pasto, prova a dargli da mangiare in ciotole slow food. Ci mette di più a mangiare, ma si gode a pieno il pasto.

Regola 4: Non si mangia prima di dormire!

Non sarebbe male mandare a dormire il cucciolo a pancia piena, ma potrebbe presentarsi il bisogno di andare al bagno nelle ore piccole. Assicurati che l'ultimo pasto del piccolo abbia luogo almeno tre o quattro ore prima dell'ultima uscita per i bisogni. In poche parole, se uscite alle 11, deve mangiare non più tardi delle 8.

Regola 5: nessun cambiamento improvviso

Questa probabilmente è la regola più importante di tutte. I cambiamenti improvvisi nella dieta potrebbero infastidire il cucciolo, con conseguenze come ad esempio attacchi di diarrea.

Se cambi marca di croccantini, introduci il nuovo cibo pian piano sempre di più ad ogni pasto.

Riepilogo

Scegliere cosa dare da mangiare al cucciolo è impegnativo, ma non farti spaventare. Basta dargli da mangiare poco e agli orari prestabiliti, e non fare cambiamenti improvvisi. La prima cosa da tenere a mente è la salute del piccolo, e nient'altro.

Nel caso avessi qualche dubbio, non esitare a contattare il veterinario!

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 6 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty