Le 11 razze di cani più pericolosi al mondo (con i commentati del cinologo)

Scritto da nella categoria Cani - 1 commento
Le 11 razze di cani più pericolosi al mondo (con i commentati del cinologo)

A volte consideriamo gli animali come se fossero nostri fratelli, in particolare se parliamo di cani. Per questo motivo, ci risulta difficile credere che un animale così intelligente e amorevole sia capace di mordere un arto fino a staccarlo.

Non tutti i cani, infatti, sono nati con l'istinto di abbaiare allegramente quando qualcuno gli si avvicina. Per questo motivo abbiamo deciso di redare la lista delle razze canine più pericolose e l'unica cosa che possiamo dirvi è: "Uomo avvisato mezzo salvato".

1. American Pit Bull Terrier

American Pit Bull Terrier

È una razza molto combattiva, che è capace di sconfiggere e uccidere praticamente qualunque tipo di nemico. Se non lo si addestra in modo adeguato, questo cane può essere estremamente pericoloso sia per il padrone stesso che per le persone che lo circondano. Quindi va prestata molta attenzione!

Il commento del cinologo: Al contrario dell'Europa, dove è considerata una razza illegale, l'american pit bull terrier è molto popolare in America.

Per la sua indole aggressiva, il pitbull terrier (insieme allo staffordshire terrier inglese e a quello americano) è considerato una delle razze che è esclusa dagli standard internazionali. In altre parole, gli esemplari che si dimostrano aggressivi verso le persone e gli animali vengono esclusi dalle esibizioni canine e dalle gare e, inoltre, non possono essere allevati. In Europa e negli Stati Uniti, questa razza è venduta solamente se sterilizzata (in caso non lo sia, vengono spesso soppressi).

In ogni caso, molti allevatori non si preoccupano di seguire le procedure standard e tutto ciò, unito al fatto che spesso gli allevatori usano persone (al posto degli animali) come prede, non fa che incrementare la cattiva reputazione di questa razza. Le storie che riguardano le aggressioni di pit bull sono terribili, perché è quasi impossibile che un cane del genere, dopo aver catturato la sua preda, la lasci andare. È proprio per questo motivo che si è cercato di diminuire la loro aggressività geneticamente.

Abbiamo parlato di cani usati per i combattimenti, che seguivano gli standard della FCI, ma dobbiamo anche parlare di quei cani che non hanno subito nessuna violenza da parte dell'uomo. I pit bull terrier e gli staffordshire terrier possono essere naturalmente aggressivi verso gli altri animali (oppure no, se siete fortunati), ma non sono istintivamente aggressivi verso le persone. Questa tendenza dipende soprattutto dagli allevatori e dagli addestratori, perciò è davvero difficile prevedere con certezza se un esemplare sarà aggressivo oppure no. Nonostante la sua aggressività verso gli esseri umani sia un'eccezione derivante da un allevamento scorretto, questa razza è famosa per essere al centro di molti attacchi verso le persone. Ciononostante, questi cani sono solo una piccola percentuale rispetto a tutta la razza.

2. Rottweiler 

Rottweiler

I rottweiler, considerati una delle razze più pericolose, sono fedeli e obbedienti ai propri padroni, oltre che ottimi guardiani. L'unico modo per sopravvivere all'attacco di un rottweiler è rimanere passivi.

Il commento del cinologo: Non ho nessun appunto su questa descrizione, perché questo tipo di cane è per natura estremamente fedele e sarà molto gentile verso i bambini, a patto che facciano parte della famiglia; è questo, infatti, un tipo di cane a cui non piace scherzare e che soprattutto non ama gli estranei. Per i rottweiler (soprattutto maschi) risulta difficile distinguere un attacco giocoso da una vera e propria aggressione, quindi può capitare che mordano un adulto o un bambino anche solo come parte di un gioco.

3. Pastore tedesco

Pastore tedesco

Il pastore tedesco è una razza intelligente e, proprio per questa sua caratteristica, è spesso addestrata per catturare i criminali. Se questo tipo di cane non viene fermato in tempo oppure se la persona catturata oppone resistenza, un pastore tedesco può trasformarsi in un killer senza scrupoli.

Il commento del cinologo: Di per sé, questa razza non è classificata come aggressiva nei confronti delle persone. È ovviamente una delle razze più utilizzate dalle forze dell'ordine, ma prima di iniziare il servizio, i cuccioli devono sottoporsi ad un addestramento per testare la loro obbedienza. Successivamente si specializzano e vengono, quindi, addestrati ad aiutare i militari nella scorta o nella custodia di un detenuto oppure a seguire tracce o pattugliare zone.

Se sin da cucciolo vive in un ambiente tranquillo, senza essere tormentano o picchiato, il pastore tedesco una volta cresciuto sarà un cane tranquillo e amichevole verso gli amici del proprio padrone, sia a casa che in giro. E la stessa cosa vale anche per un suo cugino di primo grado, il pastore dell'est Europa.

Anche nel caso in cui il pastore tedesco (o dell'est Europa) sia addestrato alla difesa, rimane uno dei cani più obbedienti, che segue i comandi del padrone senza battere ciglio. Basta un "fiu!" o un "lascia!" e il cane lascerà andare qualunque cosa (o persona) aveva catturato, anche se non la perderà d'occhio e sarà sempre pronto a riattaccarla, mordendola o catturandola. A quel punto, se sente di nuovo il segnale, il cane si allontanerà e lascerà stare la persona in questione. Questa razza, infatti, è una di quelle che possono essere controllate in modo efficace anche a distanza.

Sono il pastore del Caucaso e il pastore dell'Asia centrale i cani che possono creare più problemi: per poterli tenere sotto controllo devono essere per forza addestrati da professionisti. L'unica alternativa sarebbe vivere in una zona poco popolata, così da minimizzare la possibilità che qualcuno entri per sbaglio nel loro territorio. Nel momento in cui hanno iniziato ad attaccare, è praticamente impossibile fermarli ed è per questo che non vengono utilizzati dalle forze dell'ordine: i criminali riporterebbero troppe ferite o potrebbero addirittura essere uccisi. Ed è per questo motivo che moltissimi paesi del mondo, da più di cinquant'anni, usano i pastori tedeschi per fare questo genere di lavoro.

4. Deutscher boxer

Deutscher boxer

Gli antenati dei deutscher boxer non combattevano tra di loro, ma erano usati per catturare tori e addirittura orsi; perciò, consigliamo di trattare molto bene questo tipo di cane e il suo padrone.

Il commento del cinologo: Nonostante il boxer tedesco sia un incrocio tra un bullenbeiseer, un mastino e un bulldog, è stato originariamente pensato con lo scopo di essere un cane docile e non aggressivo. Questa razza è stata registrata ufficialmente a Monaco bel 1896 e, ancora oggi, le sue caratteristiche rimangono praticamente immutate. Uno dei tratti fondamentali del deutscher boxe è l'obbedienza: non è particolarmente aggressivo, può essere addestrato facilmente e vedrà i suoi compiti, compreso fare la guardia, come un divertimento. Se una persona con cattive intenzioni gli si avvicina, perciò, lo prenderà come un gioco e l'unico modo per liberarsi sarà quello di smettere di combattere; solo a quel punto il cane mollerà la presa. Questo gioco segue delle regole precise che si basano sulla natura: ci sarà una parte più forte che prende il sopravvento sull'altra che si lascia dominare. Per la sua indole calma e non aggressiva, il boxer tedesco viene spesso usato come cane guida dalle persone non vedenti: questo compito prevede un addestramento molto difficile, perché è necessario che l'animale sia estremamente tranquillo.

Ovviamente possono esserci delle eccezioni, ma in generale il deutscher boxer non è assolutamente da considerare una razza aggressiva o pericolosa.

5. Dobermann

doberman

Tendenzialmente, il dobermann è un cane amichevole, ma che non esiterà a mostrare la sua indole aggressiva nel momento in cui il suo padrone è in pericolo.

Il commento del cinologo: Ci sono moltissime cose da dire su questa razza. Prima di tutto, va detto che è un tipo di cane abbastanza aggressivo e può essere pericoloso per l'uomo: è molto grande e agile, con un modo di attaccare particolare, che consiste nel correre verso la preda, mordere e poi allontanarsi velocemente. Al contrario dei cani poliziotti, è infatti molto difficile che questa razza attacchi ripetutamente o che non lasci andare la preda. Di solito i dobermann che aiutano le forze dell'ordine lavorano in coppia, perché è praticamente impossibile opporgli resistenza, e non gli viene affidato il ruolo di custodi perché per loro sarebbe troppo traumatico e crudele.

In conclusione, i dobermann sono considerati cani aggressivi, perché, in aggiunta a quello che abbiamo già detto, non concepiscono l'idea di "gioco violento" né nei loro confronti, né nei confronti del loro padrone.

6. Alaskan Malamute

alaskan malamute

È un tipo di cane che, se infastidito e non addestrato bene, è molto difficile da calmare e perde il controllo facilmente. Anche se a primo impatto non lo diresti, l'alaskan pesa quasi 50 chili e potrebbe tranquillamente sconfiggere una persona in combattimento. 

Il commento del cinologo: Nonostante la somiglianza con un lupo, questo cane è davvero amichevole e tranquillo. Come per i cani da slitta, questa razza è sempre stata allevata in modo che si senta a suo agio a contatto con le persone e con altri animali. Il malamute, che è uno dei cani più antichi ed il simbolo dello stato dell'Alaska, non è adatto per servire nelle forze dell'ordine perché non è assolutamente aggressivo nei confronti degli esseri umani.

7. Chow Chow

Essendo dei cacciatori di natura, queste "palle di pelo" riescono a sovrastare qualunque tipo di uomo. Questi cani sono famosi per essere molto avidi, quindi vi conviene aspettare di essere invitati prima di entrare nella casa del loro padrone. Non fatevi ingannare dal suo aspetto, un Chow-chow non si farà sbaciucchiare tanto facilmente e infrangerà le vostre speranze di coccolarlo. 

Il commento del cinologo: In passato, i chow-chow sono stati scambiati per shar pei, tipici cani cinesi da caccia, da guardia e da combattimento (data la loro pelle così rugosa, che fungeva da protezione contro gli attacchi, era difficile che si facessero male). I chow-chow, d'altro canto, erano cani da compagnia e.... da cena. Tradizionalmente, infatti, i cinesi amano mangiare carne di cane e proprio i chow-chow venivano allevati per diventare una prelibatezza. Naturalmente dopo secoli, questi cani si sono abituati a stare a contatto con gli esseri umani e non sono aggressivi nei loro confronti.

8. Dogo canario

dogo canario

Il dogo canario veniva usato principalmente per la caccia su grande scala, oltre che per tenere a bada il bestiame. Per la facilità con cui riusciva a sovrastare le sue vittime, era famoso per essere un avversario temibile nelle lotte tra cani. L'unico modo in cui si riusciva a tenere sotto controllo era incatenarlo e, in ogni caso, gli unici che ci provavano erano i macellai. Farsi amico un Dogo Canario non è assolutamente facile, perché sono creature incorruttibili. 

Il commento del cinologo: Il dogo canario è usato per controllare i greggi e non attacca mai per primo: non è un cane aggressivo e entra in azione solo se provocato. Non è adatto ad attaccare sotto comando, perché non riesce a capire il motivo per cui dovrebbe essere aggressivo verso chi non lo aggredisce. Secondo lo standard, il dogo canario è stabile, di natura predominante e dal temperamento imperturbabile, che tende ad essere molto cauto (anche se non violento) nei confronti dell'uomo.

9. Dalmata

dalmata

È un cane da guardia, che è sempre pronto a liberare la strada da tutto e tutti, in modo da lasciare passare il proprio padrone. La maggior parte di questi cani nascono sordi ed è per questo che sono impossibili da addestrare e cresceranno selvaggi ed incontrollabili.

Il commento del cinologo: I dalmata non nascono sordi! I cuccioli hanno una pelliccia bianca, che si riempie di macchie mano a mano che crescono e non saranno sempre uguali dato che cambiano il pelo di continuo. A parte gli albini, che non hanno macchie e rimangono sempre bianchi, i dalmata non sono sordi dalla nascita. L'albinismo è una malattia genetica causata dalla mancanza di pigmentazione melanica nella pelle, che è spesso legata alla sordità. I cuccioli di dalmata, ancora bianchi, sono cani assolutamente normali che non hanno problemi di udito.

Questi cani sono davvero complicati da addestrare perché sono molto attivi e amichevoli, fino al punto che, durante le gare, un dalmata timido e poco comunicativo può anche essere squalificato. È un'impresa tentare di spiegare a questa razza che non dovrebbe correre ovunque e cercare di fare amicizia con tutti: questo non fa che sottolineare, però, le buone intenzioni di questo cane.

10. Siberian husky

siberian husky

In teoria, questo cane è abbastanza amichevole, ma alcune persone lo temono perché la sua somiglianza ad un lupo è innegabile. Ed è questa paura che rischia di scatenare l'istinto di questa razza.

Il commento del cinologo: Il siberian husky veniva usato come cane da slitta e, proprio come un cane da slitta, è molto calmo e tranquillo (requisiti fondamentali per fare questo genere di lavoro). Simili ai cani eskimo, gli husky sono estremamente energici e sono capaci di distruggere un'intera casa se non vengono portarti a spasso abbastanza. 

Il siberian husky viene oggi usato anche come cane da compagnia e da gara, oltre che da slitta. Queste sono tutte attività in cui il cane non può mostrare aggressività, quindi non è considerata una razza pericolosa, ma è comunque molto difficile da addestrare.

Quindi qual è la razza che è davvero pericolosa per le persone?

11. Terrier nero russo

Terrier nero russo

Sviluppata tra gli anni '20 e '30, questa è l'unica razza esistente che è stata allevata appositamente per cacciare gli esseri umani. Il black terrier è stato creato dall'Unione Sovietica per fare da guardia ai detenuti nei campi di prigionia: l'obbiettivo di questo cane era assicurarsi che i prigionieri non scappassero, anche a costo di ucciderli.

La repressione degli anni '30 sfortunatamente tollerava questo tipo di trattamento. 

Oggi il terrier nero russo è riconosciuto dalla FCI e molte persone lo apprezzano, ma comunque si sconsiglia ai padroni alle prime esperienze di scegliere questo cane. Sono degli ottimi guardiani, il problema sorge quando un mal intenzionato viene attaccato, perché sarà praticamente impossibile fermare l'attacco di un terrier nero russo (o di qualunque altro tipo di terrier). In secondo luogo, questa è una razza a cui piace comandare e che cercherà di essere la personalità dominante a casa. Nonostante ciò, continuerà a proteggere il proprio padrone dagli estranei, seppur a modo suo.

Addestrare questi cani è molto difficile e, allo stesso tempo, molto interessante. Sarà più facile, ovviamente, se una persona ha già esperienza nell'addestramento soprattutto di cani di grandi dimensioni.

Se incontri in giro un terrier nero russo in compagnia del suo padrone (adulto o bambino che sia), ti conviene comportarti bene, perché non ne uscirai vincitore in caso di conflitto.

Sappiamo che esistono razze che sono state allevate in determinate condizioni, così da crescere con uno scopo ben preciso; questo scopo può variare dal giocare a palla, a tenere sotto controllo il bestiame e a cacciare. Oggi, il comportamento di un cane dipende esclusivamente dalla cura e dall'amore con cui viene cresciuto. Ed è per questo che se vengono abbandonati o ignorati, solitamente i cani tornano a comportarsi come i loro antenati, che vivevano in condizioni più difficili rispetto ad ora. Questo errore va, quindi, assolutamente evitato, soprattutto se il cane in questione è uno di quelli menzionati sopra.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 9 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

1 Commento

  1. Paolo

    La metà non sono certo considerate razze pericolose sono ben altre...

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty