Le Allergie dei Bambini e i Cani

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Le Allergie dei Bambini e i Cani

Essere allergici al vostro cane o cucciolo può rendervi la vita molto infelice, ma ancora di più se il familiare che ne soffre è il vostro bambino o neonato. L'identificazione e la diagnosi di allergie nei neonati e nei bambini fino all'età di circa tre può essere difficile, in quanto il bambino non ha il vocabolario necessario per raccontarvi il disagio che sta vivendo, i sintomi che ha.

Se avete un cane e un bambino o un neonato, è una buona idea conoscere quali sono i segni e sintomi delle allergie che hanno i bambini molto piccoli, in modo da poter individuare il problema e risolverlo.

In quest’articolo, vedremo i particolari delle allergie ai cani dei neonati e dei bambini piccoli. Continuate a leggere per saperne di più!

I sintomi dell’allergia ai cani nei neonati e nei bambini

Le reazioni allergiche a cani e ad altri elementi si verificano a causa di una reazione immunitaria di una parte del corpo del bambino ipersensibile, che identifica certi composti di una proteina prodotta dal cane erroneamente come se fosse una minaccia per il sistema e reagisce di conseguenza. I sintomi e la risposta immunitaria che il corpo produce sono quelli che provocano disagio e allergie nelle persone, e questo è ciò che si osserva se il vostro bambino è sensibile al cane.

Quello a cui il vostro bambino è allergico può variare. Può essere il pelo, o i residui di pelle del vostro cane, o ancora la sua saliva. In aggiunta a questo, il pelo del cane può intrappolare minuscole spore di polline, muffa e polvere e tutte queste cose possono scatenare una reazione allergica in neonati e bambini, il che significa che è possibile che il cane in sé non è il colpevole, ma lo è tutto ciò che viaggia sulla sua pelliccia!

Quando il bambino entra in contatto con la causa scatenante l’allergia, la risposta dell'istamina del corpo genererà dei sintomi, tra cui uno o più dei seguenti:

  • Occhi rossi e lacrimosi.
  • Naso che cola e starnuti.
  • Vie respiratorie infiammate.
  • Tosse e starnuti.
  • Asma e attacchi d’asma.
  • Dispnea e respiro rumoroso.
  • Eventuali reazioni cutanee come orticaria o rash.

Lavorare sulle cause dell’allergia

Collaborate con il vostro medico per identificare la cosa o cose specifiche a cui il vostro bambino è allergico è la chiave per affrontare e gestire il problema. Le allergie ai cani possono prima di tutto essere facilmente distinguibili da allergie stagionali. Infatti, quest’ultime vanno e vengono durante tutto l'anno, mentre l'allergia ai cani manifesta i sintomi ogni volta che il bambino è in contatto col cane o è a casa.

A ogni modo, i sintomi possono essere dovuti al vostro cane, se la catena proteica è prodotta dalla loro pelle o saliva o, come detto, dalla polvere, muffa o polline che è presente sul pelo del vostro cane.

Allontanare il cane da casa, o portare il vostro bambino in vacanza per un po’ di tempo senza che il cane può aiutare a identificare se il cane è la causa, ma poiché il vostro cane lascia dietro di sé delle tracce di cellule della pelle e altri potenziali allergeni, nel breve termine, eventuali modifiche non possono diventare risolutive.

Come vi può aiutare un allergologo

Appena s’individuano sintomi che possono indicare un'eventuale allergia al vostro cane (o qualsiasi altra cosa) nel vostro bambino, si deve informare il vostro medico di famiglia e collaborare con lui prima di tutto per individuare la fonte dell’allergia. Il medico può anche mandarvi da un allergologo specialista per approfondire la questione, soprattutto se il bambino è molto piccolo o l’allergia si conclama in modo molto acuto.

Gli allergologi sono medici specialisti e scienziati che vi aiuteranno a individuare la fonte delle reazioni del vostro bambino e ciò può significare fare una serie di test e prove di esposizione sul vostro bambino per scoprire qual è il problema.

Alcuni esami sono: - Il Patch Test della pelle. Una piccola zona della pelle del vostro bambino sarà esposta a potenziali allergie al fine di individuare la causa. Questo tipo di test è indicato se il vostro bambino soffre di orticaria o eruzioni cutanee. - Il prick test. Un allergene viene deliberatamente posto sulla pelle e questa forate leggermente in superficie per favorire l’ingresso nel corpo del composto potenzialmente allergenico. Il vostro bambino sarà poi seguito attentamente per valutare la reazione. - Il test intradermico che consiste nell'iniettare una piccola quantità dell’allergene sospetto sotto la pelle. Questo permette di raggiungere un risultato maggiormente preciso rispetto alle altre opzioni, una volta che sono stati determinati alcune potenziali cause non altrimenti escluse.

E dopo?

Se al vostro bambino o neonato viene diagnosticata un’allergia al vostro cane o ai cani in generale, è comprensibile che questo vi lasci, come i genitori, con un enorme dilemma. In ultima analisi, può significare che il cane deve essere allontanato in modo da non compromettere la salute e il benessere del bambino. Questo non è l'unico approccio possibile, infatti, ci sono altre cose che si potrebbero provare prima, a seconda di quanto sia grave l’allergia del vostro bambino.

  • Istallare filtri per l’aria HEPA all'interno della casa, e aspirare regolarmente la casa con i filtri HEPA.
  • Tenere il cane solo nelle camere che il bambino non frequenta. Le camere dovrebbero essere prive di moquette e arredamento.
  • Non lasciare che il cane salga sui mobili o entri nelle camere da letto.
  • Fate in modo che il cane non lecchi il bambino.
  • Lavate sempre le mani del bambino dopo ogni contatto col cane.

Le razze consigliate a chi soffre di allergie

Se vi è capitato di scoprire che il vostro bambino o neonato è allergico ai cani prima di prenderne uno, probabilmente avete notato che il vostro bambino è più sensibile ad alcuni cani piuttosto che altri, e anzi alcuni cani potenzialmente possono non innescare alcuna reazione allergica.

Questo significa che, se si desidera possedere un cane, è possibile scegliere un cane, a cui il vostro bambino non reagisce. Si dovrebbe indagare ogni singolo cane per essere sicuri che il vostro bambino non sia allergico, prima di portarlo a casa. Alcune razze di cani hanno meno probabilità di scatenare allergie di altre.

Razze che perdono poco pelo come i Labrador, i barboncini, o i Cocker sono alcune di queste; ricordatevi che ogni cane è un caso a sé e che le allergie sono complesse, e solo perché il bambino non sembra essere allergico a un cane, non significa che reagisca allo stesso modo agli altri cani dello stesso tipo o della stessa razza.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 22 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty