5 domande e risposte riguardanti le caratteristiche fisiche dei gatti

Scritto da nella categoria Gatti
5 domande e risposte riguardanti le caratteristiche fisiche dei gatti

I gatti sono veramente degli animali incredibili. Possono saltare a grandi altezze, rilassare completamente ogni loro muscolo, diventando morbidi ed arrendevoli, se lo vogliono, quando li teniamo in braccio, ed essere sempre così eleganti quando camminano. Ma come fanno a fare tutte queste cose? Ecco alcune delle domande più frequenti sulle caratteristiche fisiche dei gatti, con le loro rispettive risposte....

1 - Il mio gatto salta dal pavimento fin sopra la libreria. Come è possibile?

Gatto che salta

I gatti sono incredibilmente atletici. Molti di loro possono saltare ad un'altezza molto superiore alla loro stessa lunghezza, apparentemente con poco sforzo. Questa capacità di saltare così in alto deriva principalmente dai forti muscoli delle cosce, che si contraggono saldamente e poi si rilassano molto velocemente, con un movimento simile a quello di una catapulta, spingendo quindi i gatti verso l'alto. Per guardare il tutto in prospettiva, un essere umano con la forza e la potenza muscolare presente nelle zampe di un gatto sarebbe in grado di saltare dal suolo al punto più alto del tetto della propria abitazione. Questa è un'abilità molto utile per i gatti, in natura, dal momento che sono dei piccoli predatori, quindi è vantaggioso per loro essere in grado di raggiungere i posti più alti per avvistare le prede. Permette loro di scappare anche dagli animali più grandi che potrebbero vederli a loro volta come delle prede o far loro del male in qualche modo. I gatti domestici non hanno più bisogno di fare ciò ovviamente. Ma questa loro peculiarità consente comunque loro di scappare dai cani, dal rumore dell'aspirapolvere o da qualsiasi altra cosa che li preoccupa o spaventa, quindi resta un'abilità molto utile.

Il desiderio e la capacità di saltare a grandi altezze sono più forti in alcuni gatti piuttosto che in altri. Tra i gatti di razza, i gatti snelli ed atletici di tipo Orientale, come il Siamese e l'Abissinia, sembrano essere nati proprio per saltare.

I gatti con corpi più grandi e pesanti come il Persiano ed il British Shorthair, sono meno propensi a saltare per raggiungere posti realmente alti, a meno che non lo facciano in più fasi, come ad esempio dal pavimento al divano, dal divano al tavolo, dal tavolo alla libreria. E non tutti i gatti sono così agili ed aggraziati come in realtà credono di essere; ho conosciuto gatti cercare di saltare per raggiungere posti relativamente alti senza riuscirci.

2 - Come e perché i gatti Ragdoll si abbandonano tra le nostre braccia rilassando ogni loro muscolo quando li prendiamo in braccio?

Ragdoll

Questa è una di quelle storie raccontate talmente tante volte che molte persone credono che siano vere. I gatti Ragdoll in realtà non sono diversi dagli altri gatti, e non tutti loro si rilassano completamente e diventano arrendevoli quando vengono tenuti in braccio. Tuttavia i Ragdoll tendono a rilassare ogni singolo muscolo del loro corpo abbandonandosi completamente, e molti di loro pertanto si "spaparanzeranno" tra le braccia dei loro "genitori" quando vengono presi in braccio. Ma non c'è nessun motivo particolare che induce questo comportamento ed il Ragdoll non si comporta poi così diversamente da come farebbe un qualsiasi altro gatto che ama le coccole. Questi gatti si comportano semplicemente nel modo in cui molti altri gatti fanno se si fidano dei propri "genitori" umani ed amano essere presi in braccio e coccolati. Naturalmente, non tutti i gatti amano essere presi in braccio in questo modo, ed in effetti, non tutti i Ragdoll gradiscono a loro volta la cosa. Ma questo atteggiamento rilassato sembra essere parte della loro personalità, nel complesso. Inoltre, non vi è alcuna concreta motivazione dietro a questo loro comportamento noto anche come "stravaccarsi come un Ragdoll", oltre al fatto che non tutti i Ragdoll amano "stravaccarsi".

Approfondimento: Prendersi cura di un gatto Ragdoll

3 - Perché i baffi di un gatto fremono?

Baffi gatto

I baffi di un gatto sono formazioni pilifere modificate ipersensibili e dalle radici profonde chiamate vibrisse, oltre ad aiutare il gatto ad orientarsi. Fanno ciò percependo e, pertanto, individuando piccoli cambiamenti nelle correnti d'aria, sono pertanto un organo sensoriale importante per il gatto. Distendere i baffi in tutta la loro lunghezza aiuta il gatto a stimare di quando spazio ha bisogno per passare attraverso un pertugio o una stretta apertura quando la luce è molto fioca, quando dunque non è in grado di distinguere molto chiaramente quello che lo circonda e valutare accuratamente gli spazi. Naturalmente, questo sistema non è infallibile e potrebbe non funzionare se un gatto ha accumulato qualche chilo di troppo! I baffi di un gatto si muovono anche in base al suo umore quando puntano in avanti, il gatto è amichevole o incuriosito, quando rimangono indietro, potrebbe essere infastidito. E se si muovono quando sta dormendo, probabilmente è perché il gatto sta sognando. Quindi ci sono un'infinità di motivi differenti per i quali i baffi di un gatto possono fremere, alcuni fisici, mentre altri più associati al suo stato d'animo.

4 - Cosa ha di particolare il modo in cui i gatti si muovono e camminano, che li fa sembrare sempre così eleganti ed aggraziati?

Gatto elegante

Se, in qualche occasione, vi è capitato di prestare attenzione al modo in cui camminano e si muovono i cani, vi sarete certamente accorti che i cani alternano i movimenti delle loro zampe quando fanno un passo in avanti. In altre parole, la zampa destra anteriore avanza contemporaneamente alla zampa sinistra posteriore. Quindi la zampa sinistra anteriore e la zampa destra posteriore avanzano a loro volta contemporaneamente. I gatti, al contrario, fanno un passo in avanti con entrambe le zampe destre, e poi con entrambe le zampe sinistre. Questo è conosciuto come "andatura", e solo i cammelli e le giraffe hanno questo stesso modo di muoversi in natura. È questa particolare andatura che fa apparire i movimenti di cammelli e giraffe eleganti ed aggraziati, proprio come accade per i gatti.

5 - Quante ossa ha un gatto?

La risposta a questa domanda dipende, in qualche misura, dal tipo di gatto di cui stiamo parlando. Un Siamese dalla lunga coda avrà più vertebre, e quindi più ossa in generale, di un gatto dell'Isola di Man senza coda o di un Bobtail giapponese con solo una parte della coda. Inoltre, un gatto con polidattilia, cioè un gatto con dita extra, avrà più ossa nelle sue zampe. Tuttavia, il range è solitamente tra le 230 e le 250 ossa, con un gatto medio che in genere ha circa 244 ossa. È circa 30 ossa in più di quelle che abbiamo noi, e noi siamo ovviamente molto più grandi di un gatto. Questo fatto spiega indubbiamente la nota flessibilità dei gatti ed il perché i gatti possono leccare punti particolarmente difficili da raggiungere, come la zona dietro le spalle, o dormire raggomitolati su loro stessi formando un cerchio perfetto.

In Conclusione

Siamo così abituati a vivere a stretto contatto con i nostri gatti, che spesso ci dimentichiamo che sono dei discendenti dei gatti selvatici africani ed anche degli eccellenti predatori, come conseguenza di anni ed anni di evoluzione. La loro storia evolutiva spiega molte delle loro caratteristiche fisiche, nonostante il fatto che pochi gatti oggi abbiano la necessità di uscire e di andare a caccia o di prendersi cura di loro stessi. Ma se ne avessero bisogno, la maggior parte di loro ne sarebbe certamente in grado!

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty