Cinque Miti Sfatati sulla Aggressività Canina

Scritto da nella categoria Cani
Cinque Miti Sfatati sulla Aggressività Canina

Ognuno di noi ha almeno una storia riguardo un cane molto aggressivo che suona come se quel cane era il fratello più cattivo e più grande di Cujo, una palla ringhiante di rabbia che aspettava di assalire chiunque passava. Ma l’aggressione canina è complesso multi-dimensionale, e spesso, ciò che interpretiamo come aggressività non è del tutto un comportamento veramente aggressivo, ma è indicativo di qualcosa d’altro.

Acquisire una più profonda comprensione dell’aggressività canina, e anche, di cosa non costituisce un’ aggressione, può aiutare a capire meglio tutti i cani, così come saper leggere i segni che un particolare cane sta mandando in un dato momento, che possono essere di vitale importanza quando si tratta di mantenere la sicurezza per se stessi e per la propria famiglia. Con questo articolo sfatiamo i cinque miti comuni riguardo l’aggressione canina. Continuate a leggere per saperne di più.

1. I Cani che uccidono la preda sono aggressivi

I cani che hanno un forte impulso da predatori e utilizzano questo per cacciare e forse uccidere piccole prede sono spesso erroneamente etichettati come aggressivi da persone che assistono alla loro concentrazione univoca sulla caccia e che risulta in uccisione istintiva.

Ma l’impulso di caccia e l’aggressione non sono la stessa cosa per tutti; molti cani che sono cacciatori altamente apprezzati e prolifici non sono neanche lontanamente aggressivi, mentre altri cani che fanno il pisolino accoccolati tranquillamente con un gatto possono essere ancora suscettibili ad azzannare la gente occasionalmente.

L’impulso di caccia è molto più forte in alcuni cani rispetto ad altri, e storicamente, alcuni cani sono stati allevati e cresciuti con un impulso da predatori rafforzato, per aiutare i cacciatori umani a trovare e abbattere il cibo.

L’atteggiamento di caccia e l’aggressione sono due cose totalmente distinte, e non devono essere considerate uguali.

2. I Cani che Ringhiano Molto Sono Ovviamente Aggressivi

La maggior parte delle persone, e molti cani, tengono a debita distanza un cane che sta ringhiando sia costantemente o regolarmente, e di solito cani come questi assumono rapidamente una reputazione come cani da evitare e possibilmente aggressivi.

Se è vero che il ringhiare è un segnale importante da parte del cane che non bisogna trascurare e porsi delle domande riguardo al vostro rapporto con lui, il ringhiare non è necessariamente segno di aggressività in sé e per sé, ma spesso può essere analogo ad un avvertimento per voi, che può essere causato da dolore, paura o nervosismo così come da aggressività.

Alcuni cani che ringhiano possono non avere alcuna intenzione di mordere, e stanno semplicemente pregando che li lascerete in pace; altri cani ringhiosi possono mordere se li spingete, ma il ringhiare dovrebbe essere visto come strumento di comunicazione e un segnale di prudenza, non un’indicazione dell’essere assetati di sangue!

3. Alcune Razze Sono Molto Aggressive

Ogni dieci anni circa, sembra essere che una diversa razza di cane si faccia un nome particolarmente cattivo, di solito a causa di uno o due isolati incidenti una tantum che sono spesso molto gravi, ma non sono rappresentativi della razza nel suo complesso.

Il pastore Tedesco, il Doberman Pinscher, il Rottweiler e lo Staffordshire bull terrier hanno tutti avuto il loro turno; alcune persone ancora attraversano la strada per evitare i cani di queste razze!

Ma l’aggressività è tanto individuale come il cane stesso, e non vi è una razza che si possa dire abbia un istinto inerente l’ aggressività incontrollata; alcune razze possono essere allevate per essere più protettive, dominanti o forti di altre, ma come questo viene sfruttato in termini del loro addestramento e gestione è ciò che in definitiva costituisce il cane, e detta il suo comportamento.

4. I Cani Aggressivi Attaccano Senza Preavviso

“Lo stavo solo accarezzando e senza preavviso, si voltato e mi ha attaccato!” Tutti hanno sentito questa storia, o una variante di essa, e ad essere onesti, spesso, anche gli spettatori gli daranno ragione e supporteranno l’idea che il cane in questione ha apparentemente reagito senza alcun preavviso nel dare un morso.

Ma alla fine, questo mito si riduce alla nostra comprensione della comunicazione canina e dei loro segnali di pericolo; ringhiare o abbaiare sono solo due indicatori che i cani usano per cercare di ottenere la nostra attenzione, tra i molti altri segnali che spesso e troppo comunemente perdiamo.

Imparate a leggere il linguaggio del corpo del cane pienamente e in modo approfondito, tenendo conto della combinazione di segnali che il cane potrebbe mostrarvi in un dato momento, e vi accorgerete che sarete molto meglio attrezzati per predire il comportamento del cane, a volte anche prima di sapere che cosa egli stesso ha intenzione di fare!

5. Una coda scodinzolante è un segno sicuro che un cane Non è aggressivo

Le basi sui cani insegnate ai bambini di solito iniziano con l’apprendimento che una coda scodinzolante nel cane è un segno di felicità, e questo spesso si spinge fino ad essere preso come un segno che il cane è amichevole e suscettibile ad un approccio.

In molti casi è vero che una coda che scodinzola freneticamente significa che il cane è affezionato, è felice ed entusiasta, ma ancora una volta, questo deve essere letto in combinazione con altri segnali. Una coda tesa che sta lentamente ondeggiando da un lato all’altro, soprattutto se accompagnata da peli sollevati e da uno sguardo fermo, può essere un’indicazione che il cane è in guardia, e per niente in vena di giochi.

Non insegnate ai vostri figli che una coda scodinzolante significa amicizia in ogni situazione, e non credete che questa regola valga anche per voi.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 5 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty