7 errori comuni che si commettono quando trasporta un gatto

Scritto da nella categoria Gatti - 1 commento
7 errori comuni che si commettono quando trasporta un gatto

Ogni gatto ha bisogno di essere portato in giro in auto di tanto in tanto, anche se è solo per una visita dal veterinario. I gatti potrebbero aver bisogno di viaggiare anche in altre occasioni, per esempio per le vacanze o per un trasloco.

I gatti non amano molto viaggiare al punto di stressarsi molto: molti proprietari provano semplicemente a rendere la cosa il più veloce possibile, inserendo il gatto nel trasportino all'ultimo minuto e partendo subito. Tuttavia questo comportamento del proprietario potrebbe procurare problemi anche nel gatto, stressandolo maggiormente di quanto si potrebbe pensare. In questo articolo condivideremo sette tra gli errori più comuni commessi dai proprietari di gatti per trasportare i loro animali e scopriremo quali sono i migliori metodi per rendere le cose prive di stress. Continuate a leggere per saperne di più.

1 - Non far familiarizzare il gatto con il trasportino

La prima volta che il gatto entra nel trasportino non dovrebbe essere al momento del trasporto vero e proprio, frenetico e frettoloso per far sì che il micio stia buono. Se vede il trasportino una volta all'anno, solo la visione potrebbe causare stress nel gatto, essendo un ambiente estraneo non conosciuto né per l'odore né per la familiarità.

Molti trasportini hanno una grata rimovibile frontale o possono essere privati della parte superiore. Far sì che sia sempre a disposizione del gatto o comunque presente in casa è sicuramente una buona idea: potrebbe essere utilizzato come cuccia, da arricchire con qualche coperta con l'odore dei proprietari. Un piccolo letto chiuso o una scatola come un trasportino sono cose molto amate dai gatti, permettere loro di indagare e prendere confidenza con il trasportino in casa loro prima di dover partire contribuisce a renderli più rilassati e confortevoli.

2 - Dare da mangiare prima di viaggiare o mettere del cibo nel trasportino

Il cibo può essere utile per far entrare il gatto nel trasportino, ma nutrirlo prima di un viaggio o mentre è in viaggio è una pessima idea. Non solo avrà bisogno di fare i propri bisogni, ma una pancia piena e un viaggio in vista, a cui la maggior parte dei gatti non sono abituati, può procurare mal d'auto.

Si può dare al gatto qualche snack appetitoso una volta entrato nel trasportino, ma non un pasto completo.

3 - Lasciare il gatto libero in auto

Molti gatti tenderanno a miagolare molto dal loro trasportino o a grattare alla grata cercando di uscire. Alcuni proprietari di gatti credono che lasciarli uscire possa essere una buona idea, ma in realtà non è così per diverse ragioni. Un gatto nel trasportino è al sicuro, letteralmente e per la sensazione di sicurezza, mentre uno libero può infastidire il conducente o può procurarsi malori nel vedere il paesaggio che sfreccia.

E' possibile coccolare il gatto anche senza doverlo far uscire, che, ribadiamo, è una pessima idea in qualsiasi circostanza.

4 - Non riuscire a coprire il trasportino

I gatti necessitano di aria fresca e di una buona areazione nei trasportini, che spesso risultano, però, essere molto aperti, con fessure anche piuttosto ampie che potrebbero far innervosire il gatto. Posizionare un po' di tessuto leggero sul trasportino farà sentire il gatto più al sicuro e calmo durante il viaggio, a patto che possa comunque disporre della giusta quantità di aria.

5 - Usare un trasportino della misura errata

Il gatto dovrebbe potersi sedere, muovere e girare comodamente nel proprio trasportino, per cui potrebbe essere necessario doverlo cambiare quando il micino è cresciuto troppo. Tuttavia, utilizzarne uno troppo grande potrebbe infondere nel gatto una sensazione di insicurezza, per cui è meglio scegliere un modello non troppo grande o al massimo inserire una scatola di cartone all'interno del trasportino dove potrà andarsi a nascondere. Un trasportino molto grande potrebbe far sbalzare il gatto da un lato all'altro, in caso di brusca frenata, potenzialmente pericoloso.

6 - Non riuscire a fermare il trasportino

Durante il viaggio del gatto in auto il trasportino dovrebbe essere bloccato con una cintura di sicurezza o qualsiasi altro mezzo per farlo rimanere fermo, evitando cadute causate dal movimento. Si potrebbe pensare che tenere il trasportino sulle ginocchia renda il micio felice, in realtà l'unico risultato sarebbe quello di avere poca sicurezza per la propria incolumità e per quella del gatto. È meglio fermare il trasportino su un sedile e stare vicino a lui per tenerlo anche sotto controllo.

7 - Guidare troppo velocemente

Sia voi che il vostro gatto potreste desiderare un viaggio più breve possibile, ma è in realtà molto importante guidare a una velocità costante in modo da arrivare, in totale sicurezza, a destinazione. Quando si guida con un gatto in auto bisogna sempre ricordarsi della sua presenza, occorre curvare e frenare delicatamente e non fare niente che possa procurare in lui stress.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 11 persone con una media di 4.9 su 5.0)

1 Commento

  1. ELISABETTA

    La mia gatta,adulta,raramente ho la necessità di portarla in auto,ma questo qualche volta succede in estate quando la porto con me nella casa al mare.Il viaggio è una tragedia!!Nonostante si tratti solo di un ora e poco più di viaggio,la mia gatta sta malissimo:diarrea,pipì e per tutto il tempo schiuma dalla bocca nonostante ci sia buon areazione.Ora siamo arrivati,ed è finalmente tranquilla,ma come faccio a riaffrontare il ritorno tra 6 giorni?Se la mettessi in una scatola?Il trasportino è forse un po'troppo preciso per lei....un consiglio,per favore.GRAZIE!

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty