5 Disturbi di Salute del Cane che Possono Essere Risolti o Evitati con l’Alimentazione

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani - 2 commenti
5 Disturbi di Salute del Cane che Possono Essere Risolti o Evitati con l’Alimentazione

Somministrare una dieta di qualità appropriata alle fasi di vita e ad altri importanti fattori del tuo cane è essenziale per tenerlo in forma e, per la maggior parte dei cani, una dieta completa nella media delle fasce di prezzo è perfettamente sufficiente.

Per alcuni cani, però, la dieta può avere un effetto diretto sulla salute e alcuni cibi per cani sono appositamente pensati per sostenere determinate condizioni, ridurre gli allergeni o risolvere in altri modi un determinato problema. Ci sono diverse condizioni di salute sulle quali il modo, la frequenza e la quantità di cibo possono avere un impatto diretto sul tuo cane, e l’alimentazione può aiutare a risolvere tali condizioni, complicarle oppure prevenirne lo sviluppo!

In questo articolo vedremo cinque disturbi di salute dei cani che possono essere migliorate o peggiorate dalla loro dieta o dal tipo di alimentazione che ricevono. Continua a leggere per saperne di più.

1. Obesità

L’obesità spesso non viene percepita come il grande problema che è, perché è vista come qualcosa di semplice da evitare o correggere; ma come saprà qualsiasi persona che ha dovuto mettere a dieta un cane, non è sempre così facile!

L’obesità nei cani è un problema enorme in Italia e molti proprietari non si rendono nemmeno conto del fatto che il loro cane sia in sovrappeso invece di essere sano e snello.

L’obesità può essere attribuita direttamente al cibo, naturalmente; i fattori che contribuiscono possono includere la tipologia di alimentazione sbagliata, quantitativamente eccessiva, troppo frequente o con troppi spuntini e avanzi invece di pasti veri e propri.

L’obesità può causare e aggravare tutta una serie di condizioni di salute del tuo cane, inclusi diabete, artrite, malattie cardiache e pressione alta.

2. Calcoli alla vescica

I calcoli si formano nella vescica e/o nel tratto urinario e si presentano come dei cristalli che si aggregano e formano una massa dura che può bloccare l’uretra e causare dolore e altri problemi nel fare pipì. I calcoli compaiono in diverse forme, a seconda dei minerali che li formano, e le tipologie di calcoli trovati più comunemente nei cani sono quelli da struvite e da ossalato di calcio.

L’alimentazione che comprende cibo molto duro e secco può favorire lo sviluppo di calcoli alla vescica nei cani predisposti, mentre altri tipi di cibo possono aiutare a scomporli o ad evitare che si formino. Se il tuo cane è predisposto ai calcoli alla vescica, il tuo veterinario può ritenere opportuno sottoporlo ad una dieta speciale per questo problema.

3. Problemi cardiaci

Qualsiasi tipo di cane può soffrire di disturbi cardiaci, soprattutto in età avanzata. Se alcuni di questi possono presentarsi dalla nascita o avere carattere ereditario, altri possono svilupparsi attraverso una combinazione di dieta e stile di vita, aggravando un problema in corso o addirittura creandone uno.

Sappiamo tutti di dover evitare di mangiare troppo sale o grasso, lo stesso vale per il tuo cane. I cani che mangiano molto cibo destinato agli esseri umani, come gli avanzi, tendono a mangiare più grasso e sale del dovuto, cosa che può contribuire a futuri problemi cardiaci.

4. Diabete

Il diabete può presentarsi dalla nascita, nel caso del diabete di tipo 1, o svilupparsi nel corso degli anni, nel caso del diabete di tipo 2. Il diabete di tipo 2 si manifesta quando il corpo non è capace di trasformare l’insulina prodotta dal pancreas in un enzima utile per digerire il glucosio, e si tratta di un disturbo nel quale la dieta e il peso del cane svolgono un ruolo importante.

Un cane che ha vissuto la maggior parte della sua vita in sovrappeso e/o che mangia grandi quantità di cibo grasso, salato o dolce, è molto più a rischio di sviluppare il diabete rispetto ad un cane in forma e con una dieta bilanciata. Nutrire il tuo cane con una buona dieta equilibrata nel corso degli anni può aiutare a prevenirlo e, se gli è stato diagnosticato il diabete, sarebbe necessario sottoporlo ad un’alimentazione specifica per diabetici per il resto della sua vita.

5. Pancreatite

La pancreatite è uno stato infiammatorio del pancreas che causa un rilascio degli enzimi digestivi presenti in quest’organo nell’addome, dove possono scomporre proteine e grassi in modo inappropriato.

Un’alimentazione con troppi grassi può portare alla pancreatite, poiché stimola l’ormone che innesca il rilascio di più ormoni digestivi da parte del pancreas, mettendo il tuo cane a rischio di un’acutizzazione.

Se il tuo cane è portato alla pancreatite, gli verrà di solito prescritta una dieta a basso contenuto di grassi che potrà aiutare ad evitare future acutizzazioni.

Prestare attenzione all’alimentazione del tuo cane nel corso della sua vita e mantenere l’assunzione di grassi nei parametri consigliati può dunque aiutare ad evitare lo sviluppo di un problema dalla radice.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 11 persone con una media di 4.7 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

2 Commenti

  1. Raffaela

    Molto interessante! Ho un cane un po' sovrappeso e ora sono alquanto preoccupata... Vivo con i miei e loro lo viziano. Ottimo aiuto per far capire l'educazione alimentare...
  2. Annarita

    Mi piacerebbe ricevere per curare meglio il mio cane

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty