21 Consigli per affrontare felicemente la vecchiaia del vostro cane

Scritto da nella categoria Cani - 1 commento
21 Consigli per affrontare felicemente la vecchiaia del vostro cane

Tutti invecchiano, anche i nostri cani. Sarebbe un mondo meraviglioso se non succedesse, ma purtroppo la natura funziona così e non c'è modo per non far invecchiare il tuo amico a quattro zampe. Possedere un cane anziano è completamente differente rispetto a prendersi cura di un cucciolo, ma se sai come gestire la situazione puoi assicurare al tuo compagno di giochi una vecchiaia il più felice e attiva possibile!

1. Calcolare l'Età dei Cani

Per poterti prendere cura del tuo cane, la prima cosa che devi saper fare è calcolare esattamente quanti anni ha. Devi imparare come convertire gli anni canini in anni umani, così da essere in grado di venire a conoscenza dell'età del tuo cane e di dargli tutte le cure di cui ha bisogno. Devi sapere che i cani di taglia grande (23-40 kg e oltre) invecchiano più velocemente rispetto ai cagnolini di taglia medio-piccola (0-9 kg e 10-22 kg).

Prendendo questi dati in considerazione, giungiamo alla conclusione che 7 anni canini corrispondono a 44-47 anni umani per i cani di taglia medio-piccola, e 50-56 anni per i cani di taglia grande. Dieci anni canini equivalgono a 56-60 anni per i cani più piccoli, e 66-78 per i più grandi. Così come quindici anni canini equivalgono, quindi a 76-83 per i più piccoli e 93-115 per i più grandi. Infine, 20 anni canini corrispondono a 96-105 anni per i piccoli e 120 per i grandi.

2. Imparare a conoscere la vecchiaia dei cani

Educarsi su come affrontare al meglio la vecchiaia del tuo cane è la chiave per assicurargli una vita più semplice e in salute. Il nostro scopo è quello di assicurarti una conoscenza esaustiva dell'argomento con i nostri articoli, ma purtroppo non basta. Infatti, ti consigliamo di documentarti il più che puoi riguardo l'anzianità dei nostri amici cani. Puoi scegliere di istruirti tramite libri oppure su internet, dove troverai molte comunità dove persone come te si scambiano consigli e storie sull'invecchiamento dei cani. Quelle sono le persone di cui ti puoi davvero fidare perché l'esperienza è il miglior insegnamento.

3. Vedrai il Veterinario Molto Spesso

I veterinari sono senza dubbio una fonte affidabile e attendibile per quanto riguarda la salute del tuo cane. Diventeranno, infatti, una figura sempre più presente nella vita del tuo amico a quattro zampe man mano che la vecchiaia avanza.

Per i cani di età "normale", raccomandiamo una visita veterinaria annuale. Per i cani un po più "vecchi", invece, è consigliabile recarsi dal veterinario per un suo parere almeno due volte l'anno. Ovviamente se durante questi controlli si riscontrano altri problemi, si presenterà il bisogno di sottoporre l'animale ad altre visite. Il tuo veterinario saprà esattamente cosa cercare in un cane anziano, perché è a conoscenza dei possibili problemi di salute dovuti all'invecchiamento canino.

4. Rivedere la Dieta

Una delle prime cose a cui pensare quando il tuo cane inizia a invecchiare è la sua dieta. I cani più in là con l'età, infatti, hanno bisogno di una dieta più mirata ad agevolare l'invecchiamento. Innanzitutto, si deve dare un taglio alle calorie perché con l'anzianità aumenta il rischio di obesità, causata dal rallentamento del metabolismo. In più, hanno bisogno di più fibre così che l'organismo possa funzionare alla perfezione. La buona notizia è, però, che ogni azienda specializzata nel cibo per cani ha dei prodotti creati appositamente per i nostri amici più anziani.

Approfondimenti:

5. Attenzione ai Parassiti!

Uno degli effetti negativi dell'età che avanza, per ogni creatura, è l'indebolimento del sistema immunitario. Proprio per questo, il cane più anziano è particolarmente soggetto ai parassiti. Tra i più comuni figurano gli ascaridi, i tricocefali, gli anchilostomi, le giardie, le tenie e i coccidi. Con il passare degli anni i cani diventano sempre più vulnerabili agli attacchi parassitari, proprio per questo bisogna reagire immediatamente se si notano allarmi di infezione. I campanelli d'allarme possono essere: diarrea (specialmente con presenza di sangue), anemia, appetito ridotto, perdita di peso e vomito - ma soprattutto, attenzione se il cane strofina il sedere per terra.

6. Movimento e attività fisica

Non è un segreto che i cani più anziani non sono agili come erano una volta: preferiscono una passeggiatina alla corsa, e si mostrano meno propensi all'attività fisica in generale. Appena si notano questi comportamenti, bisogna subito portare il cane a fare una visita dal veterinario, così da assicurarsi che non si tratti di artrite, o di qualsiasi altra patologia che potrebbe compromettere la sua mobilità. Nella migliore delle ipotesi, il veterinario ti dirà che si tratta solo di vecchiaia. In tal caso, dovrai iniziare a stabilire per il tuo cane un regime d'esercizio mirato alla sua età. Tieni sempre a mente, però, che per il tuo cane il movimento non dev'essere uno sforzo, ma un divertimento.

7. Vaccinazioni per la terza età

Chiunque si prenda cura di un cane è al corrente di quanto siano importanti le vaccinazioni. Senza di esse, il tuo cane non solo rischia di contrarre diverse malattie, ma rischia anche di diventarne il portatore, così da infettare altri cani.

Nel corso della vita del cane, il proprietario dovrà sottoporlo a vaccini che variano a seconda delle raccomandazioni del veterinario. Una volta che il tuo cane raggiunge una certa età, le vaccinazioni cambiano ed è importante che tu sia sempre aggiornato. Puoi rivolgerti al tuo veterinario, perché la loro esperienza è inestimabile e sicuramente sapranno cosa è meglio per il tuo amico a quattro zampe.

8. Assicurati che la Separazione non sia Insopportabile per il tuo Cane

L'ansia da separazione è molto comune nei cani più anziani. È una condizione per la quale il cane si sente ansioso e irrequieto se viene lasciato da solo. Certo, anche i cani più "giovani" hanno la cosiddetta "sindrome dell'abbandono", ma nei cani più vecchi è decisamente più marcata. I sintomi includono affanno, tremolio, salivazione eccessiva. Il cane inoltre si nasconderà, e sarà impaziente mentre ti preparerai ad andartene. Mentre non ci sei, invece, potrà assumere un comportamento distruttivo, sporcare casa, o rifiutarsi di mangiare. Alcuni cani mostrano addirittura segni di ansia notturna, perché identificano il tuo sonno come una forma di abbandono.

Per gestire al meglio questo problema, ti dovresti rivolgere a un veterinario specializzato in questa condizione che sicuramente saprà quali provvedimenti prendere. Il contro-condizionamento e la desensibilizzazione sono le vie più comuni per la risoluzione del problema.

9. Un Ambiente Speciale per il tuo Amico

Con il passare degli anni cambiano anche le preferenze del tuo cane per quanto riguarda l'ambiente a lui circostante. Proprio per questo devi impegnarti per metterlo il più possibile a suo agio! Per delle ossa e dei muscoli che invecchiano, l'ideale è un giaciglio al caldo, morbido e ricco di cuscini e coperte per farlo sentire un RE!

Se in casa hai delle scale, sarà meglio tenere tutto al piano terra perché per il tuo cane diventa più difficile scendere e salire le scale. Dovrai anche limitare i loro tempi all'aria aperta se vedi che per il tuo cane sono fonte di malessere.

10. Condizioni che Dipendono dal Sistema Riproduttivo

Tra un cane castrato e uno non castrato c'è differenza, ed diventa più evidente che mai quando si raggiunge l'anzianità. Per esempio, i cani castrati da piccoli sono più a rischio obesità e diabete in età avanzata. D'altra parte, invece, i cani che non sono stati sterilizzati sono a rischio di cancro testicolare, prostatico e mammario. Se noti che il tuo cane ha qualche dolore, rivolgiti immediatamente al tuo veterinario per qualsiasi chiarimento.

11. Senilità: che ci vuoi fare?

Proprio come gli umani anziani, anche i cani corrono il rischio di senilità. La senilità di solito è facile da individuare, perché cambia quasi interamente la personalità del cane. Come fai a capire se il tuo cane ne soffre? Te ne accorgerai se il tuo cane ti sembrerà particolarmente confuso, disorientato e perso. A volte sembrano anche essere in preda al panico. Non è bello vedere il proprio cane così, anzi, è molto difficile - ma purtroppo non ci si può fare un granché.

I cani più anziani possono soffrire di disfunzione cognitiva, che praticamente è frutto del deterioramento del cervello. In tal caso, il massimo che puoi fare per il tuo amico a quattro zampe è farlo sentire il più amato e curato possibile.

12. Attento al Cancro

Il cancro purtroppo è una malattia che può colpire il cane a qualsiasi età, ma comunque, per i più anziani il rischio è maggiore. Infatti è la causa principale di morte dei cani dai dieci anni in su. La cosa peggiore è che il cancro non ha regole e può spuntare in qualsiasi organo. Il massimo che puoi fare è stare attento se il tuo cane mostra dei sintomi. Fai attenzione e cerca di controllare se ci sono dei noduli mentre lo accarezzi o lo spazzoli. Se sospetti ci siano le avvisaglie di un cancro, contatta immediatamente il veterinario così da poter fare una biopsia. A volte il tumore può essere rimosso chirurgicamente, o in altri casi potrebbe essere necessario ricorrere alla chemioterapia o alla radioterapia.

13. A Volte l'Eutanasia è Inevitabile

Praticare l'eutanasia sul proprio cane è una delle decisioni più difficili e struggenti da prendere per un padrone. Chiunque possiede un cane lo considera come parte integrante della famiglia e non vorrebbe mai dirgli addio. Ma ci sono dei casi in cui l'eutanasia è la scelta migliore per mettere fine alle sofferenze di un cane ammalato. Se la patologia è grave, purtroppo il padrone non può fare più di tanto per alleviare il dolore o curarlo: in tal caso, è meglio parlare con il veterinario e considerare l'idea dell'eutanasia. Ovviamente non è necessario, e se va contro le tue idee puoi non sceglierla. L'importante è consultare il parere di un esperto prima di fare una scelta così delicata.

14. L'incontinenza non dipende da loro!

L'incontinenza è un altro problema molto diffuso tra i cani anziani. Quando arriva il momento dell'incontinenza, bisogna farsene una ragione e accettare il problema. Non puoi né dargli la colpa, né punirli, perché non posso controllarlo! La cosa migliore da fare è trovare un modo per conviverci senza disagi. Una buona idea è quella di tenere i cani in un'area nella quale il pavimento è facile da pulire, come ad esempio il parquet o le mattonelle. Se fuori il clima è favorevole, fallo stare fuori. L'incontinenza è dura da gestire, ma prima o poi arriva il momento nel quale diventa una realtà da affrontare.

15. Attenzione al calo della vista

Così come la senilità, il calo della vista è un problema che affligge i cani anziani.

Col passare degli anni, sono molti i problemi che il deterioramento della vista può causare. Il più delle volte è facile da individuare: gli occhi del cane saranno più "offuscati", come se su di essi ci fosse una nuvoletta bianca. In tal caso, si tratta di cataratta - e se la diagnosi è quella, allora c'è poco da fare. Se ti accorgi che il tuo cane pian piano ci vede sempre meno, assicurati di aiutarlo e di guidarlo per qualsiasi cosa di cui lui ha bisogno. Fortunatamente però i cani hanno un olfatto strepitoso, cosa che di solito li aiuta a muoversi bene anche se la vista viene a mancare.

16. La toelettatura

Tante persone sono erroneamente convinte che i cani più anziani non hanno bisogno della toelettatura. Non è assolutamente vero. Non solo devi spazzolare il tuo cane per assicurarti che il suo pelo non abbia nodi, ma è anche parte essenziale del legame con il tuo cane! Tuttavia, quando fai la toelettatura a un cane più vecchio, devi fare più attenzione in quanto la pelle e il pelo sono più delicati.

17. Potrebbe sporcare casa

Come abbiamo già detto, quando si tratta di incontinenza, c'è da aspettarsi che il cane potrebbe sporcare. Molte persone pensano, sbagliandosi, che questo è un problema comportamentale e che il cane lo fa perché è arrabbiato o insoddisfatto per qualcosa. Di solito, se il cane sporca casa vuol dire che c'è qualche malattia dietro. Generalmente si tratta di un'infezione batterica della vescica. Se il tuo cane ha questo problema, la frequenza dell'urinazione aumenta e per loro diventa difficile contenersi. Anche l'incontinenza urinaria è un problema comune tra i cani più anziani, ma fortunatamente entrambi i problemi possono risolversi con l'aiuto della medicina.

18. Comportamenti Distruttivi

Il comportamento distruttivo è un altro problema comune tra i cani anziani, e solitamente è collegato a un qualche problema di salute. Quale comportamento distruttivo c'è da aspettarsi da un cane 'senior'? Per fare qualche esempio, il cane potrebbe attaccare o graffiare membri della famiglia, mordere una qualche parte del suo stesso corpo, o ingerire un oggetto non edibile. A volte, questi problemi comportamentali nascono dalla senilità. In quello stato, il cane potrebbe essere confuso, spaventato e frustrato - e l'unico modo che il cane ha per gestire il problema è distruggere qualcosa. Se il tuo cane morde i mobili, o mangia cose che non dovrebbe mangiare, è consigliato l'acquisto di nuovi giochi che può mordere e di snack che può masticare.

19. Le malattie possono portare all'aggressività

L'aggressività può essere il risultato di un qualche tipo di malattia 'nascosta'. Se il tuo cane assume un comportamento aggressivo con te o con le altre persone, i motivi potrebbero essere tanti. Alcuni problemi collegati all'aggressività sono la difficoltà nel muoversi, la perdita dell'appetito e il senso d'ansia. I cani più anziani sono semplicemente più sensibili rispetto ai cani più giovani, ed è per questo che i cambiamenti nell'ambiente che li circonda potrebbero portarli ad assumere un atteggiamento aggressivo.

20. Compra i giochi giusti!

Devi ricordare che il modo migliore per preservare la salute del tuo cane è mantenerlo attivo - fisicamente e mentalmente. Quando acquisti dei giochi da far masticare al cane, assicurati che siano adatti alla sua età. Perché? Per il semplice fatto che i cani più anziani hanno una dentatura più fragile, quindi il giocattolo dovrà essere più morbido. Per mantenerli attivi mentalmente, invece, si può optare per l'acquisto di un puzzle con i pezzi che il cane può spostare e assemblare con il naso.

Se compri al tuo cane un giocattolo "squeaker" (di quelli che suonano, tipo paperelle), assicurati che il suono esca da entrambe le estremità del giocattolo così che è più forte e il cane lo sente meglio. Quando acquisti i giochi per il tuo amico, assicurati sempre che stai facendo la scelta giusta per la sua età e per le sue esigenze.

21. Prenditi cura dei suoi denti!

I denti dei cani più anziani diventano sempre più deboli col passare del tempo, ma se te ne prendi cura adeguatamente, puoi far si che i suoi denti siano il più in salute possibile!

Innanzitutto, spazzola i denti del tuo cane su base regolare. Certo, ai cani non piace, ma puoi dargli un premio ogni volta che gli spazzoli i denti, così che loro sanno che se te lo lasciano fare, ricevono una ricompensa. Ti raccomandiamo anche di andare dal veterinario ogni anno per una pulizia dei denti professionale. Il veterinario deve controllare denti e gengive per verificare che tutto sia in salute. Consigliamo inoltre di far fare al tuo cane un'ortopanoramica una volta l'anno.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

1 Commento

  1. Mauro Tomassetti

    Siamo rimasti solo io e lui e vorrei trattarlo al meglio delle mie possibilità

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty