I 5 integratori di cui ogni cane anziano ha bisogno

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
I 5 integratori di cui ogni cane anziano ha bisogno

Man mano che il tuo cane invecchia, il suo corpo inizia a perdere colpi. Non trarrà più nutrimento dal suo cibo e il suo fegato non sarà in grado di espellere le tossine, per questo motivo il suo cervello inizierà a rallentare. Ecco perché i cani anziani hanno bisogno di un aiuto con l'avanzare dell'età. Li aiuta a ottenere ciò di cui hanno bisogno per vivere una vita sana e confortevole. Quindi diamo un'occhiata ai cinque migliori integratori che dovresti considerare di somministrare soprattutto al tuo cane anziano.

Prebiotici e probiotici

Man mano che il tuo cane invecchia, il suo microbioma può sbilanciarsi e divenire un problema. Il microbioma del tuo cane è costituito da batteri e altri microrganismi che vivono in tutto il suo corpo. Più è popolato e diversificato il microbioma del tuo cane, più sarà sano. Ma con l'età e il cambiamento, il numero di batteri e i microrganismi cambiano.

Se i batteri nocivi iniziano a soppiantare quelli buoni il tuo cane dovrà affrontare infiammazioni, permeabilità intestinale e malattie croniche. È qui che entrano in gioco prebiotici e probiotici per i cani anziani.

I prebiotici nutrono i batteri benefici che vivono già nell'intestino del tuo cane. Aiuteranno ad aumentare la popolazione di specie e più batteri benefici ci sono, maggiori saranno i benefici che forniranno. I probiotici non aiuteranno ad aumentare la diversità e il numero di batteri nell'intestino del tuo cane perché sopravvivono solo per pochi giorni ma aiuteranno ad aumentare la produzione di sottoprodotti benefici mentre sono lì.

Come somministrare prebiotici e probiotici al tuo cane anziano

Ci sono molti cibi ricchi di prebiotici che puoi aggiungere alla dieta del tuo cane per aumentare il suo stato di salute. Questi alimenti hanno anche altri benefici per la salute del tuo cane anziano e potrebbe beneficiarne. Alcune buone scelte includono:

  1. Funghi: aiutano a combattere il cancro, sostengono il fegato, il cuore, la vescica e il tratto digerente, gestiscono il diabete e rallentano l'invecchiamento. Prova la coda di tacchino, il chaga e il reishi per ottenere i migliori risultati.

  2. Radice di cicoria: aiuta a migliorare la digestione e riduce l'infiammazione.

  3. Aglio: regola la pressione sanguigna, previene la formazione di coaguli di sangue, può prevenire il cancro e aiuta a rimuovere i rifiuti presenti nell'organismo.

  4. Radice di bardana: regola la glicemia, aiuta a prevenire il cancro, sostiene la salute degli organi e riduce l'infiammazione.

  5. Tarassaco: aiuta con la disintossicazione, stimola l'appetito e sostiene il fegato.

I probiotici vengono assimilati meglio dal cane soprattutto quando sono somministrati. Un buon probiotico avrà 10 o più ceppi di batteri e oltre 30 miliardi di CFU (unità formanti colonie) e ciò contribuirà a garantire che almeno alcuni dei probiotici sopravvivano al viaggio nel colon. Un'eccezione particolare sono i probiotici a base di microorganismi del suolo. I prodotti che utilizzano organismi di questo tipo (SBO) sono meno fragili e dureranno più a lungo nel colon. Se acquisti un prodotto probiotico con SBO, saranno necessari con 1 o 2 ceppi e meno di 1 miliardo di CFU. Per comodità, consigliamo di cercare un probiotico che contenga anche prebiotici ciò contribuirà a rendere i probiotici più efficaci.

Enzimi digestivi

Gli enzimi digestivi aiutano a digerire il cibo in modo che il tuo cane possa assorbire meglio i nutrienti presenti. Mentre i cani producono naturalmente enzimi digestivi, invecchiando, la produzione rallenta. Ecco perché i cani anziani hanno maggiori probabilità di avere carenze enzimatiche, che influenzano il sistema immunitario, favoriscono la disintossicazione e lo sviluppo degli ormoni, la funzione della cistifellea e favoriscono una corretta digestione.

Se il tuo cane mangia cibi cotti, avrà carenza di nutrienti perché il calore uccide gli enzimi. E questa mancanza di enzimi può ridurre la resistenza allo stress e ingrandire il pancreas e gli organi più piccoli, incluso il cervello. Se il tuo cane ha una carenza di enzimi, rutterà e scoreggerà, rigurgiterà il cibo non digerito e avrà movimenti intestinali anormali. Altri sintomi di carenza di enzimi digestivi possono essere: gonfiore, alito cattivo, reflusso acido, pancia che brontola o gorgoglia, dolore addominale o crampi, feci maleodoranti, cibo non digerito nelle feci.

Come somministrare al tuo cane gli enzimi digestivi

Puoi nutrire il tuo cane con cibi ricchi di enzimi per aumentare il suo apporto di enzimi. Verdure fermentate, zenzero, banane e miele sono tutte buone scelte. Ma come possiamo aggiungere enzimi digestivi alla dieta del tuo cane?

Quando acquisti un integratore per il tuo cane anziano, desideri acquistare un prodotto eccellente ed efficace soprattutto perché i cani hanno esigenze enzimatiche diverse rispetto agli umani. Inoltre, prova a trovare un prodotto che contenga del fegato che in natura è ricco di enzimi importanti e può persino aiutare il corpo del tuo cane a produrne di più da solo. Altri ingredienti da cercare sono la papaina che scompone la carne, la bromelina che scompone le proteine, la betaina un acido cloridrico che scompone le proteine, la cellulasi che scompone la fibra, l'Invertasi presente nel lievito e nel polline che scompone i carboidrati amidacei o la bile di bue che scompone il grasso.

Consigliamo di somministrare al tuo cane gli enzimi durante i suoi pasti. Se aiuta, puoi aggiungere acqua o brodo al supplemento ma non mettere mai direttamente gli enzimi digestivi sui cibi caldi poiché questo li ucciderà.

Antiossidanti

Man mano che il tuo cane invecchia, il suo corpo diventa più suscettibile allo stress ossidativo specialmente nel suo cervello. Lo stress ossidativo si verifica quando il corpo del tuo cane ha un eccesso di radicali liberi, sono molecole instabili che attaccano altre cellule, danneggiando il DNA, le proteine ​​e le membrane cellulari. Questo può portare a invecchiamento precoce e malattie croniche. Per aiutare a prevenire i danni dei radicali liberi, il tuo cane ha bisogno di antiossidanti. Gli antiossidanti aiutano a stabilizzare i radicali liberi, impedendo loro di attaccare le cellule sane. Le bacche sono un'ottima fonte di antiossidanti, i mirtilli sono particolarmente utili perché contengono un potente antiossidante chiamato antociani. Ciò che rende l'antocianina così speciale è che può attraversare la barriera emato-encefalica. Ciò significa che è uno degli unici antiossidanti alimentari in grado di proteggere il cervello del tuo cane dallo stress ossidativo. Come bonus aggiuntivo, le bacche sono anche prebiotiche. Un altro ottimo antiossidante per i cani anziani è l'astaxantina. L'astaxantina è un pigmento vegetale che si trova nelle alghe e nei frutti di mare rosa come gamberetti e salmone, protegge le cellule per ridurre i danni dei radicali liberi ed è buono per cuore, articolazioni e occhi. L'astaxantina contiene anche la superossido dismutasi (o SOD), uno degli antiossidanti più potenti che puoi dare al tuo cane.

Come aumentare l'assunzione di antiossidanti del tuo cane

Per aumentare l'assunzione degli antiossidanti del tuo cane anziano, devi ovviamente somministrare cibi ricchi di antiossidanti. Ciò include frutta e verdura dai colori vivaci come broccoli, bacche, mele, spinaci e cavoli. L'astaxantina è uno speciale antiossidante che si trova specificamente nelle alghe rosse e negli animali che la mangiano. Ma per assicurarti che il tuo cane riceva una sana fonte di astaxantina, prendi in considerazione un integratore. In questo modo non devi preoccuparti di trovare frutti di mare privi di tossine e sostanze chimiche.

Ulteriori suggerimenti

Le cozze dalle labbra verdi sono anche un'ottima fonte di SOD. E possono aiutare con i dolori articolari del tuo cane anziano.

La Vitamina C

La vitamina C è un altro importante antiossidante. Probabilmente saprai che è un fattore importante per l'immunità e la salute del cane e non solo, per questo che molti di noi lo prendono durante la stagione del raffreddore e dell'influenza. Ma la vitamina C aiuta anche a far crescere i tessuti, formare calcio e ferro e sostenere la ghiandola surrenale, che produce ormoni. A differenza di te, il tuo cane può produrre la sua vitamina C ma come gli enzimi digestivi, quando invecchia la produzione rallenta. Ciò significa che il tuo cane anziano avrà bisogno di questa importante vitamina integrata nella sua dieta man mano che invecchia.

Come aggiungere vitamina C alla dieta del tuo cane

Le fonti naturali di alimenti integrali di vitamine e minerali sono la scelta migliore per i cani. I mirtilli sono ricchi di vitamina C, che è un altro ottimo motivo per dar loro da mangiare al tuo cane. I broccoli sono anche un'ottima scelta per aggiungere vitamina C al piatto del tuo cane. In effetti, 1 kg di broccoli ha più vitamina C di 2,5 kg di arance.

Grassi Omega-3

L'infiammazione cronica è una risposta immunitaria prolungata nel tempo. Se lasciata al caso, inizierà a influenzare la funzione immunitaria del tuo cane e porterà a un invecchiamento precoce. È anche collegato a malattie degenerative e problemi come: diabete, malattia autoimmune, artrite, cancro e malattie degli organi. Uno dei modi migliori per ridurre l'infiammazione è con gli acidi grassi omega-3.

Gli Omega-3 sono potenti antinfiammatori che mantengono sane le membrane cellulari. Aiutano anche a ridurre il declino cognitivo, a mantenere le articolazioni sane e a rafforzare il sistema immunitario. Il problema è che la maggior parte dei cani non assume abbastanza omega-3, quindi dovrai aggiungerli da solo alla dieta del tuo cane.

Leggi anche: I cani possono convertire grassi vegetali Omega 3?

Ulteriori suggerimenti

Se dai probiotici con un integratore di omega-3, aumenterà la capacità del tuo cane di assorbire i grassi benefici. Può anche aumentare i livelli di omega-3 nel cervello, il che aiuterà a migliorare la funzione cognitiva del tuo cane.

Come somministrare un integratore di Omega-3 al tuo cane anziano

La fonte più popolare di omega-3 per i cani è l'olio di pesce. Il problema è che l'olio di pesce è una fonte incompleta di omega ed è anche altamente suscettibile allo stress ossidativo, contiene tossine come metalli pesanti e diossine e non è sostenibile. La buona notizia è che ci sono alternative, con le cozze dalle labbra verdi in cima alla lista. L'olio di cozze dalle labbra verdi è una ricca fonte di acidi grassi ed è più biodisponibile e sostenibile dell'olio di pesce. Contiene anche acido eicosatetraenoico (ETA) un importante antinfiammatorio omega-3 che non si trova negli oli di pesce.

Puoi somministrare al tuo cane anziano un integratore di cozze dalle labbra verdi in polvere o liquido. Ma assicurati che il supplemento non sia senza grassi. Questa è una pratica che alcuni produttori usano e rende l'olio inutile per il tuo cane.

Aiutare il tuo cane a vivere una vita lunga e confortevole è una delle tue priorità principali. Allora perché non provare alcuni di questi integratori per cani anziani e vedere quanto possono fare la differenza. Il tuo cane soffre di uno di questi problemi comuni?

Potrebbe sembrare un'allergia oppure potrebbe essere un'infezione da lievito. La dermatite da lievito è un problema comune nei cani che può essere frustrante da trattare. Ma non preoccuparti, ci sono rimedi casalinghi che possono aiutare a risolvere questa causa comune di malattie della pelle. Ci sono solo quattro semplici passaggi da seguire e potresti dire addio al problema per sempre.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 11 persone con una media di 4.7 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty