Cibi fermentati il tuo cane: cosa sono e perché fanno bene

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Cibi fermentati il tuo cane: cosa sono e perché fanno bene

Il nostro attuale sistema alimentare che comprende prodotti processati e prodotti sintetici di origine farmaceutica, ci ha facilitato tutto ma nello stesso tempo non ci permette di avere uno stile di vita e una dieta sana e nutriente.

Per questo motivo dobbiamo ricordare sempre come funziona il nostro organismo, il motore che rende tutto possibile anche grazie alla presenza di batteri buoni e cattivi contenuti al suo interno. Gli alimenti fermentati sono un modo semplice e nutriente per promuovere la produzione di batteri sani nel nostro organismo che aiutano a contrastare i batteri nocivi.

C'è molto da sapere riguardo la produzione di cibi fermentati fatti in casa, ma la cosa che mi affascina di più è il poter ammirare tutto il processo di fermentazione mentre gli alimenti diventano una vera e propria prelibatezza.

Purtroppo, l'arte di fermentare i cibi in casa sta diventando una tradizione persa.

La storia degli alimenti fermentati

I cibi fermentati fanno parte della cultura alimentare dell'uomo da migliaia di anni. La fermentazione era un modo per conservare gli alimenti che si decomponevano rapidamente senza l'utilizzo di questo metodo. Il primo alimento fermentato conosciuto risale al 7000-6600 a.C. nel villaggio neolitico cinese di Jiahu ma già nel 200 a.C. i cuochi cinesi fermentavano il cavolo, mentre i cuochi coreani fermentavano il Kimchi, gli africani occidentali fermentavano il Garri, senza dimenticare la cucina dell'antica Roma che utilizzavano la fermentazione come metodo di conservazione degli alimenti.

Come funziona la fermentazione

Tramite il processo di fermentazione gli alimenti vengono conservati tramite l'utilizzo dei succhi ottenuti attraverso l'azione dei microorganismi presenti in essi come batteri, lieviti o muffe. Gli alimenti fermentati "tradizionalmente" come il pane e le birre sono fermentati tramite l'utilizzo dello zucchero, che si trasforma in alcool e poi in lievito. Alcuni alimenti invece usano i batteri delle particelle disperse nell'aria come il lattobacillo, che sono importanti per la produzione di crauti, yogurt e kimchi. Un ultimo processo di fermentazione invece prevede l'utilizzo dell'aceto, che produce un cibo in salamoia. Gli alimenti fermentati richiedono uno sforzo minimo, ma offrono nutrienti essenziali per il buon funzionamento della flora intestinale.

I benefici nutrizionali degli alimenti fermentati

Gli alimenti fermentati sono noti per riempire il nostro intestino con batteri, enzimi, vitamine e minerali benefici. Inoltre, creano nuovi nutrienti dalle vitamine del gruppo B come acido folico, riboflavina, niacina, tiamina e biotina, che è composta a sua volta da acidi lattici. Alcuni alimenti fermentati agiscono come antiossidanti e i lattobacilli creano acidi grassi Omega-3, essenziali per la funzione delle membrane cellulari e del sistema immunitario, nonché vitamina C e acido lattico. I paesi che consumano alimenti più fermentati hanno un tasso di cancro inferiore rispetto a quelli che acquistano alimenti più pastorizzati.

Acido lattico

L'acido lattico proveniente dagli alimenti fermentati ci consente di mangiare verdure fresche coltivate localmente fornendo cibi ricchi di enzimi e vitamina C anche durante i freddi mesi invernali. L'acido lattico è anche necessario per la creazione di energia nei muscoli, nel fegato e nei globuli rossi ed è un nutriente chiave per aiutare a scomporre gli alimenti nel nostro stomaco e per renderli più facilmente digeribili. L'acido lattico incoraggia anche la funzione del pancreas e quindi stimola la secrezione di tutti gli organi digestivi. Studi scientifici mostrano anche che il consumo di acido lattico proveniente da cibi fermentati è benefico per i malati di cancro.

L'acetilcolina

L'amminoacido acetilcolina viene anche esso prodotto durante il processo di fermentazione degli alimenti, aiutando a stimolare il movimento peristaltico dell'intestino e facilitando la circolazione sanguigna. L'acetilcolina ha un effetto calmante sul sistema nervoso, che aiuta a migliorare il sonno, abbassa la pressione sanguigna e rafforza il cuore.

Rimozione di tossine

La fermentazione è anche nota per rimuovere le tossine dagli alimenti e talvolta rende i cereali più nutrienti rimuovendo l'acido fitico presente. 

Dovete sapere che il nostro intestino crasso ospita una moltitudine di batteri come: Bacteroides fraglis, Escherichia coli, Proteus mirabilis, Klebsiella, Lactobacillus, Steptococcus, Candida albicans, Clostridium, Pseudomonas e Enterococcus. L'uso frequente di antibiotici o steroidi distrugge i batteri buoni che mantengono gli altri batteri nocivi sotto controllo e nella quantità corretta per il nosto organismo. I batteri benefici sono: bifidobatteri, lattobatteri, propionobatteri, ceppi fisiologici di Escherichia coli, peptostrpococchi e enterococchi.

Inoltre, la dieta e lo stress possono anche danneggiare la flora intestinale, quando il sistema digestivo è sbilanciato, non è raro che anche il sistema immunitario sia sbilanciato. Se le nostre pareti intestinali e i batteri non sono in uno buono stato, non sono in grado di produrre linfociti, cellule immunitarie che dovrebbero essere presenti in abbondanza nelle pareti digestive. Quando ciò accade, ulteriori gruppi di neutrofili e macrofagi non possono svolgere correttamente il proprio lavoro, il che alla fine renderà un animale domestico o una persona immunocompromessi.

Probiotici

Si stima che dall'80 all'85 percento della nostra forza immunitaria si trovi all'interno delle nostre pareti intestinali. Molte volte quando l'intestino è fuori servizio, notiamo la presenza di sintomi come diarrea e/o costipazione. I probiotici sono spesso usati come trattamento per questi disturbi gastrointestinali e anche per allergie, autismo, infezione virale cronica, infezione urogenitale, tubercolosi, meningite, artrite, diabete, infezioni cliniche e disturbi autoimmuni.

La specie dei batteri Lactobacilli, che si trova più comunemente negli alimenti fermentati, è un normale ed essenziale abitante dell'intestino, delle mucose della bocca, della gola, del naso e del tratto respiratorio superiore e della vagina e inoltre si trova anche in gran numero nel latte materno. Oltre alla produzione di acido lattico, i lattobacilli producono anche perossido di idrogeno, che agisce come antisettico, antibatterico e antimicotico nel corpo, coinvolge il sistema immunitario e orchestra il processo di rinnovamento cellulare nell'intestino. 

Altri probiotici trovati nell'intestino hanno i loro lavori unici per garantire che il nostro intestino venga riparato e mantenuto a livello cellulare su base giornaliera.

La dieta GAPS

Sebbene la medicina allopatica abbia diviso il corpo in diversi "sistemi", è stato scoperto che l'intestino e il cervello lavorano insieme, soprattutto quando l'intestino è malnutrito e pieno di tossine. Ciò ha alcune somiglianze con il sistema a cinque elementi introdotto dalla medicina tradizionale cinese in cui i sistemi di organi lavorano insieme e si supportano a vicenda e funzionano nel loro insieme. Al fine di ridurre la tossicità e curare l'intestino, molti si sono rivolti alla dieta GAPS, protocollo per chi soffre di disturbi intestinali e mentali. Questa dieta si concentra sul ripristino dei batteri buoni e sulla riparazione del rivestimento intestinale con benefici a lungo termine.

Come funziona

Quando si cura l'intestino, inizialmente ci si concentra in gran parte su un'introduzione di brodi ossei e cibi fermentati, molti aggiungono ogni giorno un semplice cucchiaino di succo di crauti per ripristinare la normale produzione di acido gastrico e probiotici per la riparazione dell'intestino. Questo aiuta a ricostruire il batterio intestinale benefico che crea un ambiente per mantenere in equilibrio i batteri cattivi. Per avere un intestino sano, abbiamo bisogno di batteri buoni e cattivi, ma senza crescita eccessiva dell'uno o dell'altro.

Alcune delle ricette più basilari per preparare cibi fermentati includono crauti, pane a lievitazione naturale e kimchi. Ma puoi anche fermentare i latticini per preparare panna acida, yogurt, formaggio, kefir e latticello. I cereali possono essere fermentati per produrre porridge, kvas e rejuvelac. Si possono preparare bevande fermentate come vini, kombucha, kefir d'acqua, birra, sidro e idromele. In alcune culture fermentano anche proteine ​​come il pesce. L'elenco delle opzioni è piuttosto ampio e vario quando si tratta di fermentazione.

Includere i cibi fermentati nella dieta del tuo cane

alimenti fermentati per cani

Per includere questi alimenti nella dieta del tuo cane, devono essere fatti in casa. Se non hai i mezzi per produrre da solo alimenti fermentati, spesso puoi acquistare questi tipi di alimenti nel tuo mercato locale degli agricoltori o in qualsiasi agricoltura supportata dalla comunità. Gli alimenti provenienti dal negozio di alimentari devono essere sottoposti a un processo di pastorizzazione.

La pastorizzazione riscalda il cibo e uccide gli enzimi, i batteri o i microrganismi naturali prodotti durante la fermentazione e se vuoi cibo vero e nutriente, semplicemente non puoi acquistarlo presso il supermercato.

Se i cibi fermentati non sono di tuo gradimento, puoi applicare il metodo del decapaggio che comporta l'ammollo di cibi in un liquido acido per ottenere un sapore aspro. Tuttavia, con il decapaggio, non si ottiene la stessa crescita batterica della fermentazione. 

Perché i nostri animali domestici hanno bisogno di alimenti fermentati?

Molti di questi alimenti fermentati possono essere introdotti nella dieta dei nostri cani e gatti in quanto il loro benessere intestinale è importante quanto il nostro. Prima della crocchette, i nostri nonni davano da mangiare ai nostri cani e gatti gli avanzi di carne e altri prodotti naturali provenienti dalla loro fattoria, permettendo così agli animali domestici di essere sani e vivere molti più anni di quanto non facciano oggi.  L'esaurimento di batteri, minerali e sostanze nutritive dal calore elevato e dall'intensa lavorazione a cui sono sottoposti gli alimenti secchi per i nostri animali domestici ha causato un effetto negativo sulla salute generale dei nostri cani e gatti. Molte aziende devono aggiungere vitamine e minerali agli alimenti per animali domestici al fine di ridurre le carenze nutrizionali.

I nostri cani e gatti possiedono il sistema digestivo adatto per gestire i batteri, proprio come noi esseri umani. I cani seppelliscono intenzionalmente le ossa nel terreno in modo che i microbi le decompongano e le rendano più digeribili. Molti proprietari di animali domestici per esempio non permettono ai loro cani di mangiare le ossa ricche di batteri.

Negli ultimi anni ho notato un forte aumento di allergie e di disturbi digestivi nei nostri animali domestici causati dalla crescita eccessiva di batteri nell'intestino tenue e problemi di sviluppo eccessivo del lievito. Questi disturbi potrebbero essere corretti con l'uso aggiunto di cibi fermentati insieme a una pulizia nella nutrizione alimentando cibi integrali e carni crude.

Molti dei nostri animali domestici sono stati trattati con antibiotici e steroidi nelle prime fasi della loro vita, per questo avrebbe senso aiutare il loro intestino e apportare miglioramenti alla loro salute generale. Il brodo di ossa e il succo di cavolo fermentato dovrebbero essere inseriti all'interno della dieta del cane e del gatto per favorire e rinforzare il loro intestino.

Per riassumere, ecco i nostri principali motivi per incorporare cibi fermentati nelle nostre diete ma anche in quelle dei nostri cani e gatti:

  • Sviluppo di batteri buoni nell'intestino;
  • Tenere sotto controllo i batteri intestinali nocivi;
  • Fattore nutrizionale e fonte di aminoacidi;
  • Presenza di enzimi naturali e probiotici;
  • Cura e trattamento dell'intestino inclusa la sindrome di permeabilità intestinale;
  • Riduzione delle allergie alimentari;
  • Aumento dell'apporto vitaminico;
  • Miglioramento della digestione;
  • Trattamento e cura delle allergie, diarrea, dermatite atopica.
Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 17 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty