La Digestione dei Cani & Guida a un'alimentazione sana

Scritto da nella categoria Cani - 2 commenti
La Digestione dei Cani & Guida a un'alimentazione sana

Per saperne di più sulla digestione del cane è necessario dare un'occhiata a una razza di lupo comunemente conosciuta come lupo grigio. I cani condividono il 99% per cento del loro DNA con il lupo grigio e, per questa ragione, il loro sistema digestivo è quasi identico.

Molte persone pensano che i cani siano onnivori dal momento che si nutrono di alimenti derivati da carne e piante/verdure. Tuttavia, i cani sono in realtà classificati come carnivori.

I cani sono carnivori

I carnivori sono noti anche come consumatori di carne. All’interno di questa categoria, che include anche i cani, ci sono gli animali che si cibano prevalentemente di carne, attraverso la caccia o la saprofagia, un regime alimentare animale basato su materia organica in avanzato stato di decomposizione. Anche se al vostro cane possono piacere frutta, verdura e altri alimenti non a base di carne, la loro costituzione anatomica mostra che si sono evoluti come carnivori. Per spiegare il processo di digestione del vostro cane, sarà utile mostrare alcune delle caratteristiche presenti in qualsiasi cane domestico:

I cani hanno un apparato gastrointestinale con tratti digestivi brevi e acidi, in grado di digerire i grassi animali molto rapidamente. La materia vegetale richiede più tempo per essere scomposta ed è per questo motivo che gli erbivori (animali che si nutrono di materia vegetale come le mucche) hanno lunghi tratti digestivi. Inoltre i cani secernono grandi quantità di acido cloridrico, che aiutano la scomposizione delle carni contribuendo a uccidere i batteri che si trovano nella carne cruda.

  • Dentatura: I denti dei carnivori, tra cui denti di cane, sono taglienti e appuntiti in modo da tagliare e penetrare la dura carne cruda. La dentatura è anche allungata in modo da facilitare la cattura e l'uccisione della preda. In confronto, gli erbivori hanno una dentatura creata per la macinazione della materia vegetale.
  • Mandibole: Le mandibole di un carnivoro hanno un movimento verticale che permette di tagliare la carne. I cani hanno anche l'abilità di aprire ampiamente la bocca e la gola permettendogli di ingoiare rapidamente grossi pezzi di carne e grasso.
  • Saliva: La saliva di un carnivoro non contiene amilasi, un enzima destinato alla scomposizione dell'amido (carboidrati) in zuccheri. Solo il pancreas produce l'amilasi, il che rende una dieta ricca di carboidrati una scelta sbagliata per i carnivori, compresi i cani, in quanto mette sotto sforzo l’apparato digestivo.

Purtroppo, molti marchi cibo per cani sono ad alto contenuto di carboidrati. Avrete notato inoltre che il vostro cane non mastica il suo cibo tanto quanto ci si aspetterebbe. Questo perché i carnivori non hanno bisogno di mescolare il cibo con la saliva per una corretta digestione come invece fanno erbivori e onnivori. I carnivori strappano la più grande quantità possibile di carne o grasso e ingoiano il tutto.

Abbiamo dunque stabilito che il vostro cane è un carnivoro. Questo è un buon punto di partenza! Tuttavia, anche ai lupi grigi piace la frutta e la verdura. Inoltre si nutrono anche di alimenti non a base di carne quando mangiano il contenuto dello stomaco delle loro prede che spesso consiste in materiale vegetale parzialmente digerito. I lupi mangiano uccelli, daini, caribou e altri piccoli animali quando riescono a cacciarli e il contenuto del loro stomaco rappresenta una grande fonte di nutrimento. I lupi possono anche essere saprofagi (ossia nutrirsi di carcasse di animali morti) quando sono affamati oppure quando il trovare cibo è più facile del cacciare la preda.

Gli scienziati ritengono che i lupi siano stati addomesticati quando, attirati dall'odore del cibo, si aggiravano intorno agli insediamenti umani. In seguito, la vicinanza tra umano e animale ha portato i lupi a trasformarsi nei cani che oggi conosciamo.

Così, anche se il vostro cane si è evoluto come un carnivoro, è stato addomesticato da almeno 15.000 anni e ha condiviso la sua dieta con gli esseri umani per millenni. I cani sono felici di avere piccole quantità di frutta, verdura e altri alimenti non a base di carne aggiunti alla loro dieta. Si tratta di alimenti che possono apportare benefici e si trovano mescolati a molti cibi per cani di alta qualità.

Ora, diamo un'occhiata a ciò che il vostro cane ha davvero bisogno per un'adeguata digestione.

Le proteine sono l'ingrediente essenziale che porta a una sana digestione: aiutano le funzioni di base, tra cui la rigenerazione cellulare, il mantenimento dei tessuti, la produzione di enzimi e di ormoni oltre ad aiutare al rifornimento di energia. Tenendo questo a mente, non tutte le proteine sono uguali. I fattori che influenzano la qualità delle proteine sono la loro fonte e la digeribilità per il cane.

Fonte delle proteine

Le proteine provenienti dalla carne, dette anche proteine animali, hanno un profilo acido amminico che è considerato completo per i cani. Dall'altra parte, le proteine vegetali sono considerate incomplete e non soddisfano il fabbisogno giornaliero di cui un cane ha bisogno per una salute ottimale. Quindi, le proteine non sono solo importanti, ma le proteine con cui alimentate il vostro cane dovrebbero essere in gran parte di origine animale e non vegetale. Molte aziende alimentari per cani utilizzano una grande quantità di proteine di origine vegetale che possono creare problemi per l'apparato digestivo.

Senza contare che sono carenti di quegli acidi che sono necessari per una crescita sana e uno sviluppo corretto. La maggior parte delle crocchette più economiche contengono grandi quantità di glutine di mais, farina di soia, e altro materiale vegetale che è difficile da digerire per il vostro cane rispetto alle proteine di origine animale.

Digeribilità delle proteine

La materia vegetale richiede più tempo per essere digerita rispetto alle proteine della carne, ragione per cui onnivori ed erbivori hanno un apparato digerente più lungo. Dal momento che i cani sono carnivori, hanno tratti digerenti brevi. Nella maggior parte dei casi i cani non sono in grado di digerire in modo efficiente le proteine vegetali e, di conseguenza, non traggono il nutrimento di cui hanno bisogno. La carne animale, d'altra parte, non è solo ricca di proteine ma è anche relativamente facile per i cani da digerire. Pertanto, è meglio scegliere un cibo per cani con un più alto contenuto di proteine animali. Se l'ingrediente principale del cibo del vostro cane non è una proteina animale, si dovrebbe seriamente prendere in considerazione il passaggio a un marchio con una più alta quantità di carne. È possibile controllare le mie recensioni riguardo al cibo per cani per trovare un marchio che contiene un elevato tenore di proteine della carne.

Variare le qualità delle proteine della carne

Anche tra le proteine della carne, alcune sono più facili da digerire rispetto ad altre. Si stima che le carni che contengono fasce muscolari come il pollo, il manzo e l'agnello abbiano un livello di digeribilità pari al 92%. Le carni di organi (reni, fegato, cuore) hanno un livello di digeribilità del 90%. Il pesce è valutato a circa il 75% di digeribilità. Per contro, le uova sono caratterizzate da una proteina digeribile al 100%. Le proteine di origine vegetale, come soia, riso, avena, frumento e mais hanno una digeribilità stimata tra il 75% e il 54%. Questo significa che quando si legge l'etichetta del cibo per cani, anche se due confezioni diverse mostrano la stessa percentuale di proteine, il vostro cane può essere in grado di digerire meglio un tipo, traendone quindi maggior nutrimento, rispetto a un altro.

In quanto esseri umani, ci piace stare lontano da grassi animali in modo da fare bella figura nei nostri mini costumini in spiaggia. Tuttavia, il grasso animale è di cruciale importanza per una corretta digestione. I cani non soffrono di malattie cardiache, colesterolo o problemi causati da alti livelli di grasso animale. Quest'ultimo non dovrebbe essere evitato in quanto è fondamentale per avere un cane sano. Oh, e rende anche il manto soffice e lucente!

Quando si legge la lista degli ingredienti sulla confezione del nostro cibo per cani, dobbiamo assicurarci che al grasso elencato corrisponda la sua origine come ad esempio: grasso di pollo. Tutto ciò che è indicato come grasso animale è molto vago e può includere un tipo di grasso in cui non è più presente alcun nutrimento per via della cottura. La vaga etichetta "grasso animale" può essere una miscela di grassi provenienti da fonti di carne poco raccomandabili e dunque non desiderabili per il vostro cane.

Quali sono i vantaggi del grasso animale per i cani?

In breve, è fonte di energia e vitalità! Dal momento che i cani domestici sono piuttosto pantofolai e passano un sacco di tempo sul divano rispetto ai loro antenati (il lupo grigio) non richiedono lo stesso fabbisogno di grasso e proteine del lupo. Una buona gamma di grassi animali nel cibo per cani è di circa il 15% o 20%. Se il cibo è in conformità con i requisiti minimi dell'AAFCO (Association of American feed Controllo Official) per l'etichettatura degli alimenti (e non si deve comprare un alimento che non soddisfa questi requisiti minimi), mostrerà un'analisi garantita sull'etichetta. Quest’analisi fornirà la percentuale di ciascuno dei nutrienti nel cibo, compresa la percentuale minima di proteine e grassi greggi, la percentuale massima di cellulosa greggia e acqua. Queste informazioni dovrebbero sempre essere riportate sull'etichetta della confezione. Se avete domande circa l'analisi, la maggior parte delle aziende fornisce queste informazioni anche sul loro sito web aziendale. La percentuale di grasso data nell'analisi è inclusa nel cibo e non sparisce durante il processo di lavorazione.

Infine, i cani richiedono i cosiddetti acidi grassi essenziali che un cane non è in grado di produrre naturalmente. L'unico modo in cui un cane può acquisire acidi grassi essenziali è quello di consumarne attraverso cibo a base di carne o pesce. Il più importante di tutti gli acidi grassi essenziali include il DHA ed EPA (Omega-3) ma anche l'acido linoleico e arachidonico (Omega-6). È molto importante che vi sia un buon equilibrio tra Omega-3 e Omega-6. In alcune marche di cibo per cani sono presenti questi acidi grassi essenziali. Ancora una volta senza vergogna vi suggerisco le mie recensioni sulle diverse marche di cibo per cani per aiutare a individuare le marche buone da quelle cattive. Il motivo per cui gli acidi grassi essenziali sono importanti sta nel fatto che senza di essi il vostro cane non è in grado di consumare o di digerire acidi grassi. In aggiunta, ci sono una serie di vitamine di cui il vostro cane ha bisogno e che sono solo liposolubili. Senza buone fonti di grasso nel suo cibo, il vostro cane non sarà in grado di assimilare le vitamine di cui ha bisogno per la sua salute.

Le fonti degli Omega-3

Da dove viene l'Omega-3? Beh, la fonte migliore per un cane è nel pesce. Il pesce è ricco di una sostanza conosciuta come l'EPA o acido Epicosapentaenoic (Prova a dirlo 5 volte veloce!). L’EPA costituisce uno dei requisiti per un cane sano. Il pesce contiene anche DHA o acido docosaesaenoico (giuro che non mi sto inventando queste parole!). Le piante, invece, contengono ALA o alfa - acido linolenico. Anche se l'ALA è una forma di Omega 3, non costituisce un requisito per cani! Così, ancora una volta, un cibo ad alto contenuto di carne, magari mescolato a degli Omega3 provenienti dal pesce, dovrebbe portare a una più sana digestione.

Anche se è vero che gli antenati dei nostri cani moderni non hanno mangiato grano (i cereali agricoli moderni non esistevano 15.000 anni fa), molti alimenti per cani oggi includono cereali nei loro ingredienti. Contrariamente alla credenza popolare, i grani non sono un "riempitivo" per arricchire in modo economico il cibo per cani. Infatti, i cereali come mais, grano, riso e altri aggiungono proteine vegetali alla dieta di un cane. E, nel caso del mais, questo non è più una fonte economica di proteine. Infatti, i prezzi del raccolto del mais per alimentare le mucche per il latte, I bovini da carne, e per fornire etanolo per i nostri veicoli sono in costante aumento. Questo, insieme ai costi di trasporto legati al prezzo della benzina, spiegano, in parte, l'aumento del costo del cibo per cani. In altre parole, il mais non è più a buon mercato. Se si utilizza un cibo per cani che contiene mais, si potrebbe scoprire che il produttore sta apportando delle modifiche per utilizzare altre proteine vegetali, come piselli o fagioli di soia che li costano meno.

Panoramica delle proteine di origine vegetale

Come già discusso, le proteine vegetali non sono di così facile digestione per un cane come le proteine della carne, ma non sono nemmeno da scartare completamente come spesso viene fatto credere in alcuni ambienti. Anche se alcune persone sostengono che non si deve nutrire il proprio cane con grani, non ci sono studi scientifici che mostrano che una dieta priva di grani sia più sana. Se il cane ha qualche tipo di allergia o intolleranza alimentare a un tipo di grano si dovrebbe ovviamente evitare di alimentare il cane con quell'alimento. In caso contrario, non c'è alcuna ragione per evitare i grani nel cibo del vostro cane. Alcuni hanno suggerito che gli alimenti per cani contenenti grano possono portare all'obesità, ma l'obesità nei cani dipende dall'eccessivo apporto di alimentazione e dalla sedentarietà. Qualsiasi tipo di cibo, se non è somministrato con moderazione può causare sovrappeso nei cani. È sempre necessario pesare il cibo del vostro cane e monitorare il suo apporto a prescindere dal tipo di cibo.

I cibi per cani privi di grano sono più sani?

Sebbene non sia scientificamente provato che una dieta priva di grani sia più sana per il vostro cane, molte aziende alimentari hanno deciso di cavalcare la credenza popolare producendo cibi privi di grani così come mangimi speciali con ingredienti limitati per cani con allergie o intolleranze alimentari.

Chiunque può optare per queste diete, ma è necessario essere sicuri di prestare attenzione alle condizioni del proprio cane.

Sta acquistando o perdendo peso? Ha un bel pelo? Appare in buona salute? E' energico? E, naturalmente, come sono le sue feci? Quest'ultima domanda è importante perché se il vostro cane ha una buona digestione, dovrebbe produrre feci piccole e compatte. Segni di una cattiva digestione sono dissenteria o feci molli.

Tali sintomi indicano che il cibo sta attraversando il suo apparato digerente in gran parte non digerito. In questi casi non sono importanti le vostre buone intenzioni o quanto si è speso per il cibo, se il vostro cane non sta bene, cambiate alimento. Tornate a qualcosa con cui il vostro cane andava d'accordo, anche se non è tenuto in alta considerazione.

La buona qualità del cibo per cani non la fanno solo gli ingredienti

In molti casi ci sono altri fattori non tangibili che sono difficili da misurare nell'analisi garantita e perfino nella lista degli ingredienti. La reputazione di una società, il loro controllo di qualità, e altre questioni possono avere un impatto importante sulla nutrizione del vostro cane. A volte non veniamo a conoscenza di quando una società rispettata viene acquisita da un produttore minore, che spesso cambia i processi di produzione. A volte ci sono cambiamenti nella formula che, per legge, il produttore non è obbligato a mostrare sulla confezione fino a sei mesi dalla messa in atto del cambiamento. È necessario prestare sempre molta attenzione alle condizioni del vostro cane e a come reagisce al cibo. Infatti, è la reazione del cane il miglior indicatore sulla qualità del cibo, più di qualsiasi cosa si possa leggere sull'etichetta.

Limitare l'apporto di grani può avere benefici

Detto questo, limitando la quantità di grano che serve ad assicurare una maggiore quantità di proteine della carne, grassi sani, e altri ingredienti. Quando si legge un’etichetta di cibo per cani (e si dovrebbe prendere l'abitudine di leggere le etichette in modo da sapere ciò che è nel cibo - non basta guardare la parte anteriore della confezione o credere alla pubblicità), si dovrebbe guardare l'ordine degli ingredienti elencati. Questo vi dirà quanto di ogni ingrediente è nel cibo, in peso, prima della cottura. Idealmente, si dovrebbero trovare due o tre proteine della carne nei primi tre ingredienti per indicare che vi sono più proteine della carne rispetto agli altri ingredienti. Dopo i primi tre, cinque o sei ingredienti, se si trovano alcuni cereali, non saranno presenti in quantità abbastanza grande da essere preoccupante a meno che non vi sia un gruppo dello stesso grano in forme diverse. Questo è chiamato "splitting" ed è un modo per nascondere la quantità totale di qualcosa in un alimento.

Non sprecare soldi in un eccesso di proteine

D'altra parte, le persone che sono a favore di enormi quantità di proteine nella dieta del cane, probabilmente non causeranno alcun danno, ma staranno spendendo molti soldi per una quantità di proteine di cui il cane non ha bisogno. A un certo punto, il vostro cane semplicemente espellerà le proteine in eccesso dal corpo attraverso le urine. L'unico danno che si potrebbe causare può riguardare i reni se il vostro cane soffre di problemi renali. In tal caso, una dieta con un'alta percentuale di proteine è controindicata. Questo solo per i cani che già presentino problemi renali. Se, invece, si tratta di un cane sano, una dieta ricca di proteine non causa problemi.

Frutta e verdura sono necessari

Il fatto è che non si può alimentare il cane con una dieta costituita interamente da carne e grasso. Non solo presenterebbe dei deficit nutrizionali, ma il vostro cane ha bisogno di qualcosa nel suo stomaco che lo mantenga sazio tra i pasti. Può avere un apparato digerente più breve di un erbivoro, ma non ha bisogno di svuotare il suo intestino il più in fretta possibile. È vero che i cani sono discendenti dai lupi, ma non hanno più lo stesso stile di vita. A differenza dei lupi che si rimpinzano di cibo una volta ogni pochi giorni dopo la caccia di grosse prede e digeriscono dormendoci sopra, i nostri cani mangiano piccoli pasti regolari. Essi consumano molta meno energia dal momento che non hanno bisogno di viaggiare per chilometri per cacciare le loro prede. Le loro condizioni di vita non sono così dure come quelle dei lupi e, di conseguenza, non hanno gli stessi bisogni nutrizionali.

Anche le persone che preferiscono una dieta crudista per i loro cani non li alimentano esclusivamente a base di carne (carne, ossa e grasso). È sempre necessario avere un certo equilibrio nella dieta così il vostro cane può ottenere l'intera gamma di nutrizione di cui ha bisogno dai diversi ingredienti. Se si controllano le etichette si scoprirà che la maggior parte degli alimenti indicati con il termine grain free sostituiscono semplicemente i cereali con altri ingredienti a base di carboidrati - generalmente carboidrati complessi. Questo è vero anche per i cibi più costosi ed elogiati. Questa sostituzione, di solito un carboidrato semplice, con un altro tipo di carboidrato non rende il prodotto "migliore", ma può fare la differenza se avete un cane con un'allergia. Originariamente, infatti, questo tipo di alimento era destinato ai cani con allergie. Un cane può essere allergico alle farine di frumento ma se non ha mai mangiato le patate prima, probabilmente non avrà una reazione allergica al cibo - almeno all'inizio. Tutti i cani hanno bisogno di qualcosa di diverso da carne e grassi affinché la sensazione di sazietà duri anche dopo avere finito di mangiare. I carboidrati non sono dannosi se somministrati in quantità moderate e ci sono molte buone marche di cibi per cani che li includono, insieme a un'alta quantità di proteine della carne e grassi adeguatamente segnalati indicando la fonte di provenienza.

Nel capitolo successivo elencherò quegli ingredienti da cui stare alla larga al fine di garantire al vostro cane una corretta digestione. Infine, vi mostrerò come scegliere un ottimo cibo per cani fornendo alcune raccomandazioni. Basta cliccare sul link qui sotto!

Quando si legge l'etichetta sul retro della confezione si dovrebbe cercare di evitare i seguenti ingredienti:

Cereali

Una bassa o moderata quantità di grani non danneggia il cane e, contrariamente alla credenza popolare, i grani nel cibo per cani non sono semplicemente un "riempitivo" ma hanno qualche valore nutritivo, a seconda del cibo e della qualità degli ingredienti.

Si tratta di proteine di origine vegetale e contengono dal 54 al 75 per cento di proteine, il che li rende comparabili ad alcuni tipi di proteine della carne. Non sono digerite dal cane con la stessa facilità delle proteine della carne ma, usate in combinazione con queste ultime, possono aiutare il vostro cane a sentirsi sazio dopo aver mangiato impedendogli così di sentire subito il senso di fame. Si dovrebbero evitare completamente gli alimenti che hanno i grani come ingredienti principali prediligendo alimenti che hanno diverse fonti di proteine di carne tra i primi tre ingredienti. I grani non provocano allergie. I cani possono diventare allergici ai cereali, ma sono di più i cani che sono allergici alle carni bovine, prodotti lattiero-caseari, pollo, agnello, pesce, e uova di gallina. I grani non causano aumento di peso, obesità, diabete, o altri problemi di salute nei cani. I tre principali cibi per cani diabetici consigliati dai veterinari includono i grani tra i loro ingredienti.

Supernutrizione e mancanza di esercizio fisico sono la causa dell'aumento di peso; non ci sono prove che i grani causino particolari problemi di salute nei cani.

Derivati della carne

Dei derivati della carne fanno parte tutti gli scarti ritenuti non adatti al consumo umano. I derivati della carne possono includere ossa, sangue, intestino, polmoni, legamenti, teste, piedi e piume. Queste parti possono anche provenire da animali malati, che stanno morendo o che sono già deceduti. Non volete nutrire il vostro cane con questa roba!

Farina di carne e ossa

La farine di carne e ossa sono costituite dagli scarti della macellazione e da quelle parti dell'animale non atte all'alimentazione umana. Le farine animali possono contenere scarti di qualsiasi mammifero come animali uccisi sulla strada, animali ammalati, moribondi, disabili, o già morti. È necessario dunque trovare ingredienti che indicano il nome della fonte di carne come ad esempio farina di pollo o farina di agnello.

Sego bovino

Si tratta di una fonte di grassi di bassa qualità basso utilizzata per aumentare la sapidità, ma ha poco valore nutritivo. Si dovrebbero cercare fonti di grasso provenienti da ingredienti naturali e di alta qualità come pollame o grasso di pollo, che è naturalmente conservato.

Grasso animale

Questo è un termine molto generico che può significare molte cose. Può significare che la fonte di grassi è costituita da grasso proveniente dai ristoranti, e / o da altri oli che provengono da ogni tipo di animale o di pollame. Come detto in precedenza, bisogna cercare fonti di grasso sane come pollame o grasso di pollo.

Mais (compreso il frumento o farina di glutine di granoturco)

I cani possono digerire circa il 54 per cento delle proteine del mais e il 60 per cento di quelle del grano. Il mais non è l'ingrediente terribile che alcune persone credono anche se si dovrebbero evitare cibi che lo propongono come ingrediente principale. Il mais non è la "causa" né di allergie né l'obesità nei cani. Molti ottimi alimenti per cani includono il mais nelle loro formule. I cibi con glutine oggi godono di una cattiva reputazione da quando, nel 2007, vennero ritirati dal commercio molti lotti di alimenti per cani in seguito alla morte di numerosi animali domestici. Questo evento però non aveva nulla a che fare con l'ingrediente vero e proprio. I produttori cinesi contaminarono le farine di glutine con la melamina per simulare un più elevato contenuto di proteine. La melamina è usata per fare la plastica, ma chimicamente può sembrare una proteina. Quando la farina di glutine contaminata con la melanina venne utilizzata per fare cibo per cani negli Stati Uniti e in Canada, all'insaputa le aziende alimentari, creò seri problemi di salute agli animali domestici. Da allora, le aziende alimentari, shoccate, hanno iniziato a svolgere dei test per assicurarsi che una cosa del genere non possa accadere di nuovo.

Farina di frumento integrale

La farina di frumento non provoca allergie negli animali domestici. È spesso usata per fare biscotti e snack per cani ed è lo stesso ingrediente che si trova nel pane e in altri prodotti da forno destinati al consumo delle persone. In realtà, le farine di frumento integrali sono generalmente considerate più sane per la gente rispetto a ad altre farine, quindi lo stesso dovrebbe essere anche per i cani.

Frammenti alimentari

Solitamente includono scarti di bassa qualità provenienti dalla lavorazione di un altro cibo come ad esempio gli scarti del riso derivanti dalla produzione di alcol. Da evitare anche quei cibi la cui etichetta riporta prodotti a base di patata, cruschello, buccette, scarti di cereali, crusca di grano, gusci d'avena, bucce di riso, gusci di arachidi, scarti provenienti dalla distillazione di cereali, e la cellulosa (particelle di truciolato). La maggior parte di questi termini si notano raramente, ma alcuni di essi si trovano tra gli ingredienti di alcuni dei cibi più costosi. Le aziende alimentari infatti stanno diventando molto creative nel trovare scorciatoie.

Farina di soia

La farina di soia non provoca allergie. Nessun grano - o qualsiasi altro cibo - in realtà "causa" allergie. In alcuni casi, un cane può diventare allergico a un ingrediente dopo che è stato esposto ad esso più di una volta; ma solitamente ci sono molteplici fattori che determinano lo sviluppo un'allergia, tra questi la sua salute generale e il suo sistema immunitario. Tra la popolazione canina totale si stima che solo il dieci per cento dei cani presentano allergie alimentari. La farina di soia proviene dai semi di soia tostati che sono stati macinati in una polvere fine. Le proteine della soia hanno un tasso di digeribilità circa il 75 per cento che le rendono simili al pesce.

Zucchero e dolcificanti artificiali

Da evitare non solo lo zucchero, ma anche la melassa di canna, sciroppo di mais, sorbitolo, saccarosio, fruttosio, glucosio, glicirrizina, glicole propilenico, e xilitolo. Questi ingredienti sono usati per rendere il cibo più appetibile per i cani. Aggiungono inutilmente calorie supplementari e non hanno alcun valore nutrizionale. Gli zuccheri possono anche portare a iperattività, nervosismo e carie.

Tessuto animale

Questo è piuttosto disgustoso poiché si tratta di tessuti di animali non precisati che vengono cotti in un brodo e spruzzati sul cibo o mischiati direttamente ad esso.

Coloranti

I coloranti alimentari, tra cui blu 2, rosso 40, giallo 5, giallo 6, e biossido di titanio devono essere evitati. Si tratta di sostanze inutili in quanto al vostro cane non interessa la dimensione, la forma o il colore del cibo.

La colorazione viene aggiunta per essere più attraente per l'umano.

Complesso di menadione bisolfito di sodio (fonte di vitamina K e Energia)

Questo è un ingrediente controverso ma secondo il mio parere non dovrebbe essere utilizzato in nessun cibo per cani. Il Menadione è il corrispondente sintetico della vitamina K ed è stato collegato a reazioni tossiche nelle cellule del fegato, sistema immunitario indebolito, reazioni allergiche, e altri gravi effetti collaterali. I cani non necessitano di molta vitamina K e questo ingrediente è completamente inutile secondo l'Association of American Feed Control Officials. Perché includere un ingrediente ritenuto inutile, che è stato anche ritenuto causa di malattie gravi e effetti collaterali? Devo ancora ottenere una spiegazione ragionevole sul perché la vitamina K sintetica viene utilizzata negli alimenti per cani.

Acido cloridrico

Alcune aziende lo utilizzano per aiutare i cani digerire meglio il cibo. L'acido cloridrico è prodotto naturalmente nello stomaco del cane per digerire il cibo. Qualsiasi alimento che aggiunge l'acido cloridrico tra i suoi ingredienti fornisce un indizio sulla pessima qualità di quel cibo. Non comprate alimenti che contengano acido cloridrico.

Conservanti chimici

BHA e BHT (butilidrossianisolo e butilidrossitoluene) sono antiossidanti chimici utilizzati come conservanti che vengono aggiunti a molti alimenti per impedire il deterioramento del grasso. Si tratta di sostanze chimiche vietate in molti paesi al di fuori degli Stati Uniti. Alcuni loro usi sono considerati tossici e cancerogeni. Spesso trovano spazio tra gli ingredienti di cibi per cani di bassa qualità. È consigliabile cercare alimenti che utilizzano conservanti naturali, come le vitamine C ed E.

Etossichina

L'etossichina è un antiossidante a base di chinolina ampiamente utilizzato come conservante per il pesce. Come tale, si trova spesso in alimenti che contengono pesce. Se l'etossichina viene aggiunta al pesce prima che arrivi presso le strutture del produttore, quest'ultimo non è tenuto a elencare la sostanza tra gli ingredienti esposti nell'etichetta. Si trova perfino in molti alimenti premium a insaputa dei consumatori. Ci sono alcune aziende che hanno optato per una via diversa specificando sulle loro pagine web che fanno uso di pesce senza etossichina.

Se sulla vostra confezione di cibo per cani non è specificato che si tratta di un alimento privo di etosschina, allora si può supporre che il pesce utilizzato contiene questa sostanza. Il problema dell'etossichina è che trova spazio in altri impieghi come conservante. È anche usato come pesticida e per fare pneumatici di gomma sintetica. La FDA ha scoperto che l'etossichina porta ad un accumulo di protoporfirina IX nel fegato e a un aumento di enzimi del fegato in alcuni animali.

Nonostante ciò le conseguenze sulla salute non sono noti. Il centro di medicina veterinaria ha chiesto ai produttori di cibo per animali di limitare volontariamente i livelli di etossichina negli alimenti fino a quando non saranno svolti ulteriori test.

So cosa state pensando. Trovare degli ingredienti di alta qualità per i nostri cani è sicuramente giusto, ma quanto costa un sano cibo per cani? Lasciate che vi avverta, a prima vista, i migliori alimenti per cani di solito costano di più. In realtà, ciò che state pagando è il prezzo per una buona salute. Se il vostro cane segue una dieta sana che include le proteine di carne, un basso o moderato contenuto di carboidrati, e ingredienti di alta qualità significa che dovrà mangiare una quantità di cibo inferiore rispetto ad altri alimenti di più bassa qualità.

Il vostro cane avrà più nutrimento da una quantità inferiore di cibo. Inoltre, anche il senso di sazietà sarà più prolungato.

In questo modo, vi sarà un risparmio nel lungo periodo poiché se il cane gode di buona salute non è necessario andare spesso dal veterinario. Nella peggiore delle ipotesi, si paga un po’ di più nel lungo periodo per avere ingredienti di alta qualità.

Qual è il miglior cibo per cani?

Questa è una domanda difficile poiché il "miglior" cibo per cani varia a seconda del soggetto. Tuttavia, si dovrebbe cercare un cibo con un alto contenuto di proteine della carne, un basso o moderato contenuto di carboidrati, e con una buona qualità di grassi dall'origine chiara.

Inoltre, è consigliabile che vi sia una proteina della carne come ingrediente principale e, preferibilmente, tra i primi tre ingredienti della lista. È possibile controllare le mie recensioni sul cibo per cani in modo da potere scegliere il miglior alimento per i vostri amici. Personalmente, sono un grande fan di Orijen e questo è quello che uso per il mio cane.

Diamo un'occhiata agli ingredienti, d'accordo? Ricordate, i primi cinque ingredienti sono i più importanti!

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 12 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

2 Commenti

  1. Pietro

    Bellissimo e interessantissimo
  2. Barbara

    Spero di trovare delle risposte risolutive in quanto sino ad oggi chi di riguardo non ha mai avuto un idea ben precise indirizzando il consumatore solo a scelte poco sicure o ad un fine diciamo per dirla breve di pura vendita . E fatemelo dire e' sconcertante pensare di dar fiducia a persone che non tutelano l'animale.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty