Troppe proteine nella dieta del tuo cane? Sfatiamo il mito del cibo altamente proteico

Scritto da nella categoria Cani
Troppe proteine nella dieta del tuo cane? Sfatiamo il mito del cibo altamente proteico

Le necessità proteiche dei cani sono un aspetto importante e spesso frainteso dell'alimentazione animale. C'è un detto "Sei ciò che mangi" e di certo nasconde un fondo di verità.

Ogni proprietario responsabile con cui ho parlato si preoccupa di offrire una dieta di alta qualità al proprio cane.

Sorprendentemente, però, nessuno sembra essere d'accordo su quale cibo per cani sia "il migliore". Gran parte del disaccordo riguardante il cibo "migliore" si basa sul fatto che spesso ci sono informazioni ambigue, misteriose e talvolta scorrette, riguardo alle sostanze che chiamiamo proteine.

Vediamo prima i fatti sull'importanza delle proteine nella dieta del cane. Così potremo giudicare meglio quale sarebbe il cibo "migliore" per i cani.

A differenza dei felini, i cani sono classificati come onnivori. Possono sopravvivere con una dieta di origine animale o vegetale, l'importante è che sia varia e bilanciata. Per crescere e non sopravvivere soltanto, i cani dovrebbero avere una fonte di proteine animali - CARNE! - nella dieta.

C'è una grossa differenza tra il sopravvivere e il crescere! La natura ha delle regole di biochimica e alimentazione che noi mortali non possiamo (e non dovremmo, in realtà) cercare di piegare. Per questo motivo non ci sono diete vegetariane adatte ai gatti e le diete dei cani sono basate sulla carne.

Ogni giorno vedo cani che non stanno bene perché le regole della natura non vengono seguite. Cani sovrappeso, con prurito, pelle squamosa, pelo ruvido e fragile, cani con bassi livelli di energia e resistenza alle infezioni - il 95% delle volte questi animali seguono diete a basso contenuto di tessuti di origine animale e ricchi di prodotti a base di cereali. Le diete economiche a base di mais sono tra le peggiori.

ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE
Sottoprodotti della carne: cuore, fegato, milza, intestini (svuotati del loro contenuto), sangue, reni Cereali: mais, grano, riso, orzo, soia, farina d'avena
Agnello Fibre: Le parti di cellulosa non digeribili di piante come le bucce di arachidi
Manzo Noci e semi
Pesce: salmone, aringhe Frutta
Pollame: pollo, tacchino, anatra Verdure
Latticini: uova, latte, formaggi Legumi

I cani hanno bisogno della carne! I cani stanno bene con diete a base di carne. (Attenzione: una dieta a base di sola carne è pericolosa!) I cani possono assimilare cereali come mais, orzo, avena, grano e farina di soia. Ricordate che i cereali forniscono principalmente carboidrati e solo profili di aminoacidi (proteine) limitati. L'assunzione di carboidrati in eccesso, al di sopra dei bisogni immediati del cane (che si verifica spesso con diete a base di cereali) induce i fattori enzimatici interni a immagazzinare i carboidrati (zuccheri) come grassi.

Date allo stesso cane delle proteine in eccesso e saranno eliminate attraverso i reni e NON conservate come grassi. Sapendo queste cose, secondo voi quale sarebbe la dieta migliore per un cane che deve perdere peso: una con i cereali come base principale o una con una fonte di carne ricca di proteine?

So cosa state pensando! Troppe proteine! Danni ai reni! Indovinate un po'? I primi studi che indicavano che le proteine erano causa d'insufficienza renale nei cani, non sono stati condotti su dei cani! Sono stati condotti su topi a cui veniva somministrata una dieta innaturale per i roditori-una dieta ricca di proteine. (Stavamo giocando con la Natura durante questi "test"?) I topi hanno problemi ad eliminare le proteine in eccesso perché mangiano vegetali, non carne.

I cani sono in grado di tollerare diete con livelli di proteine superiori al 30% su base di peso secco. I cani sono carnivori; è così che la Natura li ha fatti! I topi non lo sono. Quindi alcune delle prime ricerche sui topi sono state ritenute vere per i cani... e così è iniziato il mito per cui "troppe proteine nella dieta di un cane provocano danni ai reni". E proprio come qualsiasi voce o affermazione apparentemente valida, ha assunto vita propria e solo recentemente è stata dichiarata falsa.

Questa è uno dei tanti accenni apparsi di recente sulla mancanza di dati che indichino che la riduzione del livello proteico in un alimento aiuta a proteggere i reni:

"... la limitazione dell'apporto proteico non altera lo sviluppo delle lesioni renali né sostiene la funzione renale. Considerando questi risultati (di ricerca), gli autori non raccomandano la riduzione delle proteine alimentari per i cani con malattie renali o ridotta funzionalità renale al fine di ottenere effetti reno protettivi ".

-Kirk's Veterinary Therapy XIII, Small Animal Practice, pagina 861, scritto da Finco, Brown, Barsanti e Bartges

È consigliato, tuttavia, che una volta raggiunto un livello di azoto ureico (BUN) di 75, che è molto alto, si deve considerazione una limitazione dell'assunzione di proteine per effetti benefici estranei alle dinamiche della funzione renale. Questi autori sottolineano che i livelli di fosforo nel sangue possono svolgere un ruolo importante nello stato di salute dei cani con funzioni renali compromesse.

Ecco l'opinione di un altro esperto:

"Il cane può digerire grandi quantità di proteine, specialmente quelle di origine animale" ha dichiarato il Prof. Dominique Grandjean veterinario., al quarto simposio annuale dell'Associazione medica veterinaria di Sled Dog (pagina 53 del 1997).

Gli studi correnti e persino la ricerca trentennale (ignorata) del dott. David S. Kronfeld e altri, spiega il bisogno evolutivo dei cani di avere accesso a fonti di proteine di alta qualità come quelle che si trovano nei tessuti animali. La carne (tessuto muscolare), i tessuti di organi come fegato, reni, milza e cuore sono particolarmente ricchi di molecole complesse chiamate amminoacidi, che diventano proteine.

Ci sono 22 aminoacidi coinvolti nel metabolismo del cane e 10 devono provenire dalla dieta. Gli altri 12 amminoacidi necessari possono essere prodotti internamente nel fegato del cane. I cereali tendono a essere fonti migliori di carboidrati, offrono energia pronta all'uso. I tessuti di origine animale sono più facilmente digeribili e hanno una gamma più completa di amminoacidi rispetto ai cereali.

Carni e sottoprodotti della carne (i sottoprodotti della carne sono sangue e tessuti di organi e non includono pelle, peli, zoccoli e denti) sono fonti proteiche eccezionalmente ricche per i cani.

Esatto! I sottoprodotti della carne sono ottime fonti di nutrimento per i cani. I sottoprodotti non contengono sporco proveniente dal pavimento, vecchi collari antipulci, benzina o parti meccaniche. Tutti noi abbiamo bisogno di avere una mente aperta e dare un'occhiata a ciò che i sottoprodotti sono in realtà.

"Ma troppe proteine fanno male, giusto?" Chiedete. Fate la vostra ricerca e chiedete a una mezza dozzina di specialisti in alimentazione (non il ragazzo che gestisce il negozio di animali) ed ecco cosa troverete: non esiste un accordo generale tra nutrizionisti esperti su ciò che costituisce "troppe" proteine nella dieta del cane. Gli studi dimostrano che i cani hanno un'alta capacità nel digerire e utilizzare diete contenenti più del 30% di proteine su base di peso secco. (Per base di peso secco si intende il cibo senza presenza di umidità. Un sacchetto di cibo secco per cani solitamente ha il 10% di umidità e il cibo in scatola ha circa il 74% di umidità.) Se i cani potessero cacciare e consumare prede per sopravvivere, come fanno i cani selvatici, le loro diete avrebbero ancora più proteine rispetto a quelle generalmente presenti negli alimenti in commercio.

Pensateci... avete mai visto un cane randagio al pascolo in un campo di mais o di fagioli? La Natura ha creato il cane come carnivoro e ogni giorno vedo i benefici delle diete a base di carne.

I cani nutriti con diete di qualità scadente sembrano e stanno bene solo se mangiano anche avanzi di carne come pollo, carne rossa, uova, fiocchi di latte e altri "avanzi". Carne, pollame o pesce dovrebbero essere il primo ingrediente elencato in qualsiasi cibo per cani ritenuto "il migliore".

"Per quanto riguarda i cani anziani?" Potreste chiedere. "Mi è sempre stato detto che le diete ad alto contenuto proteico sono dannose per i reni di un cane anziano; anche il mio veterinario dice così." Ciò che i ricercatori hanno dimostrato è questo: nei cani che hanno effettivamente danni o disfunzioni renali (indipendentemente dall'età) e che hanno un livello di BUN superiore a 75, l'assunzione limitata di proteine può essere utile ma non a causa dell'impatto negativo sui reni.

Le proteine ingerite da questi cani dovrebbero essere di alta qualità, per esempio proveniente da uova, pollame e carne. D'altra parte, alimenti con alti livelli di proteine NON causano danni renali nei cani o nei gatti sani!

Quindi cosa significa questo per i cani anziani? Significa che non dovreste limitare l'apporto di proteine di alta qualità solo perché i cani sono più anziani. C'è anche qualche ricerca valida che indica che i cani più anziani potrebbero aver bisogno di una percentuale di proteine più elevata nella dieta rispetto a quella richiesta durante la mezza età. Non dovrebbe essere una sorpresa per noi perché i cani si sono evoluti attraverso i secoli come carnivori. Le diete per cani a base di cereali non esistevano nemmeno fino a 70 anni fa, quando noi umani abbiamo richiesto la comodità, la semplicità e la convenienza di avere del cibo per cani in un sacchetto.

Il punto è questo, e si basa sui fatti: l'assunzione di proteine non causa danni renali in cani o gatti sani di qualsiasi età. Quindi qualunque cosa scegliate come dieta "migliore" per il vostro cane, assicuratevi che il primo ingrediente sia una fonte di tessuto animale.

Il vostro vecchio cane o gatto dovrebbe, se la sua funzione renale è normale, trarre beneficio da una dieta di alta qualità ricca di proteine derivate da animali.

Proteine e iperattività

La maggior parte dei proprietari di cani ha sentito quest'affermazione: "Le diete ad alto contenuto proteico possono rendere i cani iperattivi!"

Ho controllato la letteratura e contattato specialisti in alimentazione riguardo questo mito e da nessuna parte ho trovato studi scientifici che provino quest'affermazione infondata. Non ci sono fattori biochimici o nutrizionali che renderebbero credibile questa ipotesi.

L'iperattività nei cani ha molti potenziali motivi, tra cui le predisposizioni genetiche, ma finora non è stato dimostrato un collegamento tra l'iperattività e gli alti livelli di proteine nei cani.

Una volta un "esperto" di cani mi ha detto che Purina Pro Plan stava causando iperattività nei cani e che l'aveva visto succedere. Gli ho fatto gentilmente notare che Purina Pro Plan in realtà non contiene moltissime proteine...e il mito continua.

Offrite al vostro cane una dieta a base di carne di alta qualità, come la natura ha deciso, e il vostro cane starà bene. Non abbiate paura di dargli delle proteine.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 6 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty