La verità sui sottoprodotti di origine animale nel cibo per cani

Scritto da nella categoria Cani
La verità sui sottoprodotti di origine animale nel cibo per cani

Sottoprodotti di origine animale: potrebbe esserci qualcosa di più controverso nelle crocchette per cani?

Questi ingredienti comuni degli alimenti per animali sono odiati da molti. Però sono accettati e addirittura riveriti da altri.

I fan sostengono che i sottoprodotti di origine animale sono nutrizionalmente uguali a qualunque altro tipo di carne. E attribuiscono la loro impopolarità all'immagine sgradevole che evocano.

I sostenitori lo chiamano "fattore dello schifo".

I critici sostengono che questi ingredienti non sono altro che rifiuti non commestibili dal valore nutrizionale inferiore.

Che cosa sono i sottoprodotti di origine animale?

I sottoprodotti sono ciò che resta di un animale macellato dopo che sono state rimosse le parti destinate al consumo umano.

Questa carne (nota come frattaglie) è considerata non commestibile da molte culture e include scarti come:

  • Zampe
  • Schiena
  • Fegato
  • Polmoni
  • Testa
  • Cervello
  • Milza
  • Ossa
  • Reni
  • Stomaco
  • Intestino
  • Uova sottosviluppate

Ma ci sono delle eccezioni.

Frattaglie (fegato, cuore, ventriglio e collo) e altri organi possono essere vendute come carne commestibile o usate per fare wurstel, salsicce o altro.

Non adatti al consumo umano, ma vanno bene per i cani?

Ciò che rende alcuni sottoprodotti commestibili (e altri no) non dipende da cosa sono, ma come sono trattati dopo la macellazione.

Per esempio, le frattaglie non refrigerate subito dopo la macellazione ma conservate fino a 24 ore in un rimorchio, non possono essere vendute per il consumo umano.

Però si possono usare legalmente per creare le crocchette per cani.

Allo stesso modo, gli animali morti durante il trasporto o altre parti dichiarate non commestibili o inadatte al consumo umano, possono essere utilizzate nel cibo per animali.

Sottoprodotti di origine animale commestibili:

  • Frattaglie (fegato, cuore, stomaco e collo)
  • Salsiccia
  • Wurstel
  • Interiora
  • Cibo per cani

Sottoprodotti di origine animale non commestibili:

  • In scatola
  • Lavorato (sottoprodotto per mangimi o farine di animali/ grassi fusi)

Trasformare tonnellate di scarti non commestibili in prodotti redditizi

Come potete vedere, ci sono 2 utilizzi primari per i sottoprodotti animali:

  1. Cibo in scatola per animali
  2. Farina animale

I sottoprodotti che non sono inscatolati possono essere lavorati.

Il processo è simile a quello dello stufato. Solo che questo viene stracotto intenzionalmente.

L'idea è quella di cominciare con uno stufato di sottoprodotti per far evaporare l'acqua.

Poi si screma il grasso e si cuoce il residuo.

Ciò che si ottiene è un concentrato di proteine in polvere, noto come farina animale.

I due tipi di sottoprodotti (e l'unico adatto al vostro cane)

Nel caso specifico di farine di pollo o pollame, ci sono due classi riconosciute:

  1. Farina per mangimi
  2. Farina per animali

In un importante studio del 2003, la farina per cibo è stata confrontata con quella per mangimi.

Il risultato? La farina per animali era...

  • Più proteica
  • Conteneva meno ceneri
  • Più digeribile
  • Più consistente

In conclusione? Considerando tutto, la farina per animali è superiore rispetto a quella per mangimi.

I due modi per descrivere i sottoprodotti di origine animale

A seconda della fonte della materia prima, ci sono due modi per identificare le farine di origine animale:

  1. Farine denominate
  2. Farine generiche

Le farine denominate hanno una cosa in comune. Tutte identificano chiaramente la specie di provenienza usata per creare la farina.

Questi ingredienti comuni del cibo per cani includono...

  • Farina di pollo
  • Farina di tacchino
  • Farina di pollame
  • Farina di manzo

Anche se le farine denominate potrebbero non essere considerate ingredienti di altissima qualità, sono accettabili.

Il tipo di cui non dovete mai fidarvi

Cibo di cui non dovete fidarvi...

Le farine generiche NON identificano la fonte della carne. Invece usano nomi vaghi e non specifici come:

  • Farina di carni
  • Farina di carne e ossa
  • Farina di frattaglie
  • Farina animale

Le farine generiche potrebbero anche contenere:

  • Animali investiti
  • Animali dello zoo
  • Pollame morto durante il trasporto
  • Animali malati e morenti
  • Animali soppressi nei rifugi

Poiché non potete conoscere la fonte della carne usata per la farina generica, dovreste evitare di acquistare i prodotti che la contengono.

Differenze nutrizionali... realtà o immaginazione?

Quando si paragonano le farine animali alle loro controparti "normali", la differenza è nutrizionalmente insignificante.

Per esempio, in caso d'ingredienti trasformati; la digeribilità, il valore biologico e il contenuto di amminoacidi presenti in pollame e farina di pollame sono quasi identici.

Quindi, se ci sono poche differenze tra le due cose, perché alcune aziende utilizzano queste farine e altre no?

Il vero motivo per cui le aziende produttrici utilizzano i sottoprodotti

C'è una ragione evidente e indiscutibile per cui alcuni produttori continuano a utilizzare i sottoprodotti animali.

I sottoprodotti animali sono più economici, molto più di altri prodotti a base di carne. Vengono utilizzati nelle crocchette per risparmiare, non perché sono più nutrienti.

Perché è importante per un acquirente?

Anche se trovare dei sottoprodotti in una ricetta non garantisce che il cibo sia buono o cattivo, la loro presenza è un chiaro indizio del fatto che il cibo è creato con ingredienti più economici.

Conclusioni

Con la sola eccezione di carni chiaramente identificate, ci sono due regole che vi aiuteranno a orientarvi nel mondo degli ingredienti degli alimenti per cani a base di carne.

Primo, controllate quanto spendete. Non spendete fior di quattrini per un alimento che indica sottoprodotti animali sull'etichetta.

Secondo, non comprate MAI del cibo per cani contenente sottoprodotti di animali anonimi che il produttore si rifiuta di identificare.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 9 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty