Selenite di sodio nel cibo per cani: nutriente essenziale o pericolosa tossina?

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Selenite di sodio nel cibo per cani: nutriente essenziale o pericolosa tossina?

La selenite di sodio può essere una sostanza imprevedibile quando viene utilizzata negli alimenti per cani. Questo perché, sebbene tale minerale sia essenziale per la normale funzione cellulare in tutti gli animali, il selenio può essere tossico se assunto in dosi elevate. Quel che è peggio, è che la tossicità del minerale sembra essere correlata alla specifica forma chimica utilizzata nella preparazione dei cibi secchi e umidi per cani.

Selenio naturale oppure selenite di sodio?

Uno studio condotto su ratti, (non cani) ha suggerito che la selenite di sodio è 2,94 volte più tossica del lievito di selenio naturale. [1]

Questa forma più naturale ed organica di selenio, prodotta dal lievito, è nota come selenometionina.

Studi condotti, hanno desunto che questo composto non solo è meno tossico, ma la sua forma è anche simile a quella in cui lo stesso elemento si trova negli alimenti freschi. [2]

Quindi, è biologicamente più disponibile per l'animale.

Perché qualsiasi minerale può essere tossico?

In tutta onestà, è importante far notare che qualsiasi minerale (rame, calcio, fosforo, zinco, ecc.) o vitamina può diventare potenzialmente tossico se somministrato in quantità eccessive. Questa pericolosa condizione di "eccesso di dosaggio" è nota come tossicosi.

Quando il selenio è in eccesso?

Secondo FEDIAF (Federazione Europea dell’Industria degli Alimenti per Animali da Compagnia), la quantità massima di selenio utilizzata in un alimento per cani non deve superare 2,0 mg /kg su base di sostanza secca - o circa 19 volte il minimo raccomandato di 0,11 mg /kg.

E su base calorica, il contenuto massimo suggerito di selenio è 0,57 mg per 1000 calorie di cibo - che è circa 19 volte il minimo 0,03 mg per il minerale.

Sebbene FEDIAF stabilisca un limite massimo per la maggior parte dei minerali, il ERC (European Research Council) non ha ancora stabilito il limite massimo sicuro per molti nutrienti inorganici, incluso il selenio.

Perché la questione è controversa?

La questione controversa sembra essere l'uso della selenite di sodio al posto del selenio all'interno del cibo per cani.

Coloro che si oppongono alla selenite di sodio, o al suo cugino, il selenato di sodio, sono preoccupati perché credono che vi sia un sottilissimo margine di sicurezza tra una "dose" adeguata del minerale e la quantità che potrebbe causare tossicità.

Quindi, un integratore che fornisce un po' troppo selenio unito ad una miscela di nutrienti commerciali, se il padrone è inesperto e inconsapevole, potrebbe quasi sicuramente diventare la causa dell'assunzione di una dose tossica di selenio per un lungo periodo di tempo da parte del cane.

Sebbene questa preoccupazione possa certamente essere giustificata, la storia non sembra supportare questa visione.

Linea di fondo

Comunque, sembra che la controversia sulla selenite di sodio crei preoccupazioni spesso inutili per i proprietari di cani. Utilizzare lievito di selenio come fonte di selenio per il cane potrebbe essere un'idea migliore.

"In effetti, la sicurezza del selenio è quasi sempre garantita e gli unici casi di tossicità, verificatisi diversi decenni fa, erano dovuti ad errori di dosaggio involontari da parte di produttori inesperti che non utilizzavano lievito di selenio o selenometionina nei loro prodotti." [3]

Tuttavia, semplicemente le parole "lievito di selenio" in un elenco di ingredienti su alimenti per cani non è, totalmente, garanzia di qualità. Dopotutto, alcuni di questi articoli potrebbero essere stati prodotti con lieviti contenenti selenite di sodio invece del composto organico preferito, la selenometionina.

Inoltre, la stragrande maggioranza degli alimenti per cani - anche alcuni dei migliori - contiene la versione di selenite di sodio del selenio. Poiché solo una parte degli alimenti è prodotta con lievito di selenio biologicamente superiore, evitare la selenite di sodio può essere più sicuro ma tutto sommato poco pratico.

Cosa puoi fare?

Sfortunatamente, non molto. Questo perché quando si tratta di tossicità vitaminica o minerale di qualsiasi tipo, è una questione di fiducia nei confronti del produttore, a cui spetta il compito di trovare integratori di qualità e aggiungerli accuratamente a ciascun lotto.

Sebbene nessuno possa assicurarti che qualsiasi cibo per cani sia sicuro al 100% dal rischio di contenere quantità eccessive di qualsiasi minerale, puoi confortarti almeno tenendo in considerazione il ragionevole margine di sicurezza tra i minimi e i massimi FEDIAF per il selenio.

In ogni caso, coloro che si considerano ancora "selenite-fobici" dovrebbero semplicemente cercare alimenti che contengano lievito di selenio, piuttosto che selenite di sodio.


Riferimenti e fonti

  1. Vinson, J.A. and Bose, P., 'Comparison of the Toxicity of Inorganic and Natural Selenium' in `Selenium in Biology and Medicine', Edited by: Combs, G.F., Levander, O.A., Spallholz, J.E. and Oldfield, J.E. Van Nostrand, NY., 1987

  2. Schrauzer GN, "Nutritional Selenium Supplements: Product Types, Quality, and Safety", J Am Coll Nutr February 2001 Vol 20 No 1, pp 1-4

  3. Schrauzer GN, "Nutritional Selenium Supplements: Product Types, Quality, and Safety", J Am Coll Nutr February 2001 Vol 20 No 1, pp 1-4

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 10 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty