Infezione agli occhi nel cane: tipi, cause e trattamenti

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Infezione agli occhi nel cane: tipi, cause e trattamenti

Proprio come le persone, i cani sono inclini a diversi tipi di infezioni agli occhi. Se avete un cane, è importante conoscere non solo le cause ma anche i segnali di infezione oculare canina. Se notate che la vostra palla di pelo presenta determinati sintomi (come arrossamento, malessere, secrezioni o addirittura sensibilità alla luce), è tassativo rivolgersi al vostro veterinario immediatamente.

Se non viene curato, il vostro cagnolino rischia di contrarre diverse malattie, compresa la perdita della vista. Il presente articolo vi fornirà una panoramica dei segni e sintomi a cui prestare attenzione nel vostro amato animale, così come cause, cure e procedimenti successivi da seguire una volta che il vostro cane viene visitato da un veterinario.

Tipi di infezione oculare canina

Congiuntivite

Una delle tipologie più comuni di problemi agli occhi porta il nome di congiuntivite. Non differenziandosi dai sintomi presentati dalle persone, tale malattia provoca un'infiammazione della congiuntiva, una sottile membrana mucosa che copre la superficie degli occhi del vostro cane, così come colpisce lo strato interno delle sue palpebre. Le infezioni batteriche sono solitamente i principali responsabili dei casi di congiuntivite, nonostante anche altri problemi di salute preesistenti possano essere in gioco.

Occhio secco

È un disturbo costituito da un'inadeguata produzione di lacrime, a causa del quale il vostro cane presenterà cronica secchezza degli occhi, il che potrebbe condurre al danneggiamento delle cornee. Un altro rischio per la salute è lo sviluppo di ulcere (piaghe) sull'occhio. In alcuni casi potrebbero nascere delle infezioni croniche, che necessitano trattamenti a lungo termine.

Ulcera corneale (Cheratite)

Esistono molte ragioni differenti per le quali un cane possa presentare infiammazioni della cornea, la membrana esterna dell'occhio. La Cheratite provoca l'infiammazione della cornea e ne esistono due tipi: cheratite non infettiva, che potrebbe essere causata da ferite minori, e cheratite infettiva, che potrebbe essere causata da una moltitudine di fattori (compresi batteri, virus, parassiti o persino un'infezione fungea).

L'infezione si verifica quando la cornea viene graffiata o il vostro cane è colpito da un'altra malattia come congiuntivite o panno corneale. È tassativo curare l'infezione immediatamente, in quanto potrebbe incorrere un'ulcera corneale canina che andrebbe a rompere il globo oculare, il che comporterebbe la rimozione dell'occhio.

Anomalie delle palpebre e dei condotti/ghiandole lacrimali

Esistono diversi motivazioni della presenza di anomalie agli occhi del vostro cane, alcune delle quali potrebbero essere conseguenza di fattori genetici, razza o precedenti malattie e problematiche connesse.

Uveite

È un'infiammazione nella porzione interna dell'occhio del vostro cane, che è formato dall'iride, corpo ciliare (una struttura tonta posizionata dietro l'iride) e la coroide (tessuto dietro l'iride). I sintomi potrebbero includere l'arrossamento dell'occhio, aspetto non limpido o sangue all'interno degli occhi. Potreste inoltre notare sensibilità alla luce da parte del vostro cane.

Cause comuni includono infezioni virali, batteriche, fungine, parassitarie, protozoiche e di Rickettsia, così come disturbi infettivi come leptospirosi o blastomicosi. Se non curati immediatamente, tali disturbi possono portare alla cecità.

Le cause dei problemi agli occhi nei cani: identificare i sintomi

Le cause dei problemi agli occhi nei cani

Esistono diversi fattori che potrebbero essere determinanti per la nascita di infezioni agli occhi del vostro cane. Sapere come riconoscere e identificare i segnali è la chiave per fornire cura e trattamento del vostro amato animale, soprattutto se è affetto da una malattia grave. Se sospettate della presenza di una qualsiasi tra le seguenti cause, assicuratevi di contattare il vostro veterinario immediatamente per fissare una visita.

Possibili cause di infezione oculare canina:

  • Allergie
  • Infezioni batteriche come brucellosi canina, leptospirosi e disturbi causati da punture di insetto come la malattia di Lyme e ehrlichiosi
  • Razza/Genetica
  • Oggetti/materiali esterni (per esempio terra, sementi o peli di animale)
  • Funghi
  • Glaucoma
  • Ferite o traumi all'occhio o in aree circostanti
  • Sostanze irritanti (come detriti, fumo, agenti chimici o altre sostanze) nell'occhio
  • Parassiti
  • Congiuntivite
  • Graffi, abrasioni o tagli alla cornea
  • Ulcera/cheratite o infezione corneale
  • Disturbi alla salute di fondo
  • Virus (per esempio herpes, cimurro, influenza canina ed epatite)

Esistono inoltre altri problemi di salute che possono sembrare un'infezione oculare, comprese le seguenti le malattie:

  • Occhio secco
  • Anomalie della palpebra, come l'occhio a ciliegia (un disturbo in cui protubera la terza palpebra del cane) e l'entropion (per esempio quando la palpebra si piega all'interno e irrita la superficie del bulbo oculare)
  • Glaucoma
  • Avvelenamento
  • Anomalie dei condotti lacrimali (più comuni nei Barboni e nei Cocker Spaniel)
  • Tumori
  • Deficienze vitaminiche

Sintomi delle infezioni oculari canine: sapere cosa cercare

Esistono determinati segnali ai quali voi dovreste prestare attenzione se avete un cane e se credete che il vostro animale sia affetto da un'infezione oculare. Se sapete che il vostro cane ha disturbi alla salute alla radice, come allergie, disposizioni genetiche o è incline a infezioni, è fondamentale tenere traccia della salute dei suoi occhi per far sì che la sua vista non sia compromessa da un qualcosa che potrebbe aggravare il suo disturbo.

Un certo livello di idratazione negli occhi del vostro cane è normale e saprete cosa viene considerato normale per il vostro animale domestico, per esempio alcune specie, come il cane di sant'Umberto tendono ad avere sempre occhi rossi e umidi. Controllare gli occhi del vostro cane regolarmente può aiutare a determinare se il vostro cane sia semplicemente sonnolento o se sia stato colpito da un'infezione.

Sintomi di infezione oculare canina:

  • Arrossamento, gonfiore o infiammazione agli occhi
  • Sbattere le palpebre costantemente o rapidamente
  • Tenere un occhio chiuso
  • Sensibilità alla luce
  • Toccare con la zampa o strofinare l'occhio
  • Strizzare gli occhi o apparente difficoltà a vedere
  • Secrezioni umide, crostose, spesse o puzzolenti o insolito drenaggio dagli occhi.

Come il vostro veterinario diagnostica l'infezione oculare del vostro cane: cosa aspettarsi

Veterinario

Quando arriva il momento di portare il vostro cane dal veterinario, potete aspettarvi una visita non dissimile da una che gli esseri umani hanno. Gli esami canini possono includere uno dei seguenti test:

  • Test allergenici: il vostro veterinario potrebbe fare un esame del sangue e altri test per determinare se il vostro cagnolino ha delle allergie.

  • Test batterico: il vostro veterinario potrebbe prelevare dei campioni di fluidi o tamponi per controllare la presenza di batteri o altre forme di infezione.

  • Analisi del sangue/urine: uno dei metodi più comuni per controllare la presenza di infezioni o malattie è rappresentato dalle analisi del sangue e delle urine.

  • Macchiare le cornee: usando una sostanza fluorescente speciale, il vostro veterinario potrebbe somministrare questo specifico test per rilevare la presenza di ulcere o altre problematiche nella superficie corneale del vostro cane.

  • Dilatazione dell'occhio: speciali gocce per gli occhi permetteranno al vostro veterinario di esaminare il retro degli occhi del vostro cane, compresi la condizione della retina, il nervo ottico e la riflessività del Tapetum lucidum, un sottile strato di tessuto nell'occhio canino che riflette la luce e permette la visione notturna.

  • Oftalmoscopio: se il vostro veterinario sospetta la presenza di uveite canina, adopererà uno strumento noto come oftalmoscopio per fare una diagnosi definitiva. Una volta identificata una infezione, potrebbe decidere di effettuare delle analisi del sangue/urine per contribuire all'espulsione di organismi infettivi come potenziali catalizzatori.

  • Misurare la pressione intraoculare (IOP): usando uno strumento chiamato tonometro, il vostro veterinario misurerà l'IOP del vostro cane per individuare i sintomi del glaucoma.

  • Test di Schirmer (pdf): questo test specifico misura la produzione lacrimosa del vostro cane e verrà effettuata in presenza di arrossamento o secrezioni evidenti.

  • Fonte di luce focale; il vostro veterinario potrebbe condurre un esame visivo utilizzando una fonte di luce focale per illuminare ed esplorare le palpebre e la superficie dell'occhio.

Gestire le infezioni oculari canine: sviluppo di una programma di cura

Gestire le infezioni oculari canine

Le infezioni oculari canine potrebbero diventare croniche o provocare danni permanenti (inclusi cecità o addirittura perdita dell'occhio) se non trattate immediatamente. Di seguito troverete delle linee guida da seguire per la gestione della malattia del cane e la sua cura:

Seguire le direttive del vostro veterinario

Per la cura del vostro cane dopo la diagnosi di infezione oculare, è fondamentale seguire attentamente le istruzioni del vostro veterinario. Questi vi aiuterà a seguire una terapia che potrebbe coinvolgere la somministrazione di medicinali come pomate, antibiotici, gocce per gli occhi e altre cure topiche.

Assicuratevi di porre domande se siete in apprensione circa la terapia e non dovete mai saltare una somministrazione, interrompere una terapia a meno che non venga indicato o dare al vostro cane un qualsiasi medicinale che non sia stato prescritto dal vostro veterinario. Inoltre, non dovete mai fare uso di gocce per occhi da banco che sono destinati alle persone, perché nuocerebbero ulteriormente alla salute del cane.

Il vostro veterinario curerà il vostro cane in base alla fonte del malanno del vostro cagnolino. Per esempio, se è affetto da allergie, il veterinario potrebbe suggerire un cambiamento nella sua dieta o consigliare integratori per dare una mano al suo sistema immunitario e alla sua salute generale. Nel caso di presenza di malattie precedenti gravi, come un tumore o un disturbo autoimmune, il vostro veterinario vi indicherà sul come procedere con la cura.

Cure per infezioni oculari canine per disturbi specifici includono:

Cura della congiuntivite: se il vostro cane è affetto da congiuntivite, il vostro veterinario è probabile prescriverà come antibiotico gocce per gli occhi trattate per curare la sua malattia. Di solito vengono somministrate più volte al giorno.

Inoltre, il vostro veterinario potrebbe prescrivere antibiotici da assumere per via orale per curare la causa scatenante; se si tratta di un'allergia, il cane sarà curato con medicinali appositi. Il vostro veterinario potrebbe inoltre suggerire altri modi per velocizzare la guarigione, comprese compresse e altre soluzioni che aiuteranno il vostro cane a stare meglio.

Occhio secco: se il vostro cane è affetto da tale disturbo, il vostro veterinario potrebbe prescrivere le lacrime artificiali (gocce per gli occhi dalla formula speciale studiati per emulare le lacrime naturali), così come gocce per gli occhi anti-infiammatorie e stimolanti per lacrime per cani.

Cura dell'uveite: in caso di uveite, il vostro veterinario è probabile prescriverà gocce per gli occhi contenenti steroidi di glucocorticoidi da assumere con una dose di steroidi per via orale (per esempio sotto forma di pillola).

Cura della cheratite canina (ulcera corneale): ai cani affetti da cheratite potrebbe essere prescritta una varietà di cure, inclusi antibiotici topici. Se il vostro cane presenta segnali di dolore, il vostro veterinario potrebbe inoltre prescrivere medicinali per lenire il suo male.

Supporto omeopatico per gli occhi canini: considerare l'approccio naturale

Olio di rosmarino

Per gli amanti degli animali che preferiscono un approccio naturale, esistono molti rimedi omeopatici che vale la pena considerare per infezioni oculari canine di minore entità. Sebbene non siano una "cura" valida per malattie o infezioni gravi, possono fare la differenza per la salute del vostro cane.

Una volta controllato col vostro veterinario, è possibile vogliate conoscere i seguenti trattamenti omeopatici per contribuire alla cura della salute degli occhi del vostro cane, validi anche per la prevenzione.

Alcuni integratori canini omeopatici presentano solitamente i seguenti ingredienti:

  • Rosmarinus officinalis (Rosmarino): riconosciuto per le sue qualità antisettiche e disinfettanti, questa erba allevia il dolore e inoltre vanta benefici infiammatori.

  • Filipendula ulmaria (Olmaria): questa potente erba offre moltissimi benefici, comprese proprietà astringenti, anti-infiammatorie e antisettiche. È conosciuto per alleviare e curare le infezioni oculari, in particolare le congiuntiviti.

  • Chelidonium majus (Celidonia): usata in primo luogo per sostenere il sistema immunitario, quest'erba analgesica rappresenta un anti dolorifico contro infezioni e migliora la vista.

  • Arctium lappa (Bardana maggiore): quest'erba è famosa per le sue eccellenti proprietà disintossicanti, di purificazione ed eliminazione di tossine indesiderate dal nostro corpo.

Guardare al futuro: la Prevenzione di infezioni oculari canine

In aggiunta a riposo e dieta adeguati e uno stile di vita sano e attivo, esistono accorgimenti da seguire per proteggere il vostro cane da future infezioni oculari:

  • Cercate di evitare qualsiasi tipo di trauma agli occhi del vostro cane: proteggetelo da oggetti esterni, sostanze, prodotti chimici o altri elementi ambientali che potrebbero provocare irritazione. Un facile modo per proteggere il vostro cagnolino è tenere i finestrini chiusi mentre state guidando, in quanto polvere, inquinamento, sementi e altri detriti possono facilmente finire nei loro occhi quando si crea corrente nel vostro veicolo.

  • Tentate di mantenere il muso del vostro cane pulito e libero da polvere, terra e detriti.

  • Se il vostro cane è sotto trattamento che richiede pomate topiche, il vostro veterinario potrebbe suggerire l'uso di un collare a cono per impedire che si lecchi o graffi gli occhi. Qualora infezioni oculari siano presenti, i collari a cono (conosciuti anche come collare Elisabettiano o collare ad imbuto) sono utili nel processo di guarigione. Esistono inoltre degli occhialini protettivi creati appositamente per cani che rappresentano un'opzione che vale la pena considerare.

  • Una buona strigliatura è inoltre essenziale per mantenere gli occhi del vostro cane in salute: assicuratevi di spuntare il pelo troppo lungo o fitto attorno agli occhi in modo che non irriti il bulbo oculare. Se non ve la sentite, assicuratevi di far strigliare regolarmente il vostro cane da un professionista.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 6 persone con una media di 5.0 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty