Come proteggere (e migliorare) le articolazioni del tuo cane

Scritto da Debora Romano dott.sa Debora Romano nella categoria Cani
Come proteggere (e migliorare) le articolazioni del tuo cane

Come ben sapete, le articolazioni sono il "luogo" in cui si incontrano due diverse ossa e possono variare in base alle dimensioni e alla quantità di movimento che forniscono al corpo del tuo cane. In entrambi i casi, le articolazioni sono soggette e vulnerabili alle lesioni.

Le estremità delle ossa che concorrono a formare l'articolazione sono circondate da una capsula articolare fibrosa che contiene un fluido articolare denso molto simile alla melassa. Intorno all'articolazione troviamo invece una grande quantità di tessuti molli come tendini, legamenti e muscoli che hanno il compito di sostenere e mantenere l'articolazione stessa. Tutti questi elementi agiscono in sinergia per proteggere l'articolazione durante il movimento.

Hai mai pensato alla salute delle articolazioni del tuo cane? Vuoi fare qualcosa per migliorare e mantenerle in un buono stato e quindi prevenire danni futuri? Continua a leggere qui, troverai tutte le informazioni necessarie riguardo le articolazioni.

Il ruolo della cartilagine nella salute delle articolazioni

Ogni estremità ossea del corpo è coperta da una superficie liscia simile alla porcellana chiamata cartilagine articolare che consente lo scorrimento e la rotazione senza impedimenti dell'articolazione.

La cartilagine articolare contiene un'alta concentrazione di fibre nervose, che sono così sensibili che anche piccoli cambiamenti nella viscosità o spessore del liquido articolare per questo motivo possono causare dolori articolari. La cartilagine è allo stesso tempo ricca di nervi utili a proteggere le articolazioni da danni.

Prova a immaginare il tuo cane che salta un ostacolo lungo un sentiero, la prima cosa che farà è atterrare con gli arti anteriori per assorbire lo shock dell'atterraggio e l'impatto. Infatti, durante l'atterraggio, gli arti anteriori si bloccano per assorbire lo shock, tutti gli elementi delle articolazioni devono lavorare in sinergia.

Ma cosa succede se il tessuto molle che funge da supporto non è ben bilanciato? In questo caso l'articolazione non sarà adeguatamente supportata e potrebbe essere limitata o troppo ridotta nel suo movimento.

E se invece il fluido articolare è ridotto? In questo caso non assorbirà per bene la forza dell'impatto e le terminazioni ossee potrebbero risentirne.

La spugnosità della cartilagine può aiutare ad assorbire parte di questo stress e segnalerà anche al cervello che le estremità ossee sono dolorosamente in contatto tra loro. Se il corpo del cane non riesce a risolvere il problema, le estremità ossee possono generare danni alla loro cartilagine e nel peggiore dei casi, fratturare le ossa stesse del cane.

Articolazioni del cane

Quando si verifica un danno articolare

La cartilagine possiede un limitato potenziale di guarigione per questo motivo è spesso sostituita con un tipo inferiore di cartilagine conosciuta anche come fibrocartilagine soggetta a scheggiature e rotture nel tempo. Se la capsula articolare si infiamma, gli enzimi idrolizzanti vengono rilasciati e sospendono la presenza del fluido articolare contrastando le proteine che la compongono, questa perdita di fluido articolare nutriente e ammortizzante indebolisce ulteriormente le cartilagini e le articolazioni danneggiate e usurate, che si trovano così ad affrontare scosse, frizione e dolore. Ogni volta che una parte del corpo è danneggiata si infiamma, la stessa cosa vale per le articolazioni. Quando i tendini che circondano l'articolazione si infiammano, avremo una tendinite, se l'articolazione stessa è infiammata avremo un'artrite.

Soluzione: Esercizi e nutrienti

Molti proprietari di cani mi chiedono sempre se è utile far svolgere dell'esercizio fisico al cane che presenta una displasia dell'anca o soffre di artrite. Dovete sapere che un costante movimento ripetuto con moderazione aiuta a tonificare i muscoli e sosterrà l'articolazione e manterrà il liquido viscoso. Alzarsi e muoversi è la cosa migliore per mantenere la salute delle articolazioni del cane, ma attività faticose come il salto e rapidi cambi di direzione dovrebbero essere evitati negli animali con danni o infiammazioni articolari già esistenti.

I tapis roulant subacquei e le piscine sono anche ottime possibilità per gli animali domestici con danni articolari esistenti. Ciò permette loro di sviluppare la forza muscolare e li aiuta a supportare la salute delle articolazioni, limitando al contempo il carico portante sulle articolazioni e sulla cartilagine articolare. I muscoli deboli possono portare a instabilità articolare, che nel lungo termine aumenta il rischio di lesioni articolari, quindi è importante trovare qualche forma di attività confortevole per i cani che presentano dolori articolari.

Come migliorare la salute delle articolazioni del tuo cane

Il liquido articolare presente alle estremità è costituito principalmente da un numero selezionato di zuccheri davvero unici, potremmo addirittura paragonarli al caramello o come detto in precedenza alla melassa, ma gli zuccheri nelle articolazioni non sono semplici come lo zucchero che aggiungiamo al caffè. I zuccheri presenti combinano aminoacidi per creare composti con alcune eccezionali proprietà di assorbimento degli urti.

Una grande fonte di questi fluidi specializzati è presente nelle articolazioni di altri animali, per i cani che seguono una dieta cruda con ossa macinate o intere, le articolazioni degli animali utilizzati possono fornire loro una buona scorta di nutrienti protettivi per le articolazioni. Tuttavia, la maggior parte degli alimenti per animali domestici oggi non presenta questo tipo di "integratore".

I cani che presentano una malattia articolare esistente possono beneficiare di alcuni integratori articolari facilmente accessibili. Consiglierei di aggiungere alla dieta anche la glucosamina, la condroitina e l'acido ialuronico, i migliori integratori in commercio dedicati ai problemi delle anche e delle articolazioni contengono una combinazione di questi elementi.

Questi tre nutrienti possono aiutare a sostituire la viscosità perduta del fluido articolare, essere usati come elementi costitutivi per riparare la cartilagine articolare e lubrificare le articolazioni.

Glucosamina per la salute delle articolazioni

Quando la glucosamina viene assorbita dall'organismo, si trasforma in condroitina e in molecole di acido ialuronico che sono due o tre volte le dimensioni della molecola di glucosamina. La condroitina è una componente della cartilagine che le conferisce una consistenza spugnosa, aiutando la cartilagine a resistere alla compressione. L'acido ialuronico è contenuto nel liquido sinoviale che lubrifica le articolazioni e conferisce al fluido una consistenza più viscosa.

Quando la glucosamina viene somministrata per via orale, circa il 30-40% viene effettivamente assorbito nel flusso sanguigno. La condroitina e l'acido ialuronico invece sono più grandi e non superano facilmente la barriera gastrica, solo circa il 10% di queste sostanze viene assorbito nel flusso sanguigno, mentre il resto viene scomposto nello stomaco. Anche se si tratta di una piccola quantità, è meglio di niente.

L'integrazione quotidiana di glucosamina funziona automaticamente per addensare il liquido articolare. Nell'articolazione infiammata, gli enzimi idrolizzanti entrano in scena e distruggono il fluido nonostante la presenza di integratori di glucosamina, per questo motivo devi somministrarlo quotidianamente per rendere tutto efficace. Per ridurre l'infiammazione e il disagio puoi aggiungere una fonte organica di zolfo, della curcuma o dello yucca. Se preferisci, puoi somministrare del Corydalis o della Boswellia ma anche degli Acidi grassi omega-3.

Le articolazioni sono una parte straordinaria dell'anatomia animale e ad oggi nessuno è riuscito ancora replicare la complessità e la funzionalità del design della natura. Le articolazioni possono essere delicate, quindi è importante trattarle nel modo giusto, nutrirle e mantenere i muscoli intorno alle articolazioni tonici e flessuosi, specialmente per i cani atletici e/o anziani. Quando si tratta di salute delle articolazioni del cane, non è mai troppo presto per iniziare a proteggerle e curarle.

Acidi grassi omega-3

Gli acidi grassi Omega-3 sono ottimi integratori articolari per cani di tutte le età. Gli acidi grassi Omega-3 aiutano a promuovere una sana lubrificazione articolare e possono ridurre l'infiammazione e il dolore per il tuo animale domestico. Gli acidi grassi Omega-3 promuovono anche un miglior funzionamento delle articolazioni, cuore, reni e della pelle.

Anche se i bocconcini per cani e il loro cibo sono spesso integrati con acidi grassi omega-3, non ci sono livelli abbastanza alti da aiutare un cane con problemi articolari per questo motivo potrebbe essere necessario un integratore di acidi grassi omega-3. Le migliori fonti di acidi grassi omega-3 per cani sono il pesce o l'olio di krill che presentano a loro volta grandi fonti di EPA e DHA, che sono acidi grassi omega-3 derivati ​​dal pesce essenziali per la dieta di un cane. Per quanto riguarda le fonti di ALA potete somministrare l'olio di semi di lino.

Per proteggere la salute delle articolazioni nei cani di qualsiasi età con tutte le gamme di salute delle articolazioni, somministrare quotidianamente 100 milligrammi di EPA e DHA combinati per ogni chilogrammo di peso corporeo del cane sano.

Tieni presente che gli acidi grassi omega-3 sono molto sensibili e si degradano alla presenza di calore, luce e ossigeno, quindi è meglio conservare questi integratori nel congelatore in un contenitore che blocca la luce.

Estratto insaponificabile di soia e avocado (ASI)

Le ASI conosciute anche come estratto di soia e olio di avocado sono integratori che aiutano a proteggere la cartilagine attraverso la riduzione dell'infiammazione e la stimolazione della guarigione. Lavorano in sinergia con glucosamina cloridrato e solfato di condroitina, il che rende i prodotti che contengono tutti e tre gli ingredienti eccellenti per curare i problemi articolari per cani di tutte le età.

Purtroppo le ASI non aiuteranno i cani che presentano l'artrite alo stadio terminale poiché non sarà più presente la cartilagine nel corpo.

Solfato di condroitina

Il solfato di condroitina protegge la cartilagine bloccando gli enzimi che distruggono la cartilagine stessa. È raccomandato per tutti i cani di età superiore alle 8 settimane, ad eccezione dei cani con artrite allo stadio terminale. Il solfato di condroitina permette buoni risultati se assunto in sinergia con glucosamina cloridrato e ASU e questi ingredienti funzionano meglio insieme che separatamente.

La condroitina può essere difficile da assorbire per il tratto gastrointestinale di un cane, quindi la scelta di un prodotto a basso peso molecolare, come il Dasuquin, può migliorare l'assorbimento. Dasuquin ha anche il vantaggio di contenere glucosamina cloridrato e ASI.

Dovete sapere che il solfato di codroitina richiede lo stesso dosaggio della glucosamina, ma entrambi i dosaggi devono essere ridotti quando somministrati insieme. Chiedi consiglio al tuo veterinario di fiducia sui prodotti e livelli di dosaggio adeguati per il tuo cane.

Cannabidiolo

I cani con artrite grave possono utilizzare di olio di CBD come integratore. L'olio di CBD è pubblicizzato per funzionare attraverso il sistema endocannabinoide, un apparato presente nel corpo del tuo cane che modula il dolore e l'infiammazione.

Uno studio del 2018 ha suggerito che somministrare un dosaggio due volte al giorno di 2 mg può ridurre il dolore e aumentare l'attività nei cani con artrite. Il CBD è probabilmente più vantaggioso per gli animali più anziani che abbiano già problemi di dolore alle articolazioni del cane rispetto ai cani più giovani con articolazioni sane.

Se non sai come aiutare il tuo cane, rivolgiti al tuo veterinario di fiducia che saprà indicarti quali sono i metodi alternativi più efficaci per ridurre il dolore e aiutare il tuo cane tra cui i metodi olistici, l'agopuntura, fotobiomodulazione o iniezioni articolari. In questo modo non dovrai usare quotidianamente farmaci oppure il tuo cane non dovrà sottoporsi a interventi di chirurgia articolare.

Oggi giorno navigare nel mondo degli integratori per cani può essere sbalorditivo, per questo motivo consigliamo sempre di chiedere l'aiuto di un esperto o del tuo veterinario di fiducia che sarà la risorsa migliore. In base allo stato di salute e al quadro clinico del tuo cane potrai somministrare gli integratori più adatti.

Debora Romano dott.sa Debora Romano

Debora Romano ha una laurea in biotecnologie veterinarie e si è specializzata nella stesura di articoli scientifici sugli animali da oltre dieci anni. È esperta in report scientifici, analisi dei dati e ricerca scientifica.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 7 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty