Glucosamina per cani: quali sono le migliori fonti naturali?

Scritto da Debora Romano dott.sa Debora Romano nella categoria Cani
Glucosamina per cani: quali sono le migliori fonti naturali?

Quasi tutti i veterinari raccomandano di somministrare la glucosamina per sostenere le articolazioni del tuo cane specialmente se iniziano a diventare rigide o se il tuo cane soffre a causa dell'artrite. La maggior parte dei veterinari propone integratori, ma se il tuo cane soffre a causa di una ridotta mobilità, il veterinario potrebbe anche suggerire una fonte iniettabile di glucosamina come il farmaco Adequan.

Dovete sapere che esistono valide alternative per integrare glucosamina e in seguito vi spiegherò meglio come fare. Prima cerchiamo di capire che cos'è la glucosamina e il suo ruolo fondamentale nel corpo del cane.

Che cos'è la glucosamina?

La glucosamina è in realtà indica la composizione tra la glutammina un amminoacido e glucosio ovvero uno zucchero. Il corpo del tuo cane produce naturalmente la sua glucosamina, una sostanza che aiuta a creare molecole che formano la cartilagine delle articolazioni del tuo cane. Man mano che il cane invecchia, il corpo produce meno glucosamina e di conseguenza le articolazioni possano irrigidirsi e perdere del tutto la cartilagine utile per assorbire gli urti. Questo è il motivo per cui potresti prendere in considerazione l'uso della glucosamina per mantenere la sua mobilità ed aiutare il tuo cane.

Esistono tre forme comuni di glucosamina:

  1. Solfato di glucosamina: questa tipologia è la più studiata dagli scienziati e il tipo più comune, usata negli integratori. È estratto dai gusci di molluschi o prodotto sinteticamente in un laboratorio, contiene zolfo, che è il componente che aiuta a costruire e riparare la cartilagine.

  2. Cloridrato di glucosamina: noto anche come glucosamina HCL, si trova nei gusci di molluschi, ma non contiene solfati. È più concentrato del solfato di glucosamina ma alcuni studi dimostrano che è meno efficace per curare i problemi articolari.

  3. N-acetil-glucosamina (NAG): questa forma di glucosamina è un derivato del glucosio il precursore dell'acido ialuronico, che fa parte del liquido sinoviale che lubrifica le articolazioni. Questo prodotto può essere utilizzato sia per problemi articolari che gastrointestinali anche se in genere proviene dal guscio esterno dei crostacei e viene utilizzato per la salute dell'intestino e non per i problemi articolari.

Qual è il ruolo della glucosamina nel corpo?

La glucosamina ha proprietà antinfiammatorie naturali che la rendono un integratore molto popolare sia per le persone e sia per gli animali domestici che presentano dolori o rigidità articolare.

L'integrazione con glucosamina può aiutare a migliorare la mobilità e la gamma di movimenti e rallentare il processo di invecchiamento delle articolazioni del vostro cane.

articolazioni del cane

La glucosamina è prodotta naturalmente all'interno delle articolazioni, combinandosi con il collagene per produrre e riparare la cartilagine in caso di necessità. La cartilagine sana è naturalmente flessibile e spugnosa e funge da ammortizzatore per le articolazioni mentre il fluido sinoviale lubrifica naturalmente le articolazioni in questo caso la glucosamina può aiutare a mantenere la sua consistenza viscosa nel tempo.

Con il processo di invecchiamento infatti, la produzione di glucosamina nel corpo si riduce, portando al deterioramento della cartilagine che ridurrà il suo effetto ammortizzante sulle articolazioni e di conseguenza si ridurrà la lubrificazione apportata dal liquido sinoviale, causando il classico "scricchiolio" nelle articolazioni.

Quindi somministrare della glucosamina sembra davvero un'ottima idea, poiché ridurrà di gran lunga la possibilità di dolori e problemi articolari per il tuo cane!

Glucosamina nelle crocchette?

Alcuni alimenti commerciali per cani promuovono il supporto delle articolazioni del vostro cane perché contengono glucosamina. Fate molta attenzione a queste dichiarazioni, poiché la quantità di glucosamina presente nella maggior parte delle crocchette è molto inferiore a quella di cui il tuo cane avrebbe bisogno giornalmente per aiutare le sue articolazioni.

Un cane da 25 kg circa avrebbe bisogno di integrare circa 1000 mg di glucosamina al giorno, ma con alcune crocchette dovresti somministrargli almeno 20 tazze di cibo al giorno per ottenere questa quantità! Qual è il modo migliore quindi per integrare la glucosamina nella dieta del tuo cane? I cibi integrali ricchi di glucosamina risultano meno costosi dei prodotti veterinari e possono funzionare allo stesso modo.

Proprio come gli esseri umani, i nostri cani producono glucosamina naturalmente nei loro corpi. Una dieta sana ed equilibrata aiuterà il tuo cane, infatti esistono molti cibi deliziosi che puoi dare al tuo cane per fornirle fonti naturali di glucosamina. Ma prima di elencare i cibi ricchi di glucosamina, ci sono due cose che devi sapere e considerare prima di iniziare:

  1. La biodisponibilità: si riferisce alla quantità di qualsiasi sostanza nutritiva o farmaco che viene digerita e consegnata alle cellule ed effettivamente utilizzata. La buona notizia è che la glucosamina che il cane riceve dal cibo viene prontamente assorbita e sfruttata, il corpo sa cosa farne e quindi il cane avrà bisogno di meno integratore sintetico.

  2. Le quantità: In generale i cani hanno bisogno di circa 500 mg di glucosamina al giorno, per 10 kg di peso corporeo.

Ma non preoccuparti di quanti grammi di glucosamina al giorno assume il tuo cane, ti basta aggiungere regolarmente alcuni di questi alimenti nella dieta del tuo cane e in questo modo riceverà molta più glucosamina naturale. Ad esempio, la trachea di manzo è principalmente cartilagine, che contiene circa il 5% di glucosamina. Un pezzo di trachea da 28 grammi circa fornirà al tuo cane oltre 1400 mg di glucosamina. Oppure le zampe di pollo, una zampa contiene circa 400 mg di glucosamina. Somministrare una dieta cruda al tuo cane ti aiuterà a massimizzare i benefici nutrizionali, ma ricordati di non dargli mai ossa cotte di nessun tipo.

Il cibo come fonte di glucosamina

Trachea

trachea

La trachea è composta prevalentemente da cartilagine, molto ricca di glucosamina. La trachea di manzo è la più facile da trovare sul mercato, ma alcuni fornitori di alimenti per cani crudi hanno alcune specialità a disposizione come la trachea di agnello, capra o struzzo. Sono un ottimo pasto o uno spuntino da servire crudo, ma puoi anche disidratarli per fornire al tuo cane uno spuntino nutriente croccante.

In precedenza ho menzionato il farmaco Adequan, una forma iniettabile e molto costosa di glucosamina che molti veterinari raccomandano. Adequan contiene estratto proveniente dalla trachea di manzo, quindi puoi tranquillamente evitare di acquistare il farmaco e somministrare al tuo cane direttamente la trachea di manzo che fornisce glucosamina in modo più naturale.

Zampe di gallina

zampe di gallina

Le zampe di gallina sono cariche di glucosamina naturale, sono uno spuntino delizioso e croccante da inserire nella dieta del vostro cane. In alternativa puoi somministrare zampe di anatra, tacchino, oca o faraona.

Coda di maiale e altri animali

coda di maiale

Le code dei maiali sono costituite da cartilagine e da un po' di carne. La cartilagine è glucosamina al 5%, quindi le code di bue, manzo o di maiale sono una valida alternativa per dare al tuo cane uno spuntino sano contenente molta glucosamina.

Le ossa di manzo

ossa di manzo

Le ossa di manzo contengono molta cartilagine e i cani adorano rosicchiarle, quindi possono offrire ore di divertimento e allo stesso tempo una preziosa fonte di glucosamina.

Gusci dei molluschi

gusci di gamberetti

I gusci di molluschi sono una fonte naturale di glucosamina. Se puoi acquistare gamberi selvatici interi con i gusci puoi aggiungerli nella dieta del tuo cane. Puoi anche trasformare i gusci in un brodo nutriente cuocendoli a fuoco lento per alcune ore. Fai attenzione ai gamberetti dei negozi di alimentari poiché l'etichettatura è notoriamente inaffidabile e i gamberetti sono spesso allevati, il che significa che probabilmente contengono pesticidi e antibiotici. Assicurati di acquistare i tuoi gamberetti da una fonte affidabile.

Cozze Verdi

cozze verdi

Le cozze verdi contengono alti livelli di glucosamina, molte ricerche hanno dimostrato che riducono i sintomi dell'artrite sia nelle persone e sia negli animali. Le cozze verdi provengono principalmente dalla Nuova Zelanda, quindi è difficile trovarle fresche, ma puoi comprare l'estratto di cozze verdi per il tuo cane. Assicurarsi che il prodotto sia estratto a freddo o liofilizzato poiché il calore distrugge i nutrienti presenti nella cozza.

Dosi

Per quanto riguarda il dosaggio consigliamo di aggiungere alla dieta del tuo cane 15 mg di estratto di cozza per ogni kg di peso corporeo al giorno. Oppure in alternativa ti suggeriamo di acquistare le cozze verdi liofilizzate e di aggiungere 2 cozze ogni 5 kg di peso corporeo del tuo cane ogni giorno.

Brodo di ossa

brodo di ossa

Fare un brodo di ossa ricco e gelatinoso è un altro modo semplice e naturale per aggiungere alla dieta del tuo cane glucosamina naturale. È facile da realizzare anche se deve bollire per circa 24 ore a fuoco lento. Il brodo di ossa ha innumerevoli benefici per la salute ed è ricco di glucosamina e altri nutrienti che supportano le articolazioni.


Altri alimenti di sostegno

Ecco alcuni altri alimenti che puoi aggiungere ai pasti del tuo cane per aiutare le sue articolazioni:

La curcumina

curcumina

La curcuma speziata di colore giallo arancio brillante ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che possono aiutare a ridurre i dolori articolari del vostro cane. Uno studio sull'uomo ha dimostrato che la curcumina, il principale costituente della curcuma, è efficace quanto l'ibuprofene nel ridurre il disagio nei pazienti con osteoartrosi del ginocchio. *

È meglio acquistare la curcuma biologica in un negozio di alimenti naturali piuttosto che la curcuma della drogheria che di solito contiene solo dal 2% al 4% di curcumina e può essere coltivata usando pesticidi. Ti consigliamo di cercare prodotti contenenti curcuminoidi al 95%. Inoltre, è una buona idea acquistare un prodotto che contiene pepe nero o piperina in quanto può aiutare l'assorbimento della curcumina. In alternativa puoi anche acquistare la radice di curcuma fresca e schiacciarla, nel qual caso è anche consigliabile aggiungere del pepe nero per favorire l'assorbimento. Dai ⅛ a ¼ cucchiaino di curcuma al giorno per ogni 10 kg di peso corporeo del tuo cane.

In alternativa potete acquistare un prodotto che contiene pepe nero o piperina che può aiutare e favorire con l'assorbimento. Puoi anche acquistare la radice di curcuma fresca e schiacciarla, nel qual caso è anche consigliabile aggiungere un po' di pepe nero per favorire l'assorbimento.

Per quanto riguarda le dosi vi consigliamo di somministrare ⅛ a ¼ cucchiaino di curcuma al giorno per ogni 10 kg di peso corporeo del tuo cane.

Avvertenze: la curcuma è generalmente considerata sicura, ma potresti voler controllare con il tuo veterinario di fiducia prima di usarla poiché può contrastare l'efficacia di altri farmaci, in particolare FANS e farmaci per fluidificare il sangue e per di più può interferire con alcuni farmaci antitumorali. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che dosi elevate causano problemi al fegato e la curcuma non deve essere usata durante la gravidanza poiché può causare contrazioni premature dell'utero che portano ad aborto spontaneo.

* Nota importante:** lo studio è stato condotto sugli umani per questo non è sicuro somministrare ibuprofene al tuo cane, quindi non farlo mai.

Zenzero

zenzero

Lo zenzero è noto per i benefici che apporta per l'apparato digerente, inclusi problemi di gonfiore e nausea. Ma un effetto meno noto è la sua capacità di alleviare il dolore causato dall' artrite. Lo zenzero impedisce al sistema immunitario di produrre leucotrieni, che causano infiammazione e può anche aumentare la circolazione per i cani più anziani che non hanno mobilità.

Puoi usare la radice di zenzero grezza spesso disponibile nella maggior parte dei negozi di alimentari, ti basterà rimuovere la pelle con un coltello o un pelapatate e tritare finemente la radice. Mescola la radice tritata nel cibo del tuo cane, dando ¼ cucchiaino per cani di taglia piccola, ½ cucchiaino per cani fino a 15 kg e ¾ cucchiaino per cani più grandi. Il sapore è piuttosto forte, quindi potresti voler iniziare con una dose più piccola fino a quando il tuo cane non si abitua al sapore.

Attenzione: lo zenzero può fluidificare il sangue, quindi evitalo prima di qualsiasi intervento chirurgico o se il tuo cane sta assumendo farmaci anticoagulanti. Inoltre, lo zenzero può abbassare la glicemia e la pressione sanguigna, quindi rivolgiti al tuo veterinario di fiducia se il tuo cane ha il diabete o ha qualche tipo di problema cardiaco.

Mirtilli

mirtilli

I mirtilli contengono molti nutrienti potenti, inclusi gli antociani. Gli antociani sono antiossidanti che possono aiutare a minimizzare l'infiammazione combattendo i radicali liberi. I radicali liberi sono molecole instabili che causano danni ossidativi nel corpo, portando a infiammazione cronica e malattie.

La maggior parte dei frutti contiene tre o quattro tipi di antociani, ma i mirtilli ne hanno ben 20 tipi diversi, rendendoli un vero "superfood" quando si tratta di mantenere sane le articolazioni del cane.

Aggiungi qualche mirtillo nella dieta del tuo cane oppure come spuntino, puoi somministrarli freschi o congelati. Inizia gradualmente se il tuo cane non è abituato ai mirtilli, poiché contengono molte fibre che possono causare inizialmente feci molli.

In conclusione, possiamo dire che esistono molti modi naturali per sostenere le articolazioni del tuo cane senza ricorrere a integratori sintetici o farmaci prescritti dal veterinario. Prova alcuni di questi alimenti per mantenere il tuo cane attivo e sano!

Debora Romano dott.sa Debora Romano

Debora Romano ha una laurea in biotecnologie veterinarie e si è specializzata nella stesura di articoli scientifici sugli animali da oltre dieci anni. È esperta in report scientifici, analisi dei dati e ricerca scientifica.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 4.6 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty