Quanto dar da mangiare a un cane: una guida basata sulla scienza

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Cani
Quanto dar da mangiare a un cane: una guida basata sulla scienza

Come veterinario probabilmente la domanda che mi viene rivolta più frequentemente durante gli esami di check up è "quanto dare da mangiare a un cane", alcuni proprietari ritengono che la risposta sia semplice ma in realtà è difficile rispondere con precisione.

In questo articolo spiegherò perché la risposta non è così semplice e spero così di aiutare i proprietari a calcolare meglio le porzioni di cibo del proprio cane.

Stima accurate delle porzioni

L'obesità nei cani è il disturbo nutrizionale più comunemente diagnosticato con stime che vanno dal 25% al 40% dei cani colpiti (1, 2, 3, 4). Poiché l'obesità è direttamente correlata alle calorie consumate è di fondamentale importanza sapere quanto nutrire un cane.

Prevenire l'obesità evitando la sovralimentazione è il modo migliore per mantenere i cani sani promuovendone la longevità. Uno studio del British Journal of Nutrition ha rilevato che i cani magri vivevano in media due anni in più e soffrivano molto meno di patologie legate all'obesità rispetto a quelli in sovrappeso (5, 3, 6, 7)

È estremamente difficile generalizzare il fabbisogno energetico dei cani a causa dell'enorme varietà di dimensioni, corporature e livelli di attività osservati nelle diverse razze. Le calorie necessarie possono variare persino tra cani della stessa taglia e razza a causa dell'età, del fatto che siano sterilizzati o castrati e della massa muscolare oltre ad altri diversi fattori (8, 9).

Riepilogo: Misurando la perfetta quantità di cibo si può prevenire le malattie e aumentare la longevità ma le porzioni devono essere valutate (dai proprietari o dai veterinari) per ogni singolo cane piuttosto che optare per una "taglia unica".

Linee guida sulle etichette del cibo per cani

Linee guida sulle etichette del cibo per cani

Le linee guida dettate dall'American Association of Feed Control Officials (AAFCO) nel 2013 richiedono ai produttori di alimenti per cani di elencarne il contenuto calorico consentendo ai proprietari di calcolare in maniera più consapevole le porzioni, tuttavia a complicare ulteriormente il dilemma su quanto dare da mangiare a un cane, è il fatto che le calorie del cibo per cani variano in modo significativo per ogni tazza di crocchette.

Alcuni alimenti, hanno solo 226 calorie per tazza mentre altre marche ne hanno fino a 537 per tazza, ciò significa che una tazza di un tipo di cibo potrebbe avere tanta energia quanto 2 tazze di un altro, è importante quindi valutare attentamente l'apporto energetico dei cibi in modo da poter controllare la quantità di calorie.

La dichiarazione del contenuto calorico sull'etichetta del cibo per cani è generata da calcoli complessi o da prove di digeribilità.

Riepilogo: gli alimenti per cani variano nella loro composizione quindi ogni marchio deve essere valutato in maniera diversa per ottenere le giuste porzioni.

Non usare le etichette di cibo per cani da sole

Quando si calcola il contenuto calorico utilizzando un'equazione viene spontaneo sottostimare le calorie in alimenti altamente digeribili e di alta qualità e sopravvalutare le calorie in alimenti per cani di scarsa qualità e poco digeribili. Ecco perché vi sono degli studi di digeribilità che aiutano a determinare il contenuto calorico del cibo come descritto anche nella pubblicazione AAFCO "The Business of Pet Food.".

Oltre alle calorie per tazza, sono richieste altre indicazioni di alimentazione sulle etichette dei cibi per cani e generalmente sono calcolate in grammi di crocchette consigliate per peso corporeo; queste linee guida per l'alimentazione sono estrapolate dalla ricerca condotta dal National Research Council (NRC) sui requisiti energetici dei cani.

Ci sono molti studi che suggeriscono che le quantità elencate sulle etichette del cibo per cani sono sopravvalutate (11, 12, 13), questo può essere legato al fatto che molti cani sono più sedentari dei cani utilizzati nella ricerca e alcuni suggeriscono addirittura che l'NRC non sia in grado di spiegare l'enorme variazione dei requisiti tra le diverse razze (14).

Le linee guida sull'alimentazione presuppongono anche che il cibo per cani sia l'unica fonte di nutrimento ma non è proprio così dato che spesso vengono somministrati anche premietti, pelli grezze, stick dentali o qualche boccone caduto dal tavolo, in questi casi occorrerebbe diminuire la porzione di crocchette e non ci si rende conto di quanto velocemente si aggiungano calorie in eccesso.

Riepilogo: le linee guida per le porzioni riportate nelle etichette dei cibi per cani non sono sempre così accurate.

Formula per una corretta alimentazione

Formula per una corretta alimentazione del tuo cane

Dato che ci sono così tante variazioni nel fabbisogno calorico, nel contenuto calorico e persino nella determinazione del contenuto calorico, si inizia a capire quanto sia complicata la risposta alla " facile domanda" su quanto cibo dare a un cane.

Scientificamente, l'equazione per il fabbisogno energetico nei cani è così definita:

Requisiti energetici a riposo misurati in Kcal al giorno = 70 (Peso corporeo in Kg) ^ 0,75. Questa equazione dovrebbe fornire le calorie minime necessarie per il riposo.

Gli studi dimostrano che il fabbisogno energetico può variare fino al 50% al di sopra e al di sotto della media calcolata a seconda dell'età, della razza e del livello di attività (7, 8, 9).

Difficilmente si eseguiranno questi calcoli con la calcolatrice pertanto un modo più realistico per capire quanto sia necessario nutrire un cane è esaminare le raccomandazioni nutrizionali sull'etichetta del cibo utilizzandole come linea guida.

Riepilogo: Utilizzare le linee guida sull'etichetta per determinare il fabbisogno energetico del cane è il modo più accurato per capire quanto sia necessario nutrirlo.

Alimentazione magra

Come veterinario, quando mi chiedono quanto dar da mangiare al cane la mia risposta a questa complicata domanda è: nutrire abbastanza; lasciate che ve lo spieghi.

Seguire una "alimentazione magra" per i propri cani è il modo migliore per determinare la quantità corretta da somministrare utilizzando come punto di partenza l'etichetta sulla busta e tenendo presente che questa quantità è spesso sovrastimata.

È importante anche somministrare la quantità indicata per un peso forma del vostro cane e NON quello attuale se avete un cane in sovrappeso quindi somministrate la giusta quantità controllando molto attentamente le sue condizioni generali.

Un cane con una condizione fisica normale e in buona salute dovrebbe avere un giro vita definito se osservato dall'alto, l'addome dovrebbe piegarsi verso l'alto partendo dal margine delle costole sino ai fianchi se visto di lato e le costole dovrebbero essere facilmente palpabili ma non prominenti.

Un cane sovrappeso ha uno strato di grasso che copre le costole rendendone difficile la palpazione, il giro vita si estende direttamente dal margine del torace attraverso i fianchi senza rientrare se visto dal lato mentre se visto dall'alto non è possibile notare la classica forma a clessidra.

Se vi sembra che il cane ingrassi somministrando una certa quantità, generalmente si consiglia di ridurla del 20% mentre se dopo alcune settimane le costole sembrano più prominenti si consiglia di aumentare del 20%; non allarmatevi se il cane necessita di quantità molto diverse da quelle indicate sull'etichetta.

L'alimentazione magra richiede grande abilità dal momento che le esigenze energetiche del cane cambiano col tempo e con le stagioni, una buona consapevolezza delle condizioni di salute del cane e un costante calcolo delle giuste porzioni aiuta a prevenire l'obesità.


Nota: 1 tazza equivale a 236 ml

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 14 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty