4 alimenti considerati assolutamente innocui che però sono velenosi per i gatti

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Gatti
4 alimenti considerati assolutamente innocui che però sono velenosi per i gatti

Quando si tratta di cani, c'è una lista, apparentemente senza fine e che continua ad allungarsi ogni giorno di più, di alimenti che risultano essere velenosi per loro ed i cani sono animali che per natura non sono molto attenti ed esigenti quando si tratta di cibo, spesso infatti mangiano cose potenzialmente pericolose o, per lo meno, poco invitanti!

La lista degli alimenti che risultano essere pericolosi per i gatti invece è piuttosto breve in termini di alimenti che dovreste conoscere, infatti poche cose risultano essere veramente pericolose per i gatti, ma questo più che altro è dovuto al fatto che i gatti sono alquanto schizzinosi quando si tratta di cibo. Mentre un cane potrebbe non farsi troppo problemi nell'ingurgitare un'intera torta al cioccolato se rimane senza sorveglianza, i gatti è molto improbabile che si comportino allo stesso modo ma il cioccolato resta comunque un alimento tossico per i gatti, proprio come lo è per i cani.

In questo articolo parleremo di altri quattro prodotti alimentari considerati in linea generale innocui ma che risultano essere velenosi per i gatti e che il vostro gatto potrebbe ingerire, in determinate situazioni, se gliene viene data la possibilità. Continuate a leggere per saperne di più.

Funghi

Funghi

Tutti sanno che alcune specie di funghi sono tossiche per gli esseri umani, e che non si dovrebbero mai raccogliere e mangiare funghi dalle forme insolite che si possono trovare durante un'escursione. Tuttavia, anche quei tipi di funghi ritenuti innocui, che sono assolutamente sicuri per le persone e che si possono acquistare normalmente al supermercato sono velenosi per i gatti, dovrete pertanto assicurarvi che il vostro gatto non si possa impadronire di tali funghi in alcun modo!

Nonostante sia alquanto improbabile che un gatto mangi di sua iniziativa un fungo, sia esso crudo o cotto, tenete bene a mente che spesso, in casa, si cucinano pietanze quali stufati e spezzatini con carne ed intingoli che possono contenere funghi. Le salse ai funghi che di base si presentano come delle panne o degli intingoli possono risultare particolarmente attraenti agli occhi di un gatto, e se il vostro gatto è veramente desideroso di mettere le zampe sugli scarti che avete lasciato nel piatto, potrebbe mangiare inavvertitamente i funghi contenuti nell'intingolo o nello stufato senza rendersene conto.

Cibo per bambini (neonati)

Cibo per bambini

Il cibo per neonati potrebbe sembrare uno dei prodotti più blandi, sicuri e innocui presenti in commercio, dopotutto lo usiamo per nutrire dei bambini molto piccoli! Ma fondamentalmente, il cibo per neonati è solo una forma frullata e/o leggermente più leggera dei vari tipi di cibo che mangiano gli adulti, usato per abituare i bambini a mangiare cibi solidi ed a provare sapori differenti.

Poiché il cibo per neonati è un misto di alimenti differenti che vengono frullati, spesso non è possibile dire con certezza cosa contenga, e molti piatti particolarmente gustosi che vengono dati i bambini spesso potrebbero contenere ingredienti quali cipolla ed aglio (tossici sia per i cani che per i gatti), funghi ed altri ingredienti tossici per i nostri animali domestici.

Uva e prodotti contenenti uva

Uva

Un altro veleno comune sia per i cani che per i gatti è l'uva ed i prodotti ottenuti dall'uva, come l'uva passa e l'uva sultanina. Anche in questo caso, è estremamente improbabile che un gatto decida di sua iniziativa di mangiare un acino d'uva o dell'uvetta, ma se queste vengono usate, insieme ad altri ingredienti, in un prodotto che il gatto potrebbe trovare particolarmente allettante - come lo yogurt, o qualche altro prodotto cremoso - il gatto le potrebbe mangiare senza rendersene conto, dato che la loro presenza è mascherata dal sapore degli altri ingredienti presenti in quel particolare prodotto.

Alcuni tipi di prodotti caseari

Formaggio

Infine, i gatti amano il latte, la panna ed i prodotti caseari di tutti i tipi questa preferenza si può estendere anche a prodotti a cui magari non avete nemmeno mai pensato, come la maionese! La maionese spesso contiene polvere di aglio e, in caso affermativo, dovreste tenerla il più lontano possibile dal vostro gatto.

Il latte e la panna di per se non sono velenosi per i gatti, ma il latte di mucca come quello che comunemente conserviamo nel figo è troppo ricco o ha livelli di lattosio troppo elevati per i gatti e può causare dei problemi di digestione e la diarrea.

Inoltre, frullati ed altri prodotti che contengono latte aromatizzato possono potenzialmente costituire un problema. Il latte al gusto di cioccolato potrebbe contenere un sostituto del cioccolato, ma potrebbe anche essere fatto con del vero cioccolato, e/o contenere dei sostituti artificiali dello zucchero, come lo xilitolo, che è tossico sia per i cani che per i gatti.

Altri prodotti come il burro, e qualsiasi altro prodotto che contiene di base latte con l'aggiunta di aromi o altri ingredienti dovrebbe essere tenuto fuori dalla portata del vostro gatto, per non correre rischi.

Tenere i gatti al sicuro

Nonostante tutti gli alimenti sopra citati potrebbero sembrare degli alimenti strani che difficilmente potrebbero attirare l'attenzione di un gatto tanto da indurlo ad assaggiarli o ad agognarli, tenete ben presente che tutti questi prodotti alimentari sono la causa per la quale più di un gatto, nell'arco dello scorso anno, è stato ricoverato in una clinica veterinaria, per cui costituiscono effettivamente un rischio per i gatti.

E' importante riflettere sempre molto attentamente prima di decidere di offrire al proprio gatto un assaggio di ciò che si ha nel piatto, e non abituatelo a supplicarvi per un assaggio, a scroccare o a rubare il vostro cibo! Non va bene nemmeno lasciare qualsivoglia carne o prodotto caseario in bella vista senza alcuna sorveglianza quando il vostro gatto è nei paraggi, perché potrebbe diventare particolarmente inventivo ed adottare le "strategie di attacco" più strane pur di mettere le zampe su qualcosa che gli è stato proibito di toccare!

Se avete un qualsiasi dubbio riguardo certi alimenti o pensate che il vostro gatto abbia ingerito qualcosa di tossico o pericoloso per lui, parlate subito con il vostro veterinario per avere un consiglio sul comportamento migliore da tenere nella situazione che vi trovate ad affrontare.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 10 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty