Come insegno al mio gatto ad usare il tiragraffi

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Gatti
Come insegno al mio gatto ad usare il tiragraffi

Insegnare al proprio gatto ad usare un tiragraffi è di vitale importanza quando ci si sta chiedendo come fare a impedirgli di graffiare tutti i mobili di casa. Prima di tutto è importante sapere come scegliere un buon tiragraffi. Insegnare al tuo gatto ad usarlo sarà infatti molto più semplice una volta trovato un tiragraffi adatto alle sue naturali esigenze. Una volta fatto ciò, segui questi consigli che ti guideranno nell'insegnare al tuo gatto ad usare il tiragraffi e a smettere di graffiare mobili e tappeti di casa.

Prima dell'addestramento, impara dove collocare il tiragraffi correttamente

tiragraffi a muro

Un passo importante per assicurarsi che il proprio gatto utilizzerà il tiragraffi è scegliere con molta attenzione le aree della casa dove posizionarlo. Per individuare la posizione ideale del tiragraffi dovrai quindi osservare le abitudini del tuo gatto per quanto riguarda il graffiare gli oggetti. Nonostante noi umani potremmo avere preferenze sulla posizione del tiragraffi all'interno delle nostre dimore, che di solito consiste negli angoli e nei posti dove risulterebbe meno ingombrante, questi non sono sempre le posizioni ottimali per il nostro amico felino. E se cerchiamo di vedere la situazione dal loro punto di vista è facile capirne la ragione.

Ci sono alcune ragioni radicate nel naturale comportamento dei gatti che li spingono a graffiare gli oggetti che li circondano:

  1. Sapere che i gatti graffiano per marcare il loro territorio può aiutarci nel decidere dove posizionare il tiragraffi. L'impatto visivo lasciato dal graffio su un oggetto insieme all'odore che viene depositato su quella superficie dopo essere stato rilasciato da alcune ghiandole situate sotto le zampe del gatto, sono messaggi facili da leggere da altri gatti. Tenendo a mente ciò, diventa ovvio il motivo per cui il tuo gatto non sceglierebbe un angolo angusto per lasciare messaggi di questo tipo. Il gatto preferisce una grande insegna luminosa, nella forma di un alto e robusto tiragraffi, in un punto centrale della casa. Scegli quindi punti della casa molto "trafficati" e posizioni non nascoste in modo da soddisfare i bisogni naturali del tuo gatto. Ma non disperare. Una volta che il tuo gatto comincerà ad usare il suo tiragraffi, questo potrà essere riposizionato (lentamente, nell'arco di qualche settimana) in un posto della casa più indicato e in più armonia con l'arredamento di casa tua.

  2. Un'altra ragione che porta i gatti a graffiare è che questo movimento permette loro di stirare i muscoli, specialmente delle spalle, delle zampe e delle dita. Amano stiracchairsi appena si svegliano, quindi posizionare il tiragraffi vicino al posto dove solitamente dormono è una buona soluzione.

  3. Se il tuo gatto graffia sempre lo steso punto del tappeto, questa potrebbe essere una buona posizione per il tiragraffi rialzato o per un tappetino. Sai già che le piace quel punto, e ciò potrebbe aiutare il tuo gatto a capire che tu preferisci che graffi il tiragraffi al posto del tappeto.

  4. Se il tuo gatto graffia i braccioli del divano o i bordi di altri mobili della casa, potrai impedirglielo posizionando una coperta pesante su queste superfici, infilandola sotto ai bordi in modo che il gatto non riesca a sollevarla e graffiare il mobile o il divano sottostante. Poi, posiziona il tiragraffi direttamente di fronte agli oggetti che il gatto graffiava usualmente. Una volta che il gatto avrà smesso di graffiare questi oggetti e avrà cominciato ad usare per una o due settimane il tiragraffi, potrai cominciare a spostarlo nel punto da te preferito al ritmo di qualche centimetro al giorno.

Un'ultima nota sul tiragraffi per gatti: Aumentare il numero dei tiragraffi in casa farà aumentare le probabilità che il tuo gatto decida di risparmiare i tuoi mobili. Se il tuo gatto ha già il vizio di graffiare mobili della casa o tappeti quando si stira, osservalo per raccogliere informazioni utili. I graffi sono in alto o in basso, sono su una superficie orizzontale o verticale, sono in un angolo o sotto il letto? Potrai usare queste informazioni per scegliere e posizionare i tiragraffi. I gatti amano graffiare superfici orizzontali, verticali e gli angoli di diverse superfici. A volte amano trovare posti insoliti da graffiare come il sotto del letto o l'interno degli armadi.

Come rendere interessante il tiragraffi

tiragraffi a palo

Se il tuo gattino non comincia ad usare il tiragraffi immediatamente, o mostra poco interesse verso questo nuovo oggetto a sua disposizione, non ti preoccupare. A volte hanno bisogno di un po' di incoraggiamento per scoprire che avete dato loro il miglior tiragraffi che loro potessero mai sperare di avere. Qui troverai alcuni trucchetti per fare crescere l'interesse del tuo gatto verso il suo nuovo tiragraffi e su come insegnargli ad usarlo.

  1. Erba gatta: Molti gattini giovani e alcuni gatti adulti non mostrano particolare interesse verso l'erba gatta, ma molti gatti ne vanno assolutamente pazzi. Se il tuo gatto è uno di questi, spargi un po' di erba gatta alla base e in cima al tiragraffi. Quando il tuo gatto comincerà a leccarla, solitamente comincerà anche a pestare le zampe al suolo. Questo gli permetterà di capire che questa è una superficie perfetta da graffiare e si ricorderà di tornare ad usarla in un secondo momento.

  2. Gioco: Un modo per aiutare il tuo gatto a scoprire quanto è stupendo il suo tiragraffi sarà giocare con lui attorno e sopra al tiragraffi stesso. Un gioco che si adatta perfettamente a questa finalità è una cannetta con una piuma all'estremità. Con questo gioco potrai spingere il tuo gatto ad arrampicarsi sul tiragraffi per raggiungere la piuma. Potresti anche posizionare il suo giocattolo preferito in cima al tiragraffi per spingerla ad arrampicarsi. Alla fine il tuo gatto scoprirà anche quanto ami graffiare quel trampolo.

  3. Prova a posizionare il trampolo tiragraffi su un lato: Questa posizione potrebbe aiutare un gatto che non ha mai utilizzato un trampolo tiragraffi. Poi metti in pratica i trucchi elencati in precedenza che prevedevano spargere l'erba gatta e farlo giocare con la piuma. Una volta che il tuo gatto avrà cominciato ad usare il tiragraffi in questa posizione per un paio di giorno, potrai posizionarlo in piedi e fornire al tuo gatto ancora più divertimento.

  4. Più gatti hai, più tiragraffi ti occorreranno: Incoraggia usando diversi giocattoli i tuoi gatti a giocare tra di loro attorno e sopra ai tiragraffi.

  5. Premi: Alcuni gatti amano molto i premi, quindi assicurati di averne sempre qualcuno in tasca quando stai insegnando ai tuoi gatti ad usare il tiragraffi. All'inizio potrai dare al tuo gatto un premio nel momento in cui comincerà ad annusare e ad avvicinarsi al tiragraffi. Una volta che il gatto avrà acquistato più confidenza con questo nuovo oggetto, premiala quando posiziona le zampe su di esso e continua così fino a che gli darà il primo graffio. Puoi anche provare a mettere qualche premio in cima al tiragraffi. Questo lo spingerà ad arrampicarsi per raggiungerli. I premi renderanno l'esperienza con il tiragraffi molto positiva per il tuo gatto.

  6. Assieme ad un lavoro per fare crescere l'interesse del tuo gatto verso il tiragraffi, potrai utilizzare un prodotto chiamato Faliway, uno spray che imita i feromoni facciali dei felini, che danno al gatto un senso di benessere, e spruzzarlo sui mobili di casa qualche volta nel corso della settimana, in particolare sugli oggetti che il tuo gatto graffia. Combinando questi due metodi il tuo gatto non solo capirà che tu vuoi che usi il tiragraffi, ma anche che al contrario non vuoi che graffi altri mobili.

Posizionare le zampe del tuo gatto a forza sul nuovo tiragraffi solitamente NON funziona quando si sta cercando di insegnargli ad usarlo. I gatti sono famosi per essere animali molto indipendenti, che amano prendere decisioni di testa loro. La manipolazione delle zampe da parte dell'uomo è spesso un deterrente per i gatti quando si tratta di avvicinarsi al tiragraffi. Un'eccezione si potrebbe fare nel caso di gatti molto giovani. A loro può spesso essere mostrato come usare il tiragraffi in questo modo, specialmente se in casa non c'è un gatto più adulto che può insegnare al piccolo. Anche il gioco funziona molto bene con i piccoli.

Metodi di addestramento negativi spesso falliscono

Una nota veloce sui tipi negativi di addestramento. Ci sono molte tipologie di addestramento dei gatti che seguono il principio che associa al comportamento indesiderato del gatto una conseguenza negativa, facendo in modo che il gatto non adotti questo comportamento in futuro. Pratiche che seguono questa linea di pensiero includono spruzzare dell'acqua sul muso del gatto, fare rumore agitando monete in un barattolo, usare trappole per topi per spaventare o ferire il gatto, urlare, essere violenti e ogni altro comportamento di questo tipo.

Questi comportamenti solitamente non funzionano sui gatti, anzi, potrebbero portare ad un risultato opposto o addirittura ferire il tuo gatto. Molti gatti come risposta a questi trattamenti, che causano loro molto stress, risponderanno con comportamenti che le persone non troveranno accettabili. Potrebbero urinare o defecare fuori dalla loro lettiera, tappeti o oggetti personali. Potrebbero graffiare più oggetti in casa. Nei casi peggiori si porranno in atteggiamento di difesa nascondendosi e smettendo di mangiare. Concentrati quindi a premiare quei comportamenti che vuoi che il tuo gatto adotti (usare il tiragraffi) invece di punire i comportamenti errati.

Commenti finali

Se hai seguito tutte le indicazioni date su come addestrare il tuo gatto ad usare il suo nuovo tiragraffi e lui non ne vuole proprio sapere, prova a cambiare la posizione del tiragraffi prima di arrenderti. Un buon posto potrebbe essere davanti ad una finestra. Infatti, se ci sono uccelli o altri animali che il tuo gatto possa osservare, l'eccitazione che questa attività gli procura porta spesso ad una necessità di graffiare qualcosa.

Con un po' di ingegno, tempo ed elogi il tuo gatto comincerà ad ignorare mobili e tappeti e prediligerà sempre il suo nuovo tiragraffi.

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 9 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty