Ancistrus: guida per la cura, habitat e riproduzione

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Acquaristica
Ancistrus: guida per la cura, habitat e riproduzione

Il Ancistrus è uno dei pleco da acquario più diffusi.

Le persone tendono a scegliere l' Ancistrus invece che il pleco comune perché sono di dimensioni più piccole e sono più facili da gestire/tenere.

L'Ancistrus è un maestro del travestimento, inoltre pulisce minuziosamente la sua vasca.

Una delle principali ragioni per la popolarità di questo pesce negli acquari da casa è la sua utile capacità di riuscire a digerire le alghe.

L'Ancistrus è conosciuto con diversi nomi tra cui: pesce gatto Bristlenose, pesce gatto del Bushynose, pesce gatto Bristlenose comune (in inglese: Common Bristlenose Catfish).

Prima di leggere come prendersi cura degli Ancistrus, dai un'occhiata veloce a questo schema per aiutare a determinare se questa specie sia giusta per te.

Categoria Classificazione
Livello di cura: Facile
Temperamento: Pacifico
Colore: Marrone, nero, grigio, albino
Durata media di vita: 5 – 10 anni
Dimensioni: Fino a circa 13 cm
Alimentazione: Prevalentemente erbivora
Famiglia: Loricariidae
Grandezza minima della vasca: Circa 94 litri
Disposizione dell’acquario: Numerosi buchi e luoghi in cui nascondersi

Il pesce Ancistrus è uno dei pesci gatti da acquario più piccoli, può crescere fino a circa 8-13 cm.

Ha un'ampia testa ed è decisamente più corto, spesso e liscio di un Pleco comune.

Questi pesci hanno un corpo piatto, ricoperto di placche ossee, e quando raggiungono il pieno sviluppo gli spuntano dei tentacoli che diramano dalla loro testa. I tentacoli dei maschi sono più lunghi e sporgenti di quelli delle femmine.

Hanno un paio di pinne pettorali e addominali, una bocca rotonda con delle labbra allungate che li rendono delle eccellenti remore.

I pesci Ancistrus solitamente neri, marroni, olivastri o grigi, con delle macchie chiare di color bianco o giallo su tutto il corpo. La parte inferiore ha dei colori più chiari rispetto al resto del corpo.

Si adattano benissimo con il loro ambiente naturale, e possono restare immobili per ore.

Il temperamento del Ancistrus e compagni di vasca

ancistrus

Spendono la maggior parte del loro tempo sul fondo, oppure succhiando il vetro ai lati dell'acquario.

Gli Ancistrus sono una specie pacifica e vanno d'accordo con la maggior parte degli altri pesci da comunità.

Questo pesce è perfetto per gli acquariofili principianti così come per quelli più esperti. Sono molto resistenti e possono adattarsi tranquillamente a vivere con un'ampia varietà di condizioni dell'acquario. Si raccomanda di non ospitare due maschi insieme perché sono estremamente territoriali e competitivi con altri pesci di dimensioni simili.

Gli Ancistrus hanno un'armatura ossea che li protegge da piccoli pesci aggressivi, ma dovranno comunque essere monitorati attentamente se scegli di metterli nella stessa vasca.

Il necessario per l'acquario di un Ancistrus

ancistrus

Questi pesci provengono dai ruscelli e fiumi del Sud America. Preferiscono perciò l'acqua dolce con una corrente che sia ben ventilata.

Dovresti assicurarti che l'acqua del tuo acquario sia ben ossigenata con un flusso d'acqua moderato.

Gli Ancistrus sono pesci notturni, dovresti essere sicuro che ci siano molti luoghi dove nascondersi per farli riposare durante il giorno. Gli piacciono le aree più ombreggiate, quindi più posti ci sono meglio è. Le piante, il legname e le rocce sono ottimi posti dove nascondersi. Inoltre, procurare del legname nel tuo acquario ti permetterà alle alghe di crescere, così che i pesci possano mangiarle.

La temperatura dell'acqua dovrebbe essere mantenuta tra i 15° e i 27°C, mentre la durezza dell'acqua tra i 20 e i 25 e il pH tra 6.5 e 7.5.

In base a quale altro pesce stai ospitando insieme al tuo pesce gatto ti servirà una vasca da una capienza minima di circa 95 litri, e dovresti assicurarti che il fondo della vasca, ovvero la parte dove passano più tempo, sia larga.

Questi pesci producono una buona quantità di rifiuti, conviene prendere un grande acquario, specialmente se ospiti altre specie.

Un sistema d'acqua sotto sabbia aiuterà a garantire un acquario altamente ossigenato e manterrà stabili le condizioni d'acqua. Come sempre, dovresti anche avere un filtro nella tua vasca. Il migliore da usare in un acquario con un Ancistrus è un filtro a canestro.

Se sei nuovo nel campo dell'acquariofilia, ti suggerisco di prendere un Ancistrus adulto, completamente sviluppato. I pesci giovani sono più sensibili ai livelli di pH degli adulti.

Non è insolito per questa specie precipitarsi in superficie per respirare. Tuttavia, se è un evento ricorrente, può significare una presenza eccessiva di ammoniaca e nitrato nell'acqua, oppure un calo di ossigeno.

Dieta e alimentazione di un Ancistrus

ancistrus

Gli Ancistrus sono pesci che si nutrono sul fondo e seguono una dieta prevalentemente vegetariana.

Passano i loro tempo a nascondersi e a pascolare tra le alghe che crescono su tutte le superfici.

Anche se questi pesci mantengono l'acquario molto pulito e mangiano tante alghe, solo questo cibo non gli fornirà una dieta equilibrata.

La loro alimentazione dovrebbe essere composta da circa un 85% di materia vegetale e un 15% di proteine.

Dovresti nutrirli con compresse specificatamente sviluppate per erbivori che vivono sul fondo, fatte di pellet o wafer di alghe.

Puoi anche dargli da mangiare delle verdure scottate, prova diversi tipi per vedere quale sia il migliore.

Altre cose che puoi provare sono lattuga o foglie di cavolo scottate, carote, cetrioli o piselli. Ricordati di rimuovere qualsiasi residuo di cibo dalla vasca entro un giorno, per evitare che inizi a deteriorarsi e influenzi le condizioni dell'acqua.

Se nutri il tuo Pleco con delle verdure ogni giorno, è probabile che ottenga le fibre necessarie, però se non riesci a mantenere questo ritmo, dovrai procurargli un'altra fonte di fibre.

Se metti un pezzo di legname nel tuo acquario, non solo procurerai ai tuoi pesci della materia fibrosa, ma aggiungerai uno spazio dove possono crescere le alghe che poi mangeranno. Inoltre, puoi dare al tuo Ancistrus piccole dosi di carne per assicurarti che abbiano una dieta ben bilanciata. Questo è ancora più importante se stai pianificando di farlo accoppiare.

Il tuo pesce dovrebbe essere nutrito una o due volte al giorno.

Per quanto riguarda le piante del tuo acquario, solitamente gli Ancistrus le lasciano stare finché sono ben nutriti.

Se noti che il tuo pesce sta iniziando a mangiare le tue piante, potrebbe essere un segno che non gli stai dando abbastanza da mangiare.

Un altro ottimo consiglio per capire se il tuo Ancistrus è ben nutrito è osservare il loro colore. Se i loro bisogni nutrizionali sono soddisfatti, avranno un colore brillante.

Accoppiamento degli Ancistrus

ancistrus

Gli Ancistrus sono facilmente accoppiabili ma ci sono alcuni aspetti da tenere a mente prima di procedere.

  1. Prima di tutto, è altamente improbabile che le uova o gli avannotti sopravvivano in un acquario comunitario, quindi avrai bisogno di una specifica vasca per accoppiamento. Se i pesci dovessero accoppiarsi in un acquario comunitario, puoi spostare le uova (e qualsiasi cosa sia attaccata a loro) in un'altra vasca.

  2. Secondariamente, la riproduzione di questa specie avviene solitamente nei mesi più freddi dell'inverno, durante la stagione piovosa in Amazzonia. Per replicare queste condizioni, ti conviene abbassare leggermente la temperatura del tuo acquario.

  3. In terzo luogo, dovrai procurarti molte rocce e legname cosicché i maschi possano scegliere il posto migliore per deporre le uova.

Adesso diamo un'occhiata a come far accoppiare questi pesci. La prima cosa che dovrai fare sarà individuare il maschio e la femmina. Il sesso degli Ancistrus è molto facile da determinare.

I maschi tendono ad avere delle setole più grandi, che crescono in mezzo alla loro testa. Le setole delle femmine sono molto più piccole e crescono solo attorno alla loro bocca. Dovresti sempre cercare di avere più femmine che maschi, perché questi ultimi sono estremamente territoriali, specialmente durante l'accoppiamento.

Il maschio reclamerà una grotta, la preparerà e la pulirà per deporvi le uova. Se possiedi più di un maschio, litigheranno per il controllo della grotta e mangeranno le uova del rivale se ne avranno l'opportunità.

Perciò dovrai disporre più grotte possibili se hai più di un maschio.

Successivamente, il maschio aspetterà che arrivi una femmina. Quest'ultima ispezionerà la grotta e, se ne sarà soddisfatta, depositerà qualche uovo da una consistenza appiccicosa e di un arancione vivace.

Il maschio procederà a fertilizzare le uova e caccerà la femmina per proteggerle. Più femmine possono deporre le uova nella grotta di un maschio.

Il maschio Ancistrus pulirà sia le uova che il nido, e le ventilerà con le sue pinne durante i 4-10 giorni che ci metteranno a schiudersi.

Una volta schiusi, gli avannotti si attaccheranno ai lati della grotta fino a quando non avranno assorbito completamente le sacche ovariche; questo richiede normalmente altri 2-4 giorni. Ormai, se stanno nuotano liberamente, saranno capaci di nutrirsi di alghe e potrai integrare con delle verdure scottate come i piselli.

I pesci appena nati crescono molto in fretta; quando avranno 6 mesi, saranno grandi quasi come i loro genitori.

Ricapitolando, l'Ancistrus è adatto per il tuo acquario?

ancistrus albino

Se hai un acquario comunitario pacifico e stai cercando una specie unica - nonché utile - l'Ancistrus è il pesce che fa al caso tuo.

È facile occuparsi di questo pesce, non richiede molte attenzioni e andrà d'accordo con tutti gli altri pesci da comunità pacifici.

Se stai cercando un pesce che mangi le alghe per ridurne la quantità nel tuo acquario, questo Pleco è uno dei migliori!

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 13 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty