Pesce combattente (Betta splendens): tutto quello che devi sapere

Scritto da dott.ssa Barbara Lombardi nella categoria Acquaristica

Non sorprende che il pesce combattente (definito anche Betta splendens) sia uno dei pesci più celebri nel settore acquariofilo. Questi pesci appariscenti hanno un'incantevole personalità e si presentano in una vasta gamma di colori vivaci con pinne ricoperte di dettagli elaborati. Sono i pesci ideali per piccoli acquari e crescono bene se vengono allevati da soli.

Anche se il pesce combattente viene definito, nei negozi di pesci per acquario, un pesce a basso mantenimento, non puoi metterlo in un bicchiere d'acqua e pretendere che rimanga in salute. Avrai bisogno di installare correttamente l'acquario e fissare un programma di alimentazione e manutenzione, se vuoi far risplendere i colori e la personalità del tuo Betta splendens.

Detto questo, i pesci combattenti sono una specie ideale per acquariofili principianti o intermedi. Saranno una sfida se sei un novellino, ma sarai incredibilmente ricompensato. Lo sapevi che si può perfino insegnare qualche trucco a questo pesce?

Continua a leggere per scoprire tutto quello che c'è da sapere per mantenere il tuo pesciolino felice, sano e radioso!

Guida completa sul pesce combattente

Pesce combattente (Betta splendens)

Prima di immergerti in questa lettura, ti sarà utile sapere qualcosa sulla storia, sull'habitat naturale e sulle cure necessarie di questo pesce. In questo modo eviterai alcuni problemi come comprare le attrezzature sbagliate per il tuo nuovo Betta.

Da dove provengono questi pesci?

Ecco alcune curiosità su questi pesci ed il loro habitat:

  • I pesci combattenti sono originari del sud-est asiatico, ma altre varietà possono essere trovate in Thailandia, Cambogia, Laos e Vietnam.
  • Ci sono più di 70 specie di pesce combattente che abitano fiumi, risaie, canali d'irrigazione e specchi lacustri lungo il Delta del Mekong.
  • I Betta fanno parte della famiglia dei Gourami e sono un tipo di anabantoidei (anche detti pesci labirinto), il che significa che hanno l'abilità di respirare in superficie. Questo permette loro di sopravvivere, per un po' di tempo, in ambienti con un basso livello di ossigeno come piccole pozzanghere.
  • Anche se la popolazione delle specie in cattività e in natura è considerata stabile, la lista rossa dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) identifica alcune specie rare di Betta come a rischio d'estinzione.

Perché vengono chiamati "Pesci siamesi combattenti"?

Sono conosciuti come pesci siamesi combattenti perché i maschi hanno un'indole territoriale e non tollerano la presenza ravvicinata di un altro maschio.

Da tempo, in Thailandia (ex Siam) e Malesia, è diventato un passatempo far combattere questi pesci per le loro abilità e indole aggressiva. Anche se è illegale negli Stati Uniti, il combattimento tra Betta è ancora uno sport popolare in alcune parti dell'Asia. Nel 2019 la Thailandia ha ufficialmente riconosciuto il Pesce Siamese Combattente come il suo Animale Acquatico Nazionale.

Caratteristiche – Betta in natura vs Betta in cattività

Pesce combattente (Betta splendens) - Blu e Giallo

Le specie in natura sono alquanto pallide comparate ai loro cugini in cattività. Vedrai i pesci in natura con spruzzi di colore sul loro corpo o sulle pinne, ma non è nulla in confronto alle tonalità vivaci caratteristiche dei pesci allevati in cattività.

  • I pesci "addomesticati" possono essere di qualsiasi colore dell'arcobaleno, e spesso hanno dei punti luce iridescenti o perlati sul corpo e sulle pinne.
  • I pesci in natura sono solitamente grigi o color terra, con strisce tinta unita e magari un pizzico di verde, arancione o un blu cangiante.
  • La differenza principale tra i Betta in natura e quelli più colorati che vedrai nei negozi di pesci sono la forma e lunghezza delle loro pinne.

I pesci combattenti possiedono un disformismo sessuale, il che significa che i maschi e le femmine hanno un aspetto diverso. Si può facilmente riconoscere il sesso di un Betta dando una veloce occhiata.

Le femmine assomigliano ai loro parenti selvatici, sia nella dimensione che nella forma.

  • Possono crescere fino a un massimo di circa 6 cm quando sono misurate dalla mascella fino alla base della coda (questa è la lunghezza comune con cui si misurano i pesci).
  • La lunghezza totale arriva fino a circa 7 cm se si misura anche l'intera coda.

I maschi, d'altro canto, possiedono delle lunghe pinne appariscenti.

  • Le loro pinne pettorali, dorsali e ventrali possono anche essere allungate o pieghettate, a seconda della specifica varietà.
  • I loro corpi sono della stessa lunghezza di quelli delle femmine, mentre le loro code elaborate possono aumentare la lunghezza totale fino a 5 cm.

Perché alcuni siti di negozi al dettaglio dicono che i loro Betta sono della stessa dimensione, indipendentemente dal sesso?

È semplicemente perché stanno usando la lunghezza comune per misurare i loro pesci invece che la lunghezza totale.

Sesso Aspetto Lunghezza comune di un corpo adulto Lunghezza totale di un corpo adulto
Maschio Betta
  • Corpo più tozzo delle femmine
  • Barbiglio sporgente (opercolo) sopra le branchie
  • Coda lunga, pinne anali e dorsali. Le pinne ventrali possono essere complesse
  • Il colore è solitamente intenso e vivace
Circa 6 cm Tra circa 9 e 14 cm
Femmina Betta
  • Corpo più slanciato
  • Il barbiglio è nascosto sotto le branchie, difficile da vedere
  • Chiazza bianca (il canale ovopositore) visibile alla base delle pinne ventrali
  • Il colore è più attenuato e spento rispetto ai maschi
Circa 6 cm Circa 7 cm

I pesci Betta domestici sono prelevati in natura?

Due pesci combattenti (Betta splendens)

Non siamo sicuri di chi abbia introdotto i Betta in Europa, ma dalla fine dell'800 alcuni appassionati hanno fatto accoppiare selettivamente delle specie di pesci combattenti per i loro fantastici colori e la loro coda a forma di velo.

La maggior parte, se non addirittura tutti, dei nostri Betta domestici si sono riprodotti da queste stirpi europee e molte generazioni hanno ormai sostituito gli antenati selvatici. Perciò, se decidi di prendere un Betta domestico, non stai danneggiando l'ambiente o la popolazione dei pesci in natura.

Solitamente si possono trovare bellissime varietà di betta maschi nei negozi di pesci locali. Se invece preferisci comprare una femmina e un tipo più raro di Betta, ti conviene andare in un negozio specializzato di acquari oppure online da un allevatore.

Considera anche di prendere una varietà più particolare di Betta!

Nonostante il Betta comune sia un bellissimo pesce, se davvero ami quelle pinne caudali variegate o quei pettorali arruffati, dovresti prendere una tipologia più unica. Questi pesci allevati appositamente hanno delle pinne più particolari, delle colorazioni e delle fantasie uniche.

Alcune delle specie più rare sono:

  • Betta Crowntail

Tre varianti: single ray, double ray e cross ray

  • Betta Half-moon
  • Betta Doubletail
  • Betta Combtail (anche chiamati Ibridi)
  • Betta Rosetail

Quanto vivono i Betta?

Pesce combattente (Betta splendens) - Tre pesci

L'aspettativa di vita di un pesce combattente varia ampiamente in base alle condizioni nelle quali è tenuto. Se provvedi ad un habitat spazioso con molte decorazioni e lo mantieni correttamente, il tuo Betta dovrebbe vivere tranquillamente per 2 anni. Alcuni acquariofili riescono a far vivere questi pesci anche per 5 anni!

È facile far accoppiare i Betta?

Pesce combattente (Betta splendens) - Tre pesci Bianchi/Rosa/Viola

Non è difficile far accoppiare i Betta, ma ci vuole una certa attrezzatura e una grande attenzione alla qualità dell'acqua. Le condizioni povere dell'acqua sono uno degli aspetti più comuni che causano il fallimento dell'accoppiamento.

È molto facile convincere un Betta maschio a costruire un nido di bolle, è probabile che il tuo pesce combattente ne costruirà uno se è felice e mantenuto bene. Ma far accoppiare i Betta è molto di più che semplicemente gettare un maschio e una femmina nello stesso acquario.

I pesci appena nati, chiamati avannotti, si schiudono dalle uova deposte dalla femmina. Durante il rituale di accoppiamento, il maschio (e a volte anche la femmina) prendono le uova fertilizzate e le mettono nel loro nido di bolle. Il maschio protegge e si prende cura delle uova finché l'avannotto non esce qualche giorno dopo.

Di solito questi pesci impiegano dalle poche ore ad un giorno per accoppiarsi, dopodiché dovrai rimuovere la femmina dall'acquario. Il tuo Betta maschio avrà un atteggiamento molto aggressivo verso di lei una volta che avrà deposto le uova. Potrebbe anche cibarsi di queste ultime.

Una volta che il tuo avannotto è nato, dovrai rimuovere il Betta maschio e riporlo nel suo acquario. Potrebbe accidentalmente ferire il piccolo, e alcuni maschi potrebbero perfino mangiarlo. È meglio che il Betta appena nato abbia un acquario tutto per sé.

Quindi, se vuoi far accoppiare i tuoi pesci combattenti, avrai bisogno di:

  • Installare acquari individuali per ogni pesce Una vasca separata adatta all'accoppiamento e alla crescita di avannotti
  • Infine, avrai anche bisogno di qualche vasca in più per separare gli avannotti una volta che saranno cresciuti

Far accoppiare i pesci richiede una gran quantità di attrezzature, visto che ogni acquario necessita un radiatore, un coperchio e un sistema di filtrazione. Per allevare degli avannotti sani, avrai bisogno di usare un filtro a spugna nei loro acquari in modo tale che l'acqua circoli delicatamente. Avrai anche bisogno di molte piante e altre decorazioni per far nascondere l'avannotto.

Curiosità e requisiti per tenere un Betta

Pesce combattente (Betta splendens) - Colore rosso

Nome comune Betta, Pesce Siamese Combattente (Betta splendens)
Famiglia Belontiidae
Origine Sud-est asiatico
Alimentazione Carnivoro; preferisce cibo vivo come gamberetti, larve di zanzara, vermi Tubifex e dafnie. I Betta cresciuti in cattività possono anche avere una dieta più commerciale e cibo surgelato.
Difficoltà di cura Facille / intermedio
Attività Pacato e curioso
Temperamento Curioso e tranquillo; mordicchia sé stesso e altri pesci quando è stressato o annoiato
Livello di acquario Qualsiasi; preferisce livello più alto per cibarsi
Dimensione minima dell’acquario Raccomandiamo un minimo di circa 19 litri
Temperatura media Tropicale; richiede acqua tiepida tra circa 24-30°C
Durezza dell’acqua KH 0-25
Gamma di pH L’ideale è 6.5, ma si ambienta bene anche tra 6 e 8
Filtrazione/Flusso Preferisce acqua ben filtrata con un basso flusso
Durata media di vita Dai 2 ai 4 anni, in base all’ambiente
Riproduzione Depone uova; il maschio crea un nido di bolle quando è pronto ad accoppiarsi e protegge le uova finché non si schiudono
Adatto per un acquario con piante? Si, ideale per un acquario con piante
Compatibilità con altri pesci Meglio se tenuto da solo. I maschi non dovrebbero stare in uno stesso acquario; le femmine e i maschi individuali possono essere tenuti con altri piccoli pesci. Evitare di contenerli con pesci semi-aggressivi o pungenti.

Accudire il proprio Betta – Alimentazione, Habitat, Attrezzature e tanto altro

Pesce combattente (Betta splendens) - Bianco

Adesso che sai tutto sulla storia, sul comportamento e sull'habitat naturale del Betta, è ora di parlare della loro cura. In quale ambiente ha bisogno di stare il tuo pesce per essere felice e in salute?

Comportamento alimentare e dieta

I Betta sono carnivori e hanno bisogno di una dieta ad alto contenuto proteico. In natura, i pesci combattenti sopravvivono mangiando uova di piccoli insetti e larve che galleggiano attorno a loro.

I pesci cresciuti in cattività sono solitamente poco schizzinosi riguardo alla loro scelta di cibo. Mangiano tranquillamente cibo fresco, surgelato o commerciale. Preferiscono nutrirsi di cibi che galleggiano piuttosto che mangiare quelli al fondo dell'acquario.

Idealmente, dovresti nutrire il tuo Betta con una varietà di cibi freschi e integrare con prodotti apposta per questa specie. Tuttavia, non è sempre facile trovare cibo fresco a meno che non si abbia un negozio di pesci vicino.

Il tuo Betta dovrebbe crescere in salute se segue un'alimentazione di qualità. Questo tipo di cibo viene chiamato "bocconi di Betta" perché sono pezzetti di cibo che galleggiano e possono essere mangiati in un solo boccone.

I Betta possono anche mangiare il mangime per pesci in fiocchi. Non sono un fan di questa alimentazione. I fiocchi affondano sul fondo dell'acquario e spesso non vengono consumati. Tendono a sporcare e potrebbero costringerti a cambiare più spesso l'acqua. Questo mangime non è adatto ai Betta e consiglio di evitarlo.

Puoi integrare una dieta commerciale con prelibatezze di cibi freschi, liofilizzati o surgelati come:

  • Gamberetti
  • Larve di zanzare
  • Vermi tubifex
  • Sanguisughe
  • Uova di dafnie (pulci d'acqua)
Quanto e quanto spesso dovresti nutrire il tuo Betta?

I pesci combattenti, come molte altre specie di pesci, non si sanno regolare quando si tratta dell'alimentazione. Se c'è del cibo, continueranno ad abbuffarsi finché non si faranno male. Quello che riescono a far entrare in bocca, cercheranno di mangiarlo. Puoi misurare la grandezza del loro stomaco guardandoli negli occhi.

Lo stomaco di un Betta è grande più o meno come un loro occhio!

  • Non offrire mai al tuo Betta più cibo di quanto possano consumarne in circa 2 minuti.
  • Dare troppo da mangiare spesso causa problemi di salute come obesità, costipazione e problemi con la loro vescica natatoria.

Se hai optato per una dieta commerciale per il tuo pesce, ignora le indicazioni dei pacchetti. I fabbricanti spesso sovrastimano la frequenza dell'alimentazione e la quantità di cibo necessaria ad un pesce per una salute ottimale.

Invece, offrigli due palline, fiocchi o pezzetti e osserva quanto il tuo Betta ci mette a mangiarli. Conviene immergere il cibo in acqua per qualche minuto prima di metterlo nell'acquario. In questo modo il cibo si reidraterà e si espanderà prima che il tuo pesce lo ingoi.

Se il tuo pesce si ingozza velocemente, puoi dargli un altro pezzo. Dopo 2 minuti, ogni cibo rimasto dovrà essere rimosso dall'acquario con un retino ed eliminato.

Di solito nutro i miei Betta adulti una volta al giorno, alternando una dieta commerciale con qualche "cibo speciale". Li faccio digiunare una volta alla settimana, per imitare il loro andamento naturale di banchetti e fame. Ma non è necessario farlo se trovi più facile nutrire il tuo pesce quotidianamente.

Il mio programma settimanale di alimentazione è più o meno strutturato così:

Giorni della settimana Dieta proposta Quantità delle portate
Primo giorno Dieta commerciale per Betta; pellet o fiocchi 2-4 pellet o fiocchi reidratati
Secondo giorno Larve di zanzare liofilizzate 2-3 larve reidratate
Terzo giorno Dieta commerciale per Betta; pellet o fiocchi 2-4 pellet o fiocchi reidratati
Quarto giorno Gamberetti freschi o sanguisughe 2-4 in base alla grandezza
Quinto giorno Dieta commerciale per Betta; pellet o fiocchi 2-4 pellet o fiocchi reidratati
Sesto giorno Vermi tubifex liofilizzati 2-5 vermi reidratati, in base alla grandezza
Settimo giorno Digiuno Nessun cibo

Cosa succede quando vai in vacanza?

Pesce combattente (Betta splendens) - Blu

L'idea di lasciare un po' di cibo in più al tuo Betta, mentre ti rechi fuori città per qualche giorno, può sembrare allettante, ma è meglio non cedere a questo impulso.

Con il cibo in eccesso il tuo pesce si rimpinzerà e probabilmente starà male. Gli avanzi rovineranno la base dell'acquario e inquineranno l'acqua, causando al tuo Betta ancora più stress.

Se hai intenzione di andare via solo per qualche giorno, il tuo Betta sopravviverà tranquillamente senza mangiare. Un pesce combattente può restare fino a 14 giorni senza cibo, anche se non lo farei digiunare volontariamente per più di 3 giorni. Per viaggi più lunghi, potresti considerare di installare un alimentatore automatico oppure assumere direttamente qualcuno che dia da mangiare al tuo pesciolino.

Il necessario per l'habitat di un Betta – Rendi il tuo pesce felice con il giusto ambiente!

Che genere di attrezzatura ti serve per mettere il tuo pesce confortevole? Organizzare l'ambiente perfetto per un Betta non è troppo difficile. Questi pesci hanno bisogni semplici e non richiedono molte apparecchiature costose.

Acquari per Betta- Qual è la dimensione migliore?

Ci sono svariate opzioni per quanto riguarda l'acquario per un pesce combattente. Ci sono dei cubi che si possono accatastare per ospitare più pesci separatamente, oppure vasi di vetro con piante che crescono fino ad uscire dall'acqua. Ma queste tipologie di accessori, per quanto siano belli da vedere, sono spesso inadatte per i Betta.

I negozi specializzati nella vendita di pesci vendono spesso questa specie in piccoli contenitori d'acqua. In questo modo enfatizzano la loro abilità in natura di respirare e sopravvivere in pozze torbide d'acqua.

Però bisogna sottolineare un concetto chiave: sopravvivere e crescere in salute non sono la stessa cosa!

In natura, se un Betta sta nuotando in una piccola pozzanghera, userà le sue fantastiche abilità per sbucare dall'acqua e trovare una situazione migliore. Non sono incastrati in quello spazio per sempre.

Anche se un pesce combattente può temporaneamente sopravvivere in una piccola boccia con capienza di circa 1 litro, presto si annoieranno e si agiteranno di ambienti stretti. Sia i Betta maschi che le femmine sono capaci di mordersi le proprie pinne se non hanno abbastanza spazio per nuotare. Perderanno i loro colori e l'appetito, e saranno chiaramente infelici in queste condizioni.

Perciò qual è l'acquario più piccolo in cui si può tenere un Betta? Se cambi l'acqua frequentemente (ogni giorno o a giorni alterni), ti basterà un acquario con una capienza di circa 4 litri, ma non lo raccomandiamo. Non avrai spazio per le decorazioni o per le piante, il tuo pesce si stuferà facilmente, vivrà meno a lungo, in più avrà bisogno di spazio per nuotare.

Un'opzione decisamente migliore sarebbe un acquario con una capienza di circa 19 litri, mentre la soluzione migliore, secondo la mia opinione, è l'acquario standard da circa 38 litri. Ma perché hai bisogno di una vasca così grande per un pesce lungo solamente circa 7-14 cm?

Consiglio dell'esperto:

Se vuoi davvero che il tuo pesce combattente cresca al meglio, offrigli spazio, mettilo insieme a qualche piccolo compagno di vasca riservato come un gamberetto o dei pesci Cory, metti molte piante, e dagli uno snack sostanzioso ogni settimana.

È molto semplice: un acquario da 38 litri con un po' di vita

In realtà è più semplice mantenere un acquario più grande rispetto ad uno piccolo. Dovrai cambiare l'acqua meno frequentemente, inoltre gli acquari più grandi mantengono la temperatura e la chimica dell'acqua più stabili. Quando c'è un problema in un acquario piccolo, questo problema si diffonde velocemente!

Oltretutto, è più facile trovare dei radiatori, delle luci e dei sistemi di filtrazione per gli acquari di queste misure standard. Se decidi di installare una vasca più piccola o personalizzata, avrai meno opzioni a disposizione.

Un acquario più grande permette al tuo pesce di avere più spazio per nuotare, dando anche la possibilità di aggiungere piante e decorazioni. Il tuo Betta amerà avere posti in cui nascondersi ed esplorare.

Qualità dell'acqua e sistemi di filtrazione

Pesce combattente (Betta splendens) - Bianco

I pesci combattenti sono una specie piuttosto resistente e tollerano un'ampia gamma di condizioni. Come menzionato prima, un Betta in natura può sopravvivere per un po' in acque fangose o putride, ma un acquario stagnante è tutta un'altra storia.

I sistemi di filtrazione degli acquari si occupano di due cose: ossigenano e fanno circolare l'acqua, e filtrano i detriti. Alcuni sistemi di filtrazione usano anche una base come il carbonio per rimuovere anche le impurità dall'acqua.

Non hai bisogno di un sistema di filtrazione in un acquario per Betta. Questi pesci non richiedono livelli alti di ossigeno nell'acqua, visto che possono direttamente respirare in superficie. Non amano troppa circolazione d'acqua e preferiscono un andamento più calmo, soprattutto sulla parte superiore della vasca. Ma non amano nemmeno l'acqua sporca.

Un acquario non filtrato ha bisogno solitamente di un cambio d'acqua giornaliero, altrimenti i detriti si accumuleranno sul fondo e i tuoi pesci ne soffriranno. Tenere un Betta in una vasca sporca diminuirà le loro aspettative di vita e aumenterà il loro livello di stress. Potrebbero perdere i loro colori e potrebbero subire una putrefazione delle pinne o altre malattie.

Se decidi di prendere un acquario con una capienza di circa 19 o 38 litri, dovresti riuscire a prendere un filtro termoriscaldatore con un flusso basso o un filtro appeso, entrambi non particolarmente costosi che andranno bene per il tuo Betta. Una semplice installazione con bombole di carbonio sostituibili è il tipo di filtro ideale per una vasca per questi pesci.

Durezza dell'acqua, pH e acidità

I pesci combattenti non sono particolarmente sensibili alla durezza dell'acqua e possono crescere bene in molte condizioni, una volta acclimatati. A meno che l'acqua non sia estremamente dura, non mi preoccuperei del livello di mineralizzazione nella tua acqua di rubinetto. Questi pesci non hanno problemi se la durezza carbonatica (KH) è tra 0 e 25.

I Betta preferiscono un'acqua leggermente acida, e i loro pH ideale è 6.5

In ogni caso, il pesce si abituerà alle condizioni locali dell'acqua, quindi a meno che il tuo Betta non sia stressato, non dovrai preoccuparti del pH. In ogni caso, non fa mai male avere a portata dei nastri di prova.

Riscaldamento, illuminazione e coperchi

I Betta sono pesci tropicali e richiedono un ambiente costantemente caldo per restare in salute. Si trovano bene quando la temperatura dell'acqua rimane stabile e tra circa 14° e 30°C. Se la temperatura nel tuo acquario è troppo bassa, o varia molto, il tuo pesce potrebbe non sopravvivere.

Quando lavoravo in un negozio di acquari, durante il mio periodo universitario, vedevo spesso dei clienti che portavano il loro Betta scialbi e fiacchi per farli controllare. Di solito scoprivo che i padroni tenevano i loro pesci in una boccia senza riscaldamento, o aggiungevano acqua fredda mentre cambiavano quella di prima.

  • A meno che in casa tua non ci siano circa 26°C tutto l'anno, hai sicuramente bisogno di un sistema di riscaldamento per il tuo acquario. I Betta non sono fatti per stare in una boccia d'acqua!
  • Quando aggiungi l'acqua alla tua vasca, dovrebbe essere della stessa temperatura della acqua già all'interno (con un margine di qualche grado).

I pesci combattenti si stressano molto quando l'acqua è sotto i 23°C, o cambia improvvisamente temperatura di più di qualche grado. Il loro livello di attività crolla e spesso si rifiutano di mangiare. È più probabile che si ammalino o sviluppino delle infezioni.

In termini di illuminazione, se il tuo acquario è situato in un angolo buio della casa, allora una piccola luce potrebbe aiutare a mettere in risalto il tuo pesce e rendere l'acquario più appariscente. I Betta preferiscono un ciclo naturale di luce e buio, quindi se la tua stanza è molto illuminata non dovresti aver bisogno di luci artificiali.

Però avrai sicuramente bisogno di un coperchio o di una cappa sul tuo acquario!

I Betta sono molto bravi a saltare fuori dagli acquari. Potrebbero aver ereditato questa abilità dai loro antenati, ma sono noti per saltare diverse decine di cm, anche con i loro padroni presenti. Tieni il tuo acquario coperto per tenere al sicuro il tuo Betta.

Piante, decorazioni e superficie

Se opti per un acquario più grande, avrai più spazio per aggiungere delle decorazioni senza far sfigurare lo stile del tuo Betta. Questi pesci adorano esplorare i loro dintorni e nascondersi dietro le piante, bastoncini e rocce.

Puoi utilizzare piante vive nella tua vasca, se hai una stanza piena di luce. Se opti per queste piante, considera l'idea di usare una superficie adatta alle piante con un filtro termoriscaldatore. Questo tipo di filtro estrarrà i nutrienti dalla base alle radici delle piante.

Ai Betta piace anche giocare con le piante artificiali. Uno dei miei maschi ama prendere la sua pianta di plastica e portarla in giro per l'acquario. È infinitamente piacevole! Potresti anche aggiungere qualche roccia per acquario, rami o altre decorazioni per rendere le cose ancora più interessanti.

Come mantenere l'habitat del tuo Betta

Pesce combattente (Betta splendens) - blu e rosso

È difficile generalizzare le abitudini di manutenzione dell'acquario, perché dipende tutto dalle condizioni nell'acquario del tuo pesce.

Quanto spesso dovresti cambiare l'acqua?

Più piccola la vasca, più spesso dovrai cambiare l'acqua. Un acquario con piante e molti pesci richiederà cambi d'acqua più frequenti rispetto ad un acquario senza decorazioni viventi e con un solo pesce.

Se hai un sistema di filtrazione nel tuo acquario, potresti aver bisogno di fare un cambio d'acqua ogni 2 settimane, o perfino mensilmente. Non è possibile darti delle regole universali e assolute da seguire perché dipende da come hai organizzato la vasca.

Quanta acqua dovresti cambiare?

Pesce combattente (Betta splendens) - Blu e Bianco

Di solito gli acquariofili parlano di cambi d'acqua in percentuali, questo vale anche per un acquario per betta.

Un cambio d'acqua di routine è quando rimuovi e rimpiazzi circa il 10% dell'acqua nell'acquario.

Lasciare la maggior parte dell'acqua previene dal rimuovere i batteri buoni dall'acquario. Inoltre mantiene l'equilibrio dell'acquario in termini di chimica dell'acqua. Ai Betta non piace quando l'ambiente cambia improvvisamente. È meglio cambiare gradualmente le condizioni del tuo acquario invece che alterarle bruscamente.

Se la tua vasca è molto piccola, o molto sporca, potresti aver bisogno di cambiare più acqua per mantenere il tuo pesce in salute. Se c'è più di un pesce nell'acquario dovrai anche cambiare l'acqua più frequentemente. Puoi cambiare fino al 30% o 1/3 dell'acqua nel tuo acquario, ogni 24 ore.

Ecco una bozza approssimativa della frequenza e quantità d'acqua da cambiare nel tuo acquario per Betta, in base alla dimensione e al sistema di filtrazione:

Dimensione approssimativa della vasca Con un sistema di filtrazione Senza filtrazione
Circa 4 litri 10-30% di cambio d’acqua
Quando necessario o una volta a settimana
10-30% di cambio d’acqua
Ogni due/ tre giorni
Circa 19 litri 10-30% di cambio d’acqua
Quando necessario o due volte al mese
10-30% di cambio d’acqua
Almeno una volta a settimana
Circa 38 litri 10-30% di cambio d’acqua
Quando necessario o una volta al mese
10-30% di cambio d’acqua
Ogni settimana o due volte al mese
Come sapere se il tuo Betta è sano?

Pesce combattente (Betta splendens) - Bianco

Un Betta in salute dovrebbe essere attivo, curioso riguardo all'ambiente dovrebbe avere un buon appetito. Reagiranno quando ti avvicini all'acquario, un maschio può perfino spalancare le sue pinne. Il loro colore sarà più intenso e più vivace rispetto ad un pesce sotto stress.

Puoi notare che il tuo Betta è stressato e non si sente bene se:

  • Non vuole mangiare la sua solita porzione di cibo o se si rifiuta di mangiare per giorni
  • Diventa pigro, apatico o si nasconde in continuazione
  • Il colore è più sbiadito o spento del solito
  • Si mordicchia le pinne

La prima cosa da controllare è la temperatura del tuo acquario. Se l'acqua è sotto i 24°C circa, quella è probabilmente la ragione per cui il tuo pesce è infelice. Prova ad alzare la temperatura a circa 26°C e vedi se il problema si risolve.

Ciononostante, a volte il tuo pesce può ammalarsi più gravemente. I Betta hanno una predisposizione a molte malattie comuni da acquario. Può essere complicato per un acquariofilo principiante capire che cosa sta succedendo senza un aiuto professionale.

Se noti qualsiasi dei seguenti sintomi, faresti meglio a portare il tuo Betta in un negozio per pesci o da un veterinario esperto, in modo da fare una diagnosi e sviluppare un trattamento.

Sintomo Probabili cause Possibile diagnosi Solitamente trattabile?
Chiazze o macchie bianche lungo le pinne e/o sul corpo Qualità scarsa dell’acqua, stress, contagio da un compagno di vasca malato Colonnare, Ittioftiriasi
Occhi sporgenti Qualità scarsa dell’acqua per un periodo prolungato, tubercolosi Esoftalmia (Popeye)
Corpo gonfio; somiglia ad una pigna Virus, infezione batterica o fungina Idropisia
Macchie o puntini di color rugginoso; resti di corpo o pinne nell’acquario Stress, temperatura bassa dell’acqua, qualità scarsa dell’acqua Malattia del velluto
Incapace di nuotare o immergersi normalmente; galleggia sul lato Obesità, infezione batterica, genetica Malattia della vescica natatorial Sì, ma è più facile prevenire che trattare e non tutti i pesci guariscono completamente
Crescita di bozzi o protuberanze Variano ampiamente Tumore/ Cancro Dipende dalla diagnosi, i tumori spesso sono fatali
Le punte o le pinne sono nere o rosse, ulcerate o diradanti Scarsa qualità dell’acqua, temperature dell’acqua bassa Decomposizione di coda e pinne

Miti comuni e FAQ sui pesci combattenti

Pesce combattente (Betta splendens) - Due pesci blu

Visto che i Betta in natura vivono anche in piccole pozze d'acqua, posso tenere il mio pesce in una piccola boccia o vaso invece di investire in un acquario?

Gli acquari piccoli con una capienza minore di circa 19 litri sono meno adatti per i pesci combattenti; tenerli in piccoli spazi potrebbe aumentare le probabilità di avere malattie e può ridurre le loro aspettative di vita. Perciò no, non dovresti tenere il tuo Betta in una boccia per pesci o in un contenitore di dimensione simile senza riscaldamento.

È meglio prendere un pesce combattente maschio o femmina?

Entrambi i sessi sono ottimi pesci da compagnia e hanno personalità simili. I maschi sono visibilmente più appariscenti, con i loro colori vivaci e le pinne sfarzose. Le femmine non sono così vistose, sono meno aggressive e tendono a stare meglio in acquari con altri pesci.

Posso giocare con il mio Betta?

Ovviamente! Il tuo pesce imparerà naturalmente ad interagire quando gli dai da mangiare. Nel corso del tempo, potrebbero seguire il tuo dito lungo l'acquario o venire in superficie quando tocchi il coperchio. Si addestrano facilmente! Giocaci un po', e vedi quali trucchi insegnare al tuo betta.

Se il mio Betta maschio spalanca le pinne quando mi vede, vuol dire che non gli piaccio?

I maschi sono aggressivi e territoriali, di solito spalancano le pinne quando vedono qualcuno avvicinarsi alla vasca. Ma spesso imparano a riconoscere che le persone significano cibo, e si tranquillizzeranno una volta che li avrai nutriti. Se il tuo Betta spalanca costantemente le sue pinne quando ti vede può essere un segno di stress.

Ogni Betta ha una personalità unica?

Entro i limiti, sì. Alcuni pesci combattenti sono un po' pigri, mentre altri sono leggermente iperattivi. Ho già menzionato il mio maschio Betta a cui piace riordinare le piante nell'acquario. Man mano che conosci il tuo pesce, imparerai quali tratti hanno in comune con altri Betta e quali hanno delle peculiarità uniche!

Guida passo-passo per installare il tuo acquario per Betta

Pesce combattente (Betta splendens) - Rosso e bianco

Non è difficile sistemare un acquario per il tuo nuovo pesce, ma è meglio preparare tutto qualche giorno prima di quando pianifichi di andare a prenderlo. Puoi trovare qui sotto una lista completa di tutto il necessario per il tuo acquario per Betta.

Installare l'acquario prima di prendere un pesce dà tempo alla vasca di aggiustarsi con la temperatura, permette alla base di depositarsi e aiuta la chimica dell'acqua a raggiungere un equilibrio naturale.

Prima di tutto, risciacqua il tuo acquario, poi aggiungi la ghiaia. Riempi la vasca con l'acqua, lasciando qualche centimetro di spazio in alto. Dopodiché, aggiungi il tuo filtro, le tue piante e le decorazioni.

Imposta il riscaldamento dell'acquario e immergilo dentro. Una volta fatto, puoi attaccarlo a lato e attaccare la spina. Fai attenzione con il radiatore. I radiatori possono esplodere se sono a corto d'acqua mentre sono accesi o caldi!

Accendi il tuo filtro e fai fare un ciclo per un giorno. Se l'acqua è ancora torbida, cambia un 30% d'acqua e aspetta un altro giorno. Controlla che il riscaldamento sia mantenuto alla temperatura desiderata e regolalo se necessario.

Una volta che l'acqua è pulita, riempi l'acquario, lasciando un paio di centimetri così che il tuo Betta possa respirare. Utilizza un condizionatore d'acqua per rimuovere qualsiasi traccia di cloro/clorammina nell'acqua da rubinetto. Chiudi il tuo acquario. Adesso sei pronto per metterci il tuo Betta!

Raccomandazioni per il tuo acquario

Ecco una lista di alcuni prodotti utili da avere per prenderti cura del tuo pesce.

Per cambiare l'acqua della vasca e mantenere un ambiente sano, avrai bisogno di:

  • Un sifone per acquari o un tubo di aspirazione
  • Un condizionatore d'acqua per rimuovere cloro/clorammina
  • Un secchio da utilizzare esclusivamente per tenere il tuo pesce

Conclusione

Come puoi notare, un Betta è molto di più di un bellissimo pesce! Le loro peculiarità e le curiose personalità li rendono anche degli splendidi pesci da compagnia. Il loro habitat modesto e le cure necessarie ne fanno l'opzione ideale per principianti, e non ti faranno nemmeno andare in bancarotta.

Speriamo che questi consigli e queste raccomandazioni ti aiuteranno a rendere il tuo pesce combattente felice e in salute per molti anni. Facci sapere del tuo Betta e del tuo acquario nei commenti!

Barbara Lombardi
dott.ssa Barbara Lombardi

Barbara Lombardi è una veterinaria nonché scrittrice freelance specializzata sul tema della salute e del benessere degli animali domestici. Amante appassionato di cani e gatti, Barbara ha una grande esperienza nella scrittura di articoli sulla cura dei nostri amici animali.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 12 persone con una media di 4.8 su 5.0)

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty