Come aiutare il vostro cane a aumentare la produzione di latte materno

Scritto da nella categoria Cani
Come aiutare il vostro cane a aumentare la produzione di latte materno

Se la vostra cagnolina sta aspettando dei cuccioli o state cercando di capire gli stadi dell’allevamento dei vostri cani, la produzione di latte è una delle parti più importanti del processo; infatti, è ciò che nutre i cuccioli e li aiuta a cresce ed essere sani finché non passano al cibo solido!

Come molte delle cose relative al parto e all’allevamento dei cuccioli, la produzione di latte è una cosa che non ha bisogno dell’intervento umano e si gestisce da sola, proprio come accade da millenni di evoluzione del cane moderno. In ogni caso, le cose potevano andare male allora e anche oggi, come quando il latte non fuoriesce, è troppo magro per nutrire i cuccioli, o non ne viene prodotto a sufficienza per soddisfare il bisogno dei piccoli. Se accade qualcosa del genere, potrebbero crearsi problemi sia per la salute della madre che per quella dei cuccioli; In questo caso, potreste aver bisogno di risolvere il problema ove possibile. È quindi possibile aumentare la produzione di latte del proprio cane, e come? Vedremo di più a riguardo nel seguente articolo.

Da cosa è causata la scarsa produzione di latte?

Sono molti i fattori che possono portare la vostra cagnolina a non produrre più latte, o non produrne abbastanza. Alcune delle più comuni sono:

  • Malnutrizione.
  • Disidratazione.
  • Una quantità eccessiva di vermi.
  • Un’infezione uterina.
  • Sbilancio ormonale o scarsa produzione di ormoni materni.
  • Stress.
  • Parto prematuro.
  • Infiammazione alle ghiandole mammarie.

Cosa potete fare se non viene prodotto latte?

Una madre inizia a produrre colostro, il precursore del latte, prima che i cuccioli vengano partoriti e quando si trova nel momento del parto, la produzione dell’ossitocina dovrebbe permettere al suo latte di scendere normalmente. Presupponendo che la vostra cagnolina sia ben nutrita e in un buono stato di salute generale, sicuramente produrrà del latte, ma questo può non essere sufficiente; potreste avere bisogno di aiutarla a produrre la giusta quantità per nutrire i suoi cuccioli.

Prima di tutto, assicuratevi che la madre abbia a disposizione dell’acqua fresca e pulita nelle vicinanze e dategliela sia calda che fredda, nel caso in cui avesse preferenze! Nel caso in cui la cagnolina si fosse disidratata e il latte si fosse asciugato senza che voi ve ne accorgeste, questa è la prima cosa da fare.

Se la madre si rifiuta di bere, provate a darle della zuppa di pollo calda e senza sale, o del latte adatto ai cani leggermente scaldato per aiutarla a idratarsi e a rafforzarsi.

Se il cane non beve o non è questo il problema, potrete aver bisogno di chiamare il vostro veterinario per farla visitare, e possibilmente farle dare degli ormoni per aumentare la produzione di latte, assicurandovi che non ci siano problemi sottostanti.

Permettete ai cuccioli di essere allattati prendendoli in braccio e avvicinandoli alle mammelle se non riescono a trovarle. Il processo di allattamento in sé potrebbe aumentare la produzione di latte, e i piccoli potranno trarre beneficio dal piccolo aumento di quantità che notano mentre voi cercate di risolvere il problema.

Se nulla di tutto ciò funziona

Poiché molti cani hanno seri problemi con la loro produzione di latte al punto da non poter completamente allattare i cuccioli, se la vostra cagnolina non sta producendo latte o non ne produce abbastanza, avrete bisogno di dare del cibo supplementare ai cuccioli. Questo processo potrebbe essere difficile e prendere molto tempo, perché i cuccioli hanno bisogno di mangiare continuamente, e quindi dovrete tirare in ballo amici e familiari per aiutarvi, oppure portare la madre e la cucciolata dal veterinario per un ricovero finché i cuccioli non crescono di qualche giorno e richiedono meno latte.

Non date ai cuccioli il latte di mucca perché non è adatto ai loro bisogno ed è troppo ricco e allo stesso tempo non ha i nutrienti giusti per loro.

Il vostro veterinario vi potrà vendere un latte per cuccioli adatto a nutrirli, latte che si differenzia da quello di mucca acquistabile al supermercato e che soddisfa completamente i bisogni dei cuccioli. I piccoli trarranno beneficio dallo stare con la mamma, anche se non possono nutrirsi, perciò, a meno che la madre non li rifiuti, non allontanateli da lei.

Nutrire i cuccioli da sé porta via molto tempo e pazienza e il vostro veterinario dovrà mostrarvi come farlo correttamente, poiché avrete bisogno di stimolare anche la regione anale dei cuccioli dopo averli nutriti per stimolarli a fare i propri bisogni. In ogni caso, dopo i primi giorni, il processo dovrebbe diventare molto più semplice!

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 64 persone con una media di 4.9 su 5.0)

Ebook: Guida alla dieta crudista per Cani

Guida alla dieta crudista per Cani

Ricevi gratuitamente il nostro ebook del valore di 27,90 euro.

Odiamo lo SPAM quanto te.
Il tuo indirizzo e-mail non è mai condiviso da noi con terze parti.

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty